Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 29

Discussione: Scialpinismo mondo gare - attrezzature, allenamenti, obbiettivi, La Grand Course ecc.

  1. #1

    Predefinito Scialpinismo mondo gare - attrezzature, allenamenti, obbiettivi, La Grand Course ecc.

    Ho fatto una ricerca nel forum e non ho trovato una discussione analoga che permetta di parlare di tutto quello che riguarda il "mondo race" dello scialpinismo..

    Le cose sono 2:
    1 - nessuno si era preso la briga di aprire una discussione
    2 - l'argomento non interessa

    Provo a farlo io.. l'argomento è più ampio e articolato di quello che si potrebbe pensare/immaginare e volendo gli spunti di discussione sono molti!

    Da molti, e sopratutto dai skialper classici (o nostalgici come dico io), viene considerato solo come il "mondo delle tutine" e da chi fà skialp solo puntando al tempo, senza godersi la montagna ecc...
    La realtà è ben diversa!
    Lo scialpinismo dedicato al mondo race è semplicemente un'altro modo di fare skialp.
    Un modo costoso, che richiede dedizione, allenamento e sicuramente tanta tanta passione!

    Spesso (per non dire quasi sempre) ci si allena la sera (o al mattino presto come faccio io) in qualsiasi condizioni meteo e con temperature per nulla invitanti.. se vogliamo usare un eufemismo!
    Per non parlare dell'attrezzatura che costa un botto..

    E poi ci sono le gare dei PRO che sono una incredibile da vedere.. un'atmosfera pazzesca e vedere salire questi missili ti lascia semplicemente impressionato!

  2. Skife per 4 Dolomiti:


  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  4. #2

    Predefinito

    io sono andato un paio di volte a vedere gare de la grand course (mezzalama e adamello ski raid) e mi è piaciuto, anche se è un mondo abbastanza lontano dal mio modo di concepire l'alpinismo, sicuramente più simile al trail running (disciplina per la quale pratico gare e mi sento più in sintonia con un approccio agonistico, e non alpinistico)
    da appassionato un po' nerd della teoria dell'allenamento e della fisiologia dello sport seguo anche alcuni componenti della nazionale di skialp ovviamente

  5. #3

    Predefinito

    dipende dai punti di vista, per me il mondo race (seppur molto estremizzato ultimamente) è il modo più classico di fare questo sport, ormai sono 100 anni che ci sono competizioni ... rasta e sbragoni sono arrivati dopo

  6. #4

    Predefinito

    Il mondo race è un qualcosa che mi attira ma non sopporto. Mi attira perchè vedere girare certi motori fa impressione, è affascinante e sprona al voler spingere di piu e allenarsi di piu giusto perchè è bello muoversi rapidamente e efficentemente in montagna. Ma allo stesso tempo non sopporto la pura competizione e certi atteggiamenti che da qui ne derivano. (forse sono frasi un po generali che si legano a qualsiasi agonismo...oh beh...).
    Mi fa piacere sentire qualcuno che ne parla solo come un'altra faccia dello scialpinismo, idea che ho sentito solo da parte di grandissimi "vecchi".

    Nel mio piccolissimo ho fatto solo una vertical in vita mia. Tra l'altro una vertical strana perchè invece dei classici 700m erano 1000 i primi 700/750 li ho fatti alla grande per i miei standard, tra i 45 e i 50 minuti (nel frattempo antonioli che partecipava aveva gia finito), a quel punto sono scoppiato e a fare i restanti metri cio ho messo altri 30 minuti circa. Una sofferenza bestiale! Divertente, ma masochismo puro!! Mi ha fatto morire dal ridere uno che mi ha superato e guardandomi gli sci e scarponi mi ha detto "addirittura con gli sci da freeride la fai!" e avevo tlt6p+atomic ultimate 78

    Però si, molta invidia. Anche quando faccio gite col mio socio che ha fatto il mezzalama e pdg sono sempre imbarazzatissimo della mia lentezza

  7. #5

    Predefinito

    i primi 700/750 li ho fatti alla grande per i miei standard, tra i 45 e i 50 minuti
    hai scoperto la soglia anaerobica

  8. Skife per belladitheboss:


  9. #6

    Predefinito

    Si, vedendo le gare dei Pro ti viene la pelle d'oca..
    per carità, lo fanno come lavoro, hanno preparatori e tutto quello che vuoi ma comunque hanno un motore spaventoso. O meglio, ce l'hanno e lo allenano pure..

    Boscacci (tanto per citarne uno) che lo seguo su Strava e ho "conosciuto" personalmente un paio di anni fà che era venuto qui a Pampeago a fare una garetta di inizio stagione (main sponsor La Sportiva), si spara 2000/2200mt d+ al giorno. Ma mica andando a spasso.. su ritmi abbastanza sostenuti! Per me sicuramente..

    Parentesi PRO a parte, come ho scritto sopra personalmente ritengo lo skialp race semplicemente un'altro modo di fare scialpinismo!

    Un modo che ti permette di essere veloce e sopratutto efficiente anche nella classica escursione del sabato o domenica.
    Almeno, per me è così..

    Per esperienza personale mi sono accorto che con il passare degli anni, curando molto quello che è l'allenamento, l'approccio alle gare (seppur non siano molti anni che "gareggio") e anche l'approccio "mentale" all'escursione o comunque al periodo prolungato di attività, sono riuscito a sviluppare una buona capacità di recupero e di efficienza nell'andare in montagna!

    Ovvio che se faccio la gitarella sulla cimetta sopra casa tanto per gustarmi la fresca nevicata non sono richieste chissà quali abilità, ma viceversa se devo affrontare una escursione più impegnativa o uno dei vari "progetti tosti" della stagione so comunque di avere una buona base!

    - - - Updated - - -

    tra l'altro, a proposito di attrezzatura, quest'anno mi hanno dato in prova un paio di Movement RisePro (che poi ho ben pensato di tenermeli e comprarli) che sono spettacolari!

    Sci spettacolari montati con gli ATK Revolution. Attacchino race che a mio parere è il top. A livello di peso siamo sui 105g (in linea con la concorrenza diciamo tra i 100 e 110g), e sono estremamente pratici e veloci da agganciare/sganciare!

    Sci + attacchi fermo la bilancia a circa 800g ad asta.
    Vantaggio notevole in salita e in allenamento, ma devo dire che anche in discesa sono 2 bei coltelli. Ovvio, molto reattivi e sul duro percepisci delle vibrazioni (c'è da dire che io peso 62kg quindi..) ma nel complesso riesci a scendere a bomba come su dei binari!
    Nel fuori pista il discorso cambia ma mi sembra anche superfluo dirlo..

  10. #7

    Predefinito

    se parliamo di mondo race, mi vengono in testa la valmassoi, la de silvestro, ecc...

    per il resto preferisco il biathlon

  11. Lo skifoso cocojambo ha 5 Skife:


  12. #8

    Predefinito

    che anche nel biathlon devo dire che ci sono delle discrete atlete... solo che se non stai attento quelle prima ti rincorrono e poi ti sparano!!!

  13. Lo skifoso belladitheboss ha 2 Skife:


  14. #9

    Predefinito

    ieri sera altro allenamento a Pampeago.. 3 salite e discese..

    c'era un'atmosfera veramente bella.. temperature miti (-6°), cielo sereno, luna piena, solo le luci di qualche cannone acceso e in lontananza i fari degli ultimi gatti all'opera!
    Il modo più bello di sfruttare un'oretta e mezza di tempo e poi rientrare a casa soddisfatti! (e affamati come un ludro.. )

  15. #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da 4 Dolomiti Vedi messaggio
    ieri sera altro allenamento a Pampeago.. 3 salite e discese..

    c'era un'atmosfera veramente bella.. temperature miti (-6°), cielo sereno, luna piena, solo le luci di qualche cannone acceso e in lontananza i fari degli ultimi gatti all'opera!
    Il modo più bello di sfruttare un'oretta e mezza di tempo e poi rientrare a casa soddisfatti! (e affamati come un ludro.. )
    ormai il tempo manca, ma un po' di allenamento serale è sempre stato bello, soprattutto per l'atmosfera

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da belladitheboss Vedi messaggio
    che anche nel biathlon devo dire che ci sono delle discrete atlete... solo che se non stai attento quelle prima ti rincorrono e poi ti sparano!!!
    caspita, non ho mai fatto caso al fisico delle atlete, ma solo a quanto vanno

  16. #11

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da cocojambo Vedi messaggio
    ormai il tempo manca, ma un po' di allenamento serale è sempre stato bello, soprattutto per l'atmosfera

    - - - Updated - - -



    caspita, non ho mai fatto caso al fisico delle atlete, ma solo a quanto vanno
    non ci credo manco se mi paghi..
    la Dorotea Wierer na gran topolona..
    e per la cronaca gira con un Audi RS6 mod nuovo..
    la vedo spesso qua in valle col macchinone..

    - - - Updated - - -

    tanto per rimanere in topic..

    vi copio il link del nuovo sito della Grande Course

    http://www.grandecourse.com/

    quest'anno è l'anno delle grandi gare con la G maiuscola, due delle quali in territorio italiano!

    - quest'anno si corre il Mezzalama, la Pierra Menta (Francia), l'Adamello SkiRaid!
    - il prossimo anno invece si correrà l'Altintoi Ternua (Francia) - Tour de Rutor (Italia - VDA) - Patroile des Glacier (Svizzera)


    Preciso, per chi non lo sapesse o semplicemente per informazione, che le grandi classiche dello skialp vengono svolte ad anni alterni!

    Per quest'anno cerco di organizzarmi per andare a vedere/fare supporto a dei amici che vanno a fare il Mezzalama!

  17. #12

    Predefinito

    Ciao!
    non scrivo quasi mai ma l'argomento è stuzzicante, soprattutto su queste pagine, che tendenzialmente non trattano l'argomento.

    Racconto la mia esperienza personale di avvicinamento allo scialpinismo con i fuseaux (ridottissima, al momento):

    la 'grammite', malattia mentale che costringe al pesare (rigorosamente con bilancia digitale con precisione al grammo) tutta la propria attrezzatura, mi ha colto dopo un incidente che ho avuto in montagna, e dopo i mesi di convalescenza per riprendere a muovermi ho avuto qualche problema, soprattutto in discesa, alla gamba infortunata. I problemi erano direttamente proprzionali al peso dello zaino. Da qui ho iniziato a stravolgere la mia idea di cosa portarmi dietro e come muovermi. In estate ed in inverno.

    Dallo scorso anno, vuoi per pigrizia e voglia di fare meno fatica, vuoi perchè avevo gite in mente abbastanza lunghe, ho preso un set scialpinistico più leggero (light touring lo chiamerebbero su skialper?) composto da Alien RS e salomon XALP. Con due chili per piede, tra scarpone sci e attacco (mettiamoci anche quell'etto e mezzo di pelli, se vogliamo) si viaggia già a buoni ritmi, volendo tirare il fiato.
    Soddisfazioni di stagione tolte, o perlomeno ho visto che sono tornato a sciare come prima, o quasi. Si sono accese delle piccole lampadine nel cervello (in genere in black out).

    Ad inizio estate passo dallo spacciatore di biciclette di fiducia per delle riparazioni, e trovo una bici gravel usata ad un prezzo troppo buono. La prendo. Resto fulminato dal nuovo tipo di guida e velocità di quel tipo di ciclismo. Prendo un set di ruote anche da strada. Divento ciclista e mi inizio a vestire attillato. Apro un profilo su STRAVA. Sospetto quasi un cambio di orientamento sessuale.
    L'estate passa tranquilla con poco più di 5000km nelle gambe. Prediligo i giri lunghi, le esplorazioni, agli sprint. Ma inizio ad allenarmi facendo le ripetute, guardando i watt ancora più del cardio, eccetera eccetera...
    Addirittura ho i rulli per l'inverno.

    La premessa ciclistica l'ho fatta perchè penso che siano due sport molto, molto simili. Uno chiama l'altro. Sì, anche la corsa e il trail running. Ma non posso correre, quindi mi astengo

    Questa stagione inizia magra in Dolomiti, maledettamente magra. Non faccio lo skipass e di gite se ne possono fare una o forse due nella mia zona. Che palle. In uno slancio di follia prendo da un amico sci e scarponi da gara, li monto ATK EVO, mi faccio fare delle belle pomoca race 2.0 dritte da 62mm e mi metto a fare le piste in salita quando gli impianti chiudono. O anche di giorno, dove possibile.
    Un paio di settimane fa la prima vertical. Settimana che viene la prossima. E avanti così. Assolutamente privo da sempre, geneticamente forse, di qualsiasi spirito competitivo, mi piace questo mondo però.

    Ho amici che fanno gare e spesso faccio gite con loro e vedo quanto forte vanno. Arrivare in cima col sorriso, dopo 2000m di dislivello, è una figata. Fare una cima e vedere di averne ancora e fare quella di fianco anche è una figata. Penso l'allenamento serva a questo alla fine. Per me 'sto mondo di sci stretti che in discesa vanno male è un po'un allenamento per poi fare montagna, o almeno provarci.

    Ah, ovviamente se nevica prendo gli sci da 115 e vado a fare quello che ho sempre fatto
    (o forse vado a pellare dove non c'è competizione?)

    Al momento uso sci atomic backland 65 2019 e scarponi atomic backland UL 2019. Sci montati ATK Evo (i revoluscion me li sogno la notte però).
    Gli sci sono due binari, ma non mi piacciono granché, per quanto stiamo cominciando a fare amicizia. Troppo duri. Gli scarponi invece sono comodissimi ma hanno un indice di flex 25 penso, che non compensa del tutto lo sci incazzato. Inoltre a quasi 800g in 26,5 non sono nemmeno particolarmente leggeri. Come primo set, e pagato pochissimo, va alla grande. Se la cosa mi piglia sul serio mi sa che dovrò fare un fido bancario...
    Ultima modifica di LuKe; 07-02-2019 alle 11:52 PM.

  18. Lo skifoso LuKe ha 5 Skife:


  19. #13

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da LuKe Vedi messaggio
    NON QUOTARE IL MESSAGGIO PRECEDENTE SE NON SERVE, grazie.
    Bella storia!

    Sai che mi è balenata più di una volta l'idea di farmi un set extralight, non da gara però perchè non mi frega nulla...
    Tipo Alien RS o il nuovo spitfire o come ssi chiama di lasportiva... con uno sci da 80/85 max da 1 kg e attacchino simil race da usare per mangiare dislivello rapidamente e scendere molto con circospezione per tutte quelle situazioni dove le condizioni sono quello che sono ed allora tantovale godersi la salita o la cima alpinistica o semplicemente per la primavera, le traversate... Secondo me mi ci divertirei, anche se scialpinisticamente fatico a rinunciare a una delle due parti, per questo non ho un maestrale ed uno sci da 90 sotto al piede leggero ma non superlight... In questo modo non mi ammazzo in salita e mi godo la discesa decentemente, però il tarlo light a volte mi viene...
    Per fortuna le finanze mi impediscono di fare cavolate .

  20. #14

    Predefinito

    io ho trovato usato un paio di anni fa un braham montato RT + piastre, non è decisamente un set leggero ma comunque in salita si porta molto meglio degli sci che porto solitamente anche a pari peso (meno pelle, meno braccio di leva tra lamina e scarpone, più agile se devi metterli nello zaino)
    credo che a meno di essere un toro avere un set da 85-88, più leggero del brahma ovviamente, montato con attacchino minimal, con uno scarpone dedicato volendo (io uso il maestrale RS perchè ho uno scarpone solo per tutto e perchè in realtà quel set è dedicato anche alle poche giornate in pista) rende molto alla portata gite molto lunghe (traversate alpinistiche anche con tratti tecnici) a chi è abituato a usare sci belli larghi per gite sopra i 1000 m di dislivello
    poi va beh, io sull'entrelor (1700 m D+) mi sono comunque portato i raven e non me ne sono affatto pentito!!!

  21. #15

    Predefinito

    considerati gli ultimi inverni, e la preferenza alla salita/dislivello/concatenamenti,
    dovendo sostituire l'attrezzatura, sono restato su roba molto leggera (1,8 kg. per gamba)
    vero che puoi fare 2000 d+ anche con sci pesanti, ma è un'altra storia,
    come diceva (tradotto) il vecio: "quando sei arrivato in cima...deve tirarti ancora".

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •