Pagina 2 di 10 PrimoPrimo 12345678910 UltimoUltimo
Mostra risultati da 16 a 30 di 137

Discussione: Progetto ski indoor a Selvino...che ne pensate?

  1. #16

    Predefinito

    Una cosa che in Italia e poi sulle alpi non ha proprio senso soprattutto economico.

    Personalmente non credo scierei al coperto quando posso andare in qualche localita vicina o alla peggio allo Stelvio d'estate.

    Economicamente, fossi una banca non gli darei un euro in prestito.

  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  3. #17

    Predefinito

    leggo che sarà interrato, quindi con buona resa termica. Chissà se il tetto lo ricoprono di pannelli solari, non so le quantità di energia che servono, sarei curioso di capire se riuscirebbe ad automantenersi... se così fosse, mi faccio eleggere presidente di regione e riempo l'umbria di questi cosi (meglio dei capannoni dei centri commerciali saranno)

  4. #18
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Teo Vedi messaggio
    Io invece spero che ne facciano...
    Quanto a impatto ambientale sono sicuramente meglio di quelle distese di pannelli solari che stanno invadendo le nostre campagne... se si fanno le cose fatte bene sono meglio di un centro commerciale o di un palazzetto dello sport.
    Non male come ragionamento.

    Secondo te l'impatto ambientale di un gigantesco frigorifero sotterraneo che produce centinaia di tonnellate di neve quando fuori ci sono 30° (sottoterra ce ne potranno essere 15), CONSUMANDO una quantità di ENERGIA pari ad un'industria siderurgica, è "migliore" (già un termine molto vago) di un sistema che PRODUCE ENERGIA a impatto ambientale pari a ZERO.


    Proponi le tue teorie ad alcune amministrazioni locali, potresti fare carriera!

  5. #19

  6. #20

    Predefinito

    Ma infatti...Fosse in città ok ma è già in montagna XD
    Non paragoniamo i pannelli solari con un megafrigorifero....Che poi sarebbe meglio mettere i pannelli sui tetti e non nei terreni agricoli ok....Ma cambiamo completamente discorso....
    Qui stiamo parlando di cementificare mezza montagna

  7. #21
    fotoskier Skifoso
    Attrezzatura
    Volkl Kuro - K2 Pon2oon - Line OPUS - Line SN 100 - Rossignol GS fis r23 - Rossignol HERO SL fis - Head SSS

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da madflyhalf Vedi messaggio
    Secondo te l'impatto ambientale di un gigantesco frigorifero sotterraneo che produce centinaia di tonnellate di neve quando fuori ci sono 30° (sottoterra ce ne potranno essere 15), CONSUMANDO una quantità di ENERGIA pari ad un'industria siderurgica, è "migliore" (già un termine molto vago) di un sistema che PRODUCE ENERGIA a impatto ambientale pari a ZERO.
    Che le farm di pannelli solari non abbiano impatto lo dici tu...
    si stanno sacrificando ettari di campi per metterci quegli obrobri, e a parte fare SCHIFO esteticamente, quando sarà finita la moda del solare, rimarranno li, inutilizzati, a coprire terra che magari potrebbe fare del grano o altri generi alimentari...
    Io sono d'accordo a usare i pannelli solari su edifici, capannoni, case, sfruttare lo spazio costruito per produrre energia, ma quando vedo una collina DEVASTATA dai pannelli mi chiedo se chi fa queste cose abbia un minimo di senso dell'ambiente...


    Prima di un obrobrio del genere, preferisco un "frigorifero" che si autoalimenta...

  8. #22

    Predefinito

    Tutto ciò avvalora l'idea che sia una CAGATA PAZZESCA.
    Il thread di Fabio "no a tutto, e come faremo a far girare le seggiovie?" aveva già tirato fuori il problema: NO sempre e comunque, a qualunque cosa.

    Chi ha pensato di fare uno skidome ai piedi delle alpi è inequivocabilmente un pirla perchè sarebbe come fare una piscina a onde nel sud della Sardegna.
    Coprirla di pannelli solari limiterebbe l'impatto ambientale? No, ovviamente, perchè il megafrigo consumerebbe MOLTO di più di quello che potrebbe produrre.

    I campi di pannelli solari sono un'idiozia se messi al Nord, dove la stragrande maggioranza del terreno è coltivabile e fertile: l'unica ipotesi plausibile sarebbe quella di metterli al Sud dove il terreno è più "difficile", c'è più sole, piove molto meno, ci sono aree depresse che gioverebbero di investimenti (non si creerebbero millemila posti di lavoro, ma "qualche posto" è meglio di "nessun posto") solo che sappiamo bene con chi si deve scendere a patti per costruire qualcosa da quelle parti.....benchè ormai in Lombardia le cose non vadano tanto diversamente.

    In conclusione: cerchiamo di essere più elastici sulle valutazioni, dicendo NO a clamorose idiozie come lo skidome di Selvino. Per il resto, ragioniamo un pò di più e cerchiamo, per quanto possibile, di non applicare il concetto del NIMBY.

  9. #23

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Maxxx155 Vedi messaggio
    Chi ha pensato di fare uno skidome ai piedi delle alpi è inequivocabilmente un pirla perchè sarebbe come fare una piscina a onde nel sud della Sardegna.
    L'Aquafan a Riccione funziona però.

  10. #24

    Predefinito

    Se lo ricoprono di pannelli solari riescono si e no a farci andare il frigorifero del bar o l'acqua calda degli spogliatoi.

    Vorrei avere il conforto di gente piu esperta di me (Fabio ?) mpossibile che sia autosufficiente a mio avviso.

  11. #25

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Teo Vedi messaggio
    Che le farm di pannelli solari non abbiano impatto lo dici tu...
    si stanno sacrificando ettari di campi per metterci quegli obrobri, e a parte fare SCHIFO esteticamente, quando sarà finita la moda del solare, rimarranno li, inutilizzati, a coprire terra che magari potrebbe fare del grano o altri generi alimentari...
    Io sono d'accordo a usare i pannelli solari su edifici, capannoni, case, sfruttare lo spazio costruito per produrre energia, ma quando vedo una collina DEVASTATA dai pannelli mi chiedo se chi fa queste cose abbia un minimo di senso dell'ambiente...


    Prima di un obrobrio del genere, preferisco un "frigorifero" che si autoalimenta...
    Grazie al cielo il PV a terra è stato "fermato" almeno per un po'. I primi conti energia hanno fatto tutto sommato poco danno (nel senso che se gli imprenditori con grano avessero capito quanto rendevano avrebbero disteso pannelli ovunque).

    Penso che la sola copertura del capannone non possa nemmeno coprire le spese dei condizionatori e soprattutto dei compressori. Potrebbero arrivare a 1-2 MW di potenza, fai un "per 1300" e trovi l'energia prodotta in un anno: 1,3 - 2,6 GWh. Non ho idea della potenza dei compressori e dei condizionatori necessaria ma anche restando bassi penso che superino facilmente i 500 kW di potenza con funzionamento però per molte ore l'anno. Così, a naso con il solo tetto non coprono nemmeno il 50% dell'energia richiesta.

    Trovato qualcosa: per i soli cannoni: http://www.skiforum.it/forum/showthr...ll=1#post57315 poi un po' di energia serve per tenere freddo. I cannoni andranno si e no per 1/10 dell'anno. Ce ne sono anche da meno: http://www.technoalpin.com/it/produk...ventola-piano/
    Ma secondo me quello che "ciuccia energia" è il condizionamento.

    Per esempio, qui parlano di un magazzino per la conservazione delle mele (non so a che temperature sono tenute ma probabilmente ad una molto simile): http://nuke.poloenergia.com/Servizi/...5/Default.aspx e si parla di caso 5 --> 2,3 GWh/anno. Quindi con il solo fotovoltaico mi sa che lo skidome è fuori dalla sufficienza energetica (ripeto, ad occhio...).

    Se lo fanno avranno le loro buone ragioni, purchè non ci sia nel modo più assoluto l'intervento pubblico.

    Concordo sul disastroso impatto ambientale o meglio "visivo" che hanno gli impianti PV a terra. Riempiamo i capannoni che ne abbiamo di spazio e poi ci pensiamo.

  12. #26

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ntm82 Vedi messaggio
    L'Aquafan a Riccione funziona però.
    Primo perchè il mare a Riccione fa schifo.
    Secondo perchè l'ultima onda che s'è vista in riviera romagnola era una cbr 600
    Terzo: la costa ovest-sud ovest della Sardegna è una meta riconosciuta per il surf....
    IN poche parole: era un paragone per dire che sarebbe una scemenza.

  13. #27

    Predefinito

    Allora facciamo un pò di ordine
    Premesso che non sono molto favorevole allo skidome, ma molti di voi non conoscendo Selvino pensano che a quasi 1.000 mt di altitudine uno ski indoor sia un'eresia.
    Selvino per la bergamasca è un paese molto turistico che in estate, con molte iniziative, cerca di soddisfare quel turista che negli anni passati aveva investito molti soldi per comprare casa e cerca di attirarne altri per riempire gli alberghi.
    Ormai con gli anni, visto l'innalzamento delle temperature, investire per nuovi impianti sciistici sarebbe una perdita di soldi, quindi cerca di attirare il turista con altre forme di divertimento che possano essere condivisibili o no.

  14. #28

    Predefinito

    Avevo aperto una disussione simile l'anno scorso. Per me l'unico neo invece è la posizione, dovrebbe essere più spostato in pianura.
    Qui i pro:
    1. siamo contornati da montagne= più utenti
    2. per avvicinare allo sci con costi e tempi minori
    3. allenamenti estivi non più legati al meteo pazzerello dei ghiacciai
    4. allenamenti serali
    5. impatto ambientale sicuramente minore rispetto allo sci su ghiacciaio.

  15. #29

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Maxxx155 Vedi messaggio
    Primo perchè il mare a Riccione fa schifo.
    Secondo perchè l'ultima onda che s'è vista in riviera romagnola era una cbr 600
    Terzo: la costa ovest-sud ovest della Sardegna è una meta riconosciuta per il surf....
    IN poche parole: era un paragone per dire che sarebbe una scemenza.
    Ripeto che non sono molto favorevole ma il paragone con Riccione ci può stare.
    Primo, le montagne a Selvino per sciare fanno scifo.
    Secondo, l'ultima nevicata l'hanno vista come me che abito a Bergamo
    Terzo più a nord nella bergamasca ci stanno le località della valle Brembana, Seriana e Scalve, che facciano lì nuovi impianti

    Ciao Max, hai fatto poi il giro dolomitico in moto?

  16. #30

    Predefinito

    Come scritto nei vari giornali, per andare a break-even prevedono 180.000 persone l'anno. Sono circa 500 al giorno, ma chi caxxo ci va durante i mesi invernali quando si può sciare out-door ad un ora da Milano??!?!?!?

    Per me è proprio una cattedrale nel deserto, mi chiedo chi investe in un periodo di crisi così 50.000.000 di euro!!

Pagina 2 di 10 PrimoPrimo 12345678910 UltimoUltimo



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •