icona Skitags: Alta Pusteria - Monte Elmo - Croda Rossa [23] Padola - Val Comelico [5]

Pagina 13 di 36 PrimoPrimo ... 34567891011121314151617181920212223 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 181 a 195 di 535

Discussione: Collegamento Croda Rossa di Sesto-Padola

  1. #181

    Predefinito

    Alcune novità in vista del collegamento :

    http://corrierealpi.gelocal.it/bellu...361?ref=search


    Spero di non violare il regolamento mettendo un link esterno.

    A presto.

    Max.

  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  3. #182

    Predefinito

    Ma scherzi? È una informazione, mica una pubblicità commerciale...

  4. Lo skifoso thefabius ha 2 Skife:


  5. #183

    Predefinito

    Copio e incollo in testo così rimane in memoria sul forum

    «Giro delle Cime tutto sciabile a dicembre 2017»


    Comelico Superiore, il sindaco Staunovo Polacco è ottimista A giorni la commissione Vas si esprime sulla variante

    COMELICO SUPERIORE. «L'obiettivo è che il Giro delle Cime sia completamente sciabile per il dicembre 2017». Marco Staunovo Polacco, sindaco di Comelico Superiore, osserva con soddisfazione l’andamento di questa stagione turistica estiva («Gli albergatori mi dicono che è andata bene, molto bene»), ma guarda soprattutto avanti, ai prossimi appuntamenti che impegneranno la sua amministrazione.
    «Il 9 settembre – spiega – la commissione Vas (Valutazione ambientale strategica) darà il parere conclusivo e cumulativo sulla variante urbanistica del primo stralcio della parte di collegamento sciistico ancora mancante per unire Comelico e Pusteria: la pista e l’impianto di risalita da Valgrande a Cima dei Colesei e Passo Montecroce e rientro, rendendo anche definitivo lo skiweg che dal Passo Montecroce riconduce a Valgrande. Questo è lo stralcio, per intenderci, già finanziato con i fondi ex-Odi per 10 milioni e che prevede una compartecipazione dei privati per 6 milioni, secondo lo specifico bando del 2012. Ci aspettiamo il via libera dalla commissione Vas, anche perché abbiamo avuto nel frattempo varie valutazioni positive sull’impatto ambientale».
    Il parere della commissione Vas raccoglie e fa sintesi, infatti, dei pareri emessi da vari enti, fra i quali la Sovrintendenza ai Beni archeologici, quella ai Beni paesaggistici, Arpav, Centro valanghe, Forestale, Genio civile, tutti i Comuni limitrofi e la Provincia.
    «Il passaggio del 9 settembre è dunque fondamentale e propedeutico, poi, alla stesura del bando vero e proprio, che stiamo studiando con i tecnici, e che verrà stilato a seguito della variante urbanistica, che riguarda impianto, pista e progetto preliminare».
    Tempi per l’approvazione? «La porteremo in consiglio ad ottobre e poi seguiremo il normale iter per l’approvazione».
    Intanto Staunovo Polacco attende anche la convocazione del tavolo comune, sotto la regia provinciale, nel quale proporre i progetti strategici da finanziare con il fondo dei Comuni di confine (ex Brancher, ex Odi), fase di passaggio prima che gli stessi progetti vadano all’attenzione del Comitato paritetico presieduto dal Roger De Menech. «Lì sarà presentato il secondo stralcio, che andrà a chiudere l’anello del Giro delle Cime, ovvero il tratto da Val Grande alla pista Campo, con parcheggi, viabilità, impianti di innevamento, connessione elettrica».
    E con i parcheggi a che punto siamo? «Nei prossimi giorni avremo una riunione con i proprietari dei terreni, ai quali sottoporremo una nostra ipotesi operativa».

    Qualche anticipazione? «Voglio parlarne prima con gli interessati; di certo l’ipotesi è di usufruire degli attuali spazi, ai piedi degli impianti, con un percorso di accesso ed uscita snello, semplice e se possibile a senso unico». Insomma l’obiettivo, conferma il sindaco è che «quando verrà emesso il bando per il primo stralcio si possa essere a buon punto anche con del secondo stralcio da parte dei Fondi di confine, così da poter sottoporre ai privati che vorranno investire il quadro completo dell’operazione». Il socio privato interessato al collegamento è la Sextner Dolomiten, «con la quale – conferma Staunovo Polacco – i rapporti sono costanti e sempre molto positivi».

  6. Lo skifoso fla5 ha 5 Skife:


  7. #184

    Predefinito

    «Collegati con la Pusteria entro la fine del 2017»
    Comelico Superiore. Il sindaco Marco Staunovo Polacco replica alle critiche «Il Giro delle Cime è la nostra priorità. A Gennaio il via libera per i contributi»

    COMELICO SUPERIORE. «L'obiettivo è arrivare al collegamento sciistico con la Pusteria nel più breve tempo possibile». Marco Staunovo Polacco, sindaco di Comelico Superiore, non usa mezzi termini e sgombra il campo dalla polemiche che serpeggiano qua e là. «È ovvio», prosegue, «che se qualcuno ha intenzione di fare una polemica politica su questo argomento, noi non siamo disponibili. Litighiamo su tutto, se vogliamo, ma non certo su un progetto dal quale dipende il futuro del turismo non solo del nostro Comune, ma di tutto il Comelico e oltre. Un progetto che ci vede in piena sintonia con Franz Senfter e la Sextner Dolomiten; sul quale stiamo lavorando con il massimo impegno così da avere nel più breve tempo tutte le carte in regola per iniziare i lavori».
    A Padola e in Comelico in questi giorni (ma già da qualche mese) non si parla d'altro. Sulle piste e nei bar, nelle piazze e salendo in seggiovia, l'argomento è questo: quando il Giro delle Cime, che unisce il Comelico alla Pusteria, sarà tutto percorribile sci ai piedi? È vero che qualcuno tergiversa? Che rema contro? Il sindaco fa chiarezza, «una volta per tutte, così come ho già avuto modo di dire personalmente a chi mi ha votato e a chi ha votato contro: il collegamento è la priorità della nostra amministrazione».
    Ed è quello che ha avuto modo di ripetere poi ieri sera a Dosoledo, dove ha convocato la popolazione proprio per ragguagliare tutti sull'andamento delle operazioni. «Una riunione finalizzata a rappresentare la variante urbanistica in riferimento al progetto che riguarda l'impianto di risalita da Valgrande a Collesei e delle piste da Collesei a Passo Montecroce e da Passo Montecroce fino a Valgrande. Per intenderci quella parte già finanziata dal Fondo Odi per 10 milioni e dai privati per 6 milioni».
    Insomma, i progetti vanno avanti, ma tutte le carte devono essere al loro posto.
    «Nell'ottica della massima trasparenza abbiamo voluto questa assemblea pubblica, anche perché la procedura della Commissione regionale Vas (Valutazione ambientale strategica, n.d.r.) prevede uno spazio dedicato alla concertazione, e soprattutto perché ci teniamo a rendere tutti partecipi dell'avanzamento dei lavori. In una quindicina di giorni, poi, il consiglio comunale varerà questa variante urbanistica e la commissione regionale Vas avrà sessanta giorni per il suo parere».
    Ma per completare il Giro manca ancora un tassello...
    «Sì, quello più importante, che chiude il cerchio e che riguarda l'impianto da Valgrande a Col d'la Tenda e relativa pista, con i parcheggi, l'elettrificazione, il bacino di innevamento, l'acquisto dei mezzi, l'innevamento. Una parte importante e corposa, che prevede venti milioni di finanziamento pubblico e otto privato, ma il cui iter prevediamo sia meno lungo».
    Quindi confermato il termine del 2017 per completare il Giro?
    «Spero proprio di sì, contando di avere tutte le autorizzazioni necessarie entro il 2016. Stiamo lavorando per questo».
    Quando si saprà qualcosa di certo?
    «Aspettiamo la convocazione del Comitato paritetico (ex-Brancher,
    ex-Odi, n.d.r.) in gennaio. Ma sulla priorità di questo collegamento fra i progetti da finanziare siamo tutti d'accordo come sindaci, come del resto le province di Belluno e di Bolzano. Quindi ci attendiamo un via libera unanime».
    http://corrierealpi.gelocal.it/bellu...017-1.12691431

  8. Lo skifoso fla5 ha 3 Skife:


  9. #185

    Predefinito

    Non ci ho mai sciato a Sesto,
    ho letto report entusiastici però circa piste e preparazione delle stesse...

    Volendo cambiare dal solito giro,
    invece del plan farei un giro qui partendo dalla pianura,in giornata.

    Arrivando quindi da A27,
    in questo momento è necessario arrivare in ogni caso fino a Sesto e le zone rimangono scollegate,ho inteso bene?

  10. #186

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Bibe Vedi messaggio
    Non ci ho mai sciato a Sesto,
    ho letto report entusiastici però circa piste e preparazione delle stesse...

    Volendo cambiare dal solito giro,
    invece del plan farei un giro qui partendo dalla pianura,in giornata.

    Arrivando quindi da A27,
    in questo momento è necessario arrivare in ogni caso fino a Sesto e le zone rimangono scollegate,ho inteso bene?

    Ciao Bibe,
    per adeso la zona Padola/Passo Monte Croce risulta scollegata dal resto del comprensorio( o almeno non sci ai piedi...).
    Se arrivi dalla A27 ti consiglio di seguire per S.Stefano di Cadore, passare per il passo Monte Croce e dopo pochi Km. fermarti all'ovovia Signaue, prima di Moso e di Sesto. Da qui puoi accedere a tutto il comprensorio Elmo/ Croda Rossa.
    Se ti accontenti di un solo impianto puoi fermarti una decina di Km prima e sciare a Padola, un'unica seggiovia con tre piste ( una rossa, una nera ed una azzurra) poco frequentate, lunghe 3/4 km. l'una e ben preparate.
    In ogni caso penso che non ti annoierai.

    Ciao.

    Max972

  11. Lo skifoso max972 ha 2 Skife:


  12. #187

    Predefinito

    Ok per le indicazioni,
    ma da tua recensione così al volo,
    partendo da Treviso e facendo uscita in giornata,
    più divertente sciare (lasciamo stare panorami,servizi,etc,etc) al plan o a sesto?

    Premessa,al plan ci vado quasi ogni anno,a sesto mai fatto sosta.

  13. #188

    Predefinito

    Io fossi in te una giornatina a Sesto me la farei, anche per cambiare... Poi ,se ti trovi bene, ricordati di non fare troppa pubblicità...

  14. #189

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Bibe Vedi messaggio
    Premessa,al plan ci vado quasi ogni anno,a sesto mai fatto sosta.
    Allora non avrei dubbi. Alta Pusteria.
    Tra l'altro Versciaco è anche un po' più vicina di Valdaora.

  15. #190

    Question Nuovo?

    Volevo chiedere se qualcuno sa' se c'e' qualcosa di nuovo visto per questo collegamento?

  16. #191

    Predefinito

    Il collegamento “tira” e il Comelico aspetta che sia completato

    La Drei Zinnen di Senfter presenta numeri da capogiro il cda pronto a investimenti strategici anche verso Padola



    COMELICO SUPERIORE. Il collegamento sciistico funziona e ora si tratta di crescere ancora. La Sextner Dolomiten ha presentato nei giorni scorsi numeri in significativa crescita, dai passaggi sugli impianti al fatturato, ed ha annunciato anche il cambio di denominazione: da ora si chiama infatti Drei Zinnen, ovvero Tre Cime, ad indicare chiaramente un allargamento dell'orizzonte operativo ed anche il desiderio di farsi conoscere nel mondo attraverso il vero simbolo delle Dolomiti, già presenti nella parte grafica del logo.
    «Nella stagione 2014/2015», spiega Alfred Prenn, del Cda della Drei Zinnen, «abbiamo segnato un +45% di passaggi sugli impianti. Il fatturato in due anni è cresciuto del 41%, raggiungendo i 19,6 milioni. Il tutto a conferma dell'importanza di aver collegato due anni fa, con due impianti di risalita e le relative piste, i comprensori di Croda Rossa e Monte Elmo. Ed anche la scorsa stagione estiva è stata più che soddisfacente, con i pernottamenti che sono cresciuti del 12%».
    Ora i progetti di crescita. I soci hanno dato il via libera anche a due importanti obiettivi che il cda si impegnerà a sviluppare nei prossimi mesi. Si tratta dell'ulteriore collegamento degli impianti da una parte verso Sillian, in Austria, dall'altro verso Padola, ovvero il Comelico, il Bellunese e tutto il Veneto. Si tratta di due investimenti strategici che porteranno l'offerta sciistica della nuova Drei Zinnen ad un carosello da 140 chilometri di piste e collegamenti. Nella stessa assemblea, i soci hanno rinnovato il cda. Alla presidenza confermato Franz Senfter, da sempre leader della società impiantistica e grande fautore dei collegamenti sciistici fra diverse valli. Confermati i consiglieri Kurt Holzer, Walter Holzer, Alfred Prenn (referente per il turismo di Sesto), mentre i nuovi ingressi riguardano Simone Wasserer (vicesindaco di San Candido), e Dieter Wurmböck, presidente delle associazioni turistiche dell'Alta Pusteria e di San Candido. L'attesa è dunque grande anche e soprattutto in Comelico per il completamento di un collegamento sciistico che, secondo i programmi, consentirà dunque di sciare da Padola fino in Austria, per un Giro delle Cime che si preannuncia come una delle più belle attrazioni delle Dolomiti per chi ama gli sci. Ma anche in prospettiva estiva, per gli amanti della mountain bike, che potranno così contare su impianti al servizio di percorsi cicloturistici. E la stagione estiva sta assumendo una valenza sempre più importante per le società.

    «I numeri ci confortano», chiude Prenn, «e siamo molto impegnati su questi progetti. Gli sciatori amano i comprensori con tanti chilometri di piste e anche questo anno, pur in una stagione caratterizzata da poca neve naturale,gli impianti di innevamento programmato hanno garantito piste sicure e ben preparate».
    http://corrierealpi.gelocal.it/bellu...ato-1.13555314



    [...]Per quanto riguarda i programmi territoriali, è sicuro il finanziamento del collegamento tra la Val Pusteria, in particolare Passo Monte Croce Comelico, e Valgrande, in comune di Comelico Superiore. 65 i milioni di cui c'è bisogno per realizzare l'impianto. L'investitore privato ne metterà 20, i Fondi altrettanti, se non di più. Al Comune trovare gli altri, passando per la Regione. De Menech ha assicurato che si ripeterà l'operazione Falcade e si è detto certo che i comelicesi potranno contare sull'impianto come programmato, per la stagione invernale 2017/18.[...]
    http://ricerca.gelocal.it/corriereal...ilioni-15.html

  17. Lo skifoso fla5 ha 3 Skife:


  18. #192

    Predefinito

    Comprare una delle casette diroccate in zona valgrande ora. Ristrutturarla che tra qualche anno la zona delle ex terme diventerà richiestissima...

  19. Skife per Il Pordenonese:


  20. #193

    Predefinito

    21 milioni assegnati al Comelico per il secondo lotto del collegamento Padola-Sesto.

  21. Lo skifoso fla5 ha 2 Skife:


  22. #194

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da fla5 Vedi messaggio
    La Sextner Dolomiten ha presentato nei giorni scorsi numeri in significativa crescita, dai passaggi sugli impianti al fatturato, ed ha annunciato anche il cambio di denominazione: da ora si chiama infatti Drei Zinnen, ovvero Tre Cime, ad indicare chiaramente un allargamento dell'orizzonte operativo ed anche il desiderio di farsi conoscere nel mondo attraverso il vero simbolo delle Dolomiti, già presenti nella parte grafica del logo.
    «Nella stagione 2014/2015», spiega Alfred Prenn, del Cda della Drei Zinnen, «abbiamo segnato un +45% di passaggi sugli impianti. Il fatturato in due anni è cresciuto del 41%, raggiungendo i 19,6 milioni. Il tutto a conferma dell'importanza di aver collegato due anni fa, con due impianti di risalita e le relative piste, i comprensori di Croda Rossa e Monte Elmo. Ed anche la scorsa stagione estiva è stata più che soddisfacente, con i pernottamenti che sono cresciuti del 12%».

    Sarebbe interessante capire come si e' determinato un aumento dei passaggi cosi' significativo (un po' come avviene per gli 'spostamenti' di voto con le elezioni): piuttosto che persone che hanno allungato l'orario o aumentato le giornate di sci, o nuove persone che prima non sciavano, ritengo si tratti soprattutto di persone che si sono spostate da altri comprensori... in tal caso, di quali comprensori si tratta?

    Verosimilmente dovrebbero essere residenti in zona o comunque persone che in precedenza gia' andavano in comprensori vicini (dubito che siano gia' riusciti a lavorare sull'incoming).

    Probabilmente sono austriaci che prima andavano a Sillan e nei comprensori limitrofi, oppure altre persone che prima andavano a Plan de Corones...

    Ad esempio, per quanto mi riguarda, quest'inverno io ci sono andato un paio di volte, e sono giornate di sci che altrimenti avrei comunque fatto in zona (es.: Alta Badia, Giro del Sella, Civetta o Cortina).

  23. #195

    Predefinito

    Russi che in treno arrivano dal plan....sono centinaia

    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

Pagina 13 di 36 PrimoPrimo ... 34567891011121314151617181920212223 ... UltimoUltimo



Tags per questo thread

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •