Pagina 1 di 6 123456 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 78

Discussione: Nuova cabinovia Moena-Valbona

  1. #1

    Predefinito

    Primi passi verso il collegamento tra Moena e Alpe Lusia.
    Il progetto prevede una cabinovia che collega il paese di Moena con la stazione intermedia della cabinovia Ronchi. E' prevista anche una pista di rientro

    Citazione Originariamente scritto da Trentino 8-11-2012
    [...]
    Nuovo Piano, gli impiantisti esultano

    Il presidente della Società Sif Lusia, Umberto Anzelini, sentito telefonicamente, dichiara apertamente il suo pieno accordo: «E’ quello che aspettavamo da quindici anni. È un progetto sul quale lavoriamo da anni e che è fondamentale per un consolidamento del turismo invernale. È una notizia buona per tutta la nostra società, ma anche per Moena e per tutta la valle». «L’impianto - spiega ancora il Presidente Anzelini - è un impianto a campata unica che dal parcheggio di Navalge arriva direttamente all’intermedia dell’attuale cabinovia Lusia, in località Val Bona. In questo modo l’impianto verrà usufruito dai turisti a Moena, e per i turisti dalle valli (Fassa e Fiemme) l’accesso all’impianto del Lusia da località Ronchi sarà più snello senza il traffico degli skibus su gomma». Per la realizzazione della cabinovia inoltre, Anzelini afferma che “bisognerà studiare la possibilità di istituire una nuova società composta dalla Lusia e dagli operatori di Moena, perché essendo un impianto di arroccamento e dunque di mobilità, il costo sarà alto e non sarà facile coprire le spese in breve tempo». E a questo proposito da parte del presidente vi è anche l’intenzione di studiare un’eventuale pista di rientro da Ronchi a Moena, anche se “con l’impianto sarà comunque più semplice per tutti”.
    [...]
    Sinceramente, ad oggi, ritendo questo progetto molto più fattibile rispetto al collegamento Moena-Passo Costalunga.
    Ovviamente non escludo che un domani si possa collegare Falcade a Nona Levante sci ai piedi.

    Ho provato a tracciare l' impianto:
    Allegato 40207Allegato 40208
    Anteprime allegati Anteprime allegati Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	Collegamento Moena-Lusia skimap.jpg
Visite:	384
Dimensione:	253.1 KB
ID:	58765   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	Collegamento Moena-Lusia google maps.jpg
Visite:	259
Dimensione:	289.2 KB
ID:	58766  

  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  3. #2

    Predefinito

    Collegamento sciistico, oggi vertice per tracciato e fondi

    MOENA. Oggi alle 20.30 si riunisce il consiglio comunale in modo informale, quindi a porte chiuse, per discutere sul collegamento impiantistico Moena - Valbona, stazione intermedia delle funivia...


    MOENA. Oggi alle 20.30 si riunisce il consiglio comunale in modo informale, quindi a porte chiuse, per discutere sul collegamento impiantistico Moena - Valbona, stazione intermedia delle funivia all’Alpe Lusia. Il progetto è inserito nel piano stralcio della mobilità che ha avuto il via libera anche dalla Giunta provinciale. L'ipotesi più attendibile parla di un impianto che dal centro di Moena, (piazzale di Navalge), arriverebbe direttamente a Valbona nel comprensorio sciistico Lusia – Bellamonte. Il vantaggio del nuovo collegamento sta nell’abbattere significativamente il traffico che da Moena si dirige ogni giorno alla stazione di partenza della funivia in località Ronchi, a tre chilometri dall’abitato. Gli amministratori dovranno discutere non solo della precisa localizzazione dell’impianto, ma anche del piano economico. Concretamente i consiglieri dovranno indicare le modalità di finanziamento dell’opera, e qui nascono le difficoltà, con la Provincia che è diventata piuttosto parca, gli enti pubblici sono in difficoltà ma anche la società Lusia non è in un periodo florido. L’anno scorso il bilancio societario ha chiuso con una perdita di 297 mila euro. Il territorio di Moena fa da cerniera tra Fassa e Fiemme e c’è chi, come una cordata di imprenditori Soraga e Moena, vorrebbe realizzare un collegamento funiviario con il passo Carezza per creare un carosello attorno al Latemar. «Tutte le ipotesi in campo sono le benvenute», spiega Alessandro Lazzari, presidente del Dolomiti Superski. «L’obiettivo strategico del consorzio è quello di integrare i vari territori».
    Collegamento sciistico, oggi vertice per tracciato e fondi - Cronaca - Trentino Corriere Alpi


    Ma in teoria è possibile far arrivare l'attuale skiweg alla partenza della cabinovia in progetto?
    non sarebbe una pista vera e propria però consentirebbe il ritorno sci ai piedi e forse non sarebbe del tutto in perdita.

  4. #3

    Predefinito

    Navalge-Lusia, 8 milioni da Trentino Sviluppo - Cronaca - Trentino Corriere Alpi

    Navalge-Lusia, 8 milioni da Trentino Sviluppo

    MOENA. La recente visita del presidente Ugo Rossi ha già messo in moto l'imprenditoria locale. La società Incremento Turistico Moena è pronta a realizzare il nuovo impianto


    MOENA. La recente visita del presidente Ugo Rossi ha già messo in moto l'imprenditoria locale. La società Incremento Turistico Moena è pronta a realizzare il nuovo impianto che unirà il piazzale di Navalge alla stazione intermedia di Valbona sull'Alpe Lusia. Un collegamento inserito nel piano stralcio della viabilità e mobilità di Fassa che eviterebbe l'utilizzo dello skibus per raggiungere la partenza dell'attuale impianto situata in località Ronchi, a circa tre chilometri dall'abitato. Costo preventivato 11,5 milioni di euro per una cabinovia della lunghezza di 2,8 chilometri, dalla portata annua di 185mila persone e con un utile di gestione valutato intorno ai 30mila euro annui.
    Secondo i contatti avuti tra amministrazione di Moena, Umberto Anzelini, presidente della Sif Lusia (la società privata proprietaria degli impianti del Lusia) e Ugo Rossi, nella creazione della nuova struttura interverrebbe la Trentino Sviluppo con circa otto milioni di euro. La parte rimanente sarebbe pagata dalla società Sif Lusia e dalla raccolta di sottoscrizioni aperta a tutti gli operatori turistici del paese. Secondo il consigliere della Sif Lusia Giuseppe Zorzi la progettazione potrebbe partire già nel 2014 per poter aprire i cantiere nel 2015. Ovviamente ci dovrà essere il concorso di tutti gli operatori di Moena perché la Sif Lusia non è in grado di accollarsi da sola i 3,5 milioni di euro.
    Ora bisognerà attendere l'ufficialità della firma sull'accordo tra la Giunta provinciale e il Comun general de Fascia sul piano stralcio e verificare la disponibilità degli operatori turistici a partecipare all'iniziativa. Recentemente la società di Mobilità alternativa (Sma) di Moena e Soraga aveva raccolto tra albergatori e commercianti cinque milioni di euro per realizzare un collegamento sull'altro versante della montagna e diretto al passo Carezza. Impianto molto più lungo e impegnativo (3.700 metri di lunghezza complessiva, costo 33 milioni). Il progetto però non è stato inserito nel piano stralcio del Comun general e per ora si trova su un binario morto. Dubbio il vantaggio economico per la bassa valle di Fassa, certo invece quello per gli operatori del passo Carezza che potrebbero attingere a un bacino molto più ampio di turisti. (g.b.)

  5. #4

  6. #5

    Predefinito

    Certo di fugare qualche dubbio in base a quello che si legge sul Piano Mobilità della provincia.

    La cabinovia partirà da Navalge, l'altra alternativa era dall'altra parte del paese, si è scelto Navalge perché è previsto un parcheggio nuovo (il cui costo non è indifferente). Probabilmente, ma è una idea mia, in questo modo si riesce anche a far arrivare lo skiweg a valle.
    Inoltre guarda caso il presunto (ma non approvato) collegamento Moena-Costalunga partirebbe proprio dalla parte opposta della cabinovia Moena-Valbona.
    Dunque un domani, se mai si farà, ci sarebbe una connessione tra i due impianti (il che mi pare lungimirante, a prescindere da cosa uno penso del collegamento verso il Costalunga).

    Io penso che i flussi potranno essere strutturati così:
    - chi alloggia vicino Navalge prende la cabinovia nuova
    - gli altri alberghi porteranno gli ospiti tra Navalge e Ronchi
    - chi viene da fuori si dividerà in due


    Le tre ipotesi iniziali



    Quella definitiva



    Partenza cabinovia

  7. #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da fla5 Vedi messaggio
    Probabilmente, ma è una idea mia, in questo modo si riesce anche a far arrivare lo skiweg a valle.
    La vedo difficile far arrivare lo skiweg a Navalge visto che in mezzo ci sono tantissime casa e, una volta sorpassato via ponte la strada del passo, lo skiweg si incanala nel fondo "canyon" lungo il fiume...
    Nella foto ho cercato di ricostruire lo skiweg in questione in rosso.


  8. #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da fla5 Vedi messaggio
    Probabilmente, ma è una idea mia, in questo modo si riesce anche a far arrivare lo skiweg a valle.
    Lo skiweg parte da Ronchi e arriva gia a valle idietro alla pizza, in un punto molto distante dalla futura partenza dell'impianto perciò scomodissimo a chi deve tornare alla macchina mentre buono per chi ha l'albergo vicino e va a piedi la mattina.
    Sto provando a pensare come potrebbero fare per farlo arrivare da Navalge ma credo sia impossibile.
    Idem una pista di rientro direttamente dalla Valbona: come si vede dalla cartina, ci sono da superare un paio di crinali xcio servirebbero altri (inutili) impianti per risalire i versanti....

  9. #8

    Predefinito

    E se costeggiasse il versante passando sulla traccia della linea ad alta tensione?

    Magari un tappeto di rilancio o uno skilift stile Fungeia di Selva.

  10. #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da fla5 Vedi messaggio
    E se costeggiasse il versante passando sulla traccia della linea ad alta tensione?

    Magari un tappeto di rilancio o uno skilift stile Fungeia di Selva.
    La vedo casinosa... soprattutto per la parte "bassa" perchè se guardi dall'immagine si vede che sopra Navalge (nella zona dove la strada fa un tornante per intendrci) è pieno di case e il pendio è pure scosceso....

    Forse passando ancora più a sud....mah...

  11. #10
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Rossignol Hero Master18, Rossignol Radical RX WC Fis, Rossignol Hero Fis SL, Lange WC RP ZA

    Predefinito

    nel caso decidano veramente di realizzare questo impianto con partenza da navalge, mi auguro almeno che realizzino prima il parcheggio interrato... altrimenti la stazione dell'impianto si mangerebbe una fetta del parcheggio esistente, che già è sottodimensionato di suo...

  12. #11

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da cappello di paglia Vedi messaggio
    La vedo casinosa... soprattutto per la parte "bassa" perchè se guardi dall'immagine si vede che sopra Navalge (nella zona dove la strada fa un tornante per intendrci) è pieno di case e il pendio è pure scosceso....

    Forse passando ancora più a sud....mah...
    Direi sia impossibile perché su quel lato della montagna ci sono troppe case vicine tra loro e comunque dovresti passare nelle loro proprietà.
    E poi, effettivamente, dal tunnel della tangenziale a Navalge il pendio è bello ripido per un piccolo skiweg.

    Comunque sabato sono su e chiedo direttamente ai locals che facciamo prima

  13. #12

    Predefinito

    Uno skiweg fino a moena sarebbe inutile per me...avere neve sufficiente a Moena è un'utopia, sarebbe spesso lasciato in condizioni disastrose e pericoloso.
    Sulla cabinovia non penso di approvare la scelta...piuttosto un collegamento Lusia - San Pellegrino dimezzerebbe i passaggi di auto fino al Passo, senza sconvolgere granchè in un'area già antropizzata

  14. #13

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Sippi Vedi messaggio
    Lo skiweg parte da Ronchi e arriva gia a valle idietro alla pizza, ...
    ma la pizza è buona, almeno?

  15. #14

  16. #15

    Predefinito

    Stacco da questa discussione la parte relativa al collegamento Moena-Alpe Lusia.







    Funivia Moena-Valbona «È l’ultima chiamata»

    MOENA Il tempo dei «forse» e dei «ma» è finito. La popolazione di Moena ha 25 giorni per mettere mano al portafoglio e trovare quei tre milioni 200 mila euro necessari, a realizzare il collegamento funiviario Moena-Valbona (costo preventivato 10,5 milioni). Per anni se ne è discusso in tutti le sedi senza risultato: ora Moena vuole riqualificare la sua immagine e il suo ruolo turistico in Valle di Fassa. «Non si tratta di un capriccio, ma di necessità. Non dobbiamo perdere il treno», ha debuttato in assemblea il sindaco Edoardo Felicetti. «È tempo di rilanciare l'immagine della Fata delle Dolomiti altrimenti Moena si trasformerà in un dormitorio low cost», ha detto Davide Moser, presidente degli albergatori. Termini ultimativi anche per l'ex procuradora Cristina Donei: «Questa è l'ultima chiamata. Sta a noi affrontare la sfida con responsabilità, uniti e con entusiasmo». E giovedì sera l'aula magna del polo scolastico era affollata di operatori turistici, economici e semplici cittadini. L'impianto. Chiara e sintetica la presentazione del progettista Mario Pedrotti che ha snocciolato i dati tecnici. Lunghezza 2.915 metri, dislivello 647 metri, portata massima 1.800 persone all'ora su 68 navicelle da otto posti. La velocità è di 6 metri al secondo (circa 21 km/h). Saranno 23 i sostegni infissi nel suolo su un terreno con vari avvallamenti, ora occupati da bosco. Stazione di partenza nel piazzale Navalge, accanto alla torre di esercitazione dei pompieri, che andrà sistemata in altro luogo. Il ponte d'imbarco sarà a 5 metri d'altezza per permettere alle auto di muoversi senza impedimenti nel parcheggio. La stazione a monte sarà ricavata accanto allo chalet Valbona (1.840 metri) e permetterà un facile trasbordo agli sciatori per continuare la salita fino alle Cune (2.200 metri). Il nuovo collegamento ridurrà il traffico sia invernale, sia estivo sulla strada che porta al passo San Pellegrino con una riduzione di cento tonnellate di anidride carbonica emesse in atmosfera in un anno. Il costo complessivo è di 10,5 milioni di euro anche se in fase di appalto sarà possibile una riduzione che potrà arrivare anche al 10%. Piano finanziario. Il commercialista Maurizio Scozzi ha esposto i dati economici elaborati con estrema prudenza, perché la società che gestirà l'impianto dovrà camminare sulle proprie gambe. La Provincia, in varie forme, potrà intervenire al massimo con un apporto del 50% del capitale. Le società funiviarie Lusia e Bellamonte hanno messo sul piatto un milione di euro, quindi mancano all'appello tre milioni e 200 mila euro. Gli albergatori di Moena hanno già promesso in due riunioni successive un apporto minimo di un milione e mezzo. Ora la corsa finale per tagliare il traguardo.
    http://trentinocorrierealpi.gelocal....ata-1.13158899

  17. Skife per fla5:


Pagina 1 di 6 123456 UltimoUltimo



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •