Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 27

Discussione: I FIORDI E LE CITTA' NORVEGESI: una crociera veramente speciale!

  1. #1

    Predefinito I FIORDI E LE CITTA' NORVEGESI: una crociera veramente speciale!

    Ciao a tutti da Roberto

    Premetto che non amo le crociere, ma circa un mese e mezzo fa un mio caro amico mi ha proposto una vacanza particolare, appunto una crociera. Io, molto titubante, non ho considerato più di tanto questa proposta, ma, sfogliando il catalogo della Costa Crociere, mi sono imbattuto sulle rotte verso i mari del nord. E se andassimo per i fiordi norvegesi? La mia idea è stata subito accettata dal mio amico, anche lui NON amante del caldo afoso ed insopportabile. Inizialmente abbiamo provato a prenotare l'itinerario più interessante, quello che arrivava fino a Capo Nord, ma, purtroppo, per il periodo di fine agosto la nave era già completamente piena. Abbiamo optato per quello più breve e siamo stati fortunati a trovare posto. Alla fine siamo partiti in 4, ed il più felice ero io perché avevo sempre desiderato andare in Norvegia.

    Finalmente arriva il 24 agosto 2008 ed inizia la "grande" avventura nordica.

    Avventura che inizia con la sveglia alle 03 e 30 del mattino: alle 4 si parte con l'auto verso Fiumicino dove alle 6 ci attende il check-in per imbarcarci sull'aereo delle 07,30 che ci avrebbe portato a Milano Linate.

    Aereo che parte puntuale (l'unico... purtroppo!) in una mattinata già calda e poco nuvolosa. E, fortuna, ha voluto che mi sedessi in un posto affianco al finestrino. E da quel momento ho cominciato a scattare le prime foto che a fine crociera risulteranno circa 1.500!!!

    Gli Appennini appaiono in lontananza, ma ben decifrabili, dal Gran Sasso, al Terminillo, ai Sibillini, Monte Amiata e Monte Cimone, tanto per citarne alcuni.


    Il profilo del Monte Amiata sullo sfondo con la laguna di Orbetello ben visibile in basso a sinistra



    Atterrati a Milano Linate alle 08 e 40, una gentile accompagnatrice della Costa crociere ci attendeva per condurci alla partenza del pulmann che ci avrebbe condotto all'aeroporto internazionale di Milano Malpensa (circa 1 ora di tragitto).

    Il check-in era alle 10 e 30 ma, con amarezza, constatiamo che al primo passaggio dove si lasciavano le valigie c'era già una fila impressionante: abbiamo subito intuito che erano tutti vacanzieri che avrebbero percorso il nostro stesso itinerario. Le valigie erano tutte etichettate con l'adesivo di Costa crociere! Un'ora di fila e poi si passa alla seconda fase: il passaggio del metal-detector. Essendo un volo internazionale i controlli sono più severi ma dopo la lunga trafila si passa senza intoppi e si sale sull'aereo che dovrebbe partire alle 12 e 25. Malauguratamente, per problemi di traffico sui cieli europei, si partirà invece alle 13 e 10, il tutto senza aver mangiato dato che soffro di mal di stomaco quando salgo sugli aerei ed evito di mangiare qualsiasi cibo in questa occasione.

    Quasi due ore di viaggio, sorvolando le nostre amate Alpi (che disgraziatamente riesco solo a sbirciare perché ero seduto nelle file centrali, sigh...) e, senza vuoti d'aria, si atterra a Copenhagen. Per fortuna l'organizzazione Costa prevedeva personalmente al ritiro delle valigie e noi abbiamo puntato direttamente verso gli autobus che ci avrebbero condotti al porto dove ci attendeva il nostro "albergo galleggiante".

    Tragitto interessante perché ci ha permesso di ammirare, da lontano, il famoso ponte che collega la Danimarca con la Svezia, e di dare una rapida occhiata al centro della capitale danese.


    Il ponte che collega la Danimarca con la Svezia



    Per le vie del centro di Copenhagen, la città della Sirenetta




    Un mio amico ha subito addocchiato la seconda macchina in fila sulla destra: chissà perché...

    Alla fine del breve tour cittadino si giunge al sospirato porto della capitale: la sagoma della nave era già ben in vista.


    Sullo sfondo la nave ci attende



    E' veramente enorme ed imponente: da sotto poi ancor di più


    La nave denominata "Costa Mediterranea"




    Purtroppo, l'imbarco è più lungo del previsto e l'attesa per la salita a bordo è snervante e stressante, considerato anche che siamo svegli dalle tre e mezza del mattino ed abbiamo mangiato solo dei salatini ed un pacco di biscotti...! Ed a me comincia una noiosissima emicrania che mi accompagnerà, tra alti e bassi, per ben 4 giorni!


    Finalmente a bordo, sistemati nella nostra "micro" cabina, in 4...!!!, ne approfittiamo per fare subito un giro per la nave. Giro che ci riserva numerose sorprese e tanta meraviglia nell'ammirare lo sfarzo degli interni che fanno apparire la nave molto lussuosa (ma sono solo apparenze, anche se il livello era medio-alto). Arrivati ai piani superiori scopriamo le tre piscine (una coperta) e le varie vasche idromassaggio, già utilizzate dai numerosi vacanzieri arrivati prima di noi (in tutto saranno circa 3.000 ospiti sulla nave) anche se le temperature non erano certamente ideali per stare in costume!


    Una delle piscine sulla nave



    Alle 19:00 in punto la nave molla gli ormeggi e finalmente si parte: io però sono con il mal di testa in cabina ed a mala pena riesco a vedere, dal finestrino, la fase di uscita dal porto.

    Meno male che il giorno dopo sarebbe stato tutto di navigazione, per cui avrei sicuramente recuperato un po' di sonno.

    Il 25 agosto, lunedì, si viaggia tutto il giorno, sempre con la costa norvegese in vista, sulla destra della nave che fa rotta verso Nord. Molti approfittano anche della discreta giornata per rilassarsi in piscina o per prendere il sole (ma le temperature non sono elevate ed un leggero venticello settentrionale raffredda i bollenti spiriti di molti...).


    Con la costante vista della costa norvegese ogni tanto si incrociano altre navi




    Vita di bordo sulla nave, tra bar, lettini e piscine.




    Su una nave da crociera, oltre ad andare nelle piscine, a prendere il sole, ad allenarsi nella grande palestra, a rilassarsi nelle terme, a farsi "coccolare" nel reparto wellness, a girare per i negozi all'interno della nave, ad assistere ai vari spettacoli organizzati dallo staff dell'animazione, ad ascoltare musica da piano bar nei vari bar dislocati per tutta la nave, ed a "perdere" un po' di soldini al capiente casinò, che altro si può fare???


    Se ci capiterete anche Voi rimarrete sbalorditi dalla quantità industriale di cibo che troverete: mangiare, mangiare, mangiare! Ecco che altro si può fare, a tutte le ore...

    Vi anticipo già da adesso che io sarò stato uno dei cinque - sei ospiti della nave che a fine crociera pesava di meno di quanto prima che iniziasse! C'era di tutto e di più, non mancava nulla, anzi si: mancava la Nutella!!! Si, ma in compenso i dolci uscivano in quantità interminabile, che però alla fine disgustavano (per me!) con tutte quelle farciture e quei cumuli di panna che ricoprivano le torte. Per fortuna c'era anche del buon gelato fresco che si poteva mangiare senza disgusto (sempre per me!!!).

    E dopo aver mangiato per una giornata intera, cosa faceva il popolo vacanziero a bordo della nave? Andava a cena nel grande ristorante con vista mare: cena dove per la maggior parte delle serate era "preferibile" presentarsi in abito da sera o, possibilmente, vestiti eleganti e non sportivi.


    L'enorme salone a due piani del ristorante





    Martedì 26 agosto inizia la fase più importante della crociera, la parte più emozionante per me, tant'è che alle sette del mattino sono già sul ponte più alto della nave ad ammirare il panorama che si apre ai miei occhi: siamo nel cuore dei fiordi della Norvegia, siamo alla fine del fiordo più imponente e grande, il Sognefjord, lungo più di 220 km.
    Dal mare si entra con la nave, ad andatura ridotta, nel cuore delle montagne norvegesi: uno spettacolo UNICO al mondo. Il sole ancora non compare, ci sono delle nuvole, ma lo spettacolo è già eccitante.


    Un ramo del fiordo Sognefjord, il più imponente del mondo



    La nave lentamente si avvicina al piccolo porto della minuscola località turistica di Flam, che si anima solo quando arrivano le navi da crociera o quando arrivano le corse dei treni turistici che scendono dalla sovrastante montagna.


    Il piccolo borgo di Flam ci attende per iniziare la prima escursione




    L'escursione che avevo prenotato in anticipo via internet prevedeva un lungo itinerario che ci avrebbe portato all'interno della terra norvegese per un tour che sarebbe durato circa otto ore con sosta culinaria inclusa. Dopo aver ricevuto le istruzioni sul punto di ritrovo e dopo essere stati "accolti" dalla nostra guida che ci avrebbe accompagnati per tutta la giornata, si sale sul pulmann, e si parte. Io, ovviamente tra i primissimi a presentarsi alla partenza, occupo il posto migliore, quello davanti, con ampia vista su tutti i lati.


    Sul pulmann in attesa che le guide ci accompagnino per le escursioni



    Facciamo conoscenza con la nostra guida e scopriamo che è una simpatica e carina giovane ragazza italiana! Già, proprio così: italiana, che parla benissimo il norvegese e che vive lì e che ha già detto che rimarrà in Norvegia perché è il suo desiderio più grande e perché le piace la terra novegese. Molti di noi hanno invidiato l'italianissima Stefania che ha fatto una scelta di vita così importante e che lavora sempre con il sorriso sulle labbra!

    Da Flam puntiamo verso Voss, località posta a metà del nostro itinerario



    Dopo due lunghissime gallerie di oltre 5 km. l'una scavate nella roccia, dove due pulmann che si incrociano ci passano a mala pena, si arriva nella piccola località di Gudvangen dove è programmata la prima sosta.
    Sosta che si rileva subito dalle tante emozioni: la vista di un fiordo fantastico con alle spalle numerose cascatelle che scendono dagli alti pendii delle montagne sovrastanti.



    Il Noerofjord, uno dei più affascinanti fiordi di tutta la Norvegia








    Qui finisce il primo resoconto della lunga crociera tra i fiordi norvegesi: il racconto è lungo e le foto sono tante, per cui ci vorrà un po' di tempo per terminare tutto il reportage, non avendo molto tempo a disposizione per stare sempre collegato ad internet.

    Accetto volentieri suggerimenti nel sapere se posso proseguire il mio resoconto come sopra o se devo ridurre le descrizioni e le foto, considerando che c'è molto da far vedere (NEVE compresa) e molto da raccontare. Se così invece va bene, consideratelo come un reportage a puntate dove, poco alla volta, scoprirete mondi nuovi ed affascinanti. Mondi che io reputo molto ma molto affascinanti ed emozionanti, mondi che in me infondono un senso di rilassatezza mentale, momenti che nella nostra vita quotidiana sono sempre più rari.



    Il viaggio prosegue... rimanete collegati a questo thread



    Roberto

  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  3. #2

    Predefinito

    foto stupende e ottimo inizio reportage.. secondo me potresti postare le foto scrivendo sl dove sei.. o cosa hai fatto di importante in quel determinato in quel posto niente di più dicono già tutto le foto.. ah sl una domanda quanto è durata la crociera?

  4. #3

  5. #4

    Predefinito

    Stesso percorso fatto da me l'estate scorsa...
    Posti unici,incantevoli che lasciano senza parole
    Per non parlare poi della nave(la mia però era la costa magica)

  6. #5

    Predefinito

    anche io ho fatto una crociera COSTA,ai caraibi in viaggio di nozze...( costa classica)
    come ti sei trovato?

  7. #6

  8. #7

  9. #8

  10. #9

    Predefinito

    Che bel viaggio... e che nostalgia! Anch'io sono andata a Capo Nord 3 anni fa, ma con la mia macchinina! Sono dei luoghi fantastici!

  11. #10

  12. #11

    Predefinito

    Che spettacolo dev'essere la Norvegia!
    Bravo Soloneve, non farti problemi e continua pure!

    P.s. magari riduci un pò le dimensioni delle foto, 800x600 o 1024x768

  13. #12

    Predefinito

    I fiordi sono mozzafiato...sono sempre belli verdi, i borghi tenuti benissimo...la Norvegia è a parer mio la più bella nazione del nord europa!

  14. #13

    Predefinito

    belle foto e bellissimo resoconto continua così che mi sto prendendo bene con la norvegia...aspetto la prox puntata...

  15. #14

    Predefinito

    è vero..la Norvegia ha un fascino molto particolare, qualcosa che non credo sia descrivibile a parole, ma solo visitando quel mondo riesci a sentire la serenità che trasmette..e quando ci sei non puoi non innamorartene. Io l'ho visitata da bambina con i miei..25 giorni di viaggio in camper fino a capo nord. Mi piacerebbe un giorno rifare una cosa simile, intanto mi godo le tue foto

  16. #15

    Predefinito

    Grande Roberto!! resto in attesa del proseguio...

    ma hai volato con Alitalia??? ahi ahi ahi

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •