icona Skitags: Freeride Dolomiti [127] Freeride Marmolada [23] Reportage di e.frapporti [23]

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 37

Discussione: Vallon d'Antermoja (Marmolada 02/04/2010)

  1. #1

    Predefinito Vallon d'Antermoja (Marmolada 02/04/2010)

    (l’ultimo w.e. sono rimasto rintanato in casa, bloccato dall’influenza, per cui riesumo una “vecchia” esperienza)

    Venerdì 2 aprile è stata una giornata magnifica, uno dei migliori powder day in Marmolada degli ultimi anni. Per me è stata una giornata strepitosa perché, oltre alle solite discese note in ottima polvere, ho chiuso la giornata con la discesa dal Vallon d’Antermoia che da molto tempo volevo fare.
    Ho deciso di postare una “monografia” dedicata a questo bell’itinerario.

    Usciti dalla stazione della funivia a Serauta (per cui non si prende il 3° troncone) c’è da scarpinare 15 minuti circa per guadagnare l’accesso.
    l'accesso


    prima parte (dall'ingresso)


    panoramica sul vallone (dall'ingresso)

    Da subito si scorge il passaggio obbligato per evitare di trovarsi sopra enormi salti rocciosi (l’ho cerchiato in rosso).

    primi 40-50 mt. a 45°

    Le pendenze che riporto sono prese dal’ultima guida di Tremolada (freeride in dolomiti)

    poi 150-200 mt. a 40°

    I 40° direi che sono degradanti, a mio parere diventano ben presto 35°

    La prima parte è intuitiva, si rimane nel mezzo del canalone iniziale che si restringe fino ad arrivare ad un “collo di bottiglia” che immette negli ampi pendii sottostanti
    poco sopra il “collo di bottiglia


    il "collo di bottiglia"

    La parte più stretta del passaggio, sotto la neve, cela del ghiaccio vivo (cascatella ghiacciata), si può evitare uscendo a sinistra (passaggio stretto ma agevole - vedi in alto a dx nella foto qui sopra) immettendosi subito nel bel pendio sottostante.

    È forse la parte più bella della discesa, decisamente da urlo!!!
    meno pendenza, grandi spazi, curvoni a 1000


    La pendenza diminuisce sempre di più (mai davvero pianeggiante però)
    quasi un pianetto


    Per poi tornare nuovamente bella …
    cambio di pendenza


    … prima di una seconda fase soft ma comunque divertente che conduce al passaggio obbligato
    secondo pianetto


    il passaggio obbligato

    Questo passaggio è assolutamente da non sbagliare, è l’unico che da l’accesso alla parte bassa della discesa.

    il passaggio obbligato (dopo)

    (nella foto c’è qualcosa di anomalo, vediamo un po’ se lo notate)

    dolci pendenze prima del ripido (35°?) finale

    Subito dietro la linea del primo orizzonte il versante si rituffa con decisione verso il fondovalle…

    il pendio prima del cengie

    … le pendenze sono molto sostenute, ideali per una sciata di gran soddisfazione (con neve buona ovviamente). N.B.: Da tener presente però che si sta sciando sopra una falesia, un’eventuale caduta non controllata potrebbe avere estreme conseguenze (il pendio finisce in un precipizio bello alto)

    Per arrivare a valle sani e salvi occorre ad un certo punto tenersi a sinistra (è abbastanza intuitivo capire il momento di smetterla con le belle curve e virare a sx), su una ripida cengia sotto le rocce
    sotto le cengie (100 mt. obbligatori)

    A quel punto non si deve fare altro che seguire la base delle rocce (cengia)

    sotto le cengie/2

    Dapprima qualche curva la si può ancora fare …

    qui occorre stare in traccia (alla lettera)

    … poi però occorre derapare/scalettare per qualche decina di metri (forse in condizioni ottimali di neve è possibile scendere con più disinvoltura)
    uscita dalle "cengie"


    Tendendo sempre a sinistra si arriva sul cono di scarico delle pareti e canali soprastanti dove è possibile nuovamente tornare ad una sciata più rilassata

    ultima sciata


    le "cengie" dal basso

    dal "passaggio obbligato" al "punto A" ci sono almeno 150 mt. di dislivello, forse anche 200, e fino al punto A si può scendere liberamente (il pendio è regolare e non presenta salti di roccia, c'è qualche alberello qua e la.)
    Dal "punto A" al "punto B" il bisogna stare rigorosamente sotto la parete rocciosa. Chiamarlo traverso non è molto corretto perché la componente verticale è decisamente più grande di quella trasversale (è vero comunque che si scende un leggera contropendenza). La seconda metà del tratto "A"-"B" è quella più esposta e ripida, lì il passaggio è molto stretto e credo che, se non si è i primi, si trovi sempre il scalettato.
    Dopo il "Punto B" il pendio si apre e soprattutto viene meno la componente "esposizione" (non ci sono più salti di roccia sotto), si torna a sciare bene

    Io l’ho trovata una discesa molto bella, se fatta con bella neve è proprio divertente! La rifarò di sicuro credo che ne valga la pena.

    EDIT: metto anche nel post originale una piccola sintesi della valutazione dei rischi per evidenziare che questa discesa non è affatto una passeggiata.


    SINTESI DEI RISCHI


    1-il tratto ripido iniziale è certamente più pericoloso di altri passaggi di uguale pendenza perché ci sono molte rocce affioranti o appena sotto la neve, lascio immaginare le conseguenze in caso di caduta.
    1-b per la stessa ragione (rocce più o meno affioranti + pendenza elevata) il rischio valanghe è maggiore
    2- passaggio obbligato: è un traverso sostanzialmente pianeggiante di 30-40 mt., niente di difficile ma esposto! se avete gli sci potete affrontarlo "passeggiando", con lo snowboard serve affrontarlo con un minimo di velocità ma con molta attenzione!
    3-pendii sopra le cengie: oltre che l'esposizione (caduta = possibile salto nel vuoto) sono ubicati ad una quota abbastanza bassa, in caso di giornata calda potrebbero scaricare
    3-b quota bassa + caldo + esposizione= alta probabilità di trovare neve ghiacciata la mattina presto o in un giorno freddo dopo giorni caldi
    4-pendii finali: essendo dei coni di scarico nelle ore più calde potrebbe arrivare giù roba dall'alto e non sarebbe di sicuro una soffice nevicata!
    Ultima modifica di e.frapporti; 16-04-2010 alle 12:10 PM.


  2. #2

    Predefinito

    Bello anzi bellissimo...cacchio ci sono passaggi alquanto difficili meglio sapere dove andare

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #3

    Predefinito

    come al solito report da manuale (anca massa )
    mi sono già espresso su questa discesa come giudizio personale, quindi non mi ripeto

    ma ema.....il collo di bottiglia lasciamolo sul k2 dai!

    vorrei solo ricordare che i traversi che si devono fare in basso sono molto pericolosi e andrebbero affrontati prima che il sole scaldi troppo

    forse l'aguzzate la vista lo vinco io: quello che è andato giù dritto invece di fare il traverso che fine ha fatto?

  5. #4

    Predefinito

    Figata sembra proprio una gran bella gita: tratti più ripidi e altri belli aperti da tirar curvoni......sembra effettivamente però che serva un'ottima conoscenza dell'itinerario per non sbagliare visto i "saltini" che ci sono
    L'anomalia della foto sarebbe quella traccia che punta verso il basso, invece di salire come le altre al punto da cui hai preso la foto?

  6. #5

    Predefinito

    grande Emmanuele! ottima discesa e completo report con dovizia di foto del traversone finale (non ce ne sono in giro!) molto utile

    domande:
    - l'avete affrontato primi di traccia? (ed eventualmente con qualcuno che l'aveva già fatto)
    - da come lo descrivi sembra che trovare il percorso dopo il passaggio obbligato (in fondo al vallone) sia quasi semplice e intuitivo (tenersi alti sulla sinistra e poi buttarsi contro le rocce) confermi?
    - che fine ha fatto lo sciatore che non è passato per il passaggio obbligato? recuperato alla stazione intermedia della funivia??
    - il tratto rosso iniziale di questa foto è poco dopo il passaggio obbligato (quindi il traversone è tutto visibile da questa foto) ?





    bravi e un pò di sana invidia

  7. #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da enrysno Vedi messaggio
    forse l'aguzzate la vista lo vinco io: quello che è andato giù dritto invece di fare il traverso che fine ha fatto?
    Citazione Originariamente scritto da Epaps Vedi messaggio
    L'anomalia della foto sarebbe quella traccia che punta verso il basso, invece di salire come le altre al punto da cui hai preso la foto?
    eheh, temo che nessuno ci abbia preso, la vera anomalia è un'altra! la traccia che scende disegnando 2 curve filanti è in effetti anomala ma c'è un particolare molto più eclatante

  8. #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da e.frapporti Vedi messaggio
    eheh, temo che nessuno ci abbia preso, la vera anomalia è un'altra! la traccia che scende disegnando 2 curve filanti è in effetti anomala ma c'è un particolare molto più eclatante
    è una placca di ghiaccio oppure uno sci/racchetta?



  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #8

  11. #9

    Predefinito

    Bella recensione Ema, molto particolareggiata. Peccato non averlo testato quel giorno, ma non ci siamo fidati a farlo sul tardi non conoscendolo, nonostante le tracce...
    Cmq prima o poi lo farò anche se non mi ispirano esageratamente tracciato e esposizione...

  12. #10

    Predefinito

    boh? forse qui qualcuno si è capottato?

    Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	aguzzate la vista.jpg
Visite:	333
Dimensione:	100.0 KB
ID:	21932

    se fosse così.... bel posto per farlo!

  13. #11

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da mariodb Vedi messaggio
    - l'avete affrontato primi di traccia? (ed eventualmente con qualcuno che l'aveva già fatto)
    7 tracce davanti alle mie

    Citazione Originariamente scritto da mariodb Vedi messaggio
    - da come lo descrivi sembra che trovare il percorso dopo il passaggio obbligato (in fondo al vallone) sia quasi semplice e intuitivo (tenersi alti sulla sinistra e poi buttarsi contro le rocce) confermi?
    non serve tenersi troppo alti sulla sinistra, si può scendere tranquillamente per 150 mt. ca. poi si monta sul dosso a sx e da li si vedono le falesie sotto cui occorre spingersi. si capisce anche il punto abbastanza preciso dove dirigersi perché c'è anche buona visibilità sul resto del pendio che da una certa quota in giù (si nota bene) è solcato da un canalino che impedirebbe di raggiungere la "via di fuga" in cengia.

    Citazione Originariamente scritto da mariodb Vedi messaggio
    - che fine ha fatto lo sciatore che non è passato per il passaggio obbligato? recuperato alla stazione intermedia della funivia??
    la risposta è legata al "quiz dell'anomalia", la darò più avanti

    Citazione Originariamente scritto da mariodb Vedi messaggio
    - il tratto rosso iniziale di questa foto è poco dopo il passaggio obbligato (quindi il traversone è tutto visibile da questa foto) ?
    provo a spiegarmi bene con l'ausilio di questa foto.
    foto esplicativa

    dal "passaggio obbligato" al "punto A" ci sono almeno 150 mt. di dislivello, forse anche 200, e fino al punto A si può scendere liberamente (il pendio è regolare e non presenta salti di roccia, c'è qualche alberello qua e la.)
    Dal "punto A" al "punto B" il bisogna stare rigorosamente sotto la parete rocciosa. Chiamarlo traverso non è molto corretto perché la componente verticale è decisamente più grande di quella trasversale (è vero comunque che si scende un leggera contropendenza). La seconda metà del tratto "A"-"B" è quella più esposta e ripida, lì il passaggio è molto stretto e credo che, se non si è i primi, si trovi sempre il scalettato.
    Dopo il "Punto B" il pendio si apre e soprattutto viene meno la componente "esposizione" (non ci sono più salti di roccia sotto), si torna a sciare bene

  14. #12

  15. #13

  16. #14

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da e.frapporti Vedi messaggio
    la risposta è legata al "quiz dell'anomalia", la darò più avanti
    Bella discesa e ottimo reportage!

    Oltre alla traccia che continua una anomalia potrebbe essere che la foto sembra essere stata scattata da un punto molto lontano dalla traccia

  17. #15

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da mariodb Vedi messaggio
    è una placca di ghiaccio oppure uno sci/racchetta?
    esatto, è uno sci con bastoncino

    Citazione Originariamente scritto da enrysno Vedi messaggio
    forse qui qualcuno si è capottato?
    proprio così!

    questa la foto completa
    la caduta di Anna


    purtroppo la povera Anna a passato dei brutti momenti.
    dall'alto sembrava che la traccia nel passaggio obbligato fosse in salita.
    Io son passato per primo e , per un istante, sono stato un po' "spinto" fuori dal dossetto ma sono passato indenne.
    Mirko, il moroso di Anna, le ha detto di lanciarsi (io non l'ho sentito, ero già partito) per superare l'apparente salita.
    In realtà la traccia era pianeggiante, Anna è arrivata troppo veloce ed il dossetto l'ha fatta saltare fuori dalla traccia. All'atterraggio uno sci ed un bastoncino son rimasti lì mentre lei è ruzzolata giù tra le roccette fermandosi 30-40 metri più in basso
    Le tracce che avevate notato prima sono quelle di Mirko che è andato a soccorrerla.
    E' stata fortunata: un dito rotto (indice della mano sx mi pare) e qualche doloretto qua e la. E' stata in grado di completare la discesa autonomamente.

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
-

Tags per questo thread

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •