Discussione: Abruzzo: situazione neve, piste, aperture impianti, strade, etc.

  1. #24541

    Predefinito

    Nessun problema figurati, anzi, se riusciamo ad incontrarci ci facciamo una bella birra, è vero che ci sono tanti che si portano tutto da casa, al rifugio delle Fontari c'è anche una sala tutta per loro, bisogna però anche considerare le condizioni economiche di ognuno, non possiamo pretendere che ogni turista spenda x € per venire, basta che lo faccia la maggior parte di essi, il problema è che a CI non c'è praticamente nulla per spendere soldi, per gli insulti al Sindaco ti meriti una bella stretta di mano e capisco il tuo sconforto quando vedi il GS dalla finestra ( beato te, io dalla finestra vedo il palazzo di fronte ), le potenzialità del luogo sono enormi ma, temo, che rimarranno inespresse a lungo visto l' andazzo. Sul porchettaro....... senza parole.

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da turbodream Vedi messaggio
    In assenza di neve le discusssioni off topic prendono grande rilevo, per poi sparire quando arriva la neve...

    mi sono perso la prima parte della discussione, forse sta su altri topic o diverse pagine indietro..ma un bellismo video , home wild home, testimona come il massiccio del gran sasso avrebbe grande rilevanza per la MTb. Ma nei fatti mentre come sempre "al nord" le stazioni montante hanno la mtb come equivalente estivo dello sci (scuole, noleggio, impianti, tracciati, eventi etc..), l'appennino abruzzese rimane indietro su questo aspetto di grandi prospettive come e peggio che sullo sci...
    L'aquilano o il locale dovrebbe in primis lamentarsi con la propria gestione amministrativa per lo scempio e la carenza di infrastrutture di una grandiosa localita come Imperatore, piuttosto che polemizzare sulla riduzione di sporadici flussi di sovrappolamento turistico di una risorsa montana che viene concepita come "Privata" anziche valorizzata adeguatamente (che non vuol dire detrurpata, anzi)..

    una cabinovia limitata e che fa anche pagare le bici non puo essere di certo la fonte su cui puntare per il rilancio anche estivo di imperatore. I parcheggi possono essere gestiti con pagamenti (non esagerati) che portano guadagni e indotto e si puo valutare una limitazione del traffico in determinate circostanze, ma se non sono stati attivati impianti di risalita dal lato di paganica monte cristo che sarebbero ottimi anche per le mtb in esate non si puo pensare che la gente prenda per forza la cabinovia, metnre un servizio "navetta" dedicato ai bikers sarebbe utilissimo, perchè in motli aprrezzerebbero di salire in maniera meccanizzata per godersi discesa al ritorno.
    la mancanza di offerta, ovvero di strutture (in questo casi bike park, percorsi attrezzati, impianti dedicati, scuole, noleggi, stage) limita il business per il quale la domanda c'è ed è pure consistente. In assenza di offerta strutturata che potrebbe innescare un virtuoso circolo economico locale che permetterebbe di investire in sicurezza, manutenzione, pulizia, delle montagne gli utenti diventano molto del tipo mordi e fuggi, e questo porta un mancato reddito a tutto il sistema. Il cliente viene da solo, si prota il panino e l'attrezzatura da casa, viene con la sua macchina, non pernotta e non mangia e non si crea nessun indotto, piu o meno il circuito negativo che si innesca nei tanti "parchi dei divieti" del nostro appennino, con conseguenze di sempre maggiore abbandono e difficolta di rilancio (scena che si ripete dal lazio all abruzzo al molise).
    viene prima la mancanza di iniziaitva o l'inefficienza del modello pubblico assistenzialistico applicato al tursimo della montagna? come chidersi se viene prima l'uovo o la gallina. Ma i fatti parlano chiaro, malgrado un bacio di prossimità di milioni di abitanti (assai piu privilegiato che l'appennino settentrionale dove i clienti potrebbero sono piu vicini a dolomiti e alpi) l'appennino centrale sconta un continuo regresso turistico e strutturale ad eccezzione di un'unica località. Addossare le cople ad una incapace e inadeguata gestione politica e amminstrativa è come guardare il dito mentre si indica la luna....
    La prima parte della chiacchierata con Billcottam è nata proprio nella discussione con il bel filmato di MTB aperta da Maxinmare, è sicuramente nata perché ogni volta che vedi il GS, una sua foto od un video ti rendi conto delle enormi potenzialità di sviluppo, turistico per noi ed economico per i locals, poi ti scontri con la realtà e ti arrabbi, concordo con praticamente tutto quello che hai scritto, l' unica cosa su cui dissento è quando dici che addossare le colpe alla politica ed alle cattive amministrazioni è guardare il dito e non la luna, secondo me politici ed amministratori hanno le principali colpe del degrado del GS, perché dettano loro le linee di sviluppo economico e gestionale, sono loro che insistono nel non voler privatizzare il tutto ( ed è facile capire perché ), sono loro che ostacolano la riperimetrazione delle aree vincolate dal Parco Nazionale, sono loro che continuano a presentare nuovi progetti di ampliamento degli impianti che non verranno mai approvati…..

  2. Lo skifoso 66luca ha 2 Skife:


  3. #24542

    Predefinito

    Tu senti adesso che ti dico...
    Nel 96 quando il granasso godeva di una fama e uno splendore da fare invidia a cortina d'ampezzo, tant'è vero che la domenica facevano salire soltanto 1000 persone munite di sci che poi diventavano 2000, un famoso politico dell'epoca anche lui sull'onda del successo, venne a chiedere la gestione di campo imperatore per 20 incondizionatamente e con carta bianca, alla scadenza lo avrebbe ridato, credo ovviamente dietro lauto contributo, al vecchio proprietario, cioè la pubblica amministrazione...
    Praticamente io adesso disponevo di una mega stazione con 200 chilometri di piste e 20 e più alberghi, non so quante strutture ricreative e ricettive e chi lo sa quanti milioni di guadagno per la gestione tutti glia anni...
    Il lungimirante(i) aquilano(i) che allora sciava(no) gratis si oppose(ro) e tac...porchettaro al parcheggio e ostello che si lamenta nonostante ha le camere piene
    SIGNORE E SIGNORI VI PRESENTO L'AQUILANO, MONTANARO E PECORALE INSIDE!!!
    lo recita anche il motto sullo stemma della città...
    Organizziamo sa sciata vi prego che vi faccio morire dalle risate che di questi aneddoti ne so a migliaia

  4. Lo skifoso billcottam ha 2 Skife:


  5. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  6. #24543

    Predefinito

    Tornando IT al meteo, domani martedì 10 dicembre dovrebbe entrare la perturba, con un po di vento purtroppo e termiche freddine.
    Già dalla mattinata dovrebbe cominciare a fioccare sul GS e Ovo/CF, dovrebbe farlo sino alla serata di martedì.
    Quota neve buona, tutte le basi impianti coinvolte.
    Quantitativi esigui...ma in tempo di vacche magre gioiamo comunque. Scarsi 20 cm sulla carta, speriamo nel nowcasting. Zona Majella forse qualche cm in più.
    Speriamo che il vento in alto su a Campo Imperatore permetta un accumulo decente.

    Poi ci si proetta a venerdì, dove entrerà vigorosa dal Tirreno una perturba con animo autunnale, vista la fiammata delle temperature che torneranno a salire sopra media già da sabato. Ma l'entrata del fronte umido, venerdì, impatterà con l'aria fredda presente nell'appennino e dovrebbe scaricare altri cm, con quota neve al limite. Versanti occidentali favoriti (OVO in primis nella sua parte alta). In Majella forse ci arriva solo il vento.
    Sabato purtroppo potrebbe girare un po' a pioggia sotto i 2000.

    Il lungo periodo non è attendibile, cambiano troppo drasticamente gli scenari.

    Settimana di passione, almeno per quanto mi riguarda. Mercoledì mattina si tira una prima sommatoria degli accumuli reali, e sabato speriamo si possa godere almeno di un fondo buono per una (si spesa) vicina apertura.

  7. Lo skifoso Mad77 ha 4 Skife:


  8. #24544

    Predefinito

    Purtroppo in Abruzzo la mentalità " pecorale " è estremamente diffusa e quindi invece di fare impianti nuovi si buttano ( tanti ) soldi per il museo della transumanza a Castel del Monte che è sempre chiuso perchè non ci và nessuno, io ho casa in un piccolissimo paese della Marsica, Cappadocia, in una sua frazione, Camporotondo, lo scorso anno hanno riaperto, dopo 18 anni gli impianti sciistici ( una seggiovia che serve 3 piste ) un Sindaco precedente era riuscito ad ottenere un finanziamento e tutto è rinato. In paese molte persone ritenevano e ritengono questo inutile con argomentazioni che ti fanno cadere le braccia, qui nevica poco, ma chi ci viene a sciare?, ma a cosa ci serve noi abbiamo già l' aria buona ed i panorami, se fosse stata una cosa positiva l' avremmo già fatta noi, la montagna serve per fare legna e pascolare il bestiame..... Lo scorso anno questi impianti sono stati aperti per c.a 40 giorni ( non è stato un inverno particolarmente nevoso ) con numerose presenze ed una buona ricaduta economica sulle ( poche ) attività commerciali presenti, ma ancora non riescono a capirlo. e secondo me, non lo capiranno mai.

  9. Lo skifoso 66luca ha 3 Skife:


  10. #24545

    Predefinito

    Si si si...incontriamoci...verrei volentieri anche a campo rotondo a farmi una sciata...

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da Mad77 Vedi messaggio
    Tornando IT al meteo, domani martedì 10 dicembre dovrebbe entrare la perturba, con un po di vento purtroppo e termiche freddine.
    Già dalla mattinata dovrebbe cominciare a fioccare sul GS e Ovo/CF, dovrebbe farlo sino alla serata di martedì.
    Quota neve buona, tutte le basi impianti coinvolte.
    Quantitativi esigui...ma in tempo di vacche magre gioiamo comunque. Scarsi 20 cm sulla carta, speriamo nel nowcasting. Zona Majella forse qualche cm in più.
    Speriamo che il vento in alto su a Campo Imperatore permetta un accumulo decente.

    Poi ci si proetta a venerdì, dove entrerà vigorosa dal Tirreno una perturba con animo autunnale, vista la fiammata delle temperature che torneranno a salire sopra media già da sabato. Ma l'entrata del fronte umido, venerdì, impatterà con l'aria fredda presente nell'appennino e dovrebbe scaricare altri cm, con quota neve al limite. Versanti occidentali favoriti (OVO in primis nella sua parte alta). In Majella forse ci arriva solo il vento.
    Sabato purtroppo potrebbe girare un po' a pioggia sotto i 2000.

    Il lungo periodo non è attendibile, cambiano troppo drasticamente gli scenari.

    Settimana di passione, almeno per quanto mi riguarda. Mercoledì mattina si tira una prima sommatoria degli accumuli reali, e sabato speriamo si possa godere almeno di un fondo buono per una (si spesa) vicina apertura.
    Speriamo...altrimenti è l'ultimo stagionale quello che faccio eh

  11. Skife per billcottam:


  12. #24546

    Predefinito

    Sarebbe divertente fare un raduno di skifosi a camporotondo, aspettiamo la neve e vediamo se ci si riesce

  13. #24547
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Scarponi Rossignol Track 130 '17/'18, Sci Head SSS 177 (in noleggio)

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da 66luca Vedi messaggio
    Sarebbe divertente fare un raduno di skifosi a camporotondo, aspettiamo la neve e vediamo se ci si riesce
    Io l'ho detto l'anno scorso che mi piacerebbe andare a sciare anche li.
    Non mi conviene come tempo di arrivo, probabilmente neanche come costi di viaggio, ma una giornata ce la farei volentieri.

  14. Skife per vbMizio:


  15. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  16. #24548
    Bivalente: sci+snowabard Skifoso
    Attrezzatura
    tavola K2 turbodream, sci e scarponi Nordica "da migliorare..".

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da 66luca Vedi messaggio
    ... l' unica cosa su cui dissento è quando dici che addossare le colpe alla politica ed alle cattive amministrazioni è guardare il dito e non la luna, secondo me politici ed amministratori hanno le principali colpe del degrado del GS, perché dettano loro le linee di sviluppo economico e gestionale, sono loro che insistono nel non voler privatizzare il tutto ( ed è facile capire perché ), sono loro che ostacolano la riperimetrazione delle aree vincolate dal Parco Nazionale, sono loro che continuano a presentare nuovi progetti di ampliamento degli impianti che non verranno mai approvati…..

    fose l'allegoria del dito e la luna non era chiara, ma col passare del tempo sono sempre piu convinto che PA e politica non siano fattori esterni ed estranei ma siano esattamente l'spressione politica di chi li ha votati e fanno come sempre quello che le lobby che li sostengono gli dicono di fare..
    Di conseguenza mi sembra che la carenza strutturale legata agli impegni assunti dalla politica sia percepita negativamente da noi appassionati e dai quei locals che amano gli sport invernali, la montagna e vedono una possibilta per loro e per i loro cittadini nel busienss del truismo. Molto probabilmente c'è un ben piu numeroso e influente "zoccolo" di personaggi che sono rappresentati dalle amminstrazioni locali in maniera più che corente, che non vogliono "Intrusi" sulle loro montagne, che sono invidiosi di chi ci ha fatto un business, magari chi ci è evenuto a investire partendo da altre città:il vicino invidioso, l'anti modernista, il "meglio pochi", etc.c. sono tutti atteggiamenti che hanno trovato la loro rappresentazione in gestioni politiche locali, comunali e regionali tra le piu vergognose al mondo per la getione del patrimonio turistico montano. Lazio, abruzzo, molise fanno a gara in questo e ce ne danno continua dimostrazione.

    Ma a conferma che con diversi approcci e diversi poteri nella stessa realtù si possono avere risultati opposti, noto che la regione abruzzo vede convivere il fallimento di tante stazioni e progetti turistici, di tanti potenziali da gestiore ma al contempo vanta la piu importante realtà di turismo invernale a sud del po (forse a sud dell'adige), con investimenti (pubblici) sempre costanti e abbondanti, viabilita ottima, piste e impianti di altissimo livello, offerta turistica sempre sold out in alta stagione, un indotto che risolleva un bacino di utenza di 20-30 km di raggio e più..
    Ecco che allora probabilmente la volontà politica non è un astratto e teorico ostacolo ovunque, ma è sicurmanete mirata e gestita e trova "supporto" nelle realta in cui si manifesta con i suoi nefasti effetti...

    Se la vipera cornuta diventa un elmento proibitivo per futuri investimenti sciistici sul gran sasso o nelle marsica, la stessa probabilmente diventerebbe una risorsa in alto sangro, dove anziche imporre divieti si pubblicizzerebbero le vipere cornute da fotografare in estate sotto i piloni, si esalterebbe il valore commerciale e l'indotto positivo per i locali dal commercio di preziosissimi manufatti in pelle di vipera cornuta..lo skipass stagionale con custodia in pelle di vipera verrebbe venduto a 1000 euro...
    La cosa incomprensibile, o forse la chiave di lettura è che alto sangro, Campo imperatore, Ovindoli e Prati di tivo ricadono nella stessa regione, 3 di essi nella stessa provincia....

  17. Skife per turbodream:


  18. #24549
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da turbodream Vedi messaggio
    La cosa incomprensibile, o forse la chiave di lettura è che alto sangro, Campo imperatore, Ovindoli e Prati di tivo ricadono nella stessa regione, 3 di essi nella stessa provincia....
    ... "o forse la chiave di lettura". Ecco.

    Tuttavia, se anche così fosse, ormai è lampante che sono ciechi e folli (i termini sarebbero diversi, ma mi contengo). Perchè col ben di Dio che si ritrovano (e lasciamo stare quest'inizio sfortunato di stagione, capita ovunque) altrove ci farebbero il bengodi.

    Speriamo che nevichi, va
    Ultima modifica di MAXINMARE; 09-12-2019 alle 06:28 PM.

  19. #24550

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da turbodream Vedi messaggio
    fose l'allegoria del dito e la luna non era chiara, ma col passare del tempo sono sempre piu convinto che PA e politica non siano fattori esterni ed estranei ma siano esattamente l'spressione politica di chi li ha votati e fanno come sempre quello che le lobby che li sostengono gli dicono di fare..
    Di conseguenza mi sembra che la carenza strutturale legata agli impegni assunti dalla politica sia percepita negativamente da noi appassionati e dai quei locals che amano gli sport invernali, la montagna e vedono una possibilta per loro e per i loro cittadini nel busienss del truismo. Molto probabilmente c'è un ben piu numeroso e influente "zoccolo" di personaggi che sono rappresentati dalle amminstrazioni locali in maniera più che corente, che non vogliono "Intrusi" sulle loro montagne, che sono invidiosi di chi ci ha fatto un business, magari chi ci è evenuto a investire partendo da altre città:il vicino invidioso, l'anti modernista, il "meglio pochi", etc.c. sono tutti atteggiamenti che hanno trovato la loro rappresentazione in gestioni politiche locali, comunali e regionali tra le piu vergognose al mondo per la getione del patrimonio turistico montano. Lazio, abruzzo, molise fanno a gara in questo e ce ne danno continua dimostrazione.

    Ma a conferma che con diversi approcci e diversi poteri nella stessa realtù si possono avere risultati opposti, noto che la regione abruzzo vede convivere il fallimento di tante stazioni e progetti turistici, di tanti potenziali da gestiore ma al contempo vanta la piu importante realtà di turismo invernale a sud del po (forse a sud dell'adige), con investimenti (pubblici) sempre costanti e abbondanti, viabilita ottima, piste e impianti di altissimo livello, offerta turistica sempre sold out in alta stagione, un indotto che risolleva un bacino di utenza di 20-30 km di raggio e più..
    Ecco che allora probabilmente la volontà politica non è un astratto e teorico ostacolo ovunque, ma è sicurmanete mirata e gestita e trova "supporto" nelle realta in cui si manifesta con i suoi nefasti effetti.

    Se la vipera cornuta diventa un elmento proibitivo per futuri investimenti sciistici sul gran sasso o nelle marsica, la stessa probabilmente diventerebbe una risorsa in alto sangro, dove anziche imporre divieti si pubblicizzerebbero le vipere cornute da fotografare in estate sotto i piloni, si esalterebbe il valore commerciale e l'indotto positivo per i locali dal commercio di preziosissimi manufatti in pelle di vipera cornuta..lo skipass stagionale con custodia in pelle di vipera verrebbe venduto a 1000 euro...
    La cosa incomprensibile, o forse la chiave di lettura è che alto sangro, Campo imperatore, Ovindoli e Prati di tivo ricadono nella stessa regione, 3 di essi nella stessa provincia....
    Posta così mi trova molto più d' accordo, del resto gli amministratori locali ed i rappresentanti politici vengono spesso " indicati " da lobby, gruppi di potere locale ed esponenti della " società civile " in grado di spostare molti voti, io continuo a chiedermi perché a Roccaraso gli ambientalisti non protestano mai….

  20. #24551

    Predefinito

    quello che è stato descritto è accaduto sistematicamente anche al Matese - Campano, dove i "forestieri" non li volevano. Da bambini era una eterna lotta per noi che venivamo dalla città, ci vedevano come intrusi si comportavano quasi sempre male con noi. Dopo il boom degli anni 60 i turisti se ne sono andati per sempre e ragionevolmente non torneranno più.
    Bocca della Selva stazione chiusa e tutto abbandonato, Campitello sempre in bilico tra chiusura e rilancio ma siamo già nel versante molisano del Matese.
    I problemi sono sempre gli stessi. Oggi al Matese rimpiangono i turisti che per anni hanno maltrattato. Mi auguro che ciò non accada anche in Abruzzo

  21. #24552

    Predefinito

    in arrivo unpo di freddo e neve ..... poi purtroppo rialzo termico da sabato si torna con media autunnali

  22. #24553

  23. #24554
    Bivalente: sci+snowabard Skifoso
    Attrezzatura
    tavola K2 turbodream, sci e scarponi Nordica "da migliorare..".

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da il Matesino Vedi messaggio
    quello che è stato descritto è accaduto sistematicamente anche al Matese - Campano, dove i "forestieri" non li volevano. Da bambini era una eterna lotta per noi che venivamo dalla città, ci vedevano come intrusi si comportavano quasi sempre male con noi. Dopo il boom degli anni 60 i turisti se ne sono andati per sempre e ragionevolmente non torneranno più.
    Bocca della Selva stazione chiusa e tutto abbandonato, Campitello sempre in bilico tra chiusura e rilancio ma siamo già nel versante molisano del Matese.
    I problemi sono sempre gli stessi. Oggi al Matese rimpiangono i turisti che per anni hanno maltrattato. Mi auguro che ciò non accada anche in Abruzzo
    uno scenario di conflittualità o di "incongruo senso di appartenenza" della montagna a chi ci abita piu vicino, che contraddistingue molte realta oggi in declino nello secnerio appenninico, da livata (montagna di subiaco piu che di roma), al terminillo (faida di reatini), a tante realta abruzzesi, le stesse stazioni marsicane (CF e Ovo) sono riuscite ad espandersi per la vicinanza alla capitale, ma non di certo per lo spirito accogliente e innovativo dei locali (con alcune ottime eccezioni), che sono stati per anni ostili e poco propensi al turista, ora le cose stanno cambiando ma ci sono voluti decenni..altrove in questi decenni è andata assai peggio, sono sopravvenuti i parchi dei divieti (simile alle mentalità ottuse di molti locali) e l'abbandono...
    effettivamente i sangritani, sembrerebbero abruzzesi "anomali", un po per il diffuso accento campano (tipico della zona in verita, non importato), un po anche per il modo di fare piu campano che abruzzese, forse per contaminazione, svegli, propensi al turismo, ospitali, piu scaltri commercianti che ostili montanari.

    oltre ai parchi che condannano lo sviluppo economico di intere regioni, probabilmente altrettanto grave il fatto che singoli comuni, a volte piccolie ostili, abbiano avuto il potere di veto o di gestione su investimenti milionari come quelli sugli impianti sciistici, ancora peggio che a simili comuni ne sia stata affidata la gestione..

  24. Skife per turbodream:


  25. #24555

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da turbodream Vedi messaggio
    uno scenario di conflittualità o di "incongruo senso di appartenenza" della montagna a chi ci abita piu vicino, che contraddistingue molte realta oggi in declino nello secnerio appenninico, da livata (montagna di subiaco piu che di roma), al terminillo (faida di reatini), a tante realta abruzzesi, le stesse stazioni marsicane (CF e Ovo) sono riuscite ad espandersi per la vicinanza alla capitale, ma non di certo per lo spirito accogliente e innovativo dei locali (con alcune ottime eccezioni), che sono stati per anni ostili e poco propensi al turista, ora le cose stanno cambiando ma ci sono voluti decenni..altrove in questi decenni è andata assai peggio, sono sopravvenuti i parchi dei divieti (simile alle mentalità ottuse di molti locali) e l'abbandono...
    effettivamente i sangritani, sembrerebbero abruzzesi "anomali", un po per il diffuso accento campano (tipico della zona in verita, non importato), un po anche per il modo di fare piu campano che abruzzese, forse per contaminazione, svegli, propensi al turismo, ospitali, piu scaltri commercianti che ostili montanari.

    oltre ai parchi che condannano lo sviluppo economico di intere regioni, probabilmente altrettanto grave il fatto che singoli comuni, a volte piccolie ostili, abbiano avuto il potere di veto o di gestione su investimenti milionari come quelli sugli impianti sciistici, ancora peggio che a simili comuni ne sia stata affidata la gestione..
    aggiungo: molti abitanti di quei luoghi prima hanno fatto di tutto affinché i "forestieri" non ci tornassero più per le vacanze e poi, restati soli, hanno anche abbandonato i loro luoghi natii lamentandosi della solitudine e dell'abbandono.

    - - - Updated - - -

    bella nevicata in corso a Pescocostanzo

Pagina 1637 di 1681 PrimoPrimo ... 637113715371587162716281629163016311632163316341635163616371638163916401641164216431644164516461647 ... UltimoUltimo



Tags per questo thread

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •