icona Skitags: Impianti Marmolada [8]

Pagina 7 di 17 PrimoPrimo 1234567891011121314151617 UltimoUltimo
Mostra risultati da 91 a 105 di 246

Discussione: Collegamento Lago Fedaia-Punta Rocca (Marmolada)

  1. #91

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da gigiotto98 Vedi messaggio
    Invece al Sas Blanchet è' il posto migliore... Ma va là.
    I piani urbanistici lo fa la Pat, non Vascellari. Se li non vogliono una seggiovia che se ne faccia una ragione.
    E prima invece andava bene? La provincia di Trento sostiene la soluzione del SAS blanchet, è solo Canazei che vuole punta rocca...e boicottare interventi altrui la vedo alla stregua del marito che si taglia i cosiddetti per dare fastidio alla moglie...
    Quando leggo "anche noi trentini abbiamo diritto avere il ns impianto fino a punta rocca" mi cascano le braccia e anche qualcos'altro...
    Verrebbe voglia di togliere tutto a tutti e due ed affidare il ghiacciaio al Molise...

    saluti

  2. Skife per Il Pordenonese:


  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  4. #92

    Predefinito

    Semplice, un impianto che salga solo al Blanchet non si ripagherà mai, ergo nessuno lo fa. Per cui chi è' che non vuole fare niente? Se davvero l'impianto al Blanchet e la soluzione ideale che lo faccia Vascellari.

  5. #93

    Predefinito

    Ammettiamo anche che sia così, ma il problema non è tanto il posizionamento della stazione a monte dell'impianto ma la mancanza della pista sul quel tratto (dunque tagliando almeno l'80% della clientela).
    E la pista non era prevista per via degli ambientalisti.

  6. #94

    Predefinito

    No, perché arrivare in vetta è più per gli escursionisti che per gli sciatori. Gli sciatori in vetta se vogliono ci arrivano lo stesso. Gli escursionisti no.
    Cosi' come pensata per un cliente senza sci, estivo o invernale, della val di Fassa dovrebbe andare in auto fino a Rocca Pietore per salire in Marmolada. Capisco che a Vascellari questa esclusiva piaccia, ma ai fassani no.

  7. #95

    Predefinito

    Ma guarda a giudicare da quello che si legge non mi pare che sia così.
    Sass Bianchet-Punta Rocca saranno 300-400 metri a piedi, possiamo discutere se sia meglio far arrivare l'impianto in quota o in mezzo (o lasciare tutto com'è ora), di certo 300 metri non fanno grossa differenza.

    I fassani vogliono l'impianto fino in quota per prendere più turisti in inverno e diventare diretti concorrenti a Vascellari (non sto giudicando se sia giusto o sbagliato), mentre la PAT aveva firmato il precedente accordo.


    Quello che penso io è che farebbero bene a lasciare ai veneti il ripristino del vecchio skilift e dimenticare la questione del collegamento che non andrà mai in porto tra le chiacchiere, i punti di vista differenti, l'unesco, chi vuole che non si tocchi nulla, graffer, etc...
    D'altronde se la PAT avesse voluto avrebbe potuto revocare la concessione dei bidoni lo scorso anno...

  8. #96

    Predefinito

    In vetta al Plan de Corones arrivano 3 società diverse da 3 versanti diversi. Non che la Marmolada debba essere come il Plan, ma avere due esercenti che arrivano sulla stessa vetta di solito aiuta entrambi.
    Più i 300 metri dal Sass Blanchet a punta Rocca, prova a farli fare a piedi d'inverno con le scarpine leggere... Poi dimmi com'è che è'.
    Un impianto solo fino al Blanchet non si paga. Ma se Vascellari vuole smentire i Fassani è' libero di metterci i suoi soldi.

  9. #97

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da gigiotto98 Vedi messaggio
    Ma se Vascellari vuole smentire i Fassani è' libero di metterci i suoi soldi.
    casomai sono i fassani (anzi canazei) che devono smentire la provincia autonoma di trento...

    saluti
    Ultima modifica di Il Pordenonese; 28-04-2016 alle 11:16 PM.

  10. #98

    Predefinito

    Polemiche sulla Marmolada: facciamo il punto

    In questi giorni si sono riaccese le polemiche sulla Marmolada e in particolare sul piano di espansione che prevede lo sviluppo della parte trentina, ma cerchiamo di fare il punto della situazione.

    Da anni il trentino vorrebbe sviluppare la zona con un accesso dal suo territorio mentre ora la Marmolada è prerogativa del Veneto che, con le sue tre funivie, raggiunge la cima di Punta Rocca, tuttavia va ricordato che il confine passa per Serauta e dunque gran parte della pista Bellunese, come anche il terzo tronco della funivia, insistono nel territorio di Trento.

    Da tempo ormai il Veneto lancia accuse verso i trentini che si sono completamente disinteressati della zona, dal rinnovo della concessione del vecchio skilift Sass de Mul alla sistemazione della strada del passo Fedaia.



    Il piano del 2012


    Nel 2012 si siglò un patto tra la società degli impianti della Marmolada e l'associazione ambientalista Mountain Wilderness, il piano era articolato su diversi punti:

    • riqualificazione della zona con eliminazione di ruderi e vecchi plinti
    • organizzazione dei parcheggi al passo Fedaia
    • messa in sicurezza del passo Fedaia con gazex
    • sostituzione dello skilift Sass de Mul con funivia monocabina Sass de Mul-Serauta
    • demolizione della seggiovia Fedaia-Sass de Mul
    • rimozione del tunnel di acciaio a Serauta
    • sostituzione della cestovia Lago Fedaia-Pian Fiacconi con impianto a bassa portata
    • nuova funivia bifune leggera Pian Fiacconi-Sass Bianchet (senza piste)
    • possibilità di utilizzare teloni geotessili per preservare la neve del ghiacciaio sulle piste, al fine di ridurre il lavoro dei gatti e gli scalini sul manto nevoso
    • nuova ciclabile intorno al lago Fedaia




    Una delle motivazioni a favore di questi interventi è lo sviluppo del turismo per le strutture del passo che avrebbero un collegamento garantito con Canazei e la possibilità di sfruttare di più il turismo invernale. Dal punto di vista sciistico la zona di Pian Fiacconi rimarrebbe dedicata al freeride e skialp, tutta la zona (da Sass de Mul al Lago Fedaia) sarebbe sfruttabile per lo sci autunnale ed primaverile, garantendo una buon numero di piste con accesso dal lato trentino e veneto.

    Inizialmente sembrava che il piano fosse condiviso da tutti, compresa la PAT (Provincia Autonoma di Trento) mentre poi fu criticato dagli imprenditori della Val di Fassa e dallo scorso anno anche da Mountain Wilderness (gli stessi che quel piano lo avevano firmato nemmeno 3 anni fa...).

    La posizione della Val di Fassa


    I fassani chiedono che il tracciato dell'impianto arrivi direttamente a Punta Rocca, anziché a Sass Bianchet, poiché quest'ultimo sarebbe una zona incontaminata mentre più in alto è già presente l'arrivo della funivia. Inoltre è inutile negare che l'arrivo in cima porterebbe al lato trentino più vantaggi al livello sciistico ed escursionistico oltre a togliere l'esclusiva della Marmolada ai veneti. Infine per come è stato tracciato l'ipotetico impianto la stazione intermedia si troverebbe sopra l'attuale rifugio Pian Fiacconi, tagliandolo fuori dalla maggior parte dei flussi turistici.

    La posizione di MW


    Di tutt'altro parere gli ambientalisti che adesso escludono categoricamente la costruzione di nuovi impianti, concordano invece con l'ipotesi di sostituzione dell'attuale cestovia, la messa in sicurezza della strada, la costruzione di una ciclabile intorno alla diga e la riqualificazione generale.

    Situazione attuale


    In questo braccio di ferro fra le varie parti in gioco si inserisce la riqualificazione della parte in concessione alla società di Vascellari (la Marmolada srl) che vorrebbe sostituire il vecchio skilift Sass de Mul (ormai inattivo da anni) con una funivia monocabina con arrivo a Serauta (come descritto nel piano di rilancio del 2012), demolendo anche la seggiovia Fedaia, ormai non più in funzione dal 2012 quando un incendio distrusse la stazione a valle. Per questo impianto la società ha ottenuto un finanziamento dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, ma la PAT nega la concessione e, come per beffa, vuole rinnovare a Vascellari la concessione per la vecchia seggiovia Fedaia di anno in anno (rendendo quindi a rischio qualsiasi investimento sull'impianto).

    Tra accuse, ripicche e rimpalli di responsabilità arriviamo alla protesta dei giorni scorsi (24 e 25 aprile) dove gli ambientalisti di Mountain Wilderness hanno organizzato un presidio sulla Marmolada per ribadire la loro opposizione ai nuovi impianti, ma dall'altra parte gli operatori dei rifugi sul passo non si sono lasciati sfuggire l'occasione di rispondergli chiudendo le strutture nei giorni del presidio e esponendo alla cestovia un cartello con scritto che "gli ambietalisti non sono graditi" (stesso impianto usato da alcuni di loro per salire in vetta).



    In conclusione è abbastanza probabile che, come negli ultimi 14 anni, non si faccia nulla se non alzare i toni almeno fino al 2018, data in cui scadrà il rinnovo della concessione della cestovia.

    Voi cosa ne pensate?


    http://www.skiforum.it/skinews/173-p...a-ilpunto.html


  11. #99

    Predefinito

    Ottimo riassunto FLA. Giusto una precisazione sul terzo tronco: è ovvio che sorvolando il ghiacciaio attraversa territorio che oggi riappartiene a Trento. Ma siamo sicuri che la stazione di arrivo, che ovviamente insiste sulla roccia, non sia in Veneto?

  12. #100

    Predefinito

    Bella domanda!

    Allora prendendo per corretta questa carta (presa dalla cartografia della provincia)




    La stazione a valle sembra in Trentino mentre quella a monte in Veneto, ma la motrice è a valle?

  13. #101

    Predefinito

    Per accordi per mettere fine alle discussioni per il confine tra veneto e trentino le stazioni della funivia ( e solo queste ) sono in Veneto. Tutto il resto è in Trentino.
    Per cui volendo ci sarebbe spazio anche per una funivia che arrivi a punta rocca dal fiacconi restando interamente in trentino.

  14. #102

    Predefinito

    Ma Sass Bianchet è quello sulla cartina postata da FLA dove c'è l'M di Marmolada? O sennò quale altro spuntone di roccia?

  15. #103

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da gigiotto98 Vedi messaggio
    Per accordi per mettere fine alle discussioni per il confine tra veneto e trentino le stazioni della funivia ( e solo queste ) sono in Veneto. Tutto il resto è in Trentino.
    fantastiche ste soluzioni all'italiana...

    saluti

  16. #104

    Predefinito

    Io invece non capisco tutto il risalto che viene dato ai ben 30 ( DICO 30!!! ) attivisti di MW.
    Solo gli skifosi registrati che hanno un'opinione in merito sono moto piu numerosi.

  17. Lo skifoso gigiotto98 ha 2 Skife:


  18. #105

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da gigiotto98 Vedi messaggio
    Io invece non capisco tutto il risalto che viene dato ai ben 30 ( DICO 30!!! ) attivisti di MW.
    Solo gli skifosi registrati che hanno un'opinione in merito sono moto piu numerosi.
    ciao stiamo attenti perchè un ghiacciao nn può essere trasformato in un circo; ho sentito che qualcuno paragonava la Marmolada a plan de Corones; ma quest'ultimo è una montagnetta del czzz..... che ha la fortuna di avere un 'ottima esposizione e neve sempre assicurata pur con un'altezza relativamente poco elevata- se kronplatz sprofondasse chi se ne ftt....se ne fa un altro; qui invece stiamo parlando di un ghiacciaio che mi sembra un'ecosistema decisamente più complesso e delicato rispetto al circo di Kronplatz (dove io vivo); guardate CHE SULLE GRANDI MONTAGNE LATO NORD VAL PUSTERIA (anterselva, casies, tures, vetta -chiamiamola- d'italia- ) di impianti nn ce ne sono oppure sono pochissimi - visto che siamo davanti a paesaggi con valore ambientale inestimabile e questo almeno per ora gli altoatesini lo hanno capito; poi io sono sciatore ma in questo caso appoggio MW, cio Vito, Brunico

  19. Lo skifoso vito79 ha 4 Skife:


Pagina 7 di 17 PrimoPrimo 1234567891011121314151617 UltimoUltimo



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •