icona Skitags: Alta Badia [40] Situazione meteo - neve - impianti - piste [101]

Pagina 2 di 152 PrimoPrimo 12345678910111252102 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 16 a 30 di 2271

Discussione: Alta Badia - Situazione impianti, neve, piste

  1. #16

    Predefinito

    .....aggiornamento per chi, come me, andrà in Alta Badia per l'Immacolata.

    Allora, stanotte siamo scesi fino a -2,7°C a Pedraces con bassa umidità, condizioni quasi ideali per sparare coi cannoni ma in realtà è freddo da forte inversione, a Piz La Ila non si è scesi sotto i +4,5°C. Resiste un po' di neve all'ombra e sulle piste oltre i 1900 - 2000 m.

    http://www.moritzino.it/pista.jpg

    Buone notizie per le prossime ore, lo 0°C termico scenderà di 200 metri ogni 3 ore circa, quindi tra stasera e domani saremo sottozero a 2000 m e probabilmente anche sotto.

    Ultima breve punata di caldo mercoledì 25 novembre poi torna le neve.

    Antipasti leggeri tra il 27 ed il 29 novembre con nevicate (pochi cm) fino a 1500 metri circa, probabile nevone poi tra il 30 novembre ed il 1° dicembre, possibili oltre 50 cm di neve fresca a 2000 metri di quota.

    Per i primi di dicembre probabili altre nevicate(GFS attualmente propone un'altra bella nevicata tra il 4 ed il 7) anche se non escluderei un breve ristabilmento del tempo con temperature sottozero a tutte le quote.

    La mia impressione è che fermo restando il più probabile nevone del 30 nov/ 01 dic, potrebbero essere alzate le quantità di precipitazioni anche tra il 27 ed il 29, specie se ci sarà un affondo un po' più deciso ad ovest della Corsica quindi con correnti chiaramente sud occidentali tra la Toscana ed il Triveneto.

    Ciao
    Anteprime allegati Anteprime allegati Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	Rtavn1322.png
Visite:	168
Dimensione:	54.1 KB
ID:	18866   Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	Rtavn2162.png
Visite:	163
Dimensione:	52.7 KB
ID:	18867  

  2. #17

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da tifernate Vedi messaggio
    probabile nevone poi tra il 30 novembre ed il 1° dicembre, possibili oltre 50 cm di neve fresca a 2000 metri di quota.

    La mia impressione è che fermo restando il più probabile nevone del 30 nov/ 01 dic, ...........
    Beh, ma questa notizia potrebbe risollevare l'umore di una domenica grigia, uggiosa ed inutile ! Ma la quota neve sulle Dolomiti quale sarà nel "nevone" (mi tremano le mani anche solo a scriverlo) del 30 ?

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #18

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da botto Vedi messaggio
    Beh, ma questa notizia potrebbe risollevare l'umore di una domenica grigia, uggiosa ed inutile ! Ma la quota neve sulle Dolomiti quale sarà nel "nevone" (mi tremano le mani anche solo a scriverlo) del 30 ?
    Stando alle attuali carte, probabilmente, una temporanea onda calda porterà la neve ad attecchire inizialmente oltre i 1800 metri, poi l'intensificazione delle precipitazioni e l'entrata di aria fredda porterà la quota neve fin sugli 800 - 1000 metri di quota.
    Neturalmente il "nevone", specie in queste situazioni, è legato ad un equilibrio tra correnti, aria calda ed umida etc etc, quindi avere più freddo spesso comporta meno precipitazioni e viceversa.

    Ciao

  5. #19

  6. #20

    Predefinito

    ..in realtà ci potrebe essere una sorpresina già sabato 28 novembre (come ipotizzato nei precedenti post) ma per ora meglio lasciarla nella sua condizione di sorpresa. :)
    Anteprime allegati Anteprime allegati Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	EnsGFS06_2009nov22_AltaBadia.gif
Visite:	166
Dimensione:	53.1 KB
ID:	18868  

  7. #21

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da tifernate Vedi messaggio
    ..in realtà ci potrebe essere una sorpresina già sabato 28 novembre (come ipotizzato nei precedenti post) ma per ora meglio lasciarla nella sua condizione di sorpresa. :)
    Che devo dire...tocco ferro.....e spero di vederci su per offrirti da bere.....se tutto va come hai detto. comunque noi partiamo lunedi' 7.....comunque vada...hotel arkadia siamo in 15.....
    Dag

  8. #22

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da tifernate Vedi messaggio
    ..in realtà ci potrebe essere una sorpresina già sabato 28 novembre (come ipotizzato nei precedenti post) ma per ora meglio lasciarla nella sua condizione di sorpresa. :)
    Ma non è una sorpresa...In quei giorni i Toskoskifosi saranno a fare l'apertura e come di consueto in quei giorni NEVONE

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #23

    Predefinito

    per quanto riguarda i modelli stamattina ottime ECMWF, il cluster di controllo, il parallelo e molti altri cluster GFS. Unica nota stonata è il cluster ufficiale GFS che tra l'altro è il più "caldofilo" delle ENS.

    Intanto sul medio termine dovrebbe passare una moderata perturbazione sabato 28 novembre (dipenderà della traiettoria, al 60/70% dovrebbe avere una traiettoria utile a produrre nche 15 cm di neve a 1800/2000 con imbiancata anche sui 1500m), se così non fosse resterebbe sereno con temperature basse ideali per sparare on i cannono tra la serata di venerdì 27 e la mattinata di sabato 28 novembre.

    p.s. intanto stamattina, dopo oltre una settimana, i primi 0°C a Piz La Ila come a Pedraces.

  11. #24

    Predefinito

    incrociando l'incrociabile, vorrei fare presente che le perturbazioni che portano neve sulle Dolomiti sono, di solito, di origine atlantica, quindi aria "mite ed umida", cosa comporta questo, direte voi? che basta "un nulla" nell'evolversi della situazione perturbata, perchè nevichi a quote "alte" e giù in basso (1500 mt.) piova solamente, lo so che sembre un controsenso, ma per avere precipitazioni sulle dolomiti serve "l'Atlantico", ma atlantico significa temperature al limite (e molto), ed inoltre quando arriva la perturbazione, raramente vengono accesi i cannoni per via delle temperature al limite.
    Di solito i cannoni vengono accesi nei giorni seguenti quando il cielo si rasserena e lo zero termico rimane in basso.
    La dinamica di una perturbazione atlantica "perfetta" dovrebbe essere (con X il giorno delle precipitazioni)
    -sette giorni prima di X aria che entra da EST, cieli tersi, zero termico molto basso, notti siberiane, si spara a go-go e la valle si raffredda
    -giorno X: arriva veloce la perturbazione (con la perturbazione arriva un richiamo di aria calda e se la perturbazione è lenta il cuscino freddo in fondo valle viene eliminato)
    -giorno X+1: la perturbazione lascia i cieli tersi.

  12. #25

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da CrasHBoneS Vedi messaggio
    incrociando l'incrociabile, vorrei fare presente che le perturbazioni che portano neve sulle Dolomiti sono, di solito, di origine atlantica, quindi aria "mite ed umida", cosa comporta questo, direte voi? che basta "un nulla" nell'evolversi della situazione perturbata, perchè nevichi a quote "alte" e giù in basso (1500 mt.) piova solamente, lo so che sembre un controsenso, ma per avere precipitazioni sulle dolomiti serve "l'Atlantico", ma atlantico significa temperature al limite (e molto), ed inoltre quando arriva la perturbazione, raramente vengono accesi i cannoni per via delle temperature al limite.
    Di solito i cannoni vengono accesi nei giorni seguenti quando il cielo si rasserena e lo zero termico rimane in basso.
    La dinamica di una perturbazione atlantica "perfetta" dovrebbe essere (con X il giorno delle precipitazioni)
    -sette giorni prima di X aria che entra da EST, cieli tersi, zero termico molto basso, notti siberiane, si spara a go-go e la valle si raffredda
    -giorno X: arriva veloce la perturbazione (con la perturbazione arriva un richiamo di aria calda e se la perturbazione è lenta il cuscino freddo in fondo valle viene eliminato)
    -giorno X+1: la perturbazione lascia i cieli tersi.
    Si, per avere neve abbondante molto spesso bisogna essere al limite. Comunque, semplificando il concetto, le perturbazioni atlantiche sono anticipate da correnti calde e seguite da correnti fredde. Le precipitazioni iniziali, quelle da fronte caldo, sono deboli e possono relegare inizialmente la quota neve a 2000 metri, però poi pian piano che entra il fronte freddo le precipitazioni s'intensificano, entra aria piùeeve scende a vista d'occhio. Quindi magari a fine perturbazione abbiamo 50 cm a 2000 m e 20 a 1500. Probabilmente stavolta sarà lo stesso.
    Ciao

  13. #26

    Predefinito

    Continuano a giungere conferme su quanto ipotizzai alcuni giorni fa, ossia 2 perturbazioni atlantiche tra il 27 novembre ed il 2 dicembre, la seconda potenzialmente da nevose. Dagli ultimi dati sembra che in Alta Badia la neve possa accumulare inizialmente oltre i 1400 metri, poi si sale fin oltre i 1800 metri per poi ridiscendere a 1400 metri Al 2 dicembre potremmo avere 50 cm di neve fresca a 2000 m e 20 cm fresca a 1500 metri di quota.
    Per l'Immacolata speriamo si prenda poi la via del freddo.
    Comunque tutto si gioca sul posizionamento e le traiettorie dei minimi depressionari, 100 km possono far la differenza con quota neve in salita o discesa di 400 - 500 metri.
    Tutto è snervante ma nche avvncente.

    Saluti!

  14. #27

    Predefinito

    Dai dai che ci siamo quasi!

  15. #28

    Predefinito

    Ma le temperature non consentono ancora di sparare in quota?

  16. #29

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da fla5 Vedi messaggio
    Ma le temperature non consentono ancora di sparare in quota?
    Allora, a 2000 m, nonostrante la copertura nuvolosa e qualche debole nevicata si dovrebe andare sufficientemente sottozero (almeno -2°C) durante la notte tra la tarda serata di domani e l'alba di giovedì 26 novembre, poi ancora nel fine settimana quando poi inizierà a nevicare sul serio. Ciao

  17. #30

    Predefinito

    ......queste ENS spiegano anche perche ECMWF non segue il RUN ufficiale GFS
    Anteprime allegati Anteprime allegati Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	Ens06_2009nov25_GruppoSella.jpg
Visite:	125
Dimensione:	79.4 KB
ID:	18878  

Pagina 2 di 152 PrimoPrimo 12345678910111252102 ... UltimoUltimo



Tags per questo thread

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •