Mostra risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Monosci per "imparare a sciare bi-sci meglio"?

  1. #1

    Predefinito Monosci per "imparare a sciare bi-sci meglio"?

    Citazione Originariamente scritto da Teo Vedi messaggio
    Il Monosci è arte e stile, il 99% di quelli che si dichiarano dei draghi delle piste, messi su un monosci farebbero pietà...
    Io ho un vecchio TUA Only, lo tiro fuori una volta a stagione, in primaverile, più che altro per non dimenticare alcuni elementi della sciata mono che reputo utilissimi anche nella sciata moderna...
    Ovvero? estremizza il ormai mort omovimento piegqamento distensione? o cos'altro?

  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  3. #2
    fotoskier Skifoso
    Attrezzatura
    Volkl Kuro - K2 Pon2oon - Line OPUS - Line SN 100 - Rossignol GS fis r23 - Rossignol HERO SL fis - Head SSS

    Predefinito

    Non direi, estremizza i movimenti di sciata tradizionale, ma con una sistemazione dei pesi completamente diversa, sia statica che soprattutto dinamica...

    A me serve tanto per sentire la lamina, specie sugli sci larghi, e per non perdere la sensibilità quando scii molto arretrato, cosa che in certe situazioni in powder capita.
    Non lo reputo utile nella sciata in pista con sci moderni, anzi, non consiglierei mai a nessuno di imparare su un monosci, in quanto piuttosto disimpari, ma se uno ha una buona tecnica, prendere confidenza con questo tipo di attrezzi amplia i propri orizzonti, e ti abitua a cavartela anche in posizioni innaturali.

  4. Skife per Teo:


  5. #3

    Predefinito

    da mia personale esperienza ci sono essenzialmente due stili diversi

    con i vecchi pintail (per intenderci quelli con la coda rastremata) si tende ad una sciata sulle code dove, come dice Fabio, viene poi estremizzato il movimento di piegamento/distensione
    si è portati a questo tipo di sciata anche dal fatto che, appena si inizia, il primo modo efficace di scendere è stare sulle code e cercare di frenare la tavola in una sorta di serpentina
    ci si abitua ad una sciata molto arretrata che diventa spesso difficile da abbandonare, che non è necessariamente scorretta ma molto più faticosa
    questo almeno è quello che è successo a me, ma lo noto in tanti altri monosciatori

    con in nuovi monosci 'carvati' per ottenere una siata più efficace bisogna caricarsi in avanti
    devi praticamente appoggiarti con la tibia sulla linguetta dello scarpone e scaricare li tutto il peso (il polpaccio deve essere scarico, non schiacciato sul dorso dello scarpone)
    in questo modo si riesce a percepire meglio la presa della lamina e a pennellare delle curve molto più ampie e ne risulta una sciata fisicamente meno impegnativa
    penso sia un po' la stessa evoluzione che c'è stata nello sci

    per me è stato molto difficile abituarmi a questo tipo di postura e con i vecchi pintail è ancora più difficile

    in neve fresca cambia tutto, per favorire il galleggiamento bisogna ovviamente stare sulle code

    sul fatto che il monosci possa aiutare poi a migliorare la propria sciata con sci tradizionali non sono tanto d'accordo, sviluppi di sicuro una capacità di equilibrio pazzesca, ma ho provato a fare una pista l'anno scorso e mi sono accorto di aver perso completamente la mano

  6. #4

    Predefinito

    ...a me me pare 'na strunz@t@...

    nella mia vita sciistica ho provato un pò tutto. iniziato con gli sci, passato al mono, tornato agli sci, passato allo snowboard, tornato agli sci e oggi alterno sci montati telemark e attacco fisso.
    Se c'è un attrezzo che ritengo sia totalmente contrario allo sci è proprio il mono...rotazioni del busto, peso sull'interno gambe inutilmente bloccate e unite...mah a parer mio ai fini della tecnica sciistica dovrebbe essere completamente abbandonato (e difatti la sua storia e longevità la dicono lunga).
    L'unico strumento intercambiabile al 100% per me è il telemark in quanto consente di affinare la sensibilità senza farti assumere vizi (poi in realtà alcuni, a volte anch'io, per chiudere megli le curve vano in rotazione con le spalle a fine curva...ma queste sono poi seg.e mentali)

  7. #5

    Predefinito

    detto quanto sopra, aggiungo che più strumenti sai usare sulla neve maggiore sarà la capacità di gestire ogni tipo di situazione imprevista e quindi per scatori di alto livello anche alcune giornate di monosci possono essere utili.

  8. Skife per sci-munito:

    Teo

  9. #6

    Predefinito Divertirsi

    Ragazzacci !!! Salve a tutti belli e brutti !!! DA 30 anni vado con il Monoski... vado con gli sci.... faccio Sci-Alpinismo.... ma quando voglio divertirmi nei fuori pista lo faccio con il Mono. Mi piace tantissimo, e mi piace anche ritrovarmi con amici e confrontarmi. Naturalmente gli sci sono piu facili da guidare, ma se ti piace l'attrezzo e ti diverte è ancora piu facile andare....

  10. #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da sci-munito Vedi messaggio
    ...a me me pare 'na strunz@t@...

    nella mia vita sciistica ho provato un pò tutto. iniziato con gli sci, passato al mono, tornato agli sci, passato allo snowboard, tornato agli sci e oggi alterno sci montati telemark e attacco fisso.
    Se c'è un attrezzo che ritengo sia totalmente contrario allo sci è proprio il mono...rotazioni del busto, peso sull'interno gambe inutilmente bloccate e unite...mah a parer mio ai fini della tecnica sciistica dovrebbe essere completamente abbandonato (e difatti la sua storia e longevità la dicono lunga).
    L'unico strumento intercambiabile al 100% per me è il telemark in quanto consente di affinare la sensibilità senza farti assumere vizi (poi in realtà alcuni, a volte anch'io, per chiudere megli le curve vano in rotazione con le spalle a fine curva...ma queste sono poi seg.e mentali)
    Volevo dire che se a te pare una stronzata....va bene....ma questa è una tua opinione. Personalmente io non lo abbandonerei mai, mi ha fatto provare tante emozioni. Addirittura ne ho tanti in soffitta..... Sciare con il Mono è anche sentirsi diverso, essere piu liberi, dominare la neve....non so se mi spiego.

  11. #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da mariano primi Vedi messaggio
    Volevo dire che se a te pare una stronzata....va bene....ma questa è una tua opinione. Personalmente io non lo abbandonerei mai, mi ha fatto provare tante emozioni. Addirittura ne ho tanti in soffitta..... Sciare con il Mono è anche sentirsi diverso, essere piu liberi, dominare la neve....non so se mi spiego.
    L'incipit era quello di un vecchio tormentone di Drive In (cabaret) non voleva essere un giudizio definitivo e mai mi esprimerei in tali termini. Se poi hai letto i miei post avrai notato che il mio parere è ben più articolato, anche se rimango dell'idea che il monosci che può piacere o meno (i gusti non si discutono) non sia uno strumento ideale per pefezionare lo sci normale. Se qualcuno si fosse offeso mi scuso.

  12. #9

    Predefinito

    E' da un bel po' che non vado in neve fresca, ma in pista secondo me ha poco senso comparare mono e sci, o ancor più andare a ricercare le propedeuticità dell'uno sull'altro.
    C'erano più affinità prima degli sci carver, quando imparavi a sciare a sci molto uniti; allora potevi sgusciare nel mono senza particolari timori.
    Oggi invece si tengono gli sci più larghi e questa attitudine segna un solco profondo nell'intercambialitá degli strumenti... Anche il mono oggi è carver, ma ciò - piuttosto che riavvicinarlo agli sci - ne amplifica la specificità.
    Secondo me tra l'altro i due attrezzi hanno preferenze diverse. Per semplificare, estremizzeró prendendo il caso di un principiante: se con gli sci trova difficile gestire le curve in pendenza, col mono si troverà in difficoltà a gestire i pendii molto lievi.
    Io ho imparato a sciare a sci uniti e il mio stile non ha dovuto cambiare molto per adattarsi al mono; credo che oggi vi sia una forbice più grande nella curva di apprendimento.
    Tralasciando questi aspetti, sono uno di quelli che scia ormai molto raramente, essendo in primis un monosciatore. I mono carver sono un'altra cosa rispetto ai vecchi pintail e non vedo ragione per consigliare oggi i più anziani: i nuovi sono stabili, tengono da dio sul ghiaccio vivo e impegnano fisicamente molto meno.
    Comprendo che si possa presupporre uno scarso feeling verso il mono, ma se non lo si prova con la mente sgombra da preconcetti gli si fa un torto inutile: anch'esso ha le sue ragione di essere.
    Non credo che 30 monosciatori possano giungere in questo forum così preparato per fare una gara sul "chi ce l'abbia più lungo": noi diciamo che il mono del 2000 è ancora emozionante e testimoniamo che per questa ragione andrebbe provato. Tutto qui.




Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •