icona Skitags: Impianti Marmolada [8]

Pagina 16 di 17 PrimoPrimo ... 67891011121314151617 UltimoUltimo
Mostra risultati da 226 a 240 di 246

Discussione: Collegamento Lago Fedaia-Punta Rocca (Marmolada)

  1. #226

    Predefinito

    Un ambiente unico,esperienze indimenticabili!
    La colonna del forum tra le altre cose!
    Senza quel ritrovo non sarà mai più lo stesso!
    Grazie a guido e il suo splendido staff per tutto ciò che ci ha regalato!
    https://www.skiforum.it/forum/showthread.php?t=84497

  2. Lo skifoso nanaccio ha 3 Skife:


  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  4. #227

    Predefinito

    Ecco appunto i parcheggi
    vorrei proprio sapere dove pensano di farli visto che c’è il lago e non vedo possibili zone auspicabili a farli

  5. #228

    Predefinito

    Un passaggio dell'intervista rilasciata daL rifugista, Guido a Montangna Tv nel 2018

    "Ovviamente il collegamento a Punta Rocca non è una mia ambizione, sia chiaro. E ci tengo anche a sottolineare che non sto parlando a favore dell’impianto ma a favore della coerenza. A me sentir dire che per fare l’impianto fino a Punta Rocca è necessario sbancare milioni di metri cubi di montagna fa sorridere perché questa montagna è già stata snaturata quando hanno realizzato l’impianto attuale e non vedo perché un altro tracciato dovrebbe cambiare tutto. Non dovremmo raccontarci tante balle sull’inaccettabilità di un impianto. Dovremmo invece iniziare a proporre un tipo di turismo diverso, alternativo, a quello che porta migliaia di persone con una funivia."

    Come la penso
    La cestovia era un posto unico nelle Dolomiti, era il "Rifugio" per molti, un angolo fuori dal caos del Ds. Era da valorizzare come unicità, non da cancellare. Si rischia di perdere la parte sana del turismo dolomitico avanti di questo passo.

    Ultima modifica di Nuvola; 16-09-2019 alle 08:58 AM.

  6. Lo skifoso Nuvola ha 2 Skife:


  7. #229

    Predefinito

    Con preoccupazione temo pero che ci pensera il ritiro del ghiacciaio a stravolgere la montagna. Temo che quando il ghiacciaio si sara ritirato anche dalla lyidia i versanti senza il sostegno del ghiaccio diventano assai pericolosi per frane a ancora piu di adesso per valanghe. Ci penserei bene prima di costruire un impianto o una pista da quelle parti.

  8. Skife per yakopuz:


  9. #230

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da neveSenior Vedi messaggio
    Ecco appunto i parcheggi
    vorrei proprio sapere dove pensano di farli visto che c’è il lago e non vedo possibili zone auspicabili a farli
    Vedo che in fianco al rifugio undici non si sono fatti tanti problemi ad allargare la strada è fare parcheggi. Di edifici c’è ne sono pochi li e di spazio ne resta parecchio senza dover fare multipiano.
    Poi non ho mancato di notare che tra la costo ia ed il rifugio undici c’e’ molto Spazio utilizzabile per parcheggi se sistemato.
    Inoltre stiamo parlando di un impianto che almeno per il momento e’ limitato a 500 persone ora. Poco più della portata attuale.

  10. #231

    Predefinito

    La cestovia ha 180 p/h, quindi la nuova non ha poco più ma più del doppio....giusto per informarsi prima di scrivere (as usual)

  11. #232

    Predefinito

    Su funivie.org parlano di 313 p/h per la vecchia cestovia. Da dove verrebbero le 180 p/h di cui parli?

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da stefi74 Vedi messaggio
    La cestovia ha 180 p/h, quindi la nuova non ha poco più ma più del doppio....giusto per informarsi prima di scrivere (as usual)
    Citazione Originariamente scritto da gigiotto98 Vedi messaggio
    Su funivie.org parlano di 313 p/h per la vecchia cestovia. Da dove verrebbero le 180 p/h di cui parli?
    Anzi, proprio “informandomi meglio” ho trovato il documento della SIF in cui si parla di addirittura 605 p/ h per la vecchia cestovia

    http://www.sif.provincia.tn.it/binar...1362126138.xls

  12. #233

    Predefinito

    Effettivamente anche le "sorelle" dell'Abetone (Abetone-Selletta-Sestaione-Campolino, Graffer 1962) avevano una portata massima compresa tra le 500 e le 600 p/h.

  13. #234

    Predefinito

    Avendo vissuto molte volte l'atmosfera del Pian dei Fiacconi da Marzo a inizio giugno mi dispiace ci sia questo cambiamento. Come tutti i cambiamenti, i risultati si potranno vedere solo dopo.
    Stavolta però il cambiamento va rendere la zona uniforme ad altre rischiando di uccidere la sua diversità.
    Davvero un peccato, l'unico modo per fermare l'investimento potrebbe essere una movimentazione seria e decisa degli abitanti di Canazei. Non mi pare la valle sia alla fame, magari si possono fare altri impianti in zone differenti per incrementare il turismo.
    Dove passeremo i prossimi 1 maggio?

  14. Lo skifoso Fabio ha 3 Skife:


  15. #235

    Predefinito

    Perché intaccare altri versanti quando il versante nord della marmolada è dedicato allo sci da decine di anni? Inoltre quel versante permetterebbe alla val di Fassa di iniziare la stagione dello sci invernale già con un mese di anticipo rispetto ad oggi. Hai idea di cosa significhi sul bilancio dei paesi?

  16. #236

    Predefinito

    Un mese in anticipo? su un solo impianto?

    La cosa potrebbe al limite essere competitiva se ci fosse un impianto anche fa Sas de Mul o dal passo, così da sfruttare in autunno entrambe i versanti.

  17. #237

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da fla5 Vedi messaggio
    Un mese in anticipo? su un solo impianto?

    La cosa potrebbe al limite essere competitiva se ci fosse un impianto anche fa Sas de Mul o dal passo, così da sfruttare in autunno entrambe i versanti.
    No Flavio, no! Per Gigiotto è una BESTEMMIA dire che anche gli impianti lato veneto avevano -ed hanno- senso da vendere. E che se gli dai l'ok a rifarli viene fuori una cosa fatta bene (dal punto di vista commerciale, ovvio, poi a livello di ambiente e atmosfera sono d'accordo con tutti quelli che hanno scritto prima) .
    Il colmo è che gli impianti "trentini" non sono manco di un fassano!!! Sono di due fratelli gardenesi.

  18. #238

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da gigiotto98 Vedi messaggio
    Su funivie.org parlano di 313 p/h per la vecchia cestovia. Da dove verrebbero le 180 p/h di cui parli?

    - - - Updated - - -





    Anzi, proprio “informandomi meglio” ho trovato il documento della SIF in cui si parla di addirittura 605 p/ h per la vecchia cestovia

    http://www.sif.provincia.tn.it/binar...1362126138.xls
    Guarda vai direttamente a vedere i dati della cestovia...ma hai presente quanto sono 605 p/h su una cestovia?

  19. #239

    Predefinito

    Vuoi per caso dire che il SIF ( servizio impianti a fune ) , organo della provincia autonoma che controlla tutto quello che concerne gli impianti di risalita, scriva cazzate sul suo sito?

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da mauropd Vedi messaggio
    No Flavio, no! Per Gigiotto è una BESTEMMIA dire che anche gli impianti lato veneto avevano -ed hanno- senso da vendere. E che se gli dai l'ok a rifarli viene fuori una cosa fatta bene (dal punto di vista commerciale, ovvio, poi a livello di ambiente e atmosfera sono d'accordo con tutti quelli che hanno scritto prima) .
    Il colmo è che gli impianti "trentini" non sono manco di un fassano!!! Sono di due fratelli gardenesi.
    E quando mai avrei o scritto che solo il versante ovest dovrebbe essere sviluppato? ma per la val di Fassa la partenza deve essere dal versante ovest, perché altrimenti alla prima nevicata seria il versante est diventa irraggiungibile.

  20. #240

    Predefinito

    I miei due centesimi...
    L'atmosfera era magica fin un certo punto... Di quelle sgomitate dopo una nevicata!

    Per quanto riguarda il Rif.Pian dei Fiacconi... Ha vissuto fino adesso anche grazie alla vicinanza della bidonvia che gli garantiva un certo ritorno dai merenderos in infradito domenicali...
    Mentre il Rif.Marmolada, che per inciso fino a ieri manco sapevo che esistesse, era fortemente penalizzato.

    Ora le parti si invertono e toccherà a Guido trovare nuovi spunti e nuove clientele. Chessó, trovando un accordo con il gestore, organizzare le pellate in notturna (che vanno alla grandissima qua in Alto Adige), partnership con le guide per giornate di freetouring...
    Insomma, puó fare ancora molto. Certo perderá l'idiota che saliva in bidonvia per fare al massimo 10m in piano... Peró non venitemi a dire che quello rappresentava un modello "alternativo e sostenibile" di turismo. Quella era una rendita di posizione legata al trovarsi nel posto giusto al momento giusto...

  21. Lo skifoso Matteo Harlock ha 4 Skife:


Pagina 16 di 17 PrimoPrimo ... 67891011121314151617 UltimoUltimo



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •