icona Skitags: Alta Pusteria - Monte Elmo - Croda Rossa [23] Padola - Val Comelico [5]

Pagina 38 di 43 PrimoPrimo ... 28293031323334353637383940414243 UltimoUltimo
Mostra risultati da 556 a 570 di 633

Discussione: Collegamento Croda Rossa di Sesto-Padola

  1. #556

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Sperem Vedi messaggio
    Io non dico più nulla...hai ragione, ragione da vendere. Sei esattamente come loro vivete di illusioni, pensate di avere e non avete un *****. Per tua informazione Luxottica, Safilo, Marcolin le produzioni le hanno all’estero non in Cadore. Di aziende chiuse, di capannoni vuoti e di aree industriali improbabili ne è pieno il bellunese; ci lavoro in quella zona e ti posso assicurare che non è semplice perché sta letteralmente crollando il settore industriale. Il comparto turistico è minimo, certo avrebbe potenzialità, ma se neppure loro ci credono sarà difficile uscirne. Di eccellenze ce ne sono indubbio. Stiamo parlando di Padola..giusto? Ecco dimmi tu che tanto la conosci, d’estate a maggio-giugno dove andresti a prenderti un gelato? Mi dici quante belle gelaterie/ pasticcerie ci sono? No perché il più delle volte debbo riparare sulla Sammontana
    Tanto per curiosità, ma un abitante di Padola ti ha picchiato da piccolo?!?

  2. Skife per HCTorino:


  3. #557

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HCTorino Vedi messaggio
    Tanto per curiosità, ma un abitante di Padola ti ha picchiato da piccolo?!?
    No assolutamente, non sono neppure veneto. Vivo in Veneto da 18 anni, sono, ahimè, un funzionario commerciale e la mia area è : Veneto-Friuli Venezia Giulia - Trentino Alto Adige. Innamorato perso delle Dolomiti,quelle più vere: Val Zoldana, Val Agordina, Cadore ecc ecc. passo almeno 20 giorni all’anno a camminare, 25/30 giorni l’anno a sciare, circa 20 giorni l’anno per lavoro. Alloggio spesso in hotel quando mi sposto per lavoro e per questo ho una conoscenza di ciò che è veramente un posto perché non esiste soluzione migliore per farlo che andarci fuori stagione. Ho clienti in zona e ti posso di sicuro dire che la situazione non è delle più rosee. Tutto quello che hai detto tu è vero, esiste un patrimonio unico ma purtroppo non valorizzato. Oggi ero da un cliente che produce totem in cartone da mettere nei centri commerciali, davanti a negozi che abbiano giro; ebbene li fa per Gitschberg - Jochtal e ne ha già prodotti circa 150 da mettere in Veneto. Ti sembra normale? A me no, non parliamo di decine di migliaia di euro ma di qualche migliaio.

  4. Lo skifoso Sperem ha 2 Skife:


  5. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  6. #558

    Predefinito

    Sperem rispetto la tua conoscenza del Comelico e del Cadore, capisco la tua rabbia per quello che non è e quello che potrebbe essere.

    Io paradossalmente mi appassiono più a realtà difficili come quella del Cadore e del Comelico rispetto a realtà del Trentino, perfetto su tutti i fronti.

    Per intendersi, provo più soddisfazione a prendermi un caffè o un gelato in un paesino sconosciuto immerso in un bel panorama rispetto a prenderlo a Cortina o a Moena.

    Padola a me piace, purtroppo ho letto che ha chiuso per fine gestione l'Hotel 4 Stelle La Torre, a proposito, sai se riaprirà a breve?

    L'Hotel Comelico e il D'La Varda sulle piste da sci e il Meublè a Dosoledo hanno recensioni discrete seppur non ottime come quelle degli Hotel in Pusteria, il livello è come dici inferiore, alcuni possono ricordare gli Hotel degli anni 80 ma questo non è necessariamente una criticità per tutti.

    L' Hotel 3 Pini a Danta di Cadore mi sembra abbia ottime recensioni, anche prima del rinnovamento camere avvenuto lo scorso anno.

    Ad Auronzo, l'Hotel Centrale mi sembra sia un ottimo Hotel.

    Così giusto per far capire che sebbene ci siano i periodi di bassa stagione, dove trovi molte saracinesche abbassate, puoi comunque contare su una ricettività di un certo livello nei periodi estivo e invernale.

    Poi la web Cam su Padola è oggettivamente un bel vedere...

    http://padolawebcam.pcriot.com/?fbcl...FFl7EjuV94CglA

  7. #559

    Predefinito

    Mi spiace ma non so se l’Hotel la Torre riaprirà e quando. Spero che la prossima gestione sia migliore di quella pessima appena passata.

  8. #560

    Predefinito

    Molto ben gestiti anche il gia citato albergo diffuso a costalta (costauta) e l'agriturismo-ristorante botton d'oro a costalissoio (poche camere ma molto graziose, ottimo ristorante, panorama 10 e lode)

  9. #561

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Il Pordenonese Vedi messaggio
    Molto ben gestiti anche il gia citato albergo diffuso a costalta (costauta) e l'agriturismo-ristorante botton d'oro a costalissoio (poche camere ma molto graziose, ottimo ristorante, panorama 10 e lode)
    Bene a sapersi...

    https://www.albergodiffusocostauta.it/come-arrivare/
    https://www.tripadvisor.it/Hotel_Rev...no_Veneto.html
    https://www.facebook.com/albergodiffusocostauta


  10. #562

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HCTorino Vedi messaggio
    Tanto per curiosità, ma un abitante di Padola ti ha picchiato da piccolo?!?
    Ha ha ha il sospetto effettivamente sale.. Suvvia un po' di positivita' il Comelico e l'Italia intera ne hanno bisogno di questi tempi.

    Vi allieto con delle belle immagini aeree della vallata in inverno, le infrastrutture si costruiscono le mentalita' cambiano e in una cornice cosi il potenziale, beh! Giudicate voi..

    https://www.youtube.com/watch?v=hc6n9xRV-Ek

  11. Lo skifoso LaMonella ha 6 Skife:


  12. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre


  13. #563

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da LaMonella Vedi messaggio
    Ha ha ha il sospetto effettivamente sale.. Suvvia un po' di positivita' il Comelico e l'Italia intera ne hanno bisogno di questi tempi.

    Vi allieto con delle belle immagini aeree della vallata in inverno, le infrastrutture si costruiscono le mentalita' cambiano e in una cornice cosi il potenziale, beh! Giudicate voi..

    https://www.youtube.com/watch?v=hc6n9xRV-Ek
    Gran bel video, le infrastrutture si costruiscono anche in meno di dieci anni, le mentalità cambiano in 50 anni. Scusa LaMonella, ma tu i giornali locali li leggi? No perché dire che le mentalità cambiano con le notizie di questi giorni è come bestemmiare in Chiesa. Leggere, informarsi conoscere prima di parlare, e se sei del luogo devi ammettere che qualcosa sta cambiando, ma le difficoltà che si trovano per l’ostracismo della stragrande maggioranza sono notevoli.

  14. Skife per Sperem:


  15. #564

    Predefinito

    Senza offesa, ostacoli e ostracismi come tu li chiami sono accentuati da un’attitudine negativa che tu stesso alimenti accanendoti su questo luogo quasi ti avesse fatto un torto, non sono locale ma conosco la situazione in quanto ho a cuore il Comelico, lo frequento regolarmente dall’infanzia.. Sto notando che queste difficoltà hanno unito la gente di questa vallata come mai prima e che si sta cercando di invertire questa difficile situazione con tutti i mezzi possibili, che ne dici di aiutarli invece di manifestare così palesemente il tuo dissenso? Se proprio ti stanno così sulle palle almeno evita di urlargli contro.

  16. Lo skifoso LaMonella ha 2 Skife:


  17. #565

    Predefinito

    Fine dei giochi...


    Impianti verso il Comelico, da Roma il no definitivo
    Il collegamento sciistico da Sesto. Il ministero del turismo ha ribadito i vincoli paesaggistici Possibile solamente la riqualificazione delle strutture esistenti con “modeste integrazioni”


    Alta pusteria. È destinato a restare un sogno, come lo aveva definito Franz Senfter una settimana fa, al momento di inaugurare il nuovo impianto a fune sul Monte Elmo, sopra Sesto Pusteria. Il presidente della società 3 Zinnen si riferiva al collegamento attraverso impianti e piste con il Comelico Superiore ed in particolare con Padola, nel Bellunese. Da Roma, dal ministero della cultura e del turismo, è arrivata la notizia che i vincoli paesaggistici su Auronzo e sui paesi del Comelico sono stati confermati, pur con qualche alleggerimento, rispetto alle 97 prescrizioni previste.

    A determinate condizioni di rispetto ambientale, saranno consentite le centraline idroelettriche, le opere di sicurezza idraulica, mentre per gli impianti sciistici sarà riconosciuta solo la riqualificazione, con “modeste integrazioni” dell’esistente.

    Il collegamento previsto con la Pusteria è insomma improponibile. A meno di molte deroghe. Di fronte alla notizia arrivata da Roma, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha già annunciato il ricorso al Tar del Lazio. La notifica del decreto, che a giorni comparirà in Gazzetta Ufficiale, è stata fatta ai sindaci interessati. E la reazione dei sindaci bellunesi è stata immediata: delusa e arrabbiata. “È una vergogna”, hanno subito concordato Tatiana Pais Becher, sindaco di Auronzo, e Giancarlo Ianese, di San Nicolò Comelico.

    Le controdeduzioni alle osservazioni presentate da Regione, Comuni e Regole sono firmate dal nuovo soprintendente di Venezia Vincenzo Tiné, con il quale Zaia aveva intavolato una collaborazione costruttiva: “Si tratta di un mero elenco di prescrizioni e limitazioni, stilato senza la conoscenza delle peculiarità del territorio montano, un elenco contro il quale ricorreremo in ogni sede opportuna”, ha affermato il presidente, lamentando che è stato respinto “l’appello da me formalizzato al ministro Franceschini per ridiscutere e approfondire l’intera questione”.

    La “Dichiarazione di notevole interesse pubblico” per il territorio è firmata non dal ministro Franceschini, ma dal direttore Federica Galloni. In questo caso la politica ha ascoltato la componente tecnico-burocratica. L’appello del governatore del Veneto al ministro era stato inviato pochi giorni fa. La risposta è stata una nota che dichiara l’impossibilità di sospendere la procedura di apposizione di vincolo stante lo “straordinario valore naturalistico” dell’area in esame.

    Zaia aveva cercato di convincere il ministero ricordando la rinascita delle Dolomiti dalla tempesta Vaia e in vista delle Olimpiadi: “Un elenco di prescrizioni e limitazioni – ha aggiunto Zaia – non può governare la ricostruzione e l’ammodernamento di un’area così straordinaria, grazie anche all’attenzione e alla coscienza sempre poste nell’agire da parte dei sindaci e dei cittadini, che devono essere ascoltati e devono poter dare il loro contributo nella tutela paesaggistica ed ambientale futura. È il contributo di chi in queste montagne vive e amministra e le conosce meglio di chiunque altro”.

    All'inizio dell'estate scorsa contro i vincoli e a favore del collegamento erano scesi in piazza gli abitanti del Comelico, sostenuti anche da quelli di Sesto, che avevano ottenuto promesse di un riesame della decisione che Venezia prima e Roma poi avevano preso. Ora il "no" al collegamento è stato confermato. Quello di Senfter è destinato a rimanere un sogno..
    https://www.altoadige.it/cronaca/pus...tivo-1.2210046

    - - - Updated - - -

    Ritenevo Franceschini un ministro tutto sommato buono, invece tra i vincoli e le riforme che sta portando avanti (seguendo la linea dell'altro ignorante di Bonisoli) si sta rivelando per quello che è... un deficente anche lui (nel senso tecnico del termine: manca di intelligenza).

    Ormai forse l'unica speranza rimane la crisi di governo e nuove elezioni... ma sempre che non si allunghi troppo il brodo e Senfter si stufi della telenovela, a quel punto altro che no al collegamento... lascia pure gli impianti di Padola e si concentra altrove.

  18. #566

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da fla5 Vedi messaggio
    Fine dei giochi...


    Impianti verso il Comelico, da Roma il no definitivo
    Il collegamento sciistico da Sesto. Il ministero del turismo ha ribadito i vincoli paesaggistici Possibile solamente la riqualificazione delle strutture esistenti con “modeste integrazioni”


    Alta pusteria. È destinato a restare un sogno, come lo aveva definito Franz Senfter una settimana fa, al momento di inaugurare il nuovo impianto a fune sul Monte Elmo, sopra Sesto Pusteria. Il presidente della società 3 Zinnen si riferiva al collegamento attraverso impianti e piste con il Comelico Superiore ed in particolare con Padola, nel Bellunese. Da Roma, dal ministero della cultura e del turismo, è arrivata la notizia che i vincoli paesaggistici su Auronzo e sui paesi del Comelico sono stati confermati, pur con qualche alleggerimento, rispetto alle 97 prescrizioni previste.

    A determinate condizioni di rispetto ambientale, saranno consentite le centraline idroelettriche, le opere di sicurezza idraulica, mentre per gli impianti sciistici sarà riconosciuta solo la riqualificazione, con “modeste integrazioni” dell’esistente.

    Il collegamento previsto con la Pusteria è insomma improponibile. A meno di molte deroghe. Di fronte alla notizia arrivata da Roma, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha già annunciato il ricorso al Tar del Lazio. La notifica del decreto, che a giorni comparirà in Gazzetta Ufficiale, è stata fatta ai sindaci interessati. E la reazione dei sindaci bellunesi è stata immediata: delusa e arrabbiata. “È una vergogna”, hanno subito concordato Tatiana Pais Becher, sindaco di Auronzo, e Giancarlo Ianese, di San Nicolò Comelico.

    Le controdeduzioni alle osservazioni presentate da Regione, Comuni e Regole sono firmate dal nuovo soprintendente di Venezia Vincenzo Tiné, con il quale Zaia aveva intavolato una collaborazione costruttiva: “Si tratta di un mero elenco di prescrizioni e limitazioni, stilato senza la conoscenza delle peculiarità del territorio montano, un elenco contro il quale ricorreremo in ogni sede opportuna”, ha affermato il presidente, lamentando che è stato respinto “l’appello da me formalizzato al ministro Franceschini per ridiscutere e approfondire l’intera questione”.

    La “Dichiarazione di notevole interesse pubblico” per il territorio è firmata non dal ministro Franceschini, ma dal direttore Federica Galloni. In questo caso la politica ha ascoltato la componente tecnico-burocratica. L’appello del governatore del Veneto al ministro era stato inviato pochi giorni fa. La risposta è stata una nota che dichiara l’impossibilità di sospendere la procedura di apposizione di vincolo stante lo “straordinario valore naturalistico” dell’area in esame.

    Zaia aveva cercato di convincere il ministero ricordando la rinascita delle Dolomiti dalla tempesta Vaia e in vista delle Olimpiadi: “Un elenco di prescrizioni e limitazioni – ha aggiunto Zaia – non può governare la ricostruzione e l’ammodernamento di un’area così straordinaria, grazie anche all’attenzione e alla coscienza sempre poste nell’agire da parte dei sindaci e dei cittadini, che devono essere ascoltati e devono poter dare il loro contributo nella tutela paesaggistica ed ambientale futura. È il contributo di chi in queste montagne vive e amministra e le conosce meglio di chiunque altro”.

    All'inizio dell'estate scorsa contro i vincoli e a favore del collegamento erano scesi in piazza gli abitanti del Comelico, sostenuti anche da quelli di Sesto, che avevano ottenuto promesse di un riesame della decisione che Venezia prima e Roma poi avevano preso. Ora il "no" al collegamento è stato confermato. Quello di Senfter è destinato a rimanere un sogno..
    https://www.altoadige.it/cronaca/pus...tivo-1.2210046

    - - - Updated - - -

    Ritenevo Franceschini un ministro tutto sommato buono, invece tra i vincoli e le riforme che sta portando avanti (seguendo la linea dell'altro ignorante di Bonisoli) si sta rivelando per quello che è... un deficente anche lui (nel senso tecnico del termine: manca di intelligenza).

    Ormai forse l'unica speranza rimane la crisi di governo e nuove elezioni... ma sempre che non si allunghi troppo il brodo e Senfter si stufi della telenovela, a quel punto altro che no al collegamento... lascia pure gli impianti di Padola e si concentra altrove.

    Ha Ha Ha piacerebbe a qualcuno, in realta' non e' proprio cosi…

  19. Skife per LaMonella:


  20. #567

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da LaMonella Vedi messaggio
    Senza offesa, ostacoli e ostracismi come tu li chiami sono accentuati da un’attitudine negativa che tu stesso alimenti accanendoti su questo luogo quasi ti avesse fatto un torto, non sono locale ma conosco la situazione in quanto ho a cuore il Comelico, lo frequento regolarmente dall’infanzia.. Sto notando che queste difficoltà hanno unito la gente di questa vallata come mai prima e che si sta cercando di invertire questa difficile situazione con tutti i mezzi possibili, che ne dici di aiutarli invece di manifestare così palesemente il tuo dissenso? Se proprio ti stanno così sulle palle almeno evita di urlargli contro.
    Io li aiuto, ci vado a lasciar loro ogni 18/20 giorni i soldi, ci vado a camminare d’estate, parlo con la gente, porto su gente. Quando i sindaci dei vari comuni s’inc****no perché Safilo lascerà a casa da qui al 2022 ( notizia sui giornali locali, che invito a leggere) esuberi di personale, perché la Regione non dà loro aiuti ed allora pensano di andare in deroga ai piani regolatori aumentando la cubatura delle zone artigianali/ industriali se mi permetti gli urlo contro, perché non hanno capito un c***o! Se frequenti la zona. saprai che i comuni non hanno preso soldi dai bandi europei perché si sono attivati in tempo...Ecco questo mi fa adirare, la loro cecità verso una realtà che è cambiata e che non li fa cambiare. Tanto così per dire , quindici giorni fa ho alloggiato per una sera in un hotel a tre stelle....come cena : minestra in brodo, pasta aglio olio e peperoncino, minestrone ligure....saltimbocca alla romana, formaggio, cotoletta alla milanese.....purè, piselli e carote, insalata mista. Ti sembra normale? Metti che si faccia il collegamento come pensi che viva un hotel che ha ancora questa mentalità? Sono riusciti per beghe personali a far chiudere le Terme..dai bisogna essere realistici il turismo non è nel loro DNA,che poi tanti s’impegnino e stiano ottenendo ottimi risultati è un altro conto.

  21. Skife per Sperem:


  22. #568

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da LaMonella Vedi messaggio
    Ha Ha Ha piacerebbe a qualcuno, in realta' non e' proprio cosi…
    ..mah! anch'io , come sperem, conosco da sempre la zona. mie piccole considerazioni:
    Perchè Zaia a 'sto punto non mobilita le forze IMPRENDITORIALI del Veneto? (se ancora ESISTONO!!), oppure capitali della regione?.
    I 35 milioni del fondo Brancher non sono di Senfter, sono di chi presenta progetti di sviluppo.......e il VENETO NON HA mai presentato uno STRACCIO di Business Plan!!!
    E poi, sapete quanto occorre in auto (dati michelin) da Padola al Passo M Croce? 12 minuti!!!!!!! (su strada anni '60).
    Mie piccole speranze:
    navetta skibus su strada decente (con fermata turistica alle cascate e alla diga dei zatterieri)
    riapertura Terme di valgrande (costate milioni e sempre chiuse)
    Ristrutturazione rifugio Berti (uno dei +belli delle dolomiti, ancora con il bagno al piano superiore e sentiero d'accesso difficoltoso -ancora con l'argano -mi racconta mio padre ing. minerario- REGALATO dalla Miniera di Salafossa negli anni '60)!)
    Ristrutturazione rifugi Coltrondo Nemes e accesso invernale verso Psso Palombino e Val Visdende
    ...etc. sarebbe davvero un segno di RISCOSSA!!!
    Dimenticavo....per QUESTE COSE CI VUOLE (un minimo di) MANICO e cooperazione!!!!!!...La finirei di invocare il destino ingrato e piangersi addosso!!!!!!! e sperare in BABBO NATALE SPECK!!!!!!!!
    DA Natale TUTTI A PADOLA per prendere la NAVETTA!!!!! (sperando in piatti + 'attrattivi' del minestrone e cotoletta....:-)))

  23. Lo skifoso enricobok ha 4 Skife:


  24. #569

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Sperem Vedi messaggio
    Io li aiuto, ci vado a lasciar loro ogni 18/20 giorni i soldi, ci vado a camminare d’estate, parlo con la gente, porto su gente. Quando i sindaci dei vari comuni s’inc****no perché Safilo lascerà a casa da qui al 2022 ( notizia sui giornali locali, che invito a leggere) esuberi di personale, perché la Regione non dà loro aiuti ed allora pensano di andare in deroga ai piani regolatori aumentando la cubatura delle zone artigianali/ industriali se mi permetti gli urlo contro, perché non hanno capito un c***o! Se frequenti la zona. saprai che i comuni non hanno preso soldi dai bandi europei perché si sono attivati in tempo...Ecco questo mi fa adirare, la loro cecità verso una realtà che è cambiata e che non li fa cambiare. Tanto così per dire , quindici giorni fa ho alloggiato per una sera in un hotel a tre stelle....come cena : minestra in brodo, pasta aglio olio e peperoncino, minestrone ligure....saltimbocca alla romana, formaggio, cotoletta alla milanese.....purè, piselli e carote, insalata mista. Ti sembra normale? Metti che si faccia il collegamento come pensi che viva un hotel che ha ancora questa mentalità? Sono riusciti per beghe personali a far chiudere le Terme..dai bisogna essere realistici il turismo non è nel loro DNA,che poi tanti s’impegnino e stiano ottenendo ottimi risultati è un altro conto.
    Spiacente per le tue cattive esperienze, ovviamente offerta e servizio non sono paragonabili a quelli del vicino e immensamente piu` privilegiato Altoadige; nonostante cio' testimonianze anche sul presente forum dimostrano che comunque strutture eccellenti sono presenti sia in Comelico sia in Cadore. Non sarei cosi affrettato nell`esprimere giudizi sul mancato sfruttamento di fondi europei, stiamo parlando di zone in difficolta' che devono sopperire costantemente a situazioni di urgenza prima di pensare a qualsiasi altra cosa; ne io ne tu possiamo effettivamente sapere del perche non si sia in tempo ricorso ad aiuti vari, incompetenza? Forse, ma non puoi esserne certo, presumendo tu non sia impiegato nelle amministrazioni locali...

    Abbiamo un'attitudine e una visione diametralmente opposta, tu non convinceresti me ed io non convincerei te mi sembra quindi superfluo continuare questa conversazione.

  25. Skife per LaMonella:


  26. #570

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da enricobok Vedi messaggio
    ..mah! anch'io , come sperem, conosco da sempre la zona. mie piccole considerazioni:
    Perchè Zaia a 'sto punto non mobilita le forze IMPRENDITORIALI del Veneto? (se ancora ESISTONO!!), oppure capitali della regione?.
    I 35 milioni del fondo Brancher non sono di Senfter, sono di chi presenta progetti di sviluppo.......e il VENETO NON HA mai presentato uno STRACCIO di Business Plan!!!
    E poi, sapete quanto occorre in auto (dati michelin) da Padola al Passo M Croce? 12 minuti!!!!!!! (su strada anni '60).
    Mie piccole speranze:
    navetta skibus su strada decente (con fermata turistica alle cascate e alla diga dei zatterieri)
    riapertura Terme di valgrande (costate milioni e sempre chiuse)
    Ristrutturazione rifugio Berti (uno dei +belli delle dolomiti, ancora con il bagno al piano superiore e sentiero d'accesso difficoltoso -ancora con l'argano -mi racconta mio padre ing. minerario- REGALATO dalla Miniera di Salafossa negli anni '60)!)
    Ristrutturazione rifugi Coltrondo Nemes e accesso invernale verso Psso Palombino e Val Visdende
    ...etc. sarebbe davvero un segno di RISCOSSA!!!
    Dimenticavo....per QUESTE COSE CI VUOLE (un minimo di) MANICO e cooperazione!!!!!!...La finirei di invocare il destino ingrato e piangersi addosso!!!!!!! e sperare in BABBO NATALE SPECK!!!!!!!!
    DA Natale TUTTI A PADOLA per prendere la NAVETTA!!!!! (sperando in piatti + 'attrattivi' del minestrone e cotoletta....:-)))
    Lo skibus c'è già.

    L'investitore c'è già, i soldi pure...non capisco il senso di cercare altri fantomatici investitori, quando c'è già un progetto che trova il consenso unanime della popolazione locale, che è quella che conosce meglio il territorio ed ha più interesse a preservarlo.

    Lo stato dovrebbe essere al servizio della popolazione e non il contrario.

    Infine, una cosa che proprio non manca in Comelico è la buona cucina.

  27. Lo skifoso HCTorino ha 2 Skife:


Pagina 38 di 43 PrimoPrimo ... 28293031323334353637383940414243 UltimoUltimo



Tags per questo thread

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •