Pagina 53 di 53 PrimoPrimo ... 34344454647484950515253
Mostra risultati da 781 a 791 di 791

Discussione: Opinioni su commentatori Sky e Rai

  1. #781
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Rossignol Hero Master18, Rossignol Radical RX WC Fis, Rossignol Hero Fis SL, Lange WC RP ZA

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da max81bo Vedi messaggio
    È del tutto evidente che da vero signore fa gli auguri al buon Max, che è esente da colpe e merita solo un grande in bocca al lupo, in quanto come noto la decisione è stata presa dai vertici RAI.
    Non è stata assolutamente una sua scelta, lui ha solo scelto di non polemizzare, mi pare ovvio.
    Sarà stata una mia impressione, ma all’inizio della diretta stamattina l’ho visto piuttosto scuro in volto...

  2. Lo skifoso alfpaip ha 2 Skife:


  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre


  4. #782

    Predefinito

    Come prevedibile il commento di Blardone, che pur apprezzo, non coinvolge. De Chiesa, in assenza di argomenti, era anche in grado di raccontare qualche aneddoto in attesa di aspetti tecnici da evidenziare . Mi spiace ma rai ha sbagliato, per me ovviamente.

  5. Skife per lusco:


  6. #783

    Predefinito

    Eurosport è anche peggio. Soporiferi è dir poco.
    Monocordi, piattume totale, zero pathos.

  7. #784

    Predefinito

    Il pezzetto commentato da de chiesa era veramente di un altro livello, ma max imparerà, ricordiamoci com'era all'inizio

    Peccato per Paolo che non ha potuto commentare il podio con gli atleti colmar

  8. Lo skifoso cocojambo ha 5 Skife:


  9. #785

    Predefinito

    Oggi non sono riuscito a seguire su Eurosport per fare un paragone.
    Blardone pensavo peggio sinceramente, migliorerà ancora. Ma quello che mi è sembrato molto migliorato invece è Labate, probabilmente è gasato dal fatto che ora è il "più esperto" in cabina.

  10. #786

    Predefinito

    Labate è migliorato moltissimo negli ultimi due anni. Non solo tecnicamente, ma anche nella conduzione, nei tempi e nella gestione della diretta.

    Il problema è che non basta essere tecnici esperti, per andare bene in una diretta tv o radio servono competenze altre in un mix sapiente.

    Serve ritmo, serve essere maestri nel capire quando è il momento dell'approfondimento tecnico e quando invece è il caso di andare sulla cronaca.

    Ad esempio oggi in un paio di occasioni, Blardone (che a parer mio se l'è cavata piuttosto bene), si sia dilungato su aspetti tecnici di una discesa mentre già stava scendendo l'atleta successivo.

    In quel caso Labate lo ha dovuto interrompere per dire "ma siamo già sulla discesa di..."

    Di qualsiasi cosa si stia parlando, per una diretta di qualsiasi avvenimento, ritmo pathos nella prosodia, gestione del paraverbale sono le chiavi per creare coinvolgimento emotivo.

    De Chiesa dopo 20 anni di dirette era diventato padrone di tutto ciò, Blardone lo vedo ben avviato.

    Altrimenti puoi essere anche esperto, ma ciò che verrà fuori sarà di bassa qualità. Esempio lampante: Karen Putzer.

    E poi una tv, soprattutto se è di stato, deve pensare di rivolgersi a chiunque, all'esperto, all'appassionato, allo sciatore della domenica e a chi non ha mai visto una gara di sci, ma può appassionarsi improvvisamente.

    Commento tecnico, ma senza cadere nel tecnicismo. Esposizione semplice, tutti devono capire cosa effettivamente stanno vedendo.

    Una persona che conosco, che non ha mai messo un paio di sci ai piedi e che la montagna l'ha vista solo in cartolina, si è appassionata al salto con gli sci esclusivamente per merito di Max Ambesi. Preparatissimo, ma parallelamente abile nel gestire gli aspetti formali della cronaca e soprattutto semplice nel modo di esporre.

  11. Lo skifoso velvetgold ha 3 Skife:


  12. #787

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da velvetgold Vedi messaggio
    Labate è migliorato moltissimo negli ultimi due anni. Non solo tecnicamente, ma anche nella conduzione, nei tempi e nella gestione della diretta.

    Il problema è che non basta essere tecnici esperti, per andare bene in una diretta tv o radio servono competenze altre in un mix sapiente.

    Serve ritmo, serve essere maestri nel capire quando è il momento dell'approfondimento tecnico e quando invece è il caso di andare sulla cronaca.

    Ad esempio oggi in un paio di occasioni, Blardone (che a parer mio se l'è cavata piuttosto bene), si sia dilungato su aspetti tecnici di una discesa mentre già stava scendendo l'atleta successivo.

    In quel caso Labate lo ha dovuto interrompere per dire "ma siamo già sulla discesa di..."

    Di qualsiasi cosa si stia parlando, per una diretta di qualsiasi avvenimento, ritmo pathos nella prosodia, gestione del paraverbale sono le chiavi per creare coinvolgimento emotivo.

    De Chiesa dopo 20 anni di dirette era diventato padrone di tutto ciò, Blardone lo vedo ben avviato.

    Altrimenti puoi essere anche esperto, ma ciò che verrà fuori sarà di bassa qualità. Esempio lampante: Karen Putzer.

    E poi una tv, soprattutto se è di stato, deve pensare di rivolgersi a chiunque, all'esperto, all'appassionato, allo sciatore della domenica e a chi non ha mai visto una gara di sci, ma può appassionarsi improvvisamente.

    Commento tecnico, ma senza cadere nel tecnicismo. Esposizione semplice, tutti devono capire cosa effettivamente stanno vedendo.

    Una persona che conosco, che non ha mai messo un paio di sci ai piedi e che la montagna l'ha vista solo in cartolina, si è appassionata al salto con gli sci esclusivamente per merito di Max Ambesi. Preparatissimo, ma parallelamente abile nel gestire gli aspetti formali della cronaca e soprattutto semplice nel modo di esporre.
    Ceccarelli agli antipodi di tutto ciò.......forse non si rende conto che non sta raccontando la gara ad
    un suo pari allenatore / istruttore ma con sciatori normali .... è inutile insistere con " non vedi il movimento della caviglia ? " ecc......

  13. Lo skifoso Slalom64 ha 2 Skife:


  14. #788

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Slalom64 Vedi messaggio
    Ceccarelli agli antipodi di tutto ciò.......forse non si rende conto che non sta raccontando la gara ad
    un suo pari allenatore / istruttore ma con sciatori normali .... è inutile insistere con " non vedi il movimento della caviglia ? " ecc......
    Esatto

    Ceccarelli è commento tecnicistico, fatto non per raccontare la gara al pubblico ma per far sfoggio di bravura.

    Risultato: si capisce il 20% di quello che dice, si parla addosso, si focalizza sul microdettaglio tecnico e si perde il complesso, ossia se l'atleta sta andando veloce o no (infatti toppa sui tempi nove volte su dieci).

    E in ultimo, dà una impressione di saccenza e poca simpatia.

    Ah, vale la pena di ascoltare cosa dice un pezzo di storia della radiocronaca in Italia

    https://youtu.be/xnbje28xOJg

  15. Lo skifoso velvetgold ha 2 Skife:


  16. #789

    Predefinito

    Il grandissimo Andrea Provenzali ...
    Quando fare il telecronista / radiocronista era un'arte.
    Bello vedere di fianco a lui Compagnoni e Pardo che lo ascoltano, non esattamente i miei preferiti ma spero che a qualcosa gli sia servito.

    Detto questi concordo su quanto scritto sulla Ceccarelli, la trovo irritante, per me inascoltabile, e sicuramente non e' una sprovveduta. Questo per dire che per fare telecronache ci vuole un mix di competenza, capacita' linguistica, tono di voce adeguato, entusiasmo, tempi televisivi idonei con quello che sta accadendo in diretta e intesa con il tuo compagno d'avventura.
    Se si riesce a mettere insieme tutto questo allora ci si puo' definire telecronisti, non gente che va in tv a parlare di sci, o di qualsiasi altro sport che vi piace. Provenzali apparteneva sicuramente categoria dei telecronisti.

  17. Lo skifoso King Roger ha 2 Skife:


  18. #790

  19. #791

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da velvetgold Vedi messaggio
    Esatto

    Ceccarelli è commento tecnicistico, fatto non per raccontare la gara al pubblico ma per far sfoggio di bravura.

    Risultato: si capisce il 20% di quello che dice, si parla addosso, si focalizza sul microdettaglio tecnico e si perde il complesso, ossia se l'atleta sta andando veloce o no (infatti toppa sui tempi nove volte su dieci).

    E in ultimo, dà una impressione di saccenza e poca simpatia.

    Ah, vale la pena di ascoltare cosa dice un pezzo di storia della radiocronaca in Italia

    https://youtu.be/xnbje28xOJg
    A me la Ceccarelli piace e mi fa apprezzare i dettagli tecnici, molto più di De Chiesa, che per , bravissimo, ma ormai non al passo dei tempi.
    Con la Cecca capisci cosa deve fare la sciatrice.
    Blardone ripetitivo, vuole essere tecnico ma al momento non ne ha le basi, può farsi. Sul resto un velo pietoso, labate per me è indegno di commentare lo sci, la cosa del femminile innominabile.

Pagina 53 di 53 PrimoPrimo ... 34344454647484950515253



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •