Discussione: Abruzzo: situazione neve, piste, aperture impianti, strade, etc.

  1. #25396

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da superfrank Vedi messaggio
    Campo Imperatore pochi minuti fa meglio di niente !!!!!!!!!!!!!







    Cavoli non male, davvero... Quasi che Sabato ci faccio un pensierino Vorrei portare con me mio cugino che sta imparando (scende giù con la tavola però con i suoi tempi) ma ho paura che sulle due piste a DX e SX servite dalla Fontanari possa per lui essere un trauma visto che alla fine entrambe spianano e se non prendi velocità con la tavola, ti attacchi praticamente e sei costretto a toglierla e finire a piedi

  2. #25397
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da swattolo92 Vedi messaggio
    Cavoli non male, davvero... Quasi che Sabato ci faccio un pensierino Vorrei portare con me mio cugino che sta imparando (scende giù con la tavola però con i suoi tempi) ma ho paura che sulle due piste a DX e SX servite dalla Fontanari possa per lui essere un trauma visto che alla fine entrambe spianano e se non prendi velocità con la tavola, ti attacchi praticamente e sei costretto a toglierla e finire a piedi
    Mal che vada si farà lo stradino dei principianti... oppure prende la fontari che scende a destra e poi il traverso per i principianti che taglia verso sinistra e rimette sul piano finale dell'osservatorio.

    Il problema, casomai, saranno le temperature di questo weekend...

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #25398

    Predefinito

    Veramente il piano del parco è, da sempre, pubblicato sul sito del parco nazionale, dove si possono trovare la versione originaria e quella modificata dopo le osservazioni del Ministero dell' Ambiente.
    Non è proprio vero che questo piano vieti la realizzazione di nuovi impianti. Nel 2015 invitalia ha realizzato uno studio sullo sviluppo turistico del GS ( non posso allegarlo perché è un pdf ma è facilmente reperibile in rete ) che prevede quello che conosciamo, il recupero di Montecristo e di fossa di Paganica, il loro collegamento con Scindarella, la nuova seggiovia delle Fontari ( già realizzata ), il restauro dell' ostello ( realizzato ) e dell' albergo ed altre cose.
    Questo studio era oggetto di un piano d'area specifico e distinto dal piano del parco, nel 2016 il Ministero dell' Ambiente chiese di inserire tale piano d' area direttamente nel piano del parco facendolo diventare parte integrante dello stesso, questo significa che se viene approvato il piano del parco si approva anche il piano d' area con tutto quello che prevede.
    A seguito di quelle osservazioni è stata presentata la nuova versione del piano del parco che è stata firmata dalle tre regioni interessate ed è in attesa della scadenza dei termini per le ossevazioni e della successiva approvazione del Ministero.
    L' approvazione del piano e dell' integrato piano d'area non significa che automaticamente saranno realizzati i nuovi impianti, la strada sarà ancora lunga e tortuosa, non so se mai li vedremo, però significa che il parco nazionale non potrà opporsi a quegli impianti perché li ha approvati.
    Logicamente dovranno essere presentati i progetti dei singoli impianti, soggetti comunque a via, ed il loro iter di approvazione sarà sicuramente oggetto di mille polemiche da parte degli ambientalisti, poi andranno reperiti i fondi, indette le gare e così via, l' iter sarà lungo, molto lungo.
    Per quanto riguarda l' assurdo divieto di utilizzo delle ebike, ci sono, giustamente, molte polemiche ma l 'aria che tira non è delle migliori, oggi c'è un articolo su montagna tv che parla di ciò, vengono riportate le osservazioni di Toni Farina, consigliere del parco del Gran Paradiso, che dice di aver potuto verificare di persona i danni che queste bici, più pesanti di quelle muscolari, creano al sedime dei sentieri, sostenendo che è un problema che si dovrà affrontare quando sarà approvato il nuovo piano del parco.
    Sostiene inoltre che nei parchi va privilegiata la fruizione di conoscenza mentre la pratica della mtb è essenzialmente sportiva, adrenalinica, funambolica.
    Dobbiamo renderci conto che l' istituzione di un parco nazionale e lo sviluppo turistico sono in netto contrasto, conosco molto bene la VdA, Gressoney, Courmayeur, Cervinia, La Thuile, Champoluc, sono piene di turisti, ci sono tante attività commerciali e ricettive, c'è un grande benessere diffuso fra la popolazione, lo stesso non si può dire delle aree interessate dal parco nazionale, andatevi a fare un giro a Pont e poi ne riparliamo.

  5. #25399
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da 66luca Vedi messaggio
    Veramente il piano del parco è, da sempre, pubblicato sul sito del parco nazionale, dove si possono trovare la versione originaria e quella modificata dopo le osservazioni del Ministero dell' Ambiente.
    Non è proprio vero che questo piano vieti la realizzazione di nuovi impianti. Nel 2015 invitalia ha realizzato uno studio sullo sviluppo turistico del GS ( non posso allegarlo perché è un pdf ma è facilmente reperibile in rete ) che prevede quello che conosciamo, il recupero di Montecristo e di fossa di Paganica, il loro collegamento con Scindarella, la nuova seggiovia delle Fontari ( già realizzata ), il restauro dell' ostello ( realizzato ) e dell' albergo ed altre cose.
    Questo studio era oggetto di un piano d'area specifico e distinto dal piano del parco, nel 2016 il Ministero dell' Ambiente chiese di inserire tale piano d' area direttamente nel piano del parco facendolo diventare parte integrante dello stesso, questo significa che se viene approvato il piano del parco si approva anche il piano d' area con tutto quello che prevede.
    A seguito di quelle osservazioni è stata presentata la nuova versione del piano del parco che è stata firmata dalle tre regioni interessate ed è in attesa della scadenza dei termini per le ossevazioni e della successiva approvazione del Ministero.
    L' approvazione del piano e dell' integrato piano d'area non significa che automaticamente saranno realizzati i nuovi impianti, la strada sarà ancora lunga e tortuosa, non so se mai li vedremo, però significa che il parco nazionale non potrà opporsi a quegli impianti perché li ha approvati.
    Logicamente dovranno essere presentati i progetti dei singoli impianti, soggetti comunque a via, ed il loro iter di approvazione sarà sicuramente oggetto di mille polemiche da parte degli ambientalisti, poi andranno reperiti i fondi, indette le gare e così via, l' iter sarà lungo, molto lungo.
    Temo che tu ti riferisca a quello vecchio. Quello nuovo è stato reso "ufifciosamente" pubblico in bozza soltanto oggi. E non sul loro sito.

    Poi se ho tempo trovo il modo di caricarlo da qualche parte e mettere un link... nonchè di chiarie il perchè lio stanno tutti incazzati

    Citazione Originariamente scritto da 66luca Vedi messaggio
    Per quanto riguarda l' assurdo divieto di utilizzo delle ebike, ci sono, giustamente, molte polemiche ma l 'aria che tira non è delle migliori, oggi c'è un articolo su montagna tv che parla di ciò, vengono riportate le osservazioni di Toni Farina, consigliere del parco del Gran Paradiso, che dice di aver potuto verificare di persona i danni che queste bici, più pesanti di quelle muscolari, creano al sedime dei sentieri, sostenendo che è un problema che si dovrà affrontare quando sarà approvato il nuovo piano del parco.
    Sostiene inoltre che nei parchi va privilegiata la fruizione di conoscenza mentre la pratica della mtb è essenzialmente sportiva, adrenalinica, funambolica.
    Dobbiamo renderci conto che l' istituzione di un parco nazionale e lo sviluppo turistico sono in netto contrasto, conosco molto bene la VdA, Gressoney, Courmayeur, Cervinia, La Thuile, Champoluc, sono piene di turisti, ci sono tante attività commerciali e ricettive, c'è un grande benessere diffuso fra la popolazione, lo stesso non si può dire delle aree interessate dal parco nazionale, andatevi a fare un giro a Pont e poi ne riparliamo.
    Luca... un conto è istituire un parco a tutela di aree NON ANCORA antropizzate e/o sostanzialmente deserte.

    Un altro conto è calarlo "di prepotenza", come è stato fatto sul Gran Sasso, anche su zone dove gli insediamenti - sciistici in primis, ci sono già.

    Ti assicuro che, allo stato attuale, hanno incastrato le cose in modo tale che la stessa scindarella sta in area A...se passa così, li sopra non si potrà mai più fare nulla.
    Addirittura il parco si vorrebbe addirittura arrogfare la possibilità discrezionale di chiudere tutto quando e come gli pare. Non sono fantasie, sta nel nuovo regolamento, nero su bianco.

    - - - Updated - - -

    P.S.

    Bad news dalla Majelletta.

    Dopo la sciroccata assurda di ieri, visto che sulle piste ha piovuto, non ci sono le condizioni per scare.

    Impianti chiusi fiino alla prossima nevicata: a sto punto, urge ingresso da est.

  6. Skife per MAXINMARE:


  7. #25400

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da MAXINMARE Vedi messaggio
    Mal che vada si farà lo stradino dei principianti... oppure prende la fontari che scende a destra e poi il traverso per i principianti che taglia verso sinistra e rimette sul piano finale dell'osservatorio.

    Il problema, casomai, saranno le temperature di questo weekend...
    Fossero come oggi sarebbe un lusso anche se non ci credo manco morto.. Mi accontenterei anche di 3-4°C alle 12 eh, sperando di avere buone neve almeno dalle 8:30 alle 10:30/11 al max

  8. #25401

    Predefinito

    Max, ti stai confondendo fra piano e regolamento del parco, sono due atti diversi, il piano del parco è stato presentato per la prima volta nel 2010 ( e subito pubblicato sul sito ) e immediatamente consegnato alle regioni per la loro firma, nel 2016 ( dopo "solo" 6 anni ) il ministero ha presentato le sue osservazioni che hanno comportato la redazione di un nuovo piano, ripresentato alle regioni e ripubblicato sul sito, all' interno di questo piano del parco è stato ricompreso ( dietro specifica richiesta del ministero ) il piano d'area che prevede lo sviluppo dei nuovi impianti, le tre regioni lo hanno approvato il ministero lo farà a breve e quindi sarà definitivo, compreso il piano d'area.
    Il regolamento del parco è un documento interno all' ente parco, ed è quello cui tu e save gran sasso fate riferimento ed hai ragione nel dire che è la bozza di tale regolamento è stata presentata in modo furbetto.
    Come avevo scritto prima, una volta approvato il piano del parco non significa che si potranno fare ( subito ) i nuovi impianti e gli ambientalisti faranno di tutto per impedirlo, il primo passo in tal senso è la presentazione di un regolamento restrittivo.
    Il buon Luigi Faccia ( per me lui è semplicemente " lo sci " sul GS ) in uno dei suoi commenti su fb dice chiaramente che istituendo la riserva integrale sulla Scindarella ( riserva che non comprende le aree dell' attuale seggiovia e piste ) si cerca di impedire il collegamento previsto ( ed approvato ) del piano d'area.
    Leggendo questa bozza di regolamento ci si rende conto che le tutele ed i divieti previsti impediscono uno sviluppo turistico concreto, si vieta anche la realizzazione di nuove vie ferrate e si pongono addirittura limiti alla chiodatura delle vie alpinistiche, è praticamente vietato uscire dai sentieri anche a piedi e non si potranno più percorrere i ghiaioni.
    In realtà questi vincoli non sono diversi da quelli degli altri parchi nazionali, vicino Pescasseroli c'è la Val Fondillo, dove è vietato introdurre cani od animali domestici, anche al guinzaglio e, nell' ultimo tratto, non ci si potrebbe andare neanche a piedi, il sentiero che conduce alla cascata della Camosciara è delimitato da transenne da cui è vietato severamente uscire. Purtroppo la convivenza fra turismo ed aree protette è molto difficile, a volte impossibile, e realizzare parchi nazionali, regionali e riserve varie in aree già antropizzate e sfruttate turisticamente comporta numerosi problemi. A L' Aquila ci sono stati seri ostacoli alla ricostruzione perché alcuni siti produttivi ed abitativi non si sono potuti spostare di poche centinaia di metri perché sarebbero ricaduti in area SIC o ZPS, una follia. Il problema non è di facile soluzione ed io sono pessimista, anche perché oramai la vulgata comune, il pensiero dominante è : siamo tutti ambientalisti, ogni giorno dobbiamo sopportare i deliri della Greta di turno e secondo voi un politico ( la cui unica aspirazione è la rielezione ) si mette a fare la guerra ad un parco nazionale per far fare delle piste da sci?

  9. #25402
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da 66luca Vedi messaggio
    Max, ti stai confondendo fra piano e regolamento del parco, sono due atti diversi, il piano del parco è stato presentato per la prima volta nel 2010 ( e subito pubblicato sul sito ) e immediatamente consegnato alle regioni per la loro firma, nel 2016 ( dopo "solo" 6 anni ) il ministero ha presentato le sue osservazioni che hanno comportato la redazione di un nuovo piano, ripresentato alle regioni e ripubblicato sul sito, all' interno di questo piano del parco è stato ricompreso ( dietro specifica richiesta del ministero ) il piano d'area che prevede lo sviluppo dei nuovi impianti, le tre regioni lo hanno approvato il ministero lo farà a breve e quindi sarà definitivo, compreso il piano d'area.
    Il regolamento del parco è un documento interno all' ente parco, ed è quello cui tu e save gran sasso fate riferimento ed hai ragione nel dire che è la bozza di tale regolamento è stata presentata in modo furbetto.
    Perfetto: evidentemente non ero riuscito a spiegarmi o avevo usato termini impropri.. poco importa.
    Equivoco, terminologico, chiarito.

    Citazione Originariamente scritto da 66luca Vedi messaggio
    Come avevo scritto prima, una volta approvato il piano del parco non significa che si potranno fare ( subito ) i nuovi impianti e gli ambientalisti faranno di tutto per impedirlo, il primo passo in tal senso è la presentazione di un regolamento restrittivo.
    Il buon Luigi Faccia ( per me lui è semplicemente " lo sci " sul GS ) in uno dei suoi commenti su fb dice chiaramente che istituendo la riserva integrale sulla Scindarella ( riserva che non comprende le aree dell' attuale seggiovia e piste ) si cerca di impedire il collegamento previsto ( ed approvato ) del piano d'area.
    Leggendo questa bozza di regolamento ci si rende conto che le tutele ed i divieti previsti impediscono uno sviluppo turistico concreto, si vieta anche la realizzazione di nuove vie ferrate e si pongono addirittura limiti alla chiodatura delle vie alpinistiche, è praticamente vietato uscire dai sentieri anche a piedi e non si potranno più percorrere i ghiaioni..
    Quel regolamento è folle di per se.
    Ma poi hai visto queste... qui sta la furbata
    LEGENDA



    Vecchia versione: scindarella e persino il non più realizzato nuovo percorso fontari: liberi.



    Nuova versione DA PARACULI




    LA ZONA 1 COMPRENDE TUTTA LA ZONA DELLA SCINDARELLA

    IN PIU: c'è la tagliola INTEGRALE sopra i 2100 metri... ora la Fontari arriva a 2130 e la scindarella mi pare 2240... Così facendo si assicurano che mai più uno possa pensare di collegarvi più nulla castrando qualunque ipotesi (sopratutto lato scindarella, da dove si doveva passare).

    Citazione Originariamente scritto da 66luca Vedi messaggio
    In realtà questi vincoli non sono diversi da quelli degli altri parchi nazionali, vicino Pescasseroli c'è la Val Fondillo, dove è vietato introdurre cani od animali domestici, anche al guinzaglio e, nell' ultimo tratto, non ci si potrebbe andare neanche a piedi, il sentiero che conduce alla cascata della Camosciara è delimitato da transenne da cui è vietato severamente uscire. Purtroppo la convivenza fra turismo ed aree protette è molto difficile, a volte impossibile, e realizzare parchi nazionali, regionali e riserve varie in aree già antropizzate e sfruttate turisticamente comporta numerosi problemi. A L' Aquila ci sono stati seri ostacoli alla ricostruzione perché alcuni siti produttivi ed abitativi non si sono potuti spostare di poche centinaia di metri perché sarebbero ricaduti in area SIC o ZPS, una follia. Il problema non è di facile soluzione ed io sono pessimista, anche perché oramai la vulgata comune, il pensiero dominante è : siamo tutti ambientalisti, ogni giorno dobbiamo sopportare i deliri della Greta di turno e secondo voi un politico ( la cui unica aspirazione è la rielezione ) si mette a fare la guerra ad un parco nazionale per far fare delle piste da sci?
    L'ho scritto anche su SGS: questo nuovo regolamento, pone un potere discrezionale enorme in capo la parco che, sol che lo voglia, può far chiudere definitivamente anche quello che già c'è (figuriamoci il resto). Ci sono ben tre articoli in tal senso che parlano anche di facoltà di chiusura delle piste, a tempo determinato o, si badi, indeterminato.

    Le due cose non possono affatto convivere: o si spostano tutti i confini di parco e vincolistia varia, prendendo atto del fatto che si è sbagliato a calare il parco ANCHE in zone già antropizzate (CAMPO IMPERATORE, FOSSA DI PAGANICA E MONTE CRISTO). Oppure salta tutto, non si fa più nulla e Campo Imperatore, anche così com'è, CREPA... magari no subitissimo ma crepa. Questo è poco, delittuoso, ma sicuro.

  10. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  11. #25403

    Predefinito

    Fermo restando che sull' assurdità di questa perimetrazione e di questi vincoli sono assolutamente d' accordo con te, c'è una cosa che mi lascia perplesso, la seconda mappa postata ( quella da paraculi ) è stata pubblicata da save the gran sasso come se fosse nuova, redatta in questi giorni per la paura che l' approvazione del piano del parco favorisse la realizzazione dei nuovi impianti, guardando però le due mappe c'era qualcosa che mi girava per la testa ed allora sono andato a rivedere il sito del parco ed ho capito cos'era.
    vai sul sito del parco, sezione ente parco, piano del parco, nei documenti allegati, sotto la voce piano del parco ci sono le due mappe di zonazione, 100.000 e 70.000, sono la prima che hai postato, sotto la voce procedura di valutazione ambientale strategica sono allegati altri documenti, fra cui la seconda mappa che hai postato.
    E' la mappa relativa alla zonazione stabilita in base alle osservazioni fatte dal ministero, guardandola attentamente si nota che è stata redatta ( c'è la data ) nel luglio 2015, ed è sul sito da allora ( io l'avevo vista più volte ) mi sembra strano che solo ora nasce la polemica relativa a questa riperimetrazione e sicuramente non si può dire che questa mappa fosse " nascosta " era li da quasi 5 anni, non è una cosa fatta in fretta e furia in questi giorni e di nascosto.
    Sicuramente l 'approvazione del regolamento del parco subirà un' accelerazione, per cercare di ostacolare la realizzazione di quanto previsto nel piano d'area, forse sarà possibile realizzare l' innevamento artificiale, basta fare il\i bacino\i sotto i 2100 metri ( partenza scindarella ? ) e non dovrebbero esserci troppi problemi, il recupero di Montecristo e fossa di Paganica sarebbe ugualmente possibile, il problema nascerebbe per il collegamento con Scindarella, dalle mappe non si riesce a capire se fosse possibile un percorso alternativo, a meno che, essendo già compreso nel piano d'area ed in quello del parco non lo si consideri fattibile.
    Il vero problema è che tutto ciò viene considerato, da alcune forze politiche, positivo, quando si parlava di presentare la richiesta di riperimetrazione delle aree SIC la senatrice Pezzopane ( che all' epoca contribuì fattivamente alla redazione dei confini del parco ) rivendicò il suo operato sostenendo che le aree protette erano già state ridotte al limite, intanto il termine per presentare tale richiesta è scaduto a gennaio 2019 ( all' epoca la regione era commissariata, il nuovo governatore si è insediato a febbraio 2019 ) e bisognerà aspettare quindi il 2021, ammesso che sia la volontà di farlo ( ed ho i miei dubbi )

  12. #25404
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Guardando meglio Luigi Faccia lo chiarisce in un altro messaggio ALLEGANDO QUESTA SLIDE COMPARATIVA
    Questa è una slide dei tempi della ricezione delle Osservazioni prima dell'Approvazione del Piano del Parco (2015). A sinistra la zona ante approvazione, a destra post approvazione.



    Forse, azzardo, la confusione nasce dal fatto che stiamo ancora sovrapponendo i due diversi piani (si fa presto, è un bordello):

    - approvazione del Piano del Parco (piano già già cristallizzato qualche anno fa, ma la cui approvazione è stata definitivamente chiusa solo di recente, con la firma dell'ultima Regione).
    - approvazione del regolamento del Parco, non ancora definitiva e trasmessa silenziosamente in bozza aumma aumma.... salvo poi essere scoperchiata da SGS.

    Nel piano del Parco proposto la questione dei 2100 metri e dello spostamento delle zone A c'era già: tanto è vero che la Fontari, che doveva avere un tracciato diverso più lungo e più accostato alla montagna, non fu più fatta, probabilmente anche minacciando questo motivo di ricorso. Chiaramente mo è pure conclamata e definitiva.

    Nel regolamento che ora gira in bozza tutte le questioni anzidette non fanno che complicarsi, diventando pressochè invalicabili.

  13. #25405

    Predefinito

    Indubbiamente è una situazione confusa, prova a fare chiarezza ( ma non è detto che ci riesca ) l' approvazione del piano del parco è un fatto positivo perché viene automaticamente approvato il piano d'area che prevede lo sviluppo da tutti noi auspicato e prevede espressamente l' esistenza dei bacini sciistici, inoltre fa decadere le clausole di salvaguardia che scattano automaticamente in sua mancanza nella forma più severa. E' a causa di queste clausole di salvaguardia che le fontari hanno dovuto ricalcare il percorso del vecchio impianto, essendo in vigore le norme più restrittive è vietata la costruzione di nuovi impianti, si possono solo recuperare o sostituire impianti esistenti ( rispettando il tracciato originario ), sono fortunatamente riusciti comunque ad avere una aumento delle cubature edificate per realizzare le stazioni di arrivo e partenza ( anche quelle avrebbero dovuto essere uguali all' originale ).
    Il piano del parco viene approvato dalle regioni interessate e dal ministero e recepito dall' ente parco che deve poi redigere il regolamento del parco ed è qui che nasce il problema. Quanto previsto nel piano del parco e piano d'area può essere realizzato ma è comunque sottoposto a VIA ( valutazione impatto ambientale ), nella VIA si deve tenere conto anche del regolamento del parco che quindi ne può redigere uno molto restrittivo per cercare di bloccare progetti che ritiene in contrasto con l' idea di tutela e salvaguardia ambientale che è alla base della fondazione di un parco.
    Noto però un conflitto fra i vari documenti in approvazione, cerco di spiegarmi sperando di non incartarmi , il piano del parco include il piano d'area e le mappe di zonazione, nel piano d'area è previsto che si realizzi il collegamento scindarella - fossa di paganica - Montecristo, le mappe di zonazione indicano come riserva integrale la cima del monte scindarella proprio nel punto di collegamento; approvando il piano del parco si approvano entrambi i documenti, in evidente contrasto fra di loro e non capisco che sviluppi potrebbe avere tutto ciò.
    Comunque l' idea Abruzzo regione dei parchi è stata una follia, hanno reso la vita impossibile a tanti operatori turistici, agricoltori, industrie in nome di un turismo green, di elite che in realtà non ha mai portato una lira.

  14. Skife per 66luca:


  15. #25406
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Mercoledì e Giovedì....







    Allineati e non ritrattati... è lunga.... ma

  16. #25407

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da MAXINMARE Vedi messaggio
    Mercoledì e Giovedì....







    Allineati e non ritrattati... è lunga.... ma
    Incrociamo le dita nella speranza di un week-end di powder
    Nel frattempo chiamo a CI e nessuna risposta, nella pagina FB idem, andiamo bene... Volevo solo sapere le piste aperte per Sabato sulla Scindarella

  17. #25408
    Bivalente: sci+snowabard Skifoso
    Attrezzatura
    tavola K2 turbodream, sci e scarponi Nordica "da migliorare..".

    Predefinito

    imperatore chiuso come segnalto da Max su apposito topic, interruzione corrente, che visto il meteo di oggi e weekend non gli fara grande danno economico...
    il weekend di powder dipende dal contesto, in canada o giappone se ne parla, qui la situazione è controversa...le rasoiate nordorientali sono veloci e accompagnate da forti venti, proabbilmente le adriatiche "Pure" come lanciano saranno al sicuro con neve quasi certa, anche rr in basso sara presa proabbilmente bene, il resto dell'abruzzo è a rischio..considrato il disastro del ultimo weekend, ora ci attende il weekend della merla in perizioma, o della merla con la "d", che porta un altra "sciacquata" alla poca e malconcia neve residua , forse solo il chiuso impero si salva, poi 2-3 giorni di caldo folle e la "botta"..
    Per quanto rigurada l'abruzzo centrale i siti "bombaroli" son passati dalal previsione di due giorni di bufera e accumuli di mezzo metro al giorno, all'avvicinarsi della data ritrattano con episodi intermittenti acumuli piu o meono modesti con venti forti, non il massimo, considerato che a terra non ce piu ninete o quasi
    Poi per quanto riguarda le occidentali , pescasseroli e il disastrato appennino laziale, si rischia che la pioggia se la prendono sempre tutta, il caldo piu degli altri e la neve manco la vedano in cartolina...da calamita naturale..senza se e senza ma...

    come dicono gli esperti, senza il rodano meta appennino non puo andare avanti, quello orientale si salva con le oriendali, ma quest'anno sono poche, veloci e ruotate a sud...che amarezza...
    nel frattempo sulle alpi occidentali metri di fresca e rischio valanghe alle stelle con rialzo termico da fine primavera...

  18. #25409

    Predefinito

    mi e' semrato di vedere un gatto.....


  19. Skife per 66luca:


  20. #25410

    Lightbulb Info Campo Imperatore

    Salve a tutti, vorrei andare martedi a Campo Imperatore per una sciata, che dite azzardo o la situazione è critica? non sono mai salito quest'anno su, o mi consigliate Roccaraso o altro?
    grazie mille.... se volete aggiungervi fate un fischio!

Pagina 1694 di 1765 PrimoPrimo ... 6941194159416441684168516861687168816891690169116921693169416951696169716981699170017011702170317041744 ... UltimoUltimo
-

Tags per questo thread

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •