Pagina 24 di 25 PrimoPrimo ... 141516171819202122232425 UltimoUltimo
Mostra risultati da 346 a 360 di 364

Discussione: Sul nuovo progetto "Avvicinare le Montagne"

  1. #346

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Sandopower Vedi messaggio
    Confermo tutto, nessun abbandono... a breve riparitanno i lavori di SPA.

    Figuriamoci se poi dopo milioni di euro investiti in impianti nuovi, alberghi, stuture, innevamento ecc.. mollano tutto per una cabinovia.... non avrebbe senso.

    Per il discorso del TAR ho qualche dubbio invece...sappiamo come vanno queste cose, persi 3 anni , ora facile perderne altri 2..... un’altra stagione sicuro!
    Infatti è quello che secondo me sarebbe successo e che volevo sentir dire. Concordo al 101% 100!!! Si dice nei post seguenti di discutere col sorriso e rispettare le opinioni altrui...certo ci mancherebbe!! A patto di non dire cavolate a vanvera!!! Ripeto, un conto è discutere su cose concrete e un conto ventilare chiusure, strappamenti di seggiovie, spa ad uso della pesca sportiva e ca..ate simili!!!

  2. Skife per Egidio:


  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #347

    Predefinito Accessibilità al Veglia

    Vorrei soffermarmi su una questione che non viene mai accennata in Avvicinare dei Montagne: l'annosa questione dell'accesso all'Alpe Veglia. Nei decenni scorsi si è sentito parlare di tutto, ma ultimamente la questione sembra essere scomparsa sia dagli intenti dei privati (che a dire il vero non c'è mai stata) che dalle dichiarazioni della politica. La strada agro-silvo-pastorale che conduce all'Alpe Veglia è una via molto pericolosa, sotto frana (la parete della montagna è costantemente monitorata dalle strumentazioni a Ponte Campo, o lo era, e da vigilanti durante la stagione estiva) e sotto valaghe imponenti, che la rendono percorribile soltanto da metà giugno/inizio luglio fino a inizio ottobre. Tra le ipotesi fatte nei decenni passati, ne ho trovate tre documentate da fonti:

    - ipotetico tunnel da Ponte Campo a Veglia, lungo 1.800 metri, probabilmente per un'altrettanto ipotetica funicolare vista la pendenza (quasi 500 metri di dislivello): http://alpeveglia.it/descrizioni/not...ztv_190202.htm
    - ipotetica funivia (o di nuovo la galleria) da Ponte Campo a Veglia: https://www.lastampa.it/2013/07/01/v...uO/pagina.html
    - ipotetico tunnel da Ciamporino a Veglia (La Balma), in piano e lungo 1.500 metri: http://www.ossola24.it/index.php/562...di-fondo-unica

    Come mai un'ipotesi di migliorare l'accessibilità al Veglia non viene mai nemmeno nominata nel piano strategico? Gli innumerevoli vincoli ambientali? La volontà di far percepire la piana di Nembro come parte integrante/iniziale del Parco, e San Domenico la porta in cui "abbandonare la velocità e abbracciare la lentezza", come recita Avvicinare le Montagne nella relazione illustrativa? I costi probabilmente elevatissimi? Secondo me ci sarebbero questi pro e contro...

    PRO (secondo Runass):
    - Veglia diventerebbe accessibile 12 mesi all'anno, offrendo inedite opportunità alle numerose attività ricettive presenti (alberghi alpini e case vacanza)
    - Veglia potrebbe diventare la cornice, in inverno, di una delle piste per sci di fondo più belle delle alpi, con un'innevamento sempre abbondante
    - i veicoli privati a motore potrebbero essere del tutto vietati, in quanto il trasporto di persone che non possono salire a piedi ma soprattutto di merci per gli allevatori e per le attività ricettive avverrebbe con "l'arroccamento"...e per spostare le merci nella piana, si potrebbero utilizzare veicoli elettrici condivisi
    - la pericolosa strada da Ponte Campo diventerebbe esclusivamente pedonale/ciclabile

    CONTRO (sempre secondo Runass):
    - Veglia diventerebbe accessibile 12 mesi all'anno (sì, di nuovo!), andando a sconvolgere il delicato equilibrio che si protrae da secoli, nel quale l'uomo costituisce solo una piccola incursione di 2-3 mesi all'anno nel regno incontrastato degli animali
    - Veglia perderebbe gran parte del suo fascino, per il quale "te lo meriti soltanto se ci arrivi a piedi"
    - un ipotetico impianto a fune sarebbe sicuramente estremamente impattante sul paesaggio, e difficile da realizzare dati i vincoli (legislativi ma anche naturali, come le valanghe e le frane)
    - un qualsiasi tipo di impianto, sotterraneo o a fune sarebbe probabilmente estremamente costoso, sia in termini di realizzazione che di gestione

    Cosa ne pensate?

  5. #348

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Runass Vedi messaggio
    Concordo, il franco minimo non c'è a causa dei due condomini. E poi nell'ottica di un futuro con un altro albergo/rifugio a Casa Rossa è essenziale avere un impianto più versatile.

    - - - Updated - - -



    Spero davvero per il non abbandono guarda! Non tutti avrebbero la forza (e le risorse) per andare avanti, spero che abbiano spalle ben coperte!

    Io sapevo che prima della decisione del TAR l'intenzione era quella di partire subito in primavera per la SPA, ora non so se sia cambiato qualcosa nel cronoprogramma! Anche solo per una questione di logistica, allestire la parte di cantiere dedicata al calcestruzzo non è una cosa da poco, e per di più lo spazio a San Domenico è limitato, doverlo allestire due volte in tempi diversi potrebbe rivelarsi controproducente e troppo costoso! Avrebbe più senso (anche economicamente) averlo una sola volta sia per i lavori della SPA che per i lavori dell'autosilo e della cabinovia in generale

    E per quanto riguarda i tempi sul TAR, nutro i tuoi stessi dubbi (confermati da fonti...), la cosa potrebbe allungarsi facilmente!
    no SPA e autosilo vanno per strade diverse..impensabile lasciare un albergo del genere a 4 stelle senza sauna, piscina ecc... già quest’anno era tutto perfetto ma con un ma.... a una clientela che spende diverse centinaia di euro per notte va data una alternativa se il tempo è brutto o per il relax dopo sci.....o anche se uno non scia, o ancor di più pensando che a Sandomenico tolto lo sci non c’è molto altro con cui distrarsi.
    parlando con il direttore un mese fa mi ha detto che i lavori sarebbero partiti subito e per l’anno prossima sicura apertura di almeno una parte della SPA.

  6. Lo skifoso Sandopower ha 2 Skife:


  7. #349

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Runass Vedi messaggio
    … Come mai un'ipotesi di migliorare l'accessibilità al Veglia non viene mai nemmeno nominata nel piano strategico? Gli innumerevoli vincoli ambientali? ...Cosa ne pensate?
    anch'io mi sono domandato come mai nei piani strategici si parli un po' di tutto e non dell'alpe Veglia… l'unica risposta plausibile che ho trovato e' quella di non voler aggiungere gia' all'inizio ulteriori possibili problemi e contrasti al piano, riservando al futuro l'attenzione dovuta a Veglia

    per me l'alpe Veglia e' la risorsa fondamentale per San Domenico per la meta' estiva dell'anno, la vera e unica attrativa per riempire d'estate alberghi di alto livello, e' un gioiello da pubblicizzare al massimo, in futuro

    peraltro anche in inverno, con un collegamento sicuro con la valle e anche senza impianti dedicati, serebbe una risorsa favolosa per fondisti e scialpinisti (e si vabbe' anche per i soliti ciaspolatori… mort… loro….)

    non vedo inconvenienti ingestibili portati da un efficace collegamento, se non che credo che non dovrebbe essere realizzato via fune, questo non mi piacerebbe, meglio via terra / tunnel
    Ultima modifica di Ranger; 14-03-2019 alle 11:08 AM.

  8. Skife per Ranger:


  9. #350

    Predefinito

    Beh,il Veglia mi spiace però continuerei ad apprezzarlo così com’è.
    Va bene il progresso,ma se la chiave universale è “rendiamo ogni zona meritoria accessibile alla massa” non sono più d’accordo.
    Oltre tutto accessibile lo è,basta camminare un pò,no?

  10. Lo skifoso Geco ha 3 Skife:


  11. #351

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Geco Vedi messaggio
    Beh,il Veglia mi spiace però continuerei ad apprezzarlo così com’è.
    Va bene il progresso,ma se la chiave universale è “rendiamo ogni zona meritoria accessibile alla massa” non sono più d’accordo.
    Oltre tutto accessibile lo è,basta camminare un pò,no?
    mah secondo me no… per me un giusto equilibrio sarebbe: rendiamola facilmente accessibile ma non modifichiamo nulla all'interno (anzi si… una modifica: divieto assoluto di usare mezzi a motore per chi non vi ha attivita' di lavoro alpino)

    e poi vabbe' andrebbe controllato il comportamento della gente che ci va… e' un problema ma puo' essere visto come un'opportunita' di lavoro… una pattuglia di controllori
    Ultima modifica di Ranger; 15-03-2019 alle 06:04 PM.

  12. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre


  13. #352

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Geco Vedi messaggio
    Beh,il Veglia mi spiace però continuerei ad apprezzarlo così com’è.
    Va bene il progresso,ma se la chiave universale è “rendiamo ogni zona meritoria accessibile alla massa” non sono più d’accordo.
    Oltre tutto accessibile lo è,basta camminare un pò,no?
    Sì, ma per quanto ancora? Mi trovi d'accordo sulla questione della "massa", ma di fatto la strada potrebbe franare da un momento all'altro. Quasi ogni anno vengono svolti lavori su di essa, dal consorzio dell'alpe. Se dovesse venire meno l'unico accesso (e uscita!) per la logistica (merci, cibo, spazzatura, ecc..), che ad oggi non è per nulla ecologico ed estremamente pericoloso (l'ultimo incidente mortale, con una macchina che è precipitata nella forra del Groppallo risale a pochissimi anni fa), che fine farebbero le attività ricettive dell'Alpe Veglia?

    Quello che mi chiedo è se davvero varrebbe la pena di mettere in sicurezza quella strada (e gli interventi sarebbero certamente molto invasivi, tra consolidamenti, muri, paravalanghe e reti per i massi), e rischiare magari in un altro orrore come la strada per Ponte Campo, che ha rovinato la piana di Nembro...oppure concentrare gli sforzi su una soluzione sotterranea, più sicura e soprattutto che blocchi definitivamente i veicoli a motore ben prima dell'alpeggio? Potrebbe anche essere una cosa esclusivamente per le merci, ma come se ne pagherebbe la gestione?

    Forse ha ragione Ranger, è una questione troppo delicata che ha i suoi pro e i suoi contro, e che avrebbe bisogno di un'analisi a sé stante.

  14. #353

    Predefinito

    Come dire....
    Cerco di spiegarmi meglio.
    Purtroppo o per fortuna ho potuto "assaporare" anche il Devero in forma "esclusiva",dove nonostante ci fosse la funivia dell'enel,te ne tornavi a casa con l'impressione di essere stato "altrove",su un isola,in un altra dimensione,in un qualcosa di "irraggiungibile" di "magico",che ti emozionava e inorgogliva (parlo della suggestione di un bambino).
    Diciamo che nella mia testa c'era questa bella accoppiata di luoghi fatati e collegati,dove il Veglia era ancor più da "conquistare" o perlomeno da guadagnarsi.
    Con gli anni poi il Devero è progredito com'è ed in fondo con la seggiovia di San Domenico un certo avvicinamento al Veglia è già fruibile.
    Diciamo che amerei che almeno quest'ultimo luogo fatato rimanesse cosí com'è,per ragioni se vogliamo romantiche,estetiche,umorali,personali,niente di più,esprimo solo una mio profondo apprezzamento per ciò che è stato ed è quel luogo.
    Non sono certo uno scannato urlatore contro-tutto ,magari pure ipocrita radical chic,come si dice oggi,ed ho sempre rispettato al massimo la visione che include sviluppo e benessere e lavoro per i locali.
    Però,sviluppa di qua e sviluppa di là,penso che questo approccio non possa essere un grimaldello per scardinare ogni tipo di porta e soprattutto TUTTE le porte.

    Tutto sommato è considerato sviluppo anche salvare che sò il pinguino rosa,il formaggio di capra di vattelapesca,il vino del promontorio di chissachè o l'armadillo senza corazza.....in fondo ciò può valere anche per un "Isola che c'è".

    Poi..........



    Ciao

  15. Lo skifoso Geco ha 3 Skife:


  16. #354

    Predefinito

    L'accesso comodo serve anche per i disabili che non possono accedervi camminando....

  17. #355

    Predefinito

    Secondo me la questione dell'accesso comodo è prioritaria più per i lavoratori e per la logistica più che per i visitatori e i turisti. Se mai un giorno dovesse venire meno la percorribilità (tramite veicoli) della strada gippabile, bisognerà trovare un modo di far sopravvivere le attività ricettive e soprattutto le attività lavorative (un modo sicuro ed efficiente per gli allevatori di far salire/scendere prodotti d'allevamento)....Portare merci con l'elicottero sarebbe improponibile...potrebbe inoltre inaugurarsi un rapporto più solido con San Domenico, con vendita dei prodotti direttamente in paese...L'Alpe Veglia è il paradiso che è oggi grazie soprattutto agli allevatori e ai pascoli, e ai piccoli canaletti che regolano le acque, evitandone la dispersione e conducendole al torrente... altrimenti la piana sarebbe una gigantesca torbiera, coperta da bosco nelle zone non umide...garantire la sopravvivenza di chi lavora all'Alpe è essenziale per continuare ad avere questo paesaggio incredibile, che è il gioiello più prezioso di San Domenico! Senza i pascoli, cambia tutto

  18. Lo skifoso Runass ha 3 Skife:


  19. #356

    Predefinito

    Ho letto un'intervista del Sindaco di Baceno dove parla del piano: dice che si punta principalmente al ripristino della funivia da Goglio e all'autosilo a valle (altro che mere opere di compensazione). Per quanto riguarda l'Albergo Cervandone dice che l'intenzione è un recupero a fini ricettivi, con al massimo 40 posti letto e un centro benessere aperto a tutti gli ospiti delle altre strutture ricettive...Se non ci saranno manifestazioni di interesse ci sarà un altro progetto (il che tra le righe mi pare significare che la Sds non sarebbe più interessata, visto che si cercano soggetti attuatori di fatto). Grosso ridimensionamento dunque, rispetto ai 178 nuovi posti letto previsti inizialmente a Baceno (Cervandone, Hotel 2 a Devero cancellato e recupero hotel a Goglio), che presumo verranno spostati a San Domenico...dove stranamente non è prevista alcuna nuova struttura alberghiera, nonostante i lotti disponibili siano 3 (Bosco delle fate, lotto accanto a Villa Michela e grosso lotto accanto alla cabinovia, che vorrebbero "sprecare" con il terzo autosilo, con altri 500 posti auto, il che sarebbe folle secondo me, e la cabinovia per Nembro).

    Secondo me nella revisione di Avvicinare le Montagne (in procinto di compiere 13 mesi, grosso ritardo dunque) ci sarà un grande stravolgimento del piano, che è mutevole come da sempre hanno detto. Il no a priori non serve a nulla, si partecipa alle cose...e invece dall'altra parte si continua ad incitare a schierarsi contro il piano e basta

  20. #357

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Runass Vedi messaggio
    … Grosso ridimensionamento dunque, rispetto ai 178 nuovi posti letto previsti inizialmente a Baceno (Cervandone, Hotel 2 a Devero cancellato e recupero hotel a Goglio), che presumo verranno spostati a San Domenico...dove stranamente non è prevista alcuna nuova struttura alberghiera, nonostante i lotti disponibili siano 3 (Bosco delle fate, lotto accanto a Villa Michela e grosso lotto accanto alla cabinovia, che vorrebbero "sprecare" con il terzo autosilo, con altri 500 posti auto, il che sarebbe folle secondo me, e la cabinovia per Nembro).
    un autosilo, una volta costruito, non costa nulla (e serve); un albergo invece e' un notevole impegno da gestire, se non lo riempi, non lo fai rendere e fai manutenzione, va al fallimento… si vede infatti la grande indecisione di chiunque a mettere mano all'hotel Cervandone, con il blocco del collegamento poi...

  21. #358

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Ranger Vedi messaggio
    un autosilo, una volta costruito, non costa nulla (e serve); un albergo invece e' un notevole impegno da gestire, se non lo riempi, non lo fai rendere e fai manutenzione, va al fallimento… si vede infatti la grande indecisione di chiunque a mettere mano all'hotel Cervandone, con il blocco del collegamento poi...
    Col collegamento fattibile il Cervandone aveva già l'acquirente...
    Per quanto riguarda la questione autosilo, a parte la gestione, quello che mi preoccupa è la quantità di posti auto previsti a San Domenico (800 nuovi, divisi tra autosilo e parcheggio a raso al Bulim, in aggiunta ai quasi 800 che si raggiungeranno con l'autosilo della cabinovia), che secondo me dovrebbero essere tutti convogliati (assieme agli altri posteggi di pertinenza previsti) in struttura alla stazione di Varzo, e poi salita in cabinovia...pare che ci stiano lavorando, spero di vedere proposte di questo tipo già nella revisione di Avvicinare le Montagne

  22. #359

    Predefinito

    Sarebbe davvero bella la cabinovia Varzo (stazione?) e Sando, ma ci credete???
    Quanti migliaia di ricorsi???
    non sarà mai finita, inutile dire che la SDS molla tutto e poi sperare nella cabinovia stile Svizzera o Austria dal treno alle piste senza auto.....
    mia opinione eh, nessuna voce....

  23. Skife per indel:

    pat

  24. #360

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da indel Vedi messaggio
    Sarebbe davvero bella la cabinovia Varzo (stazione?) e Sando, ma ci credete???
    Quanti migliaia di ricorsi???
    non sarà mai finita, inutile dire che la SDS molla tutto e poi sperare nella cabinovia stile Svizzera o Austria dal treno alle piste senza auto.....
    mia opinione eh, nessuna voce....
    Per i miei gusti troppa carne al fuoco ... anzi se fosse sul fuoco sarebbe già in realizzazione! No, meglio dire troppe idee, troppi progetti (credo che all'ufficio progettazioni a cui si appoggiano non sembrerà ancora vero di aver fatto il colpaccio di aver trovato clienti così che gli garantiscono lavoro a ciclo continuo!!), troppa fantasia, troppi sogni di gloria che si scontrano con una realtà estremamente difficile e con tempi di approvazione biblici. Piacerebbe tanto anche a me una bella funivia da Varzo stazione e i parcheggi giù e non a San Domenico sotto alla cabinovia .... ma quando mai la vedremo una funivia da Varzo?? Mah .... forse la vedranno i miei figli ...
    Nel frattempo non tutto il male viene per nuocere. L'ennesimo rinvio della costruzione della cabinovia causato dal Tar potrebbe essere utile a farli riflettere meglio sull'assurdità di un multipiano posto dopo il paese che implicherebbe solo guai e ulteriori rallentamenti di tutto: strada di bypass, tentativo di allargamento della via Alpe Veglia al quale non arriveranno mai ....
    Forse sono ancora in tempo a ripensarci: potrebbero realizzare sotto alla cabinovia solo due piani, il primo (-1) dedicato in parte a magazzino per le cabine e in parte a posti auto per i dipendenti e un secondo (-2) con una capienza non superiore ad un centinaio di auto che sarà più che altro utile durante l'estate per chiudere al traffico la strada di Ponte Campo e impedire l'orrendo parcheggio sui prati ai piedi della cascata. Direi che fino ad un centinaio di auto si renderebbero inutili allargamenti di strade e costruzione di strade di bypass.
    I restanti posti auto previsti attualmente sotto alla cabinovia io credo che debbano fare ogni sforzo per realizzarli tutti in località Bulim (prevedendo un sistema di navette elettriche che faccia la spola tra i parcheggi di accumulo al Bulim e la cabinovia). Per me sarebbe tutto più razionale e si risparmierebbero tanti problemi e complicazioni. Se poi dovesse arrivare anche una funivia da Varzo tanto meglio ... ma mi appare come qualcosa di veramente grosso, qualcosa di veramente complicato da realizzare se non in tempi lunghissimi.

Pagina 24 di 25 PrimoPrimo ... 141516171819202122232425 UltimoUltimo



Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •