Posizione classifica anno 2017: 17/245 | Posizione in classifica generale: 428/3304.

icona Skitags: Marmolada [40] Pian dei Fiacconi - Marmolada [32]

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 23

Discussione: 2 giorni di pieno ⇒ inverno estivo ⇐ in Marmolada a Capanna Punta Penia - 2 luglio 17

  1. #1

    Predefinito 2 giorni di pieno ⇒ inverno estivo ⇐ in Marmolada a Capanna Punta Penia - 2 luglio 17

    Punta Penia per via normale (ghiacciaio e roccette) e ben 2 nevicate estive 01-02 luglio 2017
    Dopo un giugno tra i più caldi della storia, dopo una giornata di "allegro portage" in Marmolada nel giorno del record di temperature qualcuno di noi deve aver invocato un ritorno dell'inverno. "E' una cosa naturale direte voi", concordo. Quello che mi ha sorpreso è che da lassù ci hanno ascoltato e preso fin troppo alla lettera.

    Avevamo preso di mira Punta Penia da qualche anno e lo scorso weekend con una combinazione meteo del tutto "ottima a tratti" abbiamo deciso di provarla. Spino&Martina hanno una capacità di capire le previsioni meteo che se Guido Caroselli fosse ancora l'uomo meteo domani mattina andrebbe da Adecco a fare una chiaccherata.
    Dopo i fulmini del fine settimana precedente è stato un po' difficile scegliere di affrontare la Regina delle Dolomiti con un meteo del tutto altalenante. Ma la scommessa è stata vinta e siamo riusciti a portare a casa un piatto ricchissimo beccando le finestre di sole quando dovevamo salire e scendere e al contempo, con tetto sopra la testa e una lamiera che ci proteggeva, siamo riusciti a goderci in pieno 2 belle perturbazioni che hanno portato "neve normale" venerdì notte e addirittura un temporale di neve sabato sera che vissuto dal punto più alto delle Dolomiti ha un duplice gusto.

    L'escursione fatta è la normale per Punta Penia, un itinerario su uno dei più piccoli ghiacciai delle Alpi e per questo a torto sottovalutato. E' uno dei più pericolosi, mi raccomando fare attenzione. La parte più difficile dell'escursione è il momento "wc": a Punta Penia c'è senza ombra di dubbio la toilette poiù "extreme" del mondo raggiungerla è un impresa, fare le proprie cose su 1000 m di vuoto è altrettanto un'impresa

    (prendo a prestito un'dea) Musica consigliata:




    Partiamo. Primo step raggiungere il rifugio Pian dei Fiacconi venerdì sera. In questo caso il meteo aveva previsto pioggia e come accade sempre in questi casi non ha sbagliato. Un'ora e mezza sotto una piacevole e rilassante pioggerella che già a cena si è trasformata in neve bagnata.




    Il risveglio è stato dei migliori. Già in camera dalla piccola finestrella filtrava una luce particolare, carica, fin troppo luminosa.



    Mai avrei immaginato di trovare un tale spettacolo già dai 2626 m del Rifugio Pian dei Fiacconi.


    Panorama dalla finestra.



    I bidoncini innevati.



    I bambini del rifugio a fatica fanno colazione: il richiamo della neve è troppo forte. In queste situazioni però non so chi era più "bambino" tra noi e loro



    Colazione, una saluto a Guido e si parte.
    Partiamo presto prima che aprano i bidoncini così ci possiamo godere la salita in quasi completa solitudine.



    La prima parte attraversa le rocce levigate e lisce di Pian dei Fiacconi. Fare attenzione soprattutto quando bagnate















    Iniziano ad apparire le prime nuvole (ci copriranno il panorama di vetta ma ci porteranno altra neve ).



    Innevato anche il "parafulmini delle Dolomiti" ops volevo dire il Piz Boè.








    Con calma arriviamo alla base del ghiacciaio.



    Con il Piz Boè ed il Sella sempre a vista ma con panorama diverso ogni 2 minuti.



    Ecco il nostro percorso.
    Si sale dapprima per la rampa di sinistra (si vede una delle 2 persone che ci hanno precedeuto) e poi con una "S" si giunge ai piedi della piramide rocciosa sulla destra. Ferratina e poi spettacolare cresta della Schiena del Mul.




    Zoom sulla prima rampa (in quella zona faremo delle prove di arresto in ghiacciaio il giorno dopo).



    La prima rampetta.





    Spettacoli unici e durante la mattina non rari.



    Saliamo assieme a una cordata di tedeschi ospiti come noi del rifugio. Stranamente però si fermano dopo la prima rampa e per almeno un'ora stanno fermi sul tratto piano. Boh.



    Spino osserva la traccia per raggiungere le roccette.


    No comment.





    Questo è un tratto di Lydia, itinerario freeride tra i più belli della Marmolada. Il crepaccio in basso è semplicemente enorme, ben più largo di un paio di sci. Attenzione!



    Spino sulla seconda rampa. Per arrivare alle roccette i due che ci hanno precedeuto (uno era il gestore di Capanna Punta Penia) hanno tracciato a sinsitra della zona crepacciata.
    Ripeto: ghiacciaio tanto piccolo quanto pericoloso.
    Martino apre la cordata.



    Io, fashion blogger 2.0., sponsorizzato da Vismara che gentilmente mi ha offerto la camicia, sono al centro.



    Martina chiude la cordata. Si vede il gruppo di tedeschi fermi a "fare qualcosa".



    Altro crepaccio all'apparenza innocuo. L'apparenza inganna qui il ghiacciaio ha spessore di diverse decine di metri.



    La traccia di salita.



    Martina sulle roccette. Ferrata facile ma da fare con i ramponi.



    Usciti dalle roccette.





    Cari freerider, ricordarsi bene di quel mostro laggiù dopo le prime nevicate in Marmolada!



    Sbuchiamo sulla Schena del Mul.




    Ecco la vera sfida di Punta Penia! Provate voi a fare i vostri bisogni a meno 5 con il vento che vi accarezza dove preferireste non accarezzasse. Un vantaggio c'è, se avete un intestino pigro provate a raggiungerlo in ciabatte e magari ad accennare ad un passo falso poco prima della porta... vedrete che poi, ammesso che riuscite a salvarvi, andrete belli "fluidi". Osservate bene le orme sulla neve, dovete arrivare fin li e sulla sinistra avete la Parete Sud di 1000 m.
    Speriamo che la gettata di cemento sia ancorata bene.




    Andare il bagno all'alba è una delle emozioni più grandi della gita.


    Nessun problema per i cattivi odori. Il sistema di ventilazione è eccezionale: le correnti d'aria dalla parete sud risalgono per il buco del WC deumidificando all'istante il tutto. E se questo non bastasse delle tecnologiche prese d'aria presenti tra un'asse di legno e l'altra fanno si che si crei un potente flusso d'aria corroborante. Quando nevica l'attività di purificazione dell'aria è particolarmente efficace, talmente efficace che vien quasi voglia di sentire i cattivi odori



    Alba dalla Regina delle Dolomiti. Il mattino purtroppo il cielo non è completamente azzurro ma poco male, è affascinante anche così e la visibilità ci permette di iniziare la discesa prima che la "grande massa" inizi a salire.

    Sella e mare di nubi a Corvara dove era in corso la Maratona dles Dolomites.


    Raggi di luce sul Catinaccio e ascia alla Shining (non fate arrabbiare il mitico Mauro)





    Anche se siamo partiti presto sulle roccette incontriamo già le prime cordate. Marmolada super frequentata in questo periodo





    E ritorno al Pian dei Fiacconi.









    Ci fermiamo sulla rampa a fare "arresti su ghiacciaio con la piccozza". Dopo i primi tentativi un po' incerti c'avevamo preso gusto



    Finiamo tutto giusto in tempo per evitare la fastidiosa umidità che cala sulla Marmolada dalle 11 in poi. Purtroppo anche la cima viene avvolta dalla nebbia, peccato per la tanta gente che quel giorno l'ha salita (guardate le foto, si vedono le colonne di alpinisti).





    Una breve sosta da Guido e poi discesa poco etica con i bidoncini





    Capanna Punta Penia
    La parte sicuramente più affascinante è stata dormire in quota alla Capanna Punta Penia, eravamo i primi ospiti "notturni" della stagione. A parte gli arrampicatori che giungono in vetta stremati e sfiniti gli escursionisti non passano la notte su.
    E' aperta da giugno a settembre e offre un pasto caldo, acqua, te e birra. E' gestita da Mauro persona simpaticissima e gentilissima, esperta di montagna, che da solo porta avanti per 4 mesi tutta la baracca dal piatto di spaghetti allo scongelare l'acqua, allo spaccare la legna per la stufa, al fornire consigli a turisti ed alpinisti e così via.

    Criogenia:
    (da wikipedia) La criogenia è una branca della fisica che si occupa dello studio, della produzione e dell'utilizzo di temperature molto basse (sotto i -150 °C o 123 K) e del comportamento dei materiali in queste condizioni.
    Noi abbiamo potuto studiare la criogenia per tutta la notte.
    Il meteo è stato eccezionale (nel senso di lontano dalla norma) nel nostro weekend: due nevicate in due giorni a luglio non capitano spesso. La zona soggiorno della capanna con una stufa a legna e uno scaldino a gas ha toccato punte di 11 gradi. La zona notte, non riscaldata e staccata dalla zona giorno, secondo me di notte ha visto i 1-2 gradi. Si dorme con intimo, pile, piumino-giacca, coperta 1, coperta 2 e piumone. Ovviamente berrettino e calzini. Sotto le coperte dopo qualche minuto si sta bene

    Capanna Punta Penia: la lamiera è una accogliente gabbia di Faraday in caso di fulmini (abbiamo rischiato di essere "elettrizzati" anche stavolta).


    Mauro e la cucina.


    Non c'è elettricità e le batterie sono caricate da un pannellino fotovoltaico. Quando va via la luce si va a dormire.
    Mauro è talmente appassionato di montagna che è un piacere ascoltarlo.
    A noi ha anche fatto un "clinic" di nodi (io non ho capito nulla ma Spino e Martino dovrebbero aver apprezzato).



    Una volta Punta Penia era territorio Austriaco.


    Il mattino con 10-20 cm di fresca. Il bagno è sullo sfondo, dietro lo schienale dell'ultima panchina.



    Una bellissima esperienza.
    Tornati a Passo Fedaia il sapore di un bagno normale, lavarsi mani e faccia con dell'acqua calda, una stanza a 20 gradi e un paio di scarpe morbide ai piedi hanno tutto un altor valore
    Infinite grazie a Spino & Martina per organizzazione e intuizioni meteo!
    Anteprime allegati Anteprime allegati Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-03.jpg
Visite:	122
Dimensione:	156.3 KB
ID:	62554   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-01.jpg
Visite:	119
Dimensione:	123.8 KB
ID:	62552   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-02.jpg
Visite:	116
Dimensione:	249.4 KB
ID:	62553   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-04.jpg
Visite:	116
Dimensione:	169.6 KB
ID:	62555   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-05.jpg
Visite:	107
Dimensione:	178.9 KB
ID:	62556  

    Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-06.jpg
Visite:	107
Dimensione:	191.1 KB
ID:	62557   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-07.jpg
Visite:	109
Dimensione:	161.0 KB
ID:	62558   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-08.jpg
Visite:	118
Dimensione:	121.8 KB
ID:	62559   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-09.jpg
Visite:	131
Dimensione:	86.9 KB
ID:	62560   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-10.jpg
Visite:	114
Dimensione:	112.2 KB
ID:	62561  

    Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-11.jpg
Visite:	105
Dimensione:	130.4 KB
ID:	62562   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-12.jpg
Visite:	114
Dimensione:	133.2 KB
ID:	62563   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-13.jpg
Visite:	105
Dimensione:	217.4 KB
ID:	62564   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-14.jpg
Visite:	104
Dimensione:	166.5 KB
ID:	62565   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-15.jpg
Visite:	109
Dimensione:	172.5 KB
ID:	62566  

    Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-16.jpg
Visite:	107
Dimensione:	147.5 KB
ID:	62567   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-17.jpg
Visite:	109
Dimensione:	97.5 KB
ID:	62568   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-18.jpg
Visite:	112
Dimensione:	52.8 KB
ID:	62569   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-19.jpg
Visite:	116
Dimensione:	235.1 KB
ID:	62570   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	neve-luglio-marmolada-20.jpg
Visite:	112
Dimensione:	215.1 KB
ID:	62571  



  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  3. #2

    Predefinito

    Talmente bello (e musica azzeccata anche come tempi di lettura) che sono andato a cercare questa

    "[...] il massiccio innevato della Marmolada, 10.400 piedi di altitudine: è soprannominata la regina delle Dolomiti;
    ma è una regina austera e orgogliosa, che sa come tener testa e mantenere a distanza gli intrusi;
    e molti di coloro che da lontano sono stati incantati dalla sua severa bellezza, hanno maledetto
    il tentativo di invadere la fredda solitudine della sua eterna penitenza"


    Rachel Harriette Busk, The valleys of Tyrol(nb), 1874

    che in effetti fa pensare ad un passato (sappiamo che erano immensamente più grandi i ghiacciai in quel periodo) di vittime nonostante sia all'apparenza facile probabilmente per la morfologia.

    Spettacolare il cesso non la farei lì nemmeno con 3 etti di magnesia piuttosto dietro una roccia.

  4. Skife per |DOM|:


  5. #3

    Predefinito

    Tutto bello.
    Interessante l'appendice sulla Capanna Punta Penia.
    Poco invitante il wc sospeso, con gli scarichi che - immagino - precipitano a valle lungo la grande parete verticale: e sotto?

  6. Skife per Childerique:

    pat

  7. #4

    Predefinito

    spettacolo dormire a Punta Penia!!!!

    ma avete dormito due notti: la prima notte da Guido e poi a Punta Penia?

  8. #5
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Bel sogno per molti, spero di riuscirla a fare quest'anno... che corda avete usato in 3? 30m?


    Secondo me gli scarichi sono obbligatoriamente con recupero e smaltimento acque sporche, tutti i rifugi, anche quelli in quota, sono obbligati a depurarle...
    Ricordo che il Mantova al Vioz rimase chiuso almeno 1 stagione intera per rifare l'impianto (decisamente di altra portata, vista la dimensione di quel rifugio).

  9. #6

    Predefinito

    Top. Come sempre ottimo il racconto. Fantastica la dissertazione sull'effetto camino dal basso nel cesso. Agghiacciante la lochescion del medesimo. Ma lo scarico del wc è direzionato sulla parete sud ? Ci sono ferrate sotto ?

  10. #7

    Predefinito

    dovrei usare questo report per far pubblicità al corso che farà lassu a fine agosto la mia sez. cai eheh

    bello è riduttivo, un po' di gente ce n'era, poi dormire in quei rifugi isolati è un'esperienza singolare, e mi sa che a breve nascerà il fan club dei pantaloni verdi e casco arancio

    ti hanno fatto qualche scherzetto con i buchi sulla neve?


    per il flusso ascendente nel wc, proprio questo weekend, un signore mi raccontava che in uno di questi rifugi d'alta quota trovò una pala a fianco il water per poter coprir rapidamente la buca, per non trovarsi la carta igienica sul muso..

  11. Lo skifoso cocojambo ha 2 Skife:


  12. #8
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Rossignol Hero Master18, Rossignol Radical RX WC Fis, Rossignol Hero Fis SL, Lange WC RP ZA

    Predefinito

    non so se ora abbiano messo un qualche sistema di "recupero scorie"... ma una volta scaricava direttamente in un canale/fessura della parete, ovviamente non frequentato da alpinisti...

  13. #9

    Predefinito

    E' quello che temo... in alta Valle Ombretta, sotto la parete, ci sarà la fossa biologica

  14. #10

    Predefinito

    Da notare l'interesse suscitato dal cesso e dalla sorte delle "scorie".... Freud docet

  15. Lo skifoso apo ha 3 Skife:


  16. #11

  17. #12

    Predefinito

    Bello bello BELLO!
    In questi giorni i ghiacciai sono veramente in forma smagliante! Da approfittarne. Quasi da foto per i nipoti visto l'andazzo!

    Citazione Originariamente scritto da madflyhalf Vedi messaggio
    Bel sogno per molti, spero di riuscirla a fare quest'anno... che corda avete usato in 3? 30m?
    Se ci sono quei buchi coperti dalla neve 30m in 3 sono pochini. Da manuale ce ne vorrebbero almeno 50. 20 in spalla all'ultimo sarebbe cosa buona e giusta.

  18. #13

    Predefinito

    hai fatto bene a sottolineare il crepo, io ci sono finito dentro quest'anno... proprio in quello...
    fortunatamente a fine stagione quindi a crepo quasi chiuso, ma la sensazione non e' stata piacevolissima...
    anche la botta alla caviglia...purtroppo ho fatto 2 errori, scendere per una linea diversa dalla salita (in salita a meno di crolli non puoi non vederli in discesa invece sembra tutto un piano continuo),
    e sottovalutare il nuvolo che era sceso e aveva ridotto la visibilita', continuando a tirare in velocita'...ci sono uscito scalettando
    ma col culo stretto pensando che potesse cedere qualche ponte di neve sotto...mia moglie e adv dietro a me che
    mi hanno visto sparire all'improvviso, credo che non avranno pensato ad un trucco di magia... fortunatamente almeno
    eravamo ben distanziati...

    per quanto riguarda il report e viste le condizioni che descrivi in capanna mi chiedo che passione bisogna
    avere per fare 4 mesi lassu da solo...eroico...

    saluti

  19. Lo skifoso Il Pordenonese ha 4 Skife:


  20. #14

    Predefinito

    Allora...sì abbiamo dormito venerdì da Guido e sabato su alla capanna.

    La latrina scarica direttamente sulla sud...niente vasche... Io penso comunque che le persone che la utilizzano in una stagione non siano molte... Il vento che dall'ano ti s'infila fino alla gola comunque ha il suo perchè!

    Foto di rito


    Io che rientro dopo il pellegrinaggio in latrina....mega selfie!


    Martina nel letto più alto delle Dolomiti (e in quel momento anche più freddo...)


    Bel giretto...Guido quando venerdì sera ci ha visto ha detto: "Certo che voi quando siete qui c'è sempre neve..."


  21. #15

    Predefinito

    report sontuoso

    Fabio è uno dei pochi che ha il dono di farti sentire là...

    chapeau

  22. Lo skifoso avril ha 3 Skife:


Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo



Tags per questo thread

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •