Pagina 5 di 19 PrimoPrimo 123456789101112131415 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 61 a 75 di 273

Discussione: PILA....stazione in declino

  1. #61

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da testataecassa Vedi messaggio
    Pila è l'unica stazione al mondo che mente sui kilometri di piste, sapendo di mentire... e dichiarando di mentire

    sommando la lunghezza delle piste presenti sulla skimap ufficiale viene una lunghezza ampiamente inferiore del totale dichiarato

    sono davvero diabolici
    Anche in AdamelloSki se sommi le lunghezze dichiarate da loro mancano una trentina di km sul totale dichiarato da loro stessi

    MonterosaSki per arrivare a 154km le piste le devi contare 3 volte...

  2. #62

    Predefinito

    Purtroppo lo fanno tutti.....non si sa ancora con quale metodo conteggino i km...

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #63

    Predefinito

    andate a vedere i bilanci della pila spa...
    la stazione genera perdite coperte dalla regione...
    si prende un 700mila euro per la cabinovia...e l anno scorso nel bilancio ci sono 1.5M di SOLDI dati alal società..altrimenti il bilancio era in perdita secca...
    La SITUAZIONE così in vda in generale non è sostenibile più...senza nuovi investimenti edilizi (comprendo anche hotel) non vedo come possano trovare denaro per cambiare seggiovie e altro...certo dalla tasse locali...ma la vda è ferma per ora...causa grave crisi...

  5. #64

    Predefinito

    Scusate l'ignoranza ma qui sul forum si dice che Pila è sempre piena di gente, com'è possibile che non riescono a fare utili e investimenti?

    Non vorrei che ci sia qualche magagna sotto... anche come impianti mi sembra abbastanza razionale senza doppioni.

  6. #65

    Predefinito

    Io credo che "sempre" piena di gente sia piuttosto sopravvalutato.

    Io ricordo che negli anni '90 c'era uno sfacelo di gente e le mezz'ore di coda alla Chamolè o al Couis 2 erano la norma.

    Ma negli ultimi 5 anni, ogni volta che sono stato a Pila, di fila non ne ho mai fatta.... ho l'impressione che si riempia da scoppiare solo quando Cervinia e La Thuile patiscono il vento.

  7. #66

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da fla5 Vedi messaggio
    Scusate l'ignoranza ma qui sul forum si dice che Pila è sempre piena di gente, com'è possibile che non riescono a fare utili e investimenti?

    Non vorrei che ci sia qualche magagna sotto... anche come impianti mi sembra abbastanza razionale senza doppioni.
    che ci sia da magnà...mi pare ovvio con aosta e tutta la politica li sotto....pronta a foraggiare...e a farsi foraggiare......già come è nata la grande opera edilizia al tempo...con gente andata in galera....anche di un certo livello...
    non avrei molti dubbi....impianti anziani...posto che da quando apre non chiude in pratica mai per vento...insomma...

  8. Skife per marcolski:


  9. #67

  10. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  11. #68

    Predefinito

    Le volte che ci ho sciato in settimana se non ero solo poco ci mancava... come un po’ in tutta la VdA in realtà

  12. Skife per cleon:

    pat

  13. #69
    Bivalente: sci+snowabard Skifoso
    Attrezzatura
    tavola K2 turbodream, sci e scarponi Nordica "da migliorare..".

    Predefinito

    Pila per i giornalieri è la stazione tra le piu comode in italia, praticametne ti metti gli scarpooni in autostrada, parcheggi in periferia di una città e sali senza mai vedere un tornante, e spesso neanche la enve, al comodo di una cabinovia...le stazioni che si prestano al "mordi e fuggi" genarano molto meno indotto e incasso, molti clienti ti pagano solo lo skipass o poco più, sopratutto se equipaggiati anche di panino e bevande nello zaino...Queste sono realtà turisitche che vanno bene per l'abruzzo (non roccarso che ormai ha un indotto alberghiero mostruoso), e resort appennici o prealpini, ma vivere di questo in VDA è uno scempio al potenziale...
    Tutta la valle, salvo piccole eccezioni mi sembra stia "perdendo colpi" sul turismo sciistico rispetto a 10-20 anni fa.
    La thuile l'ho frequentata per anni e ci ho visto sempre meno gente, se scii in settimana è vuota il che vuol dire che sono molti giornalieri da weekend, poi invece scendi lato rosiere (dove la gente gli scarpooni se li può mettere a casa in città, prende il tgv scende dal treno e sale sulla funicolare che ti porta su) e trovi una marea di gente e di bambini, scuole sci ovunque...
    A oggi la VDA sta "spingendo" tanto sul monterosa ski, che a fronte di costi mediamente elevati ha una sua clientela consolidata tra "cittadini" (mialnesi e altri), freerider e freeskier da ovunque, e turisti Inoltre ha champoluc come paese montano "Migliore" e piu simile ai contesti dolomotici oltre alla bellezza del rosa. Mentre il lato piemontese del comprensorio ha una intraprendenza turisitca che compete con l'abruzzo (eccetto roccaraso che sta molto avanti) e infatti ha ceduto l'accesso al ghiacciaio al versante valdaostano, confinanfo alagna ad una stazione secondaria anzichè la porta di accesso primario al rosa , peraltro sacrficando una delle piste piu belle di tutte le alpi, la balma (con le sue stroiche e pericolanti "Bighe" di ritorno) ora accessibile solo per skialper...
    Divagando sul discorso VDA, Cervinia è una stazione "top" europea ma ha caratteristhce comuqnue particolari, quota elevata, quasi assenza di boschi, che la rendono molto valida a inzio stagione e da marzo in poi, ma sicuramente poco attraente per turismo "familiare" nei periodi freddi, otlre a prezzi elevatissimi e ricettività non esagerata...
    Pila sebbene non il top è l'unica che cerca di offrire prezzi competitivi che la rendano concorrenziale con le stazioni del trentino, per un turismo familiare considerato che non avrebbe senso puntare su un turismo di elite (avendo gia courma), ma le struttre non si sono adeguate per cui spesso cede a inziative "low profile" piuttosto che creare una sua "cultura ricettiva", probelma che si può estendere a tutta la valle..

    La valdaosta per me ha le montagne piu belle deuropa: bianco cervino rosa gran paradiso (e qelle "local" come grivola, emilius, etc), ha stazioni sciistiche bellissime ma non ha una capacità turistica all'altezza del suo patrimonio..
    Pila ha una posizione spettacolare, sole come le dolomiti, riparata dalle bufere, una vista mozzafiato, comdodita di accesso e un numero di alberghi adeguato, ma se deve competere come impianti i suoi rivali possono essere le grandi stazione appenniniche come abotone e roccaraso, non di certo altoadige e trentino...Ha strutture obsolete, impianti vetusti, un comprensorio da "giornaliero", caratteristiche al livello di stazioni appenniiche non di una stazione che gode di una posizione invidiabile sulle alpi...
    La vda vive di una paradossale gestine pubblica o partecipata delle stazioni, e non avendo quasi una popolazione locale strutturata (aosta ha una percentuale di "autoctoni" molto bassa) non ha svilupapto una cultura turistica propira e di ampio respiro come il trentino alto adige Il confronto non può essere altrimenti perchè parliamo di due regioni a statuto speciale che dovrebbero vivere quasi esclusivamente di turismo montano, non si possono neanche considerare lombardia, piemonte, veneto che in presenza di stupende montagne e di gestioni spesso mediocri hanno una vocazione regionale con prerogative che non sono il turismo montano...
    In valdaosta non esistono o quasi, levate le microstazioni, settimane promozionali per famiglie, sconti su bambini, skipass gratis (pacchetti skipass+scuole), che si trovano in bassa stagione in trentino (e valli del alto adige) nelle stasioni non si trovano spesso soluzioni tipoo kinderheim, l'eta minima a cui prendono i bamini a scuola sci è piu alta che in trentino, gli alberghi sono mediamente cari e le alternative limitrofe alle stazioni ancora poco valorizzate (ad esmepio l'asse morgex-pre saint didier ha una posizione perfetta tra due stazioni sciistiche ma turismo ancora basso), proabilmente anche l'offerta enogastronomica sia di nicchia che di "massa" non si è ancora aggiornata abbastanza...

    Di fatto le carenze strutturali dell'offerta turistica creano un emoraggia di turisti "medi" verso il trentino e altre stazioni, se la valle è sciruamente un must per freerider, alpinisti, sciatori esperti, offre quote elevate e garanzie neve, non si presenta con attrattive valide per una enorme fetta di mercato di livello principanti-intermedi, famiglie, sciatori part -time e non sciatori. Non è chele attrattive manchino, in inverno ed estate potresti praticare decine di attivita ai massimi livelli, ma manca la cultura turistica e la capacità di attrarre clienti...senza queste masse i numeri per fare girare le stazioni faticano ad arrivare, e i russi con gli champagne sciabolati possono mandare avanti courma (in alternativa agli ski-bum da tutta eruropa con braccio corto e ascella pezzata), ma non stazioni come pila e altre...
    forse pila è per certi aspetti sepcchio de i problemi della valle: la cultura turistica non è all'altezza del potenziale sciistico a disposizione

  14. Lo skifoso turbodream ha 3 Skife:


  15. #70

    Predefinito

    La cosa assurda è che TUTTI gli impianti di Pila sono stati costruiti in 2/3 anni intorno al 1989... poi più nulla...

  16. Skife per ID19:


  17. #71

    Predefinito

    Pila attuale si è sviluppata tra il 71 e l 80 dove me varie infrastrutture di edilizia residenziale turistica stile Francia....poi nell' insieme impianti e piste...

    Cultura turistica in vda?
    È totalmente assente.
    A cervinia stanno venendo avanti le nuove leve...
    Oddio...già da alcune mosse e iniziative forse gli anni 80 erano più moderni a confronto.

    PRIMA.VA CAMBIATA LA TESTA AI LOCALS.

  18. #72

    Predefinito

    Essere facilmente raggiungibili in giornata è attualmente una tara per lo sviluppo turistico, non un vantaggio.

    Le società degli impianti vogliono fare passaggi e i giornalieri sono un manna, gli chalet sulle piste vendono panini, pizzette e birre e molti locals si accontentano di questo, pensando che basti, e non si sviluppa il turismo delle settimane bianche, specie con clientela straniera, il più ricco e il più vantaggioso per le località.

    La bellezza dei paesini non serve a una cippa se non si offrono servizi, in primis neve sicura, comprensori collegati, ski-in e ski-out, e skibus efficienti e gratuiti.

    In Francia località costruite a base di ecomostri anni 70 sono sempre piene e prosperano, in Italia paesi magnifici e "originali" come Macugnaga o Gressoney St. Jean annaspano...

    È pur vero però che alcuni investimenti anche stranieri (il caso di Cervinia è eclatante) stanno cambiando le cose, travolgendo la vecchia mentalità parassitaria dei local.

  19. #73

  20. #74

  21. #75

    Predefinito

    Se poi non c'è neve e non si può neanche più arrivare fino ad Aosta sci ai piedi passando per le vigne

Pagina 5 di 19 PrimoPrimo 123456789101112131415 ... UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •