Pagina 4 di 14 PrimoPrimo 1234567891011121314 UltimoUltimo
Mostra risultati da 46 a 60 di 210

Discussione: La nuova SKI AREA CIVETTA-CADORE (collegamento Civetta - San Vito Cadore)

  1. #46

    Predefinito

    Smara dato che tu, da quello che ho capito da queste parti non ci vieni, perchè preferisci evidentemente un posto dove in ogni punto della valle si può arrivare con un impianto, e dato che conosci solo 2 assessori (da quello che so non sono neanche la metà degli eletti, ma io di politica non me ne intendo), perchè continui a perdere il tuo preziosissimo tempo spargendo letame su tutto senza proporci la soluzione al problema???
    Come ho scritto sopra non ho la sfera di cristallo ma al momento di tutto quello che ho sentito mi sembra la possibilità più alla portata... tra le altre avevo sentito parlare di far pagare le ascensioni alle cime, di tangenziali (che magari miglioreranno il traffico ma certamente non il turismo), di ecoturismo (non ho capito ancora bene cosa sia), di sfruttare sempre la stessa zona per escursioni alpinistiche (io che sono un alpinista ti garantisco che questo tipo di persone turismo ne fanno poco)... ne ho sentite un sacco e il nuovo comprensorio ci darebbe veramente la possibilità di rilanciare San Vito non attaccandosi alla sottana di Cortina. Ovvio bisogna trovare investitori, vagliare altre possibilità realistiche nell'immediato (anche a mio avviso quelle zone sono magnifiche e se si potesse preferirei lasciarle così), qualcosa bisogna farlo e chi critica senza proporre niente non ci da certamente una mano!!!

  2. #47

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da zenbo77 Vedi messaggio
    Smara dato che tu, da quello che ho capito da queste parti non ci vieni, perchè preferisci evidentemente un posto dove in ogni punto della valle si può arrivare con un impianto, e dato che conosci solo 2 assessori (da quello che so non sono neanche la metà degli eletti, ma io di politica non me ne intendo), perchè continui a perdere il tuo preziosissimo tempo spargendo letame su tutto senza proporci la soluzione al problema???
    Come ho scritto sopra non ho la sfera di cristallo ma al momento di tutto quello che ho sentito mi sembra la possibilità più alla portata... tra le altre avevo sentito parlare di far pagare le ascensioni alle cime, di tangenziali (che magari miglioreranno il traffico ma certamente non il turismo), di ecoturismo (non ho capito ancora bene cosa sia), di sfruttare sempre la stessa zona per escursioni alpinistiche (io che sono un alpinista ti garantisco che questo tipo di persone turismo ne fanno poco)... ne ho sentite un sacco e il nuovo comprensorio ci darebbe veramente la possibilità di rilanciare San Vito non attaccandosi alla sottana di Cortina. Ovvio bisogna trovare investitori, vagliare altre possibilità realistiche nell'immediato (anche a mio avviso quelle zone sono magnifiche e se si potesse preferirei lasciarle così), qualcosa bisogna farlo e chi critica senza proporre niente non ci da certamente una mano!!!
    Certo che se l'autostrada continuasse almeno fino a Tai.....
    Solo che dopo anche longarone soccomberebbe come è successo lungo il fadalto e a ospidaletto.

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #48

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da smara Vedi messaggio
    1) La crisi economica non è un problema di San Vito. Da anni tutto il paese ne soffre, ma loro evidentemente erano troppo impegnati a fare altro e non se ne sono accorti. Molte persone non vanno più in vacanza semplicemente perché non hanno soldi. Basta guardare il sito del Ministero del Lavoro per vedere quante MIGLIAIA di persone, in questi anni, sono rimaste senza lavoro perché licenziate o mandate in mobilità.
    la crisi della val Boite è di ben più lunga data delle crisi economica.
    la crisi economica è (speriamo ) contingente.
    la crisi della valle è strutturale

    Citazione Originariamente scritto da smara Vedi messaggio
    2) Rispolverare un progetto di 20 (qualcuno dice 30) anni fa, non significa certo guardare avanti. Se altrove il turismo regge ancora benino (mi riferisco alla Pusteria e all'Austria dove anch'io vado spesso) è perché è stato calibrato sulle NUOVE esigenze dei vacanzieri: prezzi contenuti e varietà nell'offerta. Le scelte "monolitiche" tipiche degli anni '80 non pagano più.
    L'idea è di 30 anni fa. Il progetto è nuovo.
    Se 30 anni fa sono stati miopi e si sono illusi di vivere come terminal di Cortina, adesso non è data facoltà di provarci?
    E non credi che fatto 30 anni fa avrebbe devastato molto più di ora che abbiamo, per fortuna, una nuova sensibilità ambientale e vincoli molto più severi?
    E cosa avrebbero fatto in val Pusteria di così diverso?
    Vogliamo parlare di Kronplatz o dei collegamenti che in Alta Pusteria faranno (perchè là li faranno, non stanno a fare tante chiacchiere)?

    ma soprattutto, smara, chi sei? cosa rappresenti? perchè sei così contrario/a?
    che conoscenza hai di queste zone e dei suoi problemi?
    perchè saperlo, mi/ci aiuterebbe a capire il tuo punto di vista ed, eventualmente, a condividerlo.

  5. #49

    Predefinito

    Per me andrebbe valorizzato anche il treno con un sistema di bus più efficente da Calalzo verso tutti i comprensori (anziché penalizzare sempre di più questa linea).

  6. #50

    Predefinito

    Caro Botto,
    vuoi sapere chi sono? E' una domanda piuttosto difficile, non lo so neppure io chi sono.
    Forse il termine più adatto è una nomade. Sono una stagionale, lavoro negli alberghi (l'avresti mai detto...?). E' l'unico modo che ho per poter vivere la montagna. Ho lavorato tanto in Trentino (Canazei), Alto Adige (Selva di Val Gardena) e anche a Cortina, per tre anni. Quest'anno, per motivi di famiglia, sto lavorando in una città d'arte e la montagna mi manca tantissimo.

    Comunque se do fastidio me ne vado. Sono stata invitata a partecipare a questo forum da un certo Egon, ma qui non l'ho ancora visto, forse ha un altro nick....

  7. #51

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da smara Vedi messaggio
    Comunque se do fastidio me ne vado. Sono stata invitata a partecipare a questo forum da un certo Egon, ma qui non l'ho ancora visto, forse ha un altro nick....
    Il fatto che a me irriti la polemica politica, come ho scritto più sopra, non vuol dire che tu non sia ben accetta.
    Il fatto che ti abbia chiesto chi sei e a che titolo scrivi, non vuol dire che tu non sia ben accetta.
    Era per capire se sai qualcosa più di noi, per eventualmente condividere il tuo pensiero.
    E poi, io non sono mica il Forum.

  8. #52

    Predefinito

    Non credo di saperne più di voi. In questo forum c'è gente di San Vito, sono sicuramente loro a saperne più di tutti.
    Il problema è che quando vado in fissa con qualcosa, poi voglio andarci fino in fondo
    E più approfondisco questa storia e più mi sembra di vederci un ennesimo tentativo di speculazione, a danno di una delle aree più belle delle Dolomiti.
    Diciamo che nella migliore delle ipotesi si butterà via del denaro pubblico.
    Per dirtene una, dalle ultime notizie messe sul web da un addetto ai lavori sembra che nessuno abbia ancora idea di chi metterà i soldi, si parla di un generico contributo pubblico (pari a circa 11 milioni!!), si parla genericamente di finanziarie e di banche (55 milioni circa di prestiti). Ma per quel che ne so io, le banche ti danno i soldi ma in cambio qualcuno deve firmare delle fideiussioni e chi firma per 55 milioni di euro? Chi ha tanto capitale da investire con piani di rientro a lunghissimo termine?
    Dal momento che non credo che gli amministratori di San Vito siano così sprovveduti, allora le cose sono due: 1) si sta facendo della pura propaganda 2) si sta mirando a qualcos'altro, magari di minore entità.

    Questa è la mia opinione. Però non credo che insisterò più su questa mia posizione. Come dicevo, sono una vagabonda, andrò in qualche altro forum.
    Arrivederci a tutti e scusate se ho fatto arrabbiare qualcuno.

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #53

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da smara Vedi messaggio
    .......... sembra che nessuno abbia ancora idea di chi metterà i soldi, si parla di un generico contributo pubblico (pari a circa 11 milioni!!), si parla genericamente di finanziarie e di banche (55 milioni circa di prestiti). Ma per quel che ne so io, le banche ti danno i soldi ma in cambio qualcuno deve firmare delle fideiussioni e chi firma per 55 milioni di euro? Chi ha tanto capitale da investire con piani di rientro a lunghissimo termine?
    Nel mondo dell'imprenditoria, è normale lavorare con i soldi delle banche. Altrimenti non ci sarebbe sviluppo. Chiaro che non si troverà mai (salvo i "famosi" russi) gente con tutti quei soldi.
    Se si presenta un buon business plan, supportato da dati, le banche che finanziano si trovano.
    ma inutile cercare la finanza, finchè non si sciolgono i due nodi fondamentali, ovvero:
    - la scelta dei Regolieri
    - l'approvazione di Natura2000, che è quella che pone i vincoli ambientali/paesaggistici sull'area oggetto dell'intervento
    Se non si superano questi due "scogli", hanno detto chiaramente che non se ne farà niente.

    Citazione Originariamente scritto da smara Vedi messaggio
    Questa è la mia opinione. Però non credo che insisterò più su questa mia posizione. Come dicevo, sono una vagabonda, andrò in qualche altro forum.
    Arrivederci a tutti e scusate se ho fatto arrabbiare qualcuno.
    Mi scuso se ho dato quest'impressione. La mia critica era perchè avevo (forse male) interpretato che fosse un pregiudizio derivante da una polemica politica: sulle opinioni personali invece, ovvio che ognuno è liberissimo di dire la sua.

  11. #54

    Predefinito eccomi qua

    Evocato, rispondo. Ho segnalato questo sito a smara perchè in altro forum mi sembrava interessata alla questione e in questo forum la discussione mi sembrava interessante. Ho poi appreso del suo orientamento contrario... Io invece sono di diverso parere, sarà perchè mi piace sciare e più volte andando da s. vito a cortina mi ero chiesto perchè non veniva utilizzata l'area dove adesso dovrebbe sorgere il nuovo comprensorio. L'unico limite al progetto, a mio avviso, è di natura esogena e si chiama viabilità. A s. vito ci vorrebbe una tangenziale (sponda destra del boite) così magari potremmo anche chiudere al traffico il centro e passeggiare come in corso Italia a Cortina. E ci sarebbe un facile accesso al comprensorio. A dire il vero ci vorrebbe una circonvallazione anche a Borca, la macchietto-venas e la circonvallazione di longarone-castellavazzo. Tornando al progetto, dai primi disegni non sembra che l'ambiente e il paesaggio ne verrebbero intaccati. Anzi, ci sarebbe la possibilità di salire facilmente in zone ancora poco frequentate, se è vero che ci sono voluti settemila anni per scoprire il sepolcro dell'uomo di mondeval! Si parla del 2015 per la realizzazione del progetto (Regole permettendo). Stiamo a vedere.

  12. #55

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da egon Vedi messaggio
    .......L'unico limite al progetto, a mio avviso, è di natura esogena e si chiama viabilità. A s. vito ci vorrebbe una tangenziale (sponda destra del boite) così magari potremmo anche chiudere al traffico il centro e passeggiare come in corso Italia a Cortina. E ci sarebbe un facile accesso al comprensorio. A dire il vero ci vorrebbe una circonvallazione anche a Borca, la macchietto-venas e la circonvallazione di longarone-castellavazzo. .........
    ahi ahi, la viabilità è un problema serio.
    Per ora sta scritto che farebbero una maxi rotonda dove parte la strada che scende al lago, ma è chiaro che sarebbe una soluzione insufficiente a risolvere un problema che, seppur per 3 settimane all'anno, è davvero serio già ora.
    La tangenziale di san Vito ha davvero pochi spazi, sia a destra, che a sinistra (nel qual caso mi passerebbe sotto casa ) ... ma quando dici destra del Boite, intendi la destra orografica, ovvero quella verso il Pelmo?
    Temo che l'unica soluzione praticabile (dal punto di vista ambientale) sia il tunnel dalla parte opposta della valle, se ne parla ogni tanto ... Ma è poi impraticabile dal punto di vita economico.
    Mah ...

  13. #56

    Predefinito tangenziale

    Se non ricordo male, qualche tempo fà si parlava di un progetto di tangenziale a borca e a s. vito sulla destra orografica del boite. C'è un riferimento alla tangenziale anche nelle parole dell'assessore al turismo di s. vito che a metà agosto (2010) chiedeva di destinare i fondi risparmiati sulla costruzione della tangenziale di cortina alla valle del boite. Adesso sembra tutto superato dallo studio di fattibilità che la regione avrebbe commissionato per il prolungamento della A27 passando per cortina-dobbiaco-brunico-bressanone (ma cortina ha già detto di no; bene, avremo il casello a borca-s.vito!). Tutto ciò mi ricorda purtroppo un dèjà vu (v. Longarone: prolungamento dell'autostrada o circonvallazione?). Intanto tutto è fermo, compreso il traffico della domenica e dei ponti. Almeno con il progetto del nuovo comprensorio (se passerà) qualcosa si muove.

  14. #57

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da egon Vedi messaggio
    Se non ricordo male, qualche tempo fà si parlava di un progetto di tangenziale a borca e a s. vito sulla destra orografica del boite. ......
    Mah?
    Pensando alla destra orografica del Boite a Villanova e Serdes ... non vedo che cosa si possa inventare.
    O galleria o sopraelevazione di 50 metri, ma entrambe le soluzioni mi sembrano davvero impossibili.
    A quel punto davvero più facile pensare alla galleria lato monte.
    Si era parlato di tunnel lungo 2,2 km. che entra prima dell'ingresso in san Vito ed esce dopo l'abitato.
    Questi lavori si fanno se e solo se arrivano i Mondiali di sci a Cortina, altrimenti nisba.
    Basta che non mi facciano la tangenziale in casa ....
    In quel caso, se scompaio da un giorno all'altro da skiforum, sappiate che è perchè mi sono ucciso.

  15. #58

    Predefinito

    Per me bisognerebbe far in modo che si baipassi tutta la valle altrimenti si rischia di spostare il tappo al paese sucessivo... o che ogni paese avesse la sua circonvalazione

  16. #59

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da zenbo77 Vedi messaggio
    Per me bisognerebbe far in modo che si baipassi tutta la valle altrimenti si rischia di spostare il tappo al paese sucessivo... o che ogni paese avesse la sua circonvalazione
    dunque tu saresti favorevole al prolungamento dell'autostrada A27?

    scusate l'OT

  17. #60

    Predefinito viabilità del comprensorio

    Titolo come sopra tanto per non andare OT. E' da un bel pò di tempo che si discute della viabilità. Il problema è che (dicono) non ci sono soldi per realizzare le auspicate tangenziali (a longarone, tai, borca s. vito e cortina). A questo punto credo che qualcuno abbia pensato: anzichè fare tanti piccoli segmenti (le circonvallazioni) con i soldi pubblici (che non ci sono) prolunghiamo l'autostrada in project financing fino a bressanone. Di solito quando salgo in Cadore, da Milano, dove vivo, viaggio in orari notturni e di traffico non ne trovo molto, per cui il prolungamento dell'autostrada mi sembrerebbe eccessivo; però quando scendo (a Milano) devo scegliere bene l'orario per non restare imbottigliato per ore. Ma ho una seconda casa a Borca e posso scegliere gli orari che voglio. Qualche problema in più potrebbero averlo gli sciatori della domenica: come li facciamo arrivare nel nuovo comprensorio, e come se ne andranno? Forse è anche per questo motivo che i promotori dell'iniziativa dicono di puntare soprattutto sulle settimane bianche. Mi accontenterei delle tangenziali e della macchietto-venas (così risparmiamo sulla circonvallazione di tai) ma temo che faremo la fine dell'asino di buridano che non sapendo se prima mangiare o bere, finì per morire di fame e di sete.

Pagina 4 di 14 PrimoPrimo 1234567891011121314 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •