Mostra risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Il Manuale dell’ELISKI e dell’ELIBOARDING

  1. #1

    Predefinito Il Manuale dell’ELISKI e dell’ELIBOARDING

    Il Manuale dell’ELISKI e dell’ELIBOARDING

    Segnalo con molto piacere questo bell'ebook sull'eliski... argomento molto delicato e spesso discusso qui nel forum.

    L'ebook si può scaricare da qui: ebook sull'eliski ed eliboarding.

    L'indice del manuale è questo e sotto riporto il primo, importantissimo, capitolo.
    Buona lettura e grazie Avalco Travel

    INDICE
    ----------------------------------
    1. ETICA ED IMPATTO AMBIENTALE
    2. SCELTA DELLA DESTINAZIONE
    . 2.1 EUROPA
    ITALIA
    SVIZZERA
    AUSTRIA
    SPAGNA
    NORVEGIA
    SVEZIA
    FINLANDIA
    ISLANDA GROENLANDIA
    2.2 DESTINAZIONI EXTRA-EUROPEE
    MAROCCO
    CANADA USA

    ALASKA

    WEST COAST

    CENTRAL ROCKIES
    SUD AMERICA

    ARGENTINA – CILE
    RUSSIA

    CAUCASO

    KAMCHATKA
    GEORGIA
    TURCHIA
    KYRGYZSTAN
    UZBEKISTAN
    KAZAKSTAN
    INDIA
    NEPAL
    PAKISTAN
    IRAN
    GIAPPONE
    CINA
    NUOVA ZELANDA
    AUSTRALIA
    ARTICO e ANTARTICO
    3. LE ORGANIZZAZIONI CHE GESTISCONO L’ ELISKI
    4. A CHI RIVOLGERSI PER PRENOTARE ?
    5. AREA SCIISTICA – TERRENO
    6. LOGISTICA LOCALE - UTILIZZO DI AUTO O NO ?
    7. ITINERARIO SU RESORTS MULTIPLE
    8. DURATA DEL SOGGIORNO
    9. VOLI A/DA LA LOCATION
    10. ELISKI + IMPIANTI DI RISALITA
    11. ELISKI + SNOWCAT
    12. ALTRE ATTIVITA’
    SCIALPINISMO
    CIASPOLE / RACCHETTE DA NEVE – SCI DI FONDO - ESCURSIONI
    CASCATE DI GHIACCIO – PARAPENDIO
    13. ALLOGGIO
    14. PASTI
    15. ATTREZZATURE - COSA PORTARE
    15.1 ABBIGLIAMENTO.
    15.2 SCI TRADIZIONALE, TELEMARK O SNOWBOARD ?
    15.3 QUALI ATTREZZI SCI / SNOWBOARD / SCARPE SCEGLIERE ?
    15.4 NOLEGGIO SI O NO ?
    15.5 ALTRE ATTREZZATURE
    15.6 ATTREZZATURE DI SICUREZZA
    • ARVA
    • PALA
    • SONDA
    • Trasmettitore Recco
    • AIRBAG O ABS
    • AVALUNG
    15.7 COMUNICAZIONI 15.8 DISCESE TECNICHE E/O SCIALPINSIMO
    16. FORMAZIONE DEI GRUPPI
    17. GRUPPI PRIVATI E PROGRAMMI PERSONALIZZATI
    SCELTA DEI COMPAGNI 18. E SE VIAGGIO DA SOLO ?
    19. SE HO ACCOMPAGNATORI NON SCIATORI ?
    20. COME SI SVOLGE LA GIORNATA TIPO
    21. QUANTE ROTAZIONI ? QUANTO DISLIVELLO ? QUANTE ORE DI VOLO ?
    22. TOUR LEADER SI O NO ?
    23. SICUREZZA
    PREVENZIONE (prima dell’attività)
    GESTIONE (DURANTE L’ATTIVITA’)
    GESTIONE DELLE EMERGENZE
    23.1 LE VALANGHE
    Scala europea del rischio valanghe
    Scala nordamericana dl rischio valanghe
    23.2 GESTIONE DEL RISCHIO VALANGHE
    24. GUIDE
    25. ELICOTTERI E PILOTI
    ALCUNI ELICOTTERI COMUNEMENTE USATI NELL’ELISKI
    GESTIONE DEL CARBURANTE
    26. CONDIZIONI AMBIENTALI, CLIMA, NEVE
    27. CONDOTTA DURANTE L’ATTIVITA’
    SALIRE E SCENDERE SU/DA L’ELICOTTERO
    DISCESA IN FUORIPISTA
    28. RESPONSABILITA’
    LO SCIATORE
    LA GUIDA
    IL PILOTA
    L’ORGANIZZAZIONE
    29. ASSICURAZIONI
    SOCCORSO E RECUPERO IN MONTAGNA, ASSISTENZA SANITARIA RINUNCIA
    PERDITA, DANNO, O FURTO DEL BAGAGLIO
    INFORTUNI
    RC TERZI E SPESE LEGALI
    30. PREZZI
    31. EXTRA COSTI SUL POSTO
    32. TASSE LOCALI
    33. PRENOTAZIONI E PAGAMENTI
    34. GARANZIE
    35. RINUNCE
    36. LAST MINUTE ?
    37. DIRITTI DEL VIAGGIATORE - EVENTUALI RECLAMI 38. PREPARAZIONE ALLA PRATICA DELL’ELISKI
    PREPARAZIONE TECNICA
    PREPARAZIONE FISICA

    1. ETICA ED IMPATTO AMBIENTALE

    Naturalmente c’è chi è pro e contro l’eliski. In questo manuale non vogliamo fare filosofia né cadere nelle incongruenze di chi assume posizioni estreme, ma intendiamo solo sottoporre alcuni dati oggettivi alla vostra valutazione.
    Prima di tutto occorre considerare dove si pratica l’eliski.

    Sulle Alpi esiste un livello molto alto di antropizzazione (unico al mondo) e dunque l’eliski può risultare spesso invasivo, per il disturbo agli altri frequentatori della montagna oltre che, a volte, anche agli animali.
    Alcuni paesi, come la Francia, lo hanno vietato. Molti vorrebbero vietarlo anche in Italia, ma altri sostengono che l’eliski è diventato un business importante per alcune valli e specialmente per le guide alpine che ci lavorano.
    Altri ancora sostengono che un compromesso accettabile è tollerare i voli in certe aree ma assolutamente non aumentare né il numero di voli né le aree stesse.
    Ad oggi sulle Alpi i voli per eliski rappresentano il 2% dei voli totali realizzati (la maggior parte sono voli per: trasporti materiale, costruzioni, soccorso).

    Fuori dalle Alpi, o addirittura fuori dall’Europa, è tutto un altro discorso. L’eliski si pratica (salvo rare eccezioni) in aree di montagna remote, pressoché disabitate, e molto vaste. In tali situazioni si può ancora affermare che l’eliski disturbi altre persone o gli animali ?
    Molto dipende da come l’attività è gestita dall’ organizzazione locale. Per esempio, in Canada (che è stato il primo paese a sviluppare l’eliski su larga scala) si può volare solo su certe zone e con percorsi e modalità di volo estremamente restrittivi e tali da non disturbare la fauna. Chi è stato in quel paese, sa quanto i canadesi siano fanatici dell’ambiente, oltre che entusiasti degli sport all’aria aperta. Lì addirittura l’elicottero è il solo mezzo per raggiungere certe vallate che non sono percorse da strade né tantomeno da impianti di risalita.

    Infine, l’impatto ambientale. L’elicottero fa rumore, ma per fortuna è uno solo e cambia velocemente posizione. Se l’area non è antropizzata non darà fastidio alle persone. Se il pilota segue le procedure corrette, in particolare per quanto riguarda le aree di atterraggio e decollo, non recherà alcun disturbo agli animali sia uccelli che terricoli. In caso contrario non si deve volare in quella zona.

    Poi l’inquinamento. Un elicottero per 4-6 sciatori, su quote di 2000- 3000 m, consuma in media 250 lt di kerosene/ora e, durante un volo per eliski di 20 min in andata e ritorno, produce circa 175 kg di CO2. Questa massa di gas distribuita nello spazio percorso dal mezzo equivale a circa 3,5 ppm (parti per milione di massa d’aria), contro una concentrazione naturale di CO2 nell’aria di circa 275 ppm (a 2500 m di quota).
    Un impatto assolutamente ininfluente, tenuto conto che ogni giorno si vola in posti diversi (almeno fuori dalle Alpi), ed enormemente inferiore all’inquinamento prodotto dalle auto che portano gli sciatori sulle piste di una qualunque stazione sciistica.

    Buona lettura!

  2. #2

    Predefinito

    Grazie della segnalazione Fabio!
    Scaricato e appena posso me lo leggo con interesse e curiosità.

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #3

  5. #4

    Predefinito

    Uè, grazie ad Avalco travel!
    Ottima la premessa sul grado di antropizzazione delle Alpi, differente rispetto le altre grandissime ed estese zone in cui di solito l'eliski viene praticato. Estremizzazione di questo aspetto è la Marmolada...

  6. #5

    Predefinito

    premesso che se avessi i soldi andrei a fare tanti giri in elicottero è giusto che sia un'attività regolamentata
    ma non si può misurare l'inquinamento atmosferico con la CO2! la CO2 non è un inquinante! è un (presunto) "gas serra".
    casomai si può dire che un motore che emette tanta CO2 emette anche molti altri inquinanti in grande quantità!

  7. #6

    Predefinito

    una domanda circa questo passaggio:

    ....Un maestro di sci potrebbe essere un’eccellente guida, ma solo in pochi paesi è autorizzato ad accompagnare gruppi di eliski. Ciò perché il maestro di sci è addestrato a gestire i gruppi sulle piste battute ma non in fuoripista.
    In definitiva, solo la guida alpina può offrire le necessarie garanzie di capacità tecnica, esperienza, e sicurezza per gestire l’eliski.....

    Qualcuno mi sa dire se per legge in Italia un maestro di sci può organizzare uscite di Heliski e accompagnare clienti o è necessario essere Guida Alpina?

    Grazie, ciao.
    Pit

  8. #7

    Predefinito Manuale dell'eliski

    [QUOTE=enrysno;710868] non si può misurare l'inquinamento atmosferico con la CO2! la CO2 non è un inquinante! è un (presunto) "gas serra".
    QUOTE]

    Nel manuale non si afferma di voler misurare l'inquinamento atmosferico con la CO2. Esso dipende da molti parametri complessi, ma si è presa la CO2 come esempio per dare un'idea dell'impatto dell'elicottero sull'atmosfera.
    La CO2 è ovviamente un gas serra (cosiddetto); oltre una certa soglia è considerato un "inquinante" come le altre sostanze che in qualche modo alterano l'equilibrio naturale attraverso processi sia fisici che chimici.


    Mountaineering Academy
    autori del manuale

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #8

    Predefinito Guida alpina o maestro di sci

    Citazione Originariamente scritto da pitstop Vedi messaggio
    una domanda circa questo passaggio:

    ....Un maestro di sci potrebbe essere un’eccellente guida, ma solo in pochi paesi è autorizzato ad accompagnare gruppi di eliski. Ciò perché il maestro di sci è addestrato a gestire i gruppi sulle piste battute ma non in fuoripista.
    In definitiva, solo la guida alpina può offrire le necessarie garanzie di capacità tecnica, esperienza, e sicurezza per gestire l’eliski.....

    Qualcuno mi sa dire se per legge in Italia un maestro di sci può organizzare uscite di Heliski e accompagnare clienti o è necessario essere Guida Alpina?

    Grazie, ciao.
    Pit
    Per ora la giurisdizione nazionale italiana non stabilisce norme specifiche per l’eliski.
    La pratica dell’eliski è assimilata a quella dello scialpinismo e del fuoripista in generale (fuori dalle piste battute e sorvegliate).
    In proposito le figure professionali della guida alpina e del maestro di sci hanno ruoli chiaramente distinti.
    Secondo l’art. 2 della legge no. 6/1989 sull’ordinamento della professione di guida alpina, l’ambito dell’attività si riferisce alle “…escursioni sciistiche, fuori delle stazioni sciistiche attrezzate o delle piste di discesa o fondo, e comunque laddove possa essere necessario l’uso di tecniche e di attrezzature alpinistiche…”.
    L’art. 2 della legge quadro no. 81/1991 sull’ordinamento della professione di maestro di sci stabilisce nell’oggetto della professione l’insegnamento delle tecniche sciistiche sulle “…piste di sci, itinerari sciistici, percorsi di sci fuoripista ed escursioni con gli sci che non comportino difficoltà richiedenti l’uso di tecniche e materiali alpinistici, quali corda, piccozza, ramponi”.
    La discriminante tra guida alpina e maestro di sci è dunque la necessità dell’utilizzo delle attrezzature cosiddette alpinistiche, e non l’utilizzo di mezzi di trasporto (impianti a fune, gatti delle nevi, elicottero).
    Tra le attrezzature alpinistiche è da considerarsi incluso l’arva, anche se non espressamente citato. Ora, in base all’art. 17 della legge no. 363/2003 sulla sicurezza nella pratica degli sport invernali da discesa e fondo, “…i soggetti che praticano lo scialpinismo devono munirsi, laddove per condizioni climatiche e della neve sussistano evidenti rischi di valanghe, di appositi sistemi elettronici per garantire un idoneo intervento di soccorso”.
    Per deduzione ne dovremmo conseguire che nella pratica dell’eliski, assimilabile allo scialpinismo, è richiesto l’impiego della guida alpina e non del maestro di sci, almeno nelle situazioni con rischi di valanghe (cioè potenzialmente sempre nel fuoripista), anche se ciò non è mai esplicitamente citato in alcun testo di legge nazionale.
    Si deve poi notare che la stessa legge 81/1991 definisce maestro di sci “..chi insegna professionalmente….le tecniche sciistiche…”, ossia il ruolo del maestro sarebbe più propriamente quello dell’insegnamento e non dell’accompagnamento che invece è specifico della guida alpina.

    Alla normativa nazionale si aggiunge poi quella regionale, sia sull’ordinamento delle professioni di guida alpina e di maestro di sci, che sulla pratica del fuoripista. In alcuni casi le regioni applicano solo restrizioni nelle aree dedicate al fuoripista, in altre si rende esplicitamente obbligatorio l’impiego della guida alpina.
    Per ora solo la regione Valle d’Aosta ha stabilito norme specifiche per l’eliski, in riferimento ai requisiti degli operatori, le aree autorizzate, ecc. Secondo il D.L. no. 6/1988 e la legge regionale no. 58/1991, gli sciatori “aviotrasportati” dovranno essere assistiti da una guida alpina o, per le zone prive di difficoltà alpinistiche, da un maestro di sci, regolarmente abilitati ed assicurati per lo svolgimento della pratica dell’eliski.

    Mountaineering Academy
    Avalco Travel

  11. #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Mountaineering Academy Vedi messaggio
    Nel manuale non si afferma di voler misurare l'inquinamento atmosferico con la CO2. Esso dipende da molti parametri complessi, ma si è presa la CO2 come esempio per dare un'idea dell'impatto dell'elicottero sull'atmosfera.
    lo fanno anche le case automobilistiche, ma è improprio
    a parità di CO2 emessa una combustione può emettere diversi inquinanti in diverse quantità, dipende da un sacco di cose

    La CO2 è ovviamente un gas serra (cosiddetto); oltre una certa soglia è considerato un "inquinante" come le altre sostanze che in qualche modo alterano l'equilibrio naturale attraverso processi sia fisici che chimici.
    qua ci sarebbe da discutere parecchio

    comunque è un bel manuale
    belle anche le foto (...)

-

Tags per questo thread

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •