icona Skitags: Scialpinismo [50] Scialpinismo Cortina d'Ampezzo [17] Scialpinismo in Dolomiti [83]

Mostra risultati da 1 a 15 di 15

Discussione: 24.04.10 La mia 1° skialp: Il giro dei Lastoi de Formin

  1. #1

    Predefinito 24.04.10 La mia 1° skialp: Il giro dei Lastoi de Formin

    La giornata non era molto giusta per questo itinerario: troppo caldo i giorni precedenti, un brutto venerdì di aria calda e umida da sud, una notte dove non era andato sotto zero neanche in quota.
    Ma per me era l’ultima occasione dell’anno ed ho insistito con il mio tutor per andare ugualmente.
    Anche perché la zona di Mondeval è un paradiso terrestre che conoscevo solo in versione estiva.

    Un’auto lasciata a Ponte Rucurto (pochi km. da Pocol, dove parte il sentiero per il Rifugio Palmieri alla Croda da lago) e con l’altra andiamo fino ca. a quota 2000 sempre sulla statale che porta al Giau.
    Alle 7.30, a 2000 mt., in zona in ombra c’erano 6,5 °C!! Neanche d’estate …

    Partenza


    Saliamo verso Forcella Giau (mt. 2350), versante in ombra con neve duretta, un po’ firn, un po’ crostina, ma salita comunque agevole anche per me totale neofita (forse anche perché ero fresco).

    Verso Forcella Giau


    La nostra meta era Corvo Alto (detto anche Monte Mondeval) un bellissimo e dolce pendio poco faticoso da salire, e con una discesa che si preannunciava dolce e divertente.
    Ma le condizioni della neve (talmente molle da affondare) ne hanno sconsigliato l’ascesa/discesa (e per fortuna, dopo abbiamo incrociato chi l’ha fatto ed ha detto che è stata più la fatica del gusto).

    Monte Corvo Alto (Mondeval)


    Tenendo alla nostra sinistra i Lastoi e a destra tutta la zona di Mondeval, ci dirigiamo sempre in leggera discesa lungo pendii già ben slavinati (“ormai quel che doveva venire giù è venuto giù …”, ma sarà vero?).
    Ecco il passaggio di uno dei vari scarichi.

    Vecchi scarichi


    Tralasciamo la visita al sito di Mondeval (era già un caldo paperino) e ci dirigiamo verso la Forcella Rossa di Formin, credo quota 2.500 o poco meno.

    Verso Forcella Formin



    Il caldo (d’estate è più o meno così), il poco allenamento, la neve molto molle (anche se non ero certo in prima traccia di salita) hanno reso la salita un vero inferno. MI consolo che non ero l’unico a faticare. Sia il mio tutor che altri 3 che stavano salendo hanno sputato sangue (almeno spero).
    Alle nostre spalle Pelmo e Becco di Mezzodì sembrano guardarci sornioni e sorridere della nostra fatica.

    Pelmo e Becco di Mezzodì


    Arrivati in cima alla Forcella bellissimo panorama sulle Tofane e a sinistra la famosa spianata dei Lastoi che culmina nel salto di roccia verso nord e le Tofane.

    Vista da Forcella Formin


    Ci si apre davanti quella che sembra o speriamo che sia) una bella discesa, un bellissimo vallone vergine, pendio medio, nessuna o poche tracce. Credo si chiami Val de Formin, in estate è percorso dal sentiero 435 che poi va a ricongiungersi col sentiero n° 434 che dalla provinciale del Giau sale al Palmieri in prossimità del Cason de Formin.

    Pochi metri di firn, poche curve ….e poi …. fine del divertimento. Si affonda, la neve è troppo molle e non tiene. Forse avessi avuto degli sci più larghi, sarebbe andata meglio, ma con sci così stretti (non ho avuto tanto tempo venerdì pomeriggio di cercare con cura tra i vari noleggi) zero curve.
    Mi ha consolato che i 5 che scendevano erano tutti nelle mie condizioni. Diagonale, dietro-front, diagonale, ecc…. Chi ha provato a curvare, è caduto miseramente. Oh, forse non erano dei gran manici, io non lo so.
    Quando il pendio si è addolcito, qualcosa si è riuscito a fare, ma poca roba.

    Il rientro per il bosco davvero faticoso con neve così molle e pesante, anche se scendendo la neve si è un po’ compattata. Anche perché dove il sentiero si fa stretto, i passaggi erano obbligati e dunque il compattamento della neve era più evidente.

    Che dire? Dovessi dare un voto alla sciata, sarebbe molto basso, ma chissenefrega?
    Con la fatica ho conquistato uno dei posti che amo di più di tutte le Dolomiti ed alla fine la soddisfazione è stata davvero tanta.
    Brasato come non mai, ma felice (e pronto per il giorno per farmi l’ultima mazingata al Faloria)

  2. Lo skifoso botto ha 5 Skife:


  3. #2

  4. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  5. #3

  6. #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Leo2007 Vedi messaggio
    ma sei salito con la giacca con il caldo che fa???
    Sull'ultima forcella eravamo in maglietta a maniche corte.
    Poi arrivato in cima mi sono messo il wind stopper.... proprio come d'estate

  7. #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da botto Vedi messaggio
    Sull'ultima forcella eravamo in maglietta a maniche corte.
    Poi arrivato in cima mi sono messo il wind stopper.... proprio come d'estate
    Viene caldo anche solo a guardar le foto! Bravo botto, bella gita!

  8. #6

  9. #7

    Predefinito

    Bravo! non mollare!
    Se sei disposto a faticare lo skialp sa dare molte soddisfazioni.

  10. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  11. #8

    Predefinito

    Articolo aggiunto nella webzine che sta prendendo forma
    http://www.skiforum.it/forum/content.php?r=3

    Quella zona l'ho un po' girata il giugno scorso con bici e trekking.

  12. #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da botto Vedi messaggio
    Anche perché la zona di Mondeval è un paradiso terrestre che conoscevo solo in versione estiva.
    ambienti e panorami senza pari... bei posti, isolati al punto giusto.
    peccato x la neve purtroppo un pò papposa un pò dapperttutto (tranne a nord in quota)

    il Mondeval è stupendo... non a caso l'ho scelto come homepage sul mio blog

  13. #10
    TerroristaPsicologicoMOD
    Attrezzatura
    Ski: Volkl Katana 191cm- Blizzard Bodacious 186cm/ Boots: Salomon MTN LAB

    Predefinito

    Bhè, ma vedila dal lato positivo... D'ora in avanti le gite potranno solo migliorare !!!!


    Comunque ambiente stupendo!

  14. #11
    TerroristaPsicologicoMOD
    Attrezzatura
    Ski: Volkl Katana 191cm- Blizzard Bodacious 186cm/ Boots: Salomon MTN LAB

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    Articolo aggiunto nella webzine che sta prendendo forma
    http://www.skiforum.it/forum/content.php?r=3

    Davvero bella l'idea di un'archivio di gite scialpinistiche! Se riusciste a recuperare anche i post vecchi, sarebbe un'ottimo luogo dove pescare ottimi spunti !!

  15. #12

    Predefinito

    Ho trovato queste due foto dove ho tratteggiato l'itinerario. Purtroppo una delle due è una foto estiva.

    Lastoi Formin visti da Monte Pelmo


    Qui si vede tutta la parte "dietro" i Lastoni. Il percorso è tutto sotto pendii esposti a sud ...
    Da Forcella Giau (raggiunta dalla statale del Giau) fino all'inizio della salita per Forcella Formin è tutto sciabile in leggera discesa.

    Val Formin verso Rucurto


    La foto è estiva, ma si vede bene la valle per cui si scende. L'ultima parte, tutta nel bosco, segue esattamente il sentiero n° 435 prima e 434 dopo.

  16. Lo skifoso botto ha 2 Skife:


  17. #13

    Predefinito

    Tenendo alla nostra sinistra i Lastoi e a destra tutta la zona di Mondeval, ci dirigiamo sempre in leggera discesa lungo pendii già ben slavinati (“ormai quel che doveva venire giù è venuto giù …”, ma sarà vero?).
    Da Forcella Giau fino a dove si "gira" per iniziare a salire verso la forcella rossa del Formin la discesa si fa con le pelli o si devono togliere e rimettere?
    YO

  18. #14

    Predefinito

    Il percorso da Forcella Giau fino all'inizio della salita è un traverso intuitivo senza grosse trappole; bisogna solo fare attenzione a non scendere troppo di linea, ma è tutto a vista.
    Le pelli le abbiamo tolte, è un pendio in cui si scivola bene. Direi che la pigrizia di non toglierle non si ripaga.
    INvece probabilmente (per quanto ricordo) una volta arrivati a Forcella Giau se si vuole salire a Corvo Alto (foto n°3) si possono lasciare su (ma non l'ho sperimentato).

  19. #15

    Predefinito

    attento botto, stai varcando il limite invalicabile!!
    quando lo passi ....non cè più ritorno.....la scimmia diventera gigantesca, e la pista ti risulterà mooooolto stretta!!!
    complimenti pe il bellissimo giro e le bellissime foto !!

-

Tags per questo thread

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •