Vedi risultati sondaggio: Quale soluzione per ridurre il traffico sui passi dolomitici?

Votanti
52. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Pedaggio ed eventuali bus gratuiti

    21 40.38%
  • Chiusura a fasce orarie

    18 34.62%
  • Chiusure giornaliere singole

    3 5.77%
  • Lasciare così com'è

    10 19.23%
Pagina 4 di 22 PrimoPrimo 1234567891011121314 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 46 a 60 di 325

Discussione: Riduzione del traffico estivo sui passi in Dolomiti.

  1. #46

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da marcolski Vedi messaggio
    ho fatto settimana scorsa...in due giorni la strada che va da belluno-auronzo di cadore-misurina-cortina-per finire a ortisei passando dal sella-pordoi col gallina.falzerago e non picchiatemi se dimentico qualcosa......a passo d uomo praticamente...tra moto che mi tagliavano la strada e ciclisti in fila da tre....pazzesco...ma con pazienza e calma sono arrivato alla fine...mache due palle sti ciclisti in mezzo ai ball....e le moto che ti facevano purgare.....
    Purtroppo ad Agosto se ne vedono di tutti i colori, sia dai ciclisti che dai motociclisti, automobilisti e camperisti... sembra che sta gente che va in ferie lasci il cervello a casa

  2. #47

    Predefinito

    io sono tornato settimana scorsa da Corvara... se fai un escursione a colfosco (per curiosità l'ultimo giorno arrivai con mio padre fino all'attacco della Tridentina) sembra di fare un escursione accanto al Mugello! Sul dritto prima dei tornanti del passo è un continuo di tirate al limitatore da parte dei bikers
    giuro che dopo un pò dà veramente fastidio essere in un bosco incontaminato circondato da montagne stupende e sentire sempre quel casino!
    Tornando invece dalla val gardena ci hanno fermato obbligatoriamente a Plan del Gralba per un questionario... praticamente chiedevano se fosse necessaria una circonvallazione per Selva di Gardena (direi di si senza dubbio) e se fossimo disposti a pagare un pedaggio per fare il passo oppure in alternativa che strada/mezzi avremmo preso per arrivare in Val Badia. Mi sa che stanno seriamente pensando di dare un taglio a quel casino che si trova sui passi e aggiungo FINALMENTE!

    Edit: io l'avevo detto a scherzo ma a quanto pare non sono l'unico ad aver tirato fuori questa similitudine!

    Moto, sulle Dolomiti come al Mugello | Alto Adige

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #48

    Predefinito

    Non sono mai stato sulle Dolomiti, sono motociclista, vado in MTB e più raramente faccio escursioni. Però in quelle zone mi sembra ci sia troppo la mentalità vietiamo tutto che non sia nei canoni standard o che non porta soldi.

    Non solo sui vostri passi c'è traffico di moto, auto, camper ecc.. in lombardia parecchi passi di confine sono presi d'assalto da turisti tedeschi in moto per andare verso i nostri mari oppure da italiani come me per fare il classico giretto della domenica. Per non parlare del passo dello stelvio, gottardo, il sempione, il maloja e potrei elencarli a decine. Tutti i weekend c'è un via-vai di moto. Anche qui c'è qualche polemica ma si vive tutti pacificamente.

    Vietare alle moto di fare un passo, secondo loro va bene, ma vietare ad un SUV che consuma quanto una nave da crociera di arrivare ad un rifugio in un parco nazionale è impensabile perchè quel bauscia porta soldi.
    Come il motivo di vietare alle MTB di passare su sentieri che non siano larghi quanto la bici messa di traverso, ma perchè questo divieto? perchè io non potrei fare un giro che mi piacerebbe fare ma che presenta sentieri stretti non posso passare? per non infastidire quegli escursionisti che hanno ancora la mentalità che la montagna è sacrificio e fatica, ma io, mtbiker non posso passare perchè secondo loro, quello che faccio io è uno svago ed è pericoloso perchè rischierei di travolgerli, se non uso la testa potrebbe anche essere vero, ma se si sa che in zona ci sono escursionisti, si rallenta si saluta e si riparte.

    Che grande crimine avrei commesso io che vado in moto o in mtb di non poter godere di questi panorami? ok ci sono i deficenti che poi mettono in cattiva luce tutta una categoria, ma vietare qualcosa a qualcuno non è la cosa corretta.

    Ora non uccidetemi ho solo espresso un punto di vista da estraneo e non conoscitore delle vostre zone, è come vedo io la situazione da fuori.

  5. #49

    Predefinito

    ma guarda forse non ho espresso fino in fondo il mio punto di vista, anche perchè concordo pienamente con quel che dici.
    Il punto è che i bikers a me non darebbero fastidio SE rispettassero il codice della strada e non prendessero un passo dolomitico per una pista! Sorpassi in curva, traiettorie come se dall'altra parte non venisse mai nessuno, ecc... ecco per me questo è un comportamento pericoloso per gli stessi piloti ma soprattutto per gli altri. L'inquinamento acustico non ce l'avresti se sali tranquillo come fanno le macchine, non si tratta quindi di vietare il transito a nessuno ma far sì che esso avvenga secondo le regole visto che anche loro è giusto che possano godere di quei panorami incredibili! Credimi che in quel contesto è una cosa bruttissima sentire il rombo delle moto a tutto gas così ripetutamente.

    Questa frase detta dal sindaco di Selva di Gardena riassume bene la questione:

    L'impressione diffusa è che a loro interessi più la strada che l'ambiente e i panorami.

  6. #50

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Stefano-Mini Vedi messaggio
    ma guarda forse non ho espresso fino in fondo il mio punto di vista, anche perchè concordo pienamente con quel che dici.
    Il punto è che i bikers a me non darebbero fastidio SE rispettassero il codice della strada e non prendessero un passo dolomitico per una pista! Sorpassi in curva, traiettorie come se dall'altra parte non venisse mai nessuno, ecc... ecco per me questo è un comportamento pericoloso per gli stessi piloti ma soprattutto per gli altri. L'inquinamento acustico non ce l'avresti se sali tranquillo come fanno le macchine, non si tratta quindi di vietare il transito a nessuno ma far sì che esso avvenga secondo le regole visto che anche loro è giusto che possano godere di quei panorami incredibili! Credimi che in quel contesto è una cosa bruttissima sentire il rombo delle moto a tutto gas così ripetutamente.

    Questa frase detta dal sindaco di Selva di Gardena riassume bene la questione:

    L'impressione diffusa è che a loro interessi più la strada che l'ambiente e i panorami.
    Be certo.. ci sono quelli esalati che prendo le strade come una pista, per quello ho detto che non bisogna condannare tutta una categoria.

    Poi con la moto il concetto di viaggio è diverso, la moto non è il mezzo con cui arrivare a destinazione, ma nella moto il viaggio è una componente quasi fondamentale. Se la strada fa schifo ma l'ambiente è stupendo in moto non è che ci si diverte molto ma anche il contrario non è molto bello ossia strada fantastica ma panorama deprimenti. Infatti in alcune strade ci sono concentrazioni di motociclisti maggiore di altre perchè, tra piacere di guida, strada e ambiente rendono la gita in moto molto bella.

    Però te l'ho detto, a me, da estraneo, sembra che le dolomiti per "preservare il loro patrimonio" tendono a voler vietare tutto quello che non è "di massa"

  7. #51

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da 8dario6 Vedi messaggio
    la moto non è il mezzo con cui arrivare a destinazione
    Lo testimoniano egregiamente certi stolti che infatti a destinazione non arrivano.

  8. #52

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da 8dario6 Vedi messaggio

    Però te l'ho detto, a me, da estraneo, sembra che le dolomiti per "preservare il loro patrimonio" tendono a voler vietare tutto quello che non è "di massa"
    Solo non vogliono diventare la meta di turismo di massa perdendo il suo fascino particolare.
    BOLZANO. "Nel 2010 sono arrivati in Alto Adige 5,7 milioni di ospiti, per un totale di 28,6 milioni di pernottamenti. Lo ha detto l'assessore provinciale al turismo H.Berger:"Si tratta solo di preservare e sostenere in maniera oculata l'armonia tra paesaggio, prodotti e persone. L'ospite del futuro non cerca la massa o le monoculture, ma è sempre più alla ricerca di emozioni e di spazi vitali. Ecco perchè noi puntiamo a fare dell'Alto Adige la località europea più desiderata".
    da Turismo: 2010 anno record per l'Alto Adige | Alto Adige

    E di nuovo parlano di raduno di HD in Canazei,
    Fra pioggia e temporali, è iniziato oggi sulle strade delle Dolomiti, in val di Fassa, con partenza da Canazei, un raduno di moto Harley Davidson, che vede la partecipazione di centauri provenienti da tutta Italia e da Austria, Germania e Svizzera.
    "Portare un migliaio di motociclisti sui passi di montagna è contrario alla filosofia che sta alla base del riconoscimento delle Dolomiti come patrimonio naturale dell'umanità", dice l'assessore altoatesino all'ambiente, Michl Laimer, secondo cui "il riconoscimento ottenuto dall'Unesco non può essere sfruttato per operazioni di marketing che pesano sull'ambiente e la natura delle nostre splendide montagne".
    Contrarietà viene espresso anche dai Verdi altoatesini.
    "Il giro sui passi, nel cuore delle Dolomiti patrimonio Unesco, comporterà un inquinamento acustico mai sentito in questa zona che rischia di diventare un inferno del rumore".
    politici:
    Le Harley dividono i centauri doc | Alto Adige
    Secondo il deputato (BZ) i raduni in montagna andrebbero evitati: «Una volta ci sono capitato per caso, a Passo Rolle: c'era il raduno delle Yamaha. Impressionante. È già faticoso gestire gruppi di 5-6 motociclette, immaginarsi quando sono centinaia. Credo - continua Holzmann - che eventi di questo tipo in montagna vadano evitati, o comunque gli organizzatori dovrebbero essere responsabili rispetto al numero di partecipanti, che non deve essere eccessivo».
    Vedo da dentro cosi:
    Nel prossimo futuro (l'estate prossima?) faranno pagare tutti chi girano intorno i 4 passi con veicoli motorizzati. Non vedono l'altra via di uscita per diminuire il traffico. Ma ci saranno di meno? di sentire
    il rombo delle moto a tutto gas
    ?

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #53

    Predefinito

    Comunque a me girano le balle perché quando giro non faccio mai casino, rispetto il silenzio, non m'infilo per i prati, evito di usare l'auto in certi posti se non per necessità; e alla fine devo pagare io per una certa parte di maleducati e ignoranti che non sanno stare al mondo.

  11. #54

    Predefinito

    Questa idea del raduno delle Harley Davidson la trovo semplicemente folle.Come il raduno che ogni anno fanno allo Stelvio.

  12. #55

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Ghevèn Vedi messaggio
    Comunque a me girano le balle perché quando giro non faccio mai casino, rispetto il silenzio, non m'infilo per i prati, evito di usare l'auto in certi posti se non per necessità; e alla fine devo pagare io per una certa parte di maleducati e ignoranti che non sanno stare al mondo.
    Vero purtroppo... per esempio quest'anno in alta badia c'era l'iniziativa per scoraggiare l'uso dell'auto a scapito dei mezzi pubblici. Praticamente se eri sicuro di non usare la macchina per almeno 5 giorni consegnavi le chiavi all'hotel, loro te la infiocchettavano tipo pacco regalo e ti mettevano sul vetro un adesivo con scritto "anche l'auto va in vacanza". Alla fine del soggiorno ti davano una sorpresa, nel nostro caso uno strudel fatto dalla pasticceria dell'hotel!
    Che un semplice pedaggio scoraggi il transito sui passi? io non credo davvero... se uno decide per un giro in moto non penso che cambi destinazione per 5-10€... io la butterei più su controlli severi e multe salate per chi sgarra.

  13. #56

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da simon70 Vedi messaggio
    Questa idea del raduno delle Harley Davidson la trovo semplicemente folle.Come il raduno che ogni anno fanno allo Stelvio.
    A parte il super flop annunciato dell'inziativa ecco un pensiero dei locals a riguardo !!

    Harley

    Raduno Harley Canazei


    Grande Sedola !!!!!!

  14. #57

    Predefinito Sì al pedaggio sullo Stelvio, la Provincia di Bolzano ha deciso

    ""
    Dal 2012 le auto pagheranno per salire dal versante altoatesino

    Arriva il pedaggio a quota 2.758 su una delle strade più panoramiche d'Europa: il passo dello
    Stelvio. La giunta provinciale di Bolzano ha deciso di fare sul serio e dall'anno prossimo sarà approntato il primo casello sul versante altoatesino della strada che, dopo avere raggiunto le
    pendici del ghiacciaio dello Stelvio, ridiscende nelle piane della Lombardia.

    Per i ciclisti (che non saranno coinvolti dalla misura) si tratta della mitica Cima Coppi, che si raggiunge dopo avere percorso 48 tornanti. Immersa nel Parco nazionale dello Stelvio, la strada è percorsa ogni estate da migliaia e migliaia di automobilisti e di motociclisti che giungono qui da ogni parte d'Europa.

    Oggi la strada viene chiusa durante l'inverno, ma d'estate subisce l'assalto dei turisti e così la Provincia autonoma ha deciso per il pedaggio. Gli importi incassati andranno alle opere di manutenzione della strada e anche a investimenti per la tutela dell'ambiente e del paesaggio alpino.

    Dopo il primo esperimento con il pedaggio introdotto sul passo del Rombo, una strada poco frequentata che conduce in Austria, ora Bolzano ha deciso di intervenire su un'arteria certo piu' importante. Per quanto riguarda il versante lombardo - ha sottolineato il presidente Luis Durnwalder - ogni decisione spetta alle autorità locali competenti. E se per lo Stelvio il pedaggio è ormai cosa fatta, nulla è stato ancora deciso per le strade dei passi dolomitici.

    3 ottobre 2011""
    da altoadige.gelocal.it

  15. #58

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Maxima Vedi messaggio
    ""
    Dal 2012 le auto pagheranno per salire dal versante altoatesino

    Arriva il pedaggio a quota 2.758 su una delle strade più panoramiche d'Europa: il passo dello
    Stelvio. La giunta provinciale di Bolzano ha deciso di fare sul serio e dall'anno prossimo sarà approntato il primo casello sul versante altoatesino della strada che, dopo avere raggiunto le
    pendici del ghiacciaio dello Stelvio, ridiscende nelle piane della Lombardia.

    Per i ciclisti (che non saranno coinvolti dalla misura) si tratta della mitica Cima Coppi, che si raggiunge dopo avere percorso 48 tornanti. Immersa nel Parco nazionale dello Stelvio, la strada è percorsa ogni estate da migliaia e migliaia di automobilisti e di motociclisti che giungono qui da ogni parte d'Europa.

    Oggi la strada viene chiusa durante l'inverno, ma d'estate subisce l'assalto dei turisti e così la Provincia autonoma ha deciso per il pedaggio. Gli importi incassati andranno alle opere di manutenzione della strada e anche a investimenti per la tutela dell'ambiente e del paesaggio alpino.

    Dopo il primo esperimento con il pedaggio introdotto sul passo del Rombo, una strada poco frequentata che conduce in Austria, ora Bolzano ha deciso di intervenire su un'arteria certo piu' importante. Per quanto riguarda il versante lombardo - ha sottolineato il presidente Luis Durnwalder - ogni decisione spetta alle autorità locali competenti. E se per lo Stelvio il pedaggio è ormai cosa fatta, nulla è stato ancora deciso per le strade dei passi dolomitici.

    3 ottobre 2011""
    da altoadige.gelocal.it

    Da ciclista sono favorevole a questa iniziativa purchè i soldi incassati vadano veramente alla manutenzione della strada ed alla tutela della montagna.
    Ho paura che però questo sia solo l'inizio e fra qualche anno faranno pagare numerosi valichi.

  16. #59

    Predefinito

    Beh buon per loro,
    vedremo se questa soluzione porterà più o meno passaggi in cima al passo,
    magari poi quando i commercianti inizieranno a lamentarsi dei mancati introiti,
    faranno mea culpa --->

    Ovviamente,potendo scegliere tra un passo dolomitco gratuito e uno a pagamento....
    faccio tanti saluti allo Stelvio....

  17. #60

    Predefinito

    «sono state decise anche le tariffe che saranno in vigore: 5 euro per le auto e per le moto, 25 euro per i pullman e 12,5 euro per i camper».
    Il pedaggio sullo Stelvio: «vignette» da 5 euro i residenti non pagano | Alto Adige

    «La riscossione della tariffa verrà attraverso l'acquisto da parte degli utenti di un apposito contrassegno - la vignetta - da esporre sul parabrezza del veicolo. Il contrassegno potrà essere acquistato presso le associazioni turistiche, gli alberghi, i bar, i negozi ed altri punti da individuare."
    Gli operatori turistici di Trafoi e Gomagoi hanno commentato positivamente la notizia; più perplesso il sindaco di Stelvio che avrebbe preferito una consultazione preventiva coinvolgendo anche la Lombardia e la Svizzera oltre agli operatori economici.

Pagina 4 di 22 PrimoPrimo 1234567891011121314 ... UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •