Pagina 3 di 6 PrimoPrimo 123456 UltimoUltimo
Mostra risultati da 31 a 45 di 78

Discussione: Le Caviglie: queste sconosciute

  1. #31

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Maxxx155 Vedi messaggio
    TI chiedo scusa ma non credo di aver colto perfettamente il tuo esempio!



    Perfettamente sì!
    Facendo pali da GS questo movimento lo fai per forza,altrimenti la transizione sarebbe lentissima perchè non saresti in grado di scaricare velocemente l'interno (cioè "il vecchio esterno") e fartelo "girare sotto il corpo" come predicano gli allenatori, il tutto contemporaneamente indirizzando lo sci verso la nuova curva.
    Detto in tre parole: secondo ma lo fai già ma magari non sai esattamente come e perchè. Ma anch'io quando ero atleta facevo tante cose senza saperlo.



    Ecco, vedo che anche qui ricaschiamo (io pure) in confusione. Tolto Cristiano che ha dimostrato di trovarsi a suo agio con la definizione di "controsterzata", il termine induce a complicazione. Provo a spiegarmi: quando andiamo in auto, la cosa alla quale diamo più attenzione è la direzione delle ruote anteriori, perchè le ruote posteriori "seguiranno", giusto? (lasciando perdere discorsi più complessi, rimaniamo terra-terra).

    Ora pensiamo che la spatola della sci siano le nostre ruote anteriori, e la coda siano le ruote posteriori.

    E' abbastanza logico che io mi curi della direzione della spatola più che di quella delle code, giusto?

    Provando a schematizzare:



    Questo dovrebbe essere il sunto della confusione, a mio parere e se ho capito bene.
    Non ritengo sia sbagliato parlare di controsterzata, ho solo pensato che parlare di sterzata fosse più intuitivo.
    dovrei farti un disegnino, ma è complicato, cmq intendevo ciò che ha scritto giampa nel post successivo

    tornando alla shiffrin, mi pare faccia nello speciale una sterzata del genere di cui parli, però alzando lo sci interno e direzionarlo velocemente dove vuole

  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  3. #32

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da cristiano'73 Vedi messaggio
    Ma no, Maxx parla di sterzata a sci piatto, Jam di sci sullo spigolo.
    OK, ma allora cosa c'entra la parola CONTROSTERZATA. quella postata da Giampa nel video è un'INTRAVERSATA che si fa in gara per stare dentro nei pali. In campo libero non si applica.

  4. Lo skifoso awesome ha 2 Skife:


  5. #33

    Predefinito

    Scusate, ma stiamo parlando di quello che alcuni americani chiamano Stivoting?

    Lo si vede in modo esagerato nella seconda parte di questo video, dal minuto 1:05 in poi

    https://youtu.be/uEUWDsQ1LLI

  6. #34

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da awesome Vedi messaggio
    OK, ma allora cosa c'entra la parola CONTROSTERZATA. quella postata da Giampa nel video è un'INTRAVERSATA che si fa in gara per stare dentro nei pali. In campo libero non si applica.
    Si fa ma molto meno accentuata per stringere l'arco di curva se hai ai piedi sci con raggi di curva troppo accentuati (es 21 o 23 mt).

    Inoltre da non confondere in slalom gigante con il CASAMAX ( se non sapete cose è vi cerco un video ) che è un'intraversata per poi raddrizzare nuovamente, che si fa ( i manici) quando si è troppo in anticipo sulla porta.

    Quello che ho postato io è proprio una sterzata di piede, aveva sotto un 35mt ed era una tracciatura stretta allo Stelvio! quindi impossibile condurla in prima fase per carenza di spazio!

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da Petrus Vedi messaggio
    Scusate, ma stiamo parlando di quello che alcuni americani chiamano Stivoting?

    Lo si vede in modo esagerato nella seconda parte di questo video, dal minuto 1:05 in poi

    https://youtu.be/uEUWDsQ1LLI
    più o meno però li è più un casamax...

  7. #35

    Predefinito

    Scusate, ma a questo punto nuntio vobis magno cum gaudio: non c'ho capito una seg@.
    Si propone lo stivoting in campo libero ?

  8. Skife per apo:


  9. #36

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da apo Vedi messaggio
    Scusate, ma a questo punto nuntio vobis magno cum gaudio: non c'ho capito una seg@.
    Si propone lo stivoting in campo libero ?
    Mi sono appena letto tutto e secondo me non è così. Piuttosto si propone l'azione di "guidare" (o sterzare, ma sembra ci sia molta confusione sull'interpretazione del termine) lo sci interno durante tutta la curva. Spesso nella nostra sciata lo sci esterno "guida" ed è molto carico, mentre l'interno è scarico e segue più o meno l'esterno senza lavorare. Se invece portiamo più attenzione all'interno durante tutte le fasi di curva, assicurandoci che guidi quasi tanto quanto l'esterno, questo ci porterà ad avere più peso sul l'interno e di conseguenza avere maggiore stabilità e parallelismo.

    In questo modo non parliamo di stivoting ma piuttosto di controllo e stabilità durante tutto il raggio di curva.

    Un mio amico maestro qui in Canada mi aveva proprio fatto praticare il controllo del'interno su terreni molto sconnessi. Il mio problema era che ad alte velocità su piste messe maluccio a fine giornata spesso non avevo più il controllo totale degli sci in quanto bastava una piccola bozza par farmi perdere stabilità e sicurezza durante il raggio di curva. Questo era dato dal fatto che non controllavo lo sci interno. Mi ha fatto fare esercizi simili a quelli che fa la Shiffrin nel video postato da Max per farmi capire quanto sia importante guidare anche con l'interno. Risultato? Ho incominciato a fare più attenzione all'interno su terreni sconnessi: se l'esterno "vola" a causa di una bozza o del ghiaccio, l'interno è già impostato in curva e pronto a prendersi temporaneamente il 100% del controllo.

    Poi magari mi sbaglio totalmente io, ma di sicuro il fatto di guidare anche con l'interno aiuta!

  10. Lo skifoso KLM671 ha 2 Skife:


  11. #37

    Post

    Sì, rileggendo tutto quanto con calma mi pare che la tua interpretazione sia corretta. Per inciso Baldaxski aveva trattato l'argomento nel suo storico video di qualche anno fa. Il topic di Maxx in un certo senso è più "completo" in quanto parla anche di quel che deve fare la parte alta per mettere in pratica quest'azione delle caviglie.

  12. Lo skifoso apo ha 2 Skife:


  13. #38

    Predefinito

    Bei giovani, quando lo sci è vincolato non può guidare ‘na sega a meno che lo fai derapare. Una volta che sei nel binario l’unica è aumentare o diminuire l’angolazione, o uscire dal binario, per stringere o allargare la curva

  14. #39

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Nitrato Vedi messaggio
    Bei giovani, quando lo sci è vincolato non può guidare ‘na sega a meno che lo fai derapare. Una volta che sei nel binario l’unica è aumentare o diminuire l’angolazione, o uscire dal binario, per stringere o allargare la curva
    Questo può essere vero, ma a me piace pensare alla curva condotta come una sterzata in cui il volante non sono i piedi, ma le caviglie.
    Uno degli errori che secondo me si fanno spesso, sottoscritto compreso, è raddrizzare troppo presto le caviglie e quindi appiattire gli sci, con la conseguenza che si guadagna molta velocità e la curva resta mezza aperta quando invece la sciancratura potrebbe ancora dare molto con (relativamente) poco.
    Prolungare (tanto) il tempo di inclinazione delle caviglie, cercando di puntarle verso monte e verso il terreno, permette invece di risalire il pendio fino al punto che hai cercato con lo sguardo, rallentando la discesa e chiudendo la curva con efficacia.
    Infatti vari istruttori si mettono a monte, dietro agli allievi in discesa, e ordinano loro di fargli vedere le seriegrafie dei loro sci mentre conducono, oppure le solette se si mettono a valle.
    Così il carving diventa un'azione attiva e voluta, e non passiva da semplici passeggeri.
    Poi non è che la curva condotta sia necessariamente quella carvata al 100%, io cerco di riprodurre questo gesto anche nelle curve spazzolate e nel corto così da minimizzare la sterzata dei piedi e aumentare il taglio dello sci.
    Ultima modifica di Edge; 03-12-2018 alle 09:53 AM.

  15. #40

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da awesome Vedi messaggio
    In campo libero non si applica.
    Si applica, si applica...



    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da Edge Vedi messaggio
    Questo può essere vero, ma a me piace pensare alla curva condotta come una sterzata in cui il volante non sono i piedi, ma le caviglie.
    Uno degli errori che secondo me si fanno spesso, sottoscritto compreso, è raddrizzare troppo presto le caviglie e quindi appiattire gli sci, con la conseguenza che si guadagna molta velocità e la curva resta mezza aperta quando invece la sciancratura potrebbe ancora dare molto con (relativamente) poco.
    Prolungare (tanto) il tempo di inclinazione delle caviglie, cercando di puntarle verso monte e verso il terreno, permette invece di risalire il pendio fino al punto che hai cercato con lo sguardo, rallentando la discesa e chiudendo la curva con efficacia.
    Infatti vari istruttori si mettono a monte, dietro agli allievi in discesa, e ordinano loro di fargli vedere le seriegrafie dei loro sci mentre conducono.
    Così il carving diventa un'azione attiva e voluta, e non passiva da semplici passeggeri.
    Poi non è che la curva condotta sia necessariamente quella carvata al 100%, io cerco di riprodurre questo gesto anche nelle curve spazzolate e nel corto così da minimizzare la sterzata dei piedi e aumentare il taglio dello sci.
    Interessante ma io la vedo in altro modo, per esempio in corto raggio per evitare il tergicristallo bisogna fare come dici tu, rimanere più a lungo sul vecchio spigolo, ma senza andare in salita... andando dritto! Si chiama "dare profondità". Se appiattisci invece di rimanere sul vecchio spigolo, poi d'istinto sterzi e l'effetto è quello della derapata e del tergicristallo.

    Andrea

  16. Lo skifoso WellnessGourmet ha 2 Skife:


  17. #41

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da WellnessGourmet Vedi messaggio

    Interessante ma io la vedo in altro modo, per esempio in corto raggio per evitare il tergicristallo bisogna fare come dici tu, rimanere più a lungo sul vecchio spigolo, ma senza andare in salita... andando dritto! Si chiama "dare profondità". Se appiattisci invece di rimanere sul vecchio spigolo, poi d'istinto sterzi e l'effetto è quello della derapata e del tergicristallo.

    Andrea
    Ma sì, sono d'accordo, nel corto comunque le punte sono dirette in varia misura verso valle e non c'è risalita; io ci applicavo soprattutto l'azione delle caviglie per incrementare l'effetto di taglio. Anche se nello stretto creare una buona torsione fra direzione dello sci (intraversato o quasi) e quella del busto (frontale) mi sembra utile a facilitare il successivo cambio di spigolo: è quasi come se ci si caricasse a molla a livello delle anche, e rilasciando lo spigolo le gambe ruotino con più facilità nella nuova direzione.
    La "risalita", o meglio, traversata era riferita più alle curve medio ampie, come si vede benissimo in questo video:

    L'inclinazione delle caviglie, e quindi dello sci e del corpo, inizia prestissimo e finisce relativamente tardi, permettendo di chiudere la curva al massimo e di direzionare gli sci verso il prossimo punto di corda desiderato.

  18. #42

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Maxxx155 Vedi messaggio

    Adesso sali sui tuoi sci e scegliti una pista facile, non piatta ma facile. Scegli uno sci. Toglilo e lascialo lì. Parti.
    Hai scelto di tenerti il destro. Bene. Partirai con una curva verso sinistra… facile! L’hai fatta in un secondo! E ci credo, perché se scii decentemente è perché sai come usare l’esterno. Ora fai una curva verso destra… ecco, rialzati. Non ci sei riuscito e sei volato a terra perché sei inciampato.

    Sei inciampato perché quel movimento di rotazione sull’asse orizzontale non solo va imparato, ma va accompagnato dal resto del corpo.
    Il corpo deve avanzare il più possibile verso l’interno della curva. Riguardati lo screenshot di Mikaela: se lei volesse fare l’intera curva sullo sci destro, le basterebbe continuare quel movimento di avanzamento nella direzione già impostata; lo sci destro sarebbe molto più scarico e a quel punto sarebbe facile “direzionare” lo sci destro verso destra.



    .
    ah quanto terrore e allo stesso tempo divertimento questo esercizio! (Specialmente con sci da Gs).

    Nel mio piccolo, ho notato che fare GS dopo aver fatto un po di volte questo esercizio mi fa sentire una maggiore precisione nel indirizzare le linee però allo stesso tempo non ho la sensazione della caviglia che lavora in questo modo che hai magnificamente descritto. Quindi in fin dei conti, non so se ci ho capito tanto

  19. Skife per gPasca:


  20. #43

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Edge Vedi messaggio
    Ma sì, sono d'accordo, nel corto comunque le punte sono dirette in varia misura verso valle e non c'è risalita; io ci applicavo soprattutto l'azione delle caviglie per incrementare l'effetto di taglio. Anche se nello stretto creare una buona torsione fra direzione dello sci (intraversato o quasi) e quella del busto (frontale) mi sembra utile a facilitare il successivo cambio di spigolo: è quasi come se ci si caricasse a molla a livello delle anche, e rilasciando lo spigolo le gambe ruotino con più facilità nella nuova direzione.
    La "risalita", o meglio, traversata era riferita più alle curve medio ampie, come si vede benissimo in questo video:

    L'inclinazione delle caviglie, e quindi dello sci e del corpo, inizia prestissimo e finisce relativamente tardi, permettendo di chiudere la curva al massimo e di direzionare gli sci verso il prossimo punto di corda desiderato.
    La rotazione delle teste dei femori, courteracting, dissociazione, o chiamala come vuoi a seconda della "scuola" di riferimento è una cosa che devi fare per forza, se la "spalmi" lungo l'arco di curva sembra che non la fai (come nel video di Belingheri nel parallelo), nel medio sul ripido si vede chiaramente e sembra una intraversata, tra i pali alla Finferlo è ancora più evidente, ma il movimento è sempre quello, è identico, e sa' da fare.

    Andrea

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da Edge Vedi messaggio
    La "risalita", o meglio, traversata era riferita più alle curve medio ampie, come si vede benissimo in questo video:



    Scusate l'OT ma in questo video io fermo l'immagine a inizio curva e quello che vedo benissimo è che lo sci sta ancora andando nella direzione della vecchia curva ma:

    - ha già una presa di spigolo >45 gradi NELLA NUOVA CURVA
    - è GIÀ DEFORMATO
    - e tutto questo mentre lui sta bellamente disinteressandosi di ciò che accade allo sci esterno, sta guardando il punto di corda della curva successiva ostentando una rilassatezza estrema

    ed è in quel preciso momento che ti rendi conto che tu stai praticando un altro sport rispetto a questa gente

    Andrea

  21. Lo skifoso WellnessGourmet ha 8 Skife:


  22. #44

    Predefinito

    Quando scii con quella gente la sensazione di essere un povero ******** è piuttosto costante, proprio per l'estrema naturalezza con cui fanno gesti che a me fanno cagare addosso al solo pensarli. Credo ci sia anche un gap di fisicità irrecuperabile tra un ex nazionale di sci (o qualunque sport) e un amatore standard. By the way, il mio istruttore è un omino che si spara anche otto/novemila km in bici ogni fuori stagione, tanto per dire.
    Tanto per continuare l'OT, ma oltre alle caviglie, io necessito anche di viva attenzione sul'anca esterna, se non partecipa con la spalla alla pressione lo sci va dritto o rimane parecchio indietro, quindi devo caricare e cercare di portare avanti l'esterno anche con un leggero atteggiamento dell'anca (non parlerei di un vero movimento, dato che comunque l'anca è coinvolta nello "spezzare" il busto), molto scorretto o accettabile?

  23. #45

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da TEDOSIT Vedi messaggio
    Quando scii con quella gente la sensazione di essere un povero ******** è piuttosto costante, proprio per l'estrema naturalezza con cui fanno gesti che a me fanno cagare addosso al solo pensarli. Credo ci sia anche un gap di fisicità irrecuperabile tra un ex nazionale di sci (o qualunque sport) e un amatore standard. By the way, il mio istruttore è un omino che si spara anche otto/novemila km in bici ogni fuori stagione, tanto per dire.
    Tanto per continuare l'OT, ma oltre alle caviglie, io necessito anche di viva attenzione sul'anca esterna, se non partecipa con la spalla alla pressione lo sci va dritto o rimane parecchio indietro, quindi devo caricare e cercare di portare avanti l'esterno anche con un leggero atteggiamento dell'anca (non parlerei di un vero movimento, dato che comunque l'anca è coinvolta nello "spezzare" il busto), molto scorretto o accettabile?
    le punte degli sci devono stare alla stessa altezza ! Assolutamente sbagliato portare aventi lo sci interno, questo provoca un ritardo della spalla esterna, un innevitabile torsione del bacino che sfocia in un entrata di anche che ti porta a finire sull'interno.
    Inoltre di fa sedere sulle code, rendendo impossibile spezzarti correttamente di busto !

  24. Lo skifoso Gianpa79 ha 3 Skife:


Pagina 3 di 6 PrimoPrimo 123456 UltimoUltimo



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •