Pagina 2 di 3 PrimoPrimo 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 16 a 30 di 31

Discussione: Estate 2012: Quanto hanno sofferto i nostri ghiacciai?

  1. #16

    Predefinito

    Trentino,caldo fa trovare bombe I guerra - Top News - ANSA.it
    ANSA) - TRENTO, 31 AGO - Sono stati ritrovati sulle montagne del Trentino, a 3.200 metri di quota, 200 ordigni bellici risalenti alla Prima guerra mondiale. A recuperarli e' stata la Guardia di finanza, che spiega come siamo emersi per stress termico (forte caldo) al di sotto della Cima Ago di Nardis, nella zona di Pinzolo e Madonna di Campiglio, un parziale disgelo dei ghiacciai perenni...

  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  3. #17

    Predefinito

    ....E dopo tutto questo la maggiornaza degli utenti del forum è ancora convinta che sia tutto un "ciclo naturale", con il quale le emissioni di gas serra prodotte dall'uomo non hanno nulla a che fare....cose da pazzi !! Dovrannno vederli tutti completamente sciolti evidentemednte prima di convincersi della REALTA' del riscalgamento globale anomalo prodotto dall'uomo...e se andiamo avanti così ciò non accadrà nemmeno tra troppo tempo....

  4. #18

    Predefinito

    "...Nelle parti inferiori dei ghiacciai altoatesini, alle quote più basse, si sono sciolti mediamente circa 3 metri di ghiaccio, una misura davvero importante, e preoccupante. Nella zona superiore, dove normalmente uno strato di neve protegge la superficie, è stato perso circa 1 metro di ghiaccio. Un rallentamento del fenomeno è atteso da oggi poichè in montagna, in alcune zone, sono arrivate e sono attese copiose nevicate. L’estate 2012 è stata in tutto l’Alto Adige una delle più calde dall’inizio delle rilevazioni che risalgono agli anni Venti-Trenta..."
    Allarme in quota ghiacciai minacciati da un’estate torrida - Cronaca - Alto Adige

  5. #19

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    Da piangere. La tarda primavera era iniziata bene mentre dopo e sopratutto adesso...

    Vedo poco bianco anche in zona Solda.

    Ghiacciai di Solda all'Ortles
    Ortles, la ex-croce


    Cedono ghiaccio e permafrost sulla cima più alta dell’Alto Adige , colpa dei 20 gradi raggiunti a 3.905 metri di quota...
    Ortles è la cima più alta dell'Alto Adige.

    A seguito del cedimento della roccia, la croce è poi precipitata poi lungo la parete. Il crollo del simbolo dell'Ortles ha destato profonda impressione a Solda la cui comunità è più che mai decisa a ripristinare quanto prima il simbolo della religione cristiana proprio sulla vetta della montagna.

    In certi punti lo scioglimento dello spessore del ghiaccio è stato anche di ben 30 centimetri al giorno...

    Da venerdì, in tutta la zona dell'Ortles, le temperature si sono notevolmente abbassate.

    Sopra i 2.500 metri il termometro, soprattutto nelle ore notturne, è sceso sotto lo zero. I ghiacciai hanno dunque "frenato" la loro costante e preoccupante erosione. Il problema tornerà, fatalmente, all'inizio della prossima estate.

    Si scioglie l’Ortles in vetta crolla la croce - Cronaca - Alto Adige

  6. #20

  7. #21

    Predefinito

    Ancora una croce è caduta dalla cima di Alpi:

    dalla cima del Großvenediger, che con i suoi 3657 (ultime mizurazioni, 30 anni fa la sua quota slm era 3674 mt ) metri è la terza cima più alta dell’Austria.

    Großvenediger

    (la foto è da stol.it )
    Il "Grande Veneziano" ha perso 2 metri del ghiaccio sulla cima in ultimi 2 anni - si vede dalla foto

  8. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  9. #22

    Predefinito

    Dolomiti: ghiacciai ridotti del 15% in 10 anni - ASCA.it

    ... Negli ultimi dieci anni i ghiacciai delle Dolomiti sono passati da una superficie totale di 8.608 a 7.278 metri quadrati complessivi, una riduzione di oltre il 15 per cento :
    ... di trent'anni di monitoraggio e di censimento di tutte le masse gelate dolomitiche sparse nei principali Gruppi montuosi dalla Marmolada all'Antelao, dal Sorapis alle Pale di San Martino, dal Civetta al Cristallo. Talune masse gelate monitorate appaiono veramente minuscole ma le loro variazioni si rivelano interessanti per seguire gli andamenti climatici del Veneto anche nel breve periodo.
    Il ghiacciaio principale della Marmolada, ad esempio, nell'ultimo decennio e' passato da una superficie di 1.918 a 1.591 metri quadri riducendosi del 17 per cento, il Travignolo si e' ridotto del 20 per cento e il Vernale addirittura del 60 per cento.

  10. #23

    Predefinito ‘effetti positivi’ dello scioglimento dei ghiacciai alpini

    Svizzera, fusione dei ghiacciai tra le alternative al nucleare?

    “entro il 2050 quasi la metà dei ghiacciai esistenti nel 2000 si saranno sciolti. Alla fine del secolo saranno scomparsi quasi tutti e si saranno creati molti nuovi laghi.” Come piegare a fini positivi questo fenomeno? Per i ricercatori potranno essere utilizzati per la produzione idroelettrica fino a 40 nuovi grandi laghi. In generale, l’enorme quantità di acqua prodotta dalla fusione dei ghiacciai, una volta immagazzinata, costituirebbe una preziosa scorta di energia da utilizzare per soddisfare la domanda nei momenti di picco.
    Questa opzione potrebbe rientrare tra le soluzioni già allo studio in Svizzera per soppiantare l’energia elettrica derivante dalle cinque centrali nucleari attive sul suo territorio che soddisfano il 40% del fabbisogno elettrico del paese e che il Governo ha annunciato di voler chiudere entro il 2034.


    Centinaia dei laghetti nuovi sulle Alpe di Svizzera - sono molto attraenti anche come le mete turistiche

  11. #24

    Predefinito

    L'estate 2012 non ha risparmiato neanche i ghiacciai di Scandinavia:
    In Scandinavia, per la prima volta nella storia, visto la cronica assenza di neve, sono state chiuse tutte le piste del famoso impianti sciistico del Galdhøpiggen.
    Sul tetto della penisola Scandinava la situazione dei ghiacciai viene addirittura definita tragica.
    In pratica sull’impianto del Galdhøpiggen non è rimasta nemmeno una traccia di neve fuori dalle piste, mentre solo un velo è riuscito a rimanere sulle piste. L’assenza di manto bianco ha cosi indotto le autorità scandinave a chiudere la struttura. Un fatto che finora non aveva alcun tipo di precedente.
    KATHMANDU, Nepal — Non è solo l’Italia a patire un caldo anomalo. A quanto pare anche in Himalaya le temperature sono a livelli insoliti: a raccontarcelo è Silvio “Gnaro” Mondinelli, che si trova a campo 1 del Manaslu (8.163 metri) con i suoi compagni Christian Gobbi, Alberto Magliano ed Enrico Dalla Rosa.

    “C’è poca neve – racconta Mondinelli – è molto strano per l’autunno in Himalaya: di solito dopo il monsone le montagne sono imbiancate. Quest’anno no. E fa un caldo pazzesco: ieri lo zero termico era dato a 6000 metri.
    11 settembre 2012, da montagna.tv

  12. #25

    Predefinito

    La situazione si è fatta critica in tutti i ghiacciai del mondo... ne le montagne più alte, ne le latitudini estreme sono ormai più al sicuro dall'ablazione!!

  13. #26

    Predefinito

    Jasper National Park in Kanada


    The glacier was here in 1908.
    Ultima modifica di Maxima; 05-10-2012 alle 04:22 PM.

  14. #27

    Predefinito

    Accidenti, quanto è arretrato in poco più di un secolo........

  15. #28
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Ah se la Marmolada nel 1918 era così

    Name:  p1020550q.jpg
Visite: 2009
Dimensione:  150.9 KB



    Mio padre quand'era in seminario fece la Marmolada a 14 anni nel '61 o '62 (in 20 cinni con il prete di turno, a piedi da Penia a... punta Penia ), racconta sempre che il tratto di roccette a fine del ghiacciaio erano sì e no 5 metri, e che l'allora gestore di Capanna p.ta Penia in discesa li affrontava con 3-4 balzi.
    Ora è praticamente un'altra ferrata!

  16. #29

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Maxima Vedi messaggio

    11 settembre 2012, da montagna.tv
    KATHMANDU, Nepal — Non è solo l’Italia a patire un caldo anomalo. A quanto pare anche in Himalaya le temperature sono a livelli insoliti: a raccontarcelo è Silvio “Gnaro” Mondinelli, che si trova a campo 1 del Manaslu (8.163 metri) con i suoi compagni Christian Gobbi, Alberto Magliano ed Enrico Dalla Rosa.

    “C’è poca neve – racconta Mondinelli – è molto strano per l’autunno in Himalaya: di solito dopo il monsone le montagne sono imbiancate. Quest’anno no. E fa un caldo pazzesco: ieri lo zero termico era dato a 6000 metri.
    e fra 11 giorni la valanga è crollata adosso http://www.skiforum.it/forum/discuss...lu-2012-a.html

  17. #30

    Predefinito

    Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	Hintertux_2012_08_24_387.jpg
Visite:	340
Dimensione:	153.4 KB
ID:	45640 Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	Hintertux_2012_08_23_310.jpg
Visite:	325
Dimensione:	111.2 KB
ID:	45641
    Hintertux, agosto 2012

Pagina 2 di 3 PrimoPrimo 123 UltimoUltimo



Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •