Mostra risultati da 1 a 15 di 15

Discussione: FACE 2 FACE WIV DA QUEEN: Cime d' Ombretta 29-30 agosto 2015

  1. #1

    Predefinito FACE 2 FACE WIV DA QUEEN: Cime d' Ombretta 29-30 agosto 2015

    Dicono che non ci sia due senza tre, e che il quarto venga da sè, e allora facciamo questo poker!
    Giro delle Cime d' Ombretta: iniziato nel 2013 e poi abortito per rannuvolamento, mai partito nel 2014 perché non trovavo previsioni meteo soddisfacenti, finalmente riesco ad accenderlo: per questo weekend le previsioni ARPAV sono inequivocabili: tempo splendido con ottima visibilità in quota, esattamente le previsioni che volevo per un giro lungo e che ti porta a fare cucú alla Marmolada, perché col cavolo che mi faccio uno sbudellamemto del genere per poi non vedere un cavolo

    Sono tornato a Padova, vacanze finite, ma i miei sono su in Cadore fino a domenica: ne approfitto spudoratamente per dormire al fresco e venerdí, uscito dall' ufficio, vado su diretto; poi la sera rituale mojito a Cortina e una bella dormita.

    Sabato mi alzo pigramente, preparo lo zaino, pranzo e (sotto un caldo atroce ) mi metto in macchina verso Malga Ciapela
    (l' itinerario Padova - Cadore - Cortina - Giau - Malga Ciapela è molto piú lungo di quello diretto da Padova, ma almeno - facendo base in Cadore - mi consente di dormire fresco e soprattutto di fare una mezza pennichella sabato )

    Parcheggio, mi preparo e mi avvio lungo la stradina, passando il ponte sul torrente che viene giú... energico!



    Comincia l' avventura! mi avvio lungo il sentiro 610, destinazione Rifugio Falièr



    inizialmente sale tranquillo in mezzo al bosco



    per poi ricollegarsi alla strada "quaddabile" che sale dal parcheggio



    il bosco si fa meno fitto, e cominciano le prime visioni verso le Cime d' Auta e le Cime di Pezza



    poi ad un tornante hai il primo incontro con la Regina



    in lontananza il suo consorte Antelao, ed il principe al trono, il Pelmo



    la strada sale a tornanti, tagliata nella roccia



    ed in breve porta ai pascoli di Malga Ombretta.



    Saluto le padrone di casa



    ed arrivo alla malga



    in splendida posizione sotto l' immensa parete Sud della Marmolada



    mentre riposo arriva un gruppo che fa trekking con gli asinelli



    *smile*



    lei ha sete, e va al self-service



    bon riposato posso rimettermi in passeggio lungo questa piacevole valle





    il posto è molto particolare, perché all' ampiezza e alla dolcezza della valle fanno da contraltare le imponenti, vertiginose pareti della Marmolada



    arrivo al Rifugio Falièr,



    cerco subito le celeberrime caprette con l' abitudine di oziare su tutti i tavoli e le panche disponibili, ma non ci sono, sono a spasso per i monti, in compenso mi trovo davanti le bizzarre galline australiane



    faccio la doccia, mi cambio e via a cena

    rancio ottimo e abbondante e tra primo e secondo volo fuori come un missile:

    la settimana scorsa avevo immortalato la magica triade all' alba, dal lato cadorino, adesso me li trovo al tramonto, dall' altro lato

    Civetta



    Pelmo e Antelào



    una linea di faglia per tre giganti



    arriva il dessert: spunta la Luna





    è un po' pigra stasera, e prima di salire va a farsi grattare la schiena dagli aghi di un larice



    Solito giro di grappette, e vado in branda, puntando la sveglia per l' alba.
    È la notte piú silenziosa da quando bazzico per rifugi: non c'è un russatore molesto che sia uno, incredibile! Purtroppo però, per non so quale motivo, non prendo sonno, mi innervosisco, e ciao... riesco ad addormentarmi alle 4, e alle 6 suona la sveglia

    Spero almeno in un' alba come Dio comanda, altrimenti sai che giramento?

    Bhe, le premesse ci sono tutte



    e dopo qualche minuto arriva il momento magico delle Dolomiti







    sistemo armi e bagagli, e mezzo rincojonito vado a fare colazione

    esco a fumare, e tho sono arrivate le capre



    arriva anche el cavarón, che oggi pare particolarmente infoiato



    Dopo aver assistito al teatrino del cavarón che ci provava come un matto, e delle caprette che gliela facevano annusare e poi se ne andavano mi metto in marcia: sentiero 612, destinazione Passo Ombréttola



    appena parti ti trovi subito davanti questo spettacolo con Punta del Formentón, Sas de Valfréida e Cima Ombrettola



    Oi vecio muoviti che non puoi fermarti prima ancora di partire

    riprovo a mettermi in marcia



    il sentiero quasi ti prende in giro: ti illude partendo estremamente soft e leggermente in discesa





    e mostrandoti il lato tranquillo della valle





    sorvegliato alle spalle dalle immense pareti



    ecco, adesso entra nella valle



    che spettacolo







    passeggio tranquillo



    il posto è davvero rilassante, tra i pascoli un tempo frequentati anche dalle mucche della malga, anche se inizia già a dare degli assaggi di ciò che verrà...



    vado avanti e indietro per i tornanti, al cospetto di questa immensità





    ecco, inizia la brulleria





    piú in basso è tutto disseminato di resti della guerra



    adesso il sentiero rivela il suo vero volto: si esce dalla tranquillità del pascolo e si comincia a camminare tra le ghiaie











    eccomi davanti ai due fratelli: Passo d' Ombrettola a destra, Sforcela del Bachèt a sinistra



    il Sole adesso inizia a picchiare feroce, e il passo sembra un miraggio



    sento dei rumori di franamento, è il caldo che mi da le traveggole, o c'è qualcuno che si sta ravanando in discesa i Bachèt??

    guardo meglio, vedo qualcuno che scende... è un giovane stambecco, anzi, il Blitz-stambecco visto come si tira giú tutto

    arriva alla base del canalone, guarda un po' perplesso il nevaio, sembra pensare vado o non vado?

    decide di andare



    e pare godersela!



    io intanto mi godo l' ambiente lunare





    il miraggio si avvicina sarà vero?



    passo davanti ad una caverna di guerra



    e finalmente ci sono!!!!!!



    Mi affaccio e...

    e...

    ELAMADONNA! il panorama... il panorama...



    Palon de Jigolè, Ponte Ciadine e Cima Uomo



    Catinaccio



    Sassolungo - Sassopiatto



    e dietro? Sorapíss e Antelao giusto per nominarne due



    Lui intanto si gode il sole



    direi che la della soddisfazione qua ci sta tutta

    mi preparo a rimettermi in marcia: si va di qua



    err... ok, andiamo... passa di fianco a dei resti di reticolati



    e mi avvio giù per il ravano



    in breve arrivo a ritrovare la traccia "civile"



    Lamadonna che razza di posto





    e che panorami



    tra una e l' altra arrivo al bivio col sentiero 650: Ferrata Vernale - Ombretta

    Mangio una barretta, mi attrezzo e inizio a salire



    La ferrata è breve ma praticamente verticale



    serve infatti a superare un salto



    salgo puntando il cielo



    alle spalle... la Luna



    in breve arrivo alla fine della ferrata, sul bordo del salto



    mi disimbrago, riposo due minuti e riparto



    arrivando alla base di questo enorme catino



    Le Cime d' Ombretta sono là, a portata di mano, a separarci 200 metri scarsi di dislivello, peccato che sia un caldo da crimine contro l' umanità, una candela massacrante, e gli 800 metri dal rifugio a Passo Ombrettola sotto il sole già di prima mattina si fanno sentire, tanto...

    La Vedretta Vernale è conciata come me, ai minimi termini



    mi consolo col panorama, sempre spettacolare



    metti la stanchezza per il caldo atroce, aggiungi il catafalco che inizia a far male al ginocchio, poi sommaci che io in questi ambienti vado via di testa... risultato non vado piú avanti





    dai caro animo, ne hai fatti 1200, tirerai mica il kulo indietro per gli ultimi 100?



    NO. AVANTI

    ed arrivo cosí alla forcella che separa la Cima d' Ombretta Orientale da quella Occidentale



    ho quasi paura di cosa mi troverò davanti agli occhi quando guarderò di la...

    e infatti SBADADAM!



    mi appare Lei, in tutta la sua magnifica immensità

    I'M FACE 2 FACE WIV DA QUEEN

    resto ipnotizzato, paralizzato, trovartela davanti cosí è qualcosa di enorme, quasi da infarto...

    In qualche modo mi sveglio, e mi avvio a salire il sentiero di guerra per la Cima Orientale



    a destra la cresta del Sasso Vernale, dove si intravvede la traccia di quello che potrebbe essere il sentiero di guerra che lo collegava con le Cime d' Ombretta



    Arrivo finalmente in cima



    adesso che è passato l' effetto sorpresa me la godo tutta tutta, a partire dal Gran Vernel



    M'inchia quanto è grossa, non mi ci sta neanche nell' obbiettivo





    zoomando sulla cima vedo chiaramente Capanna Penia e gli alpinisti arrivati su



    mentre zoomando attraverso Forcella Marmolada becco il pianoro sommitale del Sella



    e intorno?

    seee ciao! da perdere il conto



    Sorapíss e Marmaròle



    Antelào e Pelmo



    Civetta



    Pale di San Martino dall' Agnèr fino al Cimón de la Pala passando per lo spettacolo della Trinità dei Focobón



    Latemar



    Catinaccio



    È un' overdose dolomitica

    mi riprendo dallo shock e torno alla forcella



    da dove prendo il vecchio sentiero di guerra che porta alla Cima di Mezzo



    e qua arriva la sorpresa: guardando in basso vedo una femmina di stambecco a passeggio col piccolino





    poi abbandonano il sentiero e salgono in cresta: la mamma scruta l' orizzonte, mentre il piccolo sembra piú interessato allo strano bipede che lo fotografa



    io e il piccolo restiamo qualche istante a fissarci, poi lui raggiunge la mamma sulla linea di cresta, mentre io mi rimetto in marcia



    mi volto un attimo, Sud della Marmolada da una parte, Cima Orientale dall' altra, in mezzo Antelao e Pelmo: gioia dolomitica



    riparto passando davanti a una postazione



    e arrivo in vista della caverna della Cima di Mezzo



    Comincia la discesa!!!!!!



    giù in picchiata per il vallone ghiaioso



    per poi raggiungere un breve tratto attrezzato con bella vista sul Vernel



    c' è chi si gode le montagne salendole, chi le gode passandoci in mezzo, e chi le gode volandoci sopra



    il passo si avvicina, e adesso è ben visibile il Bivacco Dal Bianco



    finita la breve parte attrezzata mi ritrovo in un dedalo di massi, stupendo



    e arrivo al bivacco, dove transito senza fermarmi



    gli ultimi metri verso il passo sono caratterizzati da un' intrusione di scura roccia vulcanica; come ci sia finita qua in mezzo non me lo spiego





    eccomi finalmente a Passo d' Ombretta



    dove il clou del giro può dirsi concluso.
    Riposo qualche minuto, doverosa della soddisfazione, e riparto in discesa lungo il sentiero 610 verso il Rifugio Falièr





    ok, è finito il clou, ma non lo spettacolo

    giù a tornanti lungo questo ghiaione



    con in faccia Pelmo e Civetta



    L' ambiente è sempre uno spettacolo lunare





    anche se pian piano comincia a spuntare un po' di verde qua e là



    creando degli effetti cromatici che bhe... giudicate voi



    il sentiero non è particolarmente rognoso, cosí lascio le gambe libere di sciogliersi, e arrivo in vista del Fungo di Ombretta sulla cresta finale, al di là della quale torno a vedere la Valle d' Ombrettola che avevo salito stamattina



    ormai è il verde a dominare





    e a ricordare che non siamo in posti qualsiasi ci pensano le imcombenti pareti



    con l' immensa parete della Civetta a fare da poderosa quinta



    ormai però siamo alla fine, e compaiono anche i primi larici



    entro definitivamente nel bosco



    e mi trovo in men che non si dica al Rifugio Falièr



    i gestori mi vengono a salutare e mi chiedono com'è andata, quando vedono un sorriso immenso comparirmi in faccia sono quasi piú contenti loro di me, diciamo che quel giro è una sorta di loro cavallo di battaglia, e vedere la gente che ne torna ancora per aria... penso sia una delle soddisfazioni piú belle

    mi faccio fare un panino bello carico e bevo tipo un litro di lemonsoda, li saluto e mi rimetto in marcia: sempre sentiero 610, destinazione Malga Ciapèla





    il sentiero mi fila sotto i piedi che quasi non me ne accorgo



    e in un attimo arrivo a superare Malga Ombretta



    da qua decido di tagliare: prendo il vecchio sentiero, tutt' ora in uso come variante, che si fionda ripido nel bosco



    e arrivo cosí al ponticello sul torrente che ho salutato ieri alla partenza



    Arrivo alla macchina stanchissimo, e mi aspettano pure 3 ore di strada, ma che razza di giornata, e che razza di giro!!!!!!!
    Ultima modifica di Blitz_81; 21-10-2017 alle 09:20 PM.


  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  3. #2

    Predefinito

    Beh quel weekend non si poteva rimanere a casa, troppo favorevole!!! E noto che hai anche tu hai subito la caldazza che c'era in pieno sole in quota, che ha sfinito anche noi (vedi report M. Cimone)...

    Una due giorni "umana" come lunghezza e dislivelli, ma DISUMANA in quanto a panorami!!! Eri nel cuore delle Dolomiti e hai visto tutto!! Magnifico!!

  4. #3
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Wondah'ful!

    Però se non hai preso yogurt con frutti di bosco a malga ombretta sei da frustare!!!!!! I più buoni mai sentiti.

    Ho già puntato il navigatore su questo giro, l'anno prossimo!

  5. #4

  6. Lo skifoso cocojambo ha 2 Skife:


  7. #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Mac751 Vedi messaggio
    Beh quel weekend non si poteva rimanere a casa, troppo favorevole!!! E noto che hai anche tu hai subito la caldazza che c'era in pieno sole in quota, che ha sfinito anche noi (vedi report M. Cimone)...

    Una due giorni "umana" come lunghezza e dislivelli, ma DISUMANA in quanto a panorami!!! Eri nel cuore delle Dolomiti e hai visto tutto!! Magnifico!!
    Alla faccia della caldazza, era un forno

    cmq si, davvero disumani i panorami, ho visto praticamente tutte le Dolomiti

    Citazione Originariamente scritto da madflyhalf Vedi messaggio
    Wondah'ful!

    Però se non hai preso yogurt con frutti di bosco a malga ombretta sei da frustare!!!!!! I più buoni mai sentiti.
    chiedo venia per lo yoghurt, ero di corsa tutte e due le volte che son passato...

    Citazione Originariamente scritto da cocojambo Vedi messaggio
    me cojoni
    questa vale metà giro...
    boia, davvero, non ci credevo quando mi son trovato la scena davanti
    Ultima modifica di Blitz_81; 07-09-2015 alle 07:38 PM.

  8. #6

  9. #7

    Predefinito

    ...e bravo, non sbagli un colpo !

    Se ti piacciono i panorami lunari non ti resta che passare in zona Canin....
    Ultima modifica di apo; 07-09-2015 alle 08:56 PM.

  10. #8

  11. #9

    Predefinito

    Bello!!! volevo fare una cosa simile questa estate partendo dal San Pellegrino poi non sono riuscito....prossima estate!

  12. #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ralf Vedi messaggio
    Spettacolare Complimenti come sempre
    grazie

    Citazione Originariamente scritto da apo Vedi messaggio
    ...e bravo, non sbagli un colpo !

    Se ti piacciono i panorami lunari non ti resta che passare in zona Canin....
    già in mira da un pezzo, sto solo aspettando che riapra il rifugio sloveno (riaprirà quando ripristineranno la cabinovia da Plezzo) per fare un giro... a modo mio

    Citazione Originariamente scritto da Stefano-Mini Vedi messaggio
    bellissimo, me lo segno
    Citazione Originariamente scritto da cappello di paglia Vedi messaggio
    Bello!!! volevo fare una cosa simile questa estate partendo dal San Pellegrino poi non sono riuscito....prossima estate!
    ocio, sia voi due che Mad, a cercare una giornata bella ma meno rovente di quella beccata da me, il caldo tagliava veramente le gambe

  13. #11
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Concordo.

    Dal San Pellegrino poi... Cirelle con giornata calda??! No meglio con calma pernottare al Falier e poi ripartire la mattina!

  14. Skife per madflyhalf:


  15. #12
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Rossignol Hero Master18, Rossignol Radical RX WC Fis, Rossignol Hero Fis SL, Lange WC RP ZA

    Predefinito

    già... anche il giorno che son salito io era un caldo fotonico... mi pare fossero i giorni di caronte o come cavolo si chiamava... salire da passo ombretta alla cima è stata una sudata clamorosa...

  16. Skife per alfpaip:


  17. #13

    Predefinito

    tutta la zona, essendo una "conca lunare" col caldo è da starci attenti perché spacca in 4 e sputa le ossa...

  18. #14

    Predefinito

    Finalmente un brutto giro,ma propio brutto

  19. Lo skifoso luca63 ha 2 Skife:


  20. #15

    Predefinito

    questo è uno di quei report che proprio mi piace riguardare...




Tags per questo thread

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •