icona Skitags: Situazione meteo - neve - impianti - piste [101] Madonna di Campiglio - Passo Grostè [28] Dimaro - Folgarida [11] Marilleva - Mezzana [7]

Pagina 120 di 125 PrimoPrimo ... 2070110111112113114115116117118119120121122123124125 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1786 a 1800 di 1867

Discussione: Campiglio, Folgarida, Marilleva - Situazione impianti, neve, piste

  1. #1786

    Predefinito

    In effetti con quegli “stecchini” quando arrivi ne bosco (ed è lì che continuerebbe la goduria, ed in caso di pillows aumenterebbe) c’é sempre un attimino di esitation...

    - - - Updated - - -

    Questo uno sci da bosco...




  2. Lo skifoso Vettore2480 ha 4 Skife:


  3. #1787

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Vettore2480 Vedi messaggio
    In effetti con quegli “stecchini” quando arrivi ne bosco (ed è lì che continuerebbe la goduria, ed in caso di pillows aumenterebbe) c’é sempre un attimino di esitation...

    - - - Updated - - -

    Questo uno sci da


    Che figata che sci è? Complimenti

  4. Skife per Manawa:


  5. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  6. #1788

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Manawa Vedi messaggio
    Che figata che sci è? Complimenti
    È il vecchio Bentchetler, ma dall’anno scorso uso il nuovo, che è leggerissimo ma al confronto del vecchio in pista va da schifissimo...
    Ecco il nuovo qui:



    Comunque se vuoi davvero lo sci unico che in pista mantiene un pò di grinta, Blizzard Bonafide o Black Crows Camox. Chiaro che nemmeno quelle non sono robe da bosco...

  7. Skife per Vettore2480:


  8. #1789
    Bivalente: sci+snowabard Skifoso
    Attrezzatura
    tavola K2 turbodream, sci e scarponi Nordica "da migliorare..".

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Manawa Vedi messaggio
    interessante e condivido lo terrò presente però poi addio pista?

    [COLOR="silver"]- - - Updated - - -[/
    manawa apprezzo molto la tua tecnica che ti consente di andare i fresca con sci da pista o al massimo all mountain...mi ricorda quando sciavamo con gli zeppetti lunghi e fini e per riuscire a curvare in fresca dovevi essere veramente bravo e sapere la tecnica
    in quelle condizioni io ormai vado con la tavola (da cui il nikname) per massimo godimento con minimo sforzo ( a meno che non caschi).
    Pure essendo un discreto sciatore non ho padronanza in fresca un po per essermi dedicato per anni allo snow (sci ripresi da qualche anno per i figli) un po’ per non aver puntato su sci troppo freeride (i miei sono un 30-70 a.m. ma troppo corto per supportarmi in fresca).
    secondo me nella tua condizione la scelta sarebbe piuttosto facile: devi avere 2 sci uno da pista ( magari un all mountain polivalente in alternativa a un gs pro) e uno da freeride (magari non un 120 ma un 105 che ti permette di andare un po in tutte le condizioni anche miste e di non soffrire troppo in pista)
    come per il windsurf non esiste una sola attrezzatura da 13 nodi a 25 da mare piatto o 2 metri di onda .
    la gestione abbastanza agevole in val di sole (chiaramente ne canada ne monte bianco) puoi avere giornate di fresca o settimane di duro, se nevica e c’è ¨ fresca esci coi freeride se non nevica da 1 mese vai con quelli da pista magari se sali una settimana li porti tutti e due ..
    secondo me il compromesso sarebbe più sull orientamento dei due sci ( piu o meno esasperati ) che per uno sci unico che sarebbe carente in tutte le situazioni ..sul duro e battuto ti diverti con attrezzatura che non va bene con powder e viceversa, se sci 5 giorni all anni scegli il compromesso ma se ne sci 20 e e sei bravo non ti serve..

    scusa se mi sono permesso ma
    e piu i meno lo stesso approccio che faccio usando tavola e sci ( e devi avere doppio scarpone, guanti etc) per le condizioni diverse ( per me lo snow soft sul duro ripido non e piacevole mentre godurioso ed efficace in fresca )
    tra qualche giorno sono in valisole coi ragazzi ..mi aspetto sopratutto sci e pista

  9. Skife per turbodream:


  10. #1790

    Predefinito

    Oggi bel giro più o meno in senso orario fra Pinzolo, il lato ovest di Campiglio, Marilleva, Folgarida, il lato Grosté-Spinale, per rientrare a Pinzolo sul filo del rasoio (timbrata la discesa alla Tulot alle 16:26, nella semioscurità) ... Non so se dipenda dalle nubi che hanno coperto il cielo, dall'ombra proiettata dal massiccio dell'Adamello o dal fatto che i pendii a bassa quota non siano innevati (e quindi riflettano poco), ma non ricordo di avere mai chiuso una giornata di sci con così poca luce naturale sulla pista!

    Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	20191226_234841.jpg
Visite:	55
Dimensione:	105.7 KB
ID:	71475

    Giornata molto limpida e neanche troppo fredda all'inizio (-2°C al parcheggio della Tulot), che gradualmente si è velata, sino a rannuvolarsi nell'ultima ora di sci. A fine dicembre, quasi tutto il versante della val di Sole è completamente in ombra e quindi lì bisogna sciare un po' col freno a mano tirato, perché c'è pochissimo contrasto cromatico ed è difficile riconoscere le ondulazioni e le micro-asperità delle piste.

    La neve molto dura (dalla consistenza molto simile a quella artificiale) e lo scarso traffico in pista (la maggior parte dei vacanzieri dovevano essere ancora con le gambe sotto il tavolo ) hanno permesso di preservare molto bene persino le piste esposte a sud (mi riferisco ad esempio all'Amazzonia e alla Malghette), che altrimenti vengono devastate dal passaggio delle mandrie di sciatori. Neve ancora abbastanza soffice solo sopra i 2000-2100 m, più o meno indipendentemente dall'esposizione, e lungo le varie discese servite dalla Fortini, forse perché lavorate dal sole sin dal primo mattino e dunque smollatesi un po'.

    La foto allegata, scattata attorno alle 15:30 non lontano dallo Spinale, mostra quanto il rigelo e il vento abbiano reso molto crostosa anche la neve fuori pista. In alcune zone (ad esempio sotto la seggiovia Genziana), il manto naturale sembra prossimo ai 2 metri!

    Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	20191226_152402-1568x1176.jpg
Visite:	77
Dimensione:	173.3 KB
ID:	71474

    Pinzolo parecchio trafficata al mattino, poca gente in pista sul versante ovest di Campiglio, discreto traffico a Folgarida/Marilleva (ma noi ci siamo concentrati su piste poco gettonate, come la Nera di Folgarida e la Mastellissima), un abominio di gente rientrante dall'area Grosté/Spinale fra le 14:45-15:30. Se si escludono le piccole code fatte in mattinata a Pinzolo (mai più di 5 minuti), nel resto della giornata siamo riusciti a prendere tutti gli impianti al volo, attendendo al massimo 1 cabina o 1 seggiola. Temo però che, essendosi concluse le libagioni natalizie, nei prossimi giorni sarà il caos assoluto!

    Finalmente è stato cambiato il secondo tronco della seggiovia che risale lo Spinale dal versante nord: ora è finalmente una seggiovia veloce (mi pare a 6 posti), con bolla anti-vento e sedili riscaldati.

    Peccato invece che la Tulot non fosse agibile. Il manto naturale deve arrrivare sino a 1.100-1.200 m di quota. Da lì in giù gradualmente scompare, si vedono profondissimi i canali di scolo dell'acqua e sembra che abbiano quantomeno provato a innevare artificialmente la pista, perché si notano chiazze più o meno circolari di neve in prossimità dei cannoni. A Plan de Corones avrebbero innevato una pista del genere a qualunque costo (una Sylvester o una Herrnegg arrivano più o meno alla medesima quota), ma è evidente che Pinzolo non dispone delle stesse risorse da immolare alla causa ...

  11. #1791

    Predefinito

    In merito alla Tulot è molto più difficile da innevare della Sylvester...in ogni caso sapevo che Audi richiese molto più impegno nell'innevamento.
    La Sylvester arriva a 975m, la Tulot a 850... 125 metri di differenza sono un abisso!

  12. Skife per Maghero:


  13. #1792

    Predefinito

    @Maghero: molto interessante quello che scrivi ... In effetti, Audi non si fa una grande pubblicità, a sponsorizzare il "parterre" d'arrivo di una pista in cui si potrebbero raccogliere le primule e le margherite

    Ero convinto che anche Riscone, dove terminano la Sylvester (o la Herrnegg), fosse più o meno a 850 m di quota, mentre è in effetti un centinaio di metri più alto (che, a pari condizioni climatiche, dovrebbe valere 0,7-0,8°C in meno).

    Più che la temperatura dell'aria, che immagino vada spesso sotto zero di notte a 850 metri, e l'irraggiamento solare diretto, che adesso è quasi inesistente in quella valle così profonda e schermata a ovest dall'Adamello, temo che sia stata la pioggia incessante dell'ultima grossa perturbazione di dicembre a fare alzare bandiera bianca ai gestori della Tulot. Così a naso, da come era dura la neve sin quasi a 2.000 m, durante il giorno deve avere piovuto (o essere caduta neve fradicia) anche a 1.700-1.800 m di quota. Probabilmente, le tristi chiazze di neve che ho visto sui prati bassi della Tulot originariamente erano monterozzi un po' più voluminosi, sciolti dalla pioggia.

    Comunque è davvero un peccato che le condizioni climatiche non permettano di tenere aperta una pista così bella, perché la tirata dalla cima del Doss dei Sabbioni sino in fondo alla Tulot (facendo il muretto nero di raccordo, che è uno dei più vertiginosi che abbia mai visto) è a mio parere anche più bella da sciare di una Sylvester! Senza il pistone di rientro a fondovalle, Pinzolo si riduce purtroppo a poca cosa, con quello stradone largo e facile che scende serpeggiando sino all'intermedia e qualche pista più ripida, ma breve, di raccordo.

    In compenso, mi sono davvero divertito sulle altre nere di Campiglio! Per la prima volta nella vita ho trovato l'Amazzonia piallata come l'autostrada del sole (mentre di solito somiglia più alla Salerno - Reggio Calabria :)) e la Spinale Direttissima fatta quasi a fine giornata, con i suoi incredibili cambi di ritmo e con la luce un po' crepuscolare che filtrava dalle nubi a occidente, è stata davvero fenomenale!

  14. Skife per daniered:


  15. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  16. #1793

  17. Lo skifoso Guido68 ha 5 Skife:


  18. #1794
    Bivalente: sci+snowabard Skifoso
    Attrezzatura
    tavola K2 turbodream, sci e scarponi Nordica "da migliorare..".

    Predefinito

    ho avuto la fortuna di fare 4 giorni "tansitori" tra natale e capodanno, dal 26 al 29 in valdisole partendo da daolasa. Tempo fortunatissimo sempre sole e innevamento abbondante, i primi due giorni con temp molto miti, gli altri adeguati al periodo ma sempre molto belli.
    Il comprensorio, che conosco da anni, offre una varietà di piste "completa" nei diversi versanti, le 2 nere di marilleva e quella di folgarida sono varie e godibilissime, mai trovate affollate e permettono di sicare "in controtendenza" all affolamento in alto, anche la discesa a folgarida con blu e rossa è divertente e paesaggisticamente piacevole.
    il versante di campiglio fortini-pradalago offre panorami e sciabilita ottimi, con minore affollamento degli altri versanti a mio avviso (groste e spinale), il paesaggio della perla delle dolomiti di brenta è sicuramente superiore (uno dei piu belli in trentino a mio avviso)
    L'offerta e la varieta sciisitca sono un punto di forza, come la qualita dei maestri che a mio avviso ha l'approccio migliore per formare i bambini (a vantaggio dei genitori), perche anche i piu piccoli, non principianti, vengono abituati a fare piste rosse nere, fuoripista, gobbe cosi non si trovano in difficolta quando con i genitori dovranno affrontare piste magari molto rovinate da mucchi e gobbe nei punti piu esposti al passaggio..

    Avendola testata in giornate di "pieno" (tranne sabato 28 con affollamento minimo per cambio settimana) ho potuto vedere i vantaggi e svantaggi del sistema di colellegamento tra le 3 vallate. Gli impianti di arroccammento che in val disole ricevono ormai una massa notevole (tutta la vallata da cles a mezzana olltre alle stazioni "di quota") smaltiscono velocemente anche i giorni piu affollati essendo tutte cabinovie. Alcuni settori sono penalizzati da "cul de sac" dove le seggiovie qudriposto seppure belle sono insufficienti a garantire il deflusso nei punti "chiave" di passaggio.

    Nella zona marilleva folgarida il passaggo tra le due stazioni si unisce all'afflusso della cabinovia daolasa (con pista mastellina bella, ma sconsigliata il pomeriggio) che confulisce sul cul de sac che porta alla bassetta e vigo.
    La prima è stata rinnovata con una snella 6 posti quest'anno non crea file per il passaggio verso folgarida, mentre la seconda rappresenta un "tappo" notevole sia nel flusso locale verso marilleva che nel "giro" in direzione campiglio. Sicurmente la quadriposto non è sufficiente e ci vorrebbe almeno una esaposto, anche perche non esistono "sfoghi" con piste che scendono in quel tratto per cui sei obbligato a prendere uno dei due impianti.
    Un altro punto drammatico è la malghe haut - spolverino, perchè di fatto su una quadriposto si cumulano gli afflussi di ben 2 cabinovie (folgarida e belvedere) e tutte le scuole, l'alternativa della biposto e della malconcia brenzi (che ho visto spesso ferma con file drammatiche) non è valida al momento, sicuramente sarebbe necessario un impianto piu potente o modernizzare le "alternative".
    per entrambe le quadriposto c'è il problema di tornelli, inserimento in fila e posti vuoti sulle seggivie, ovvero anche in momenti di punta vedi partire sedie con una o due persone , sarebbe opportuno il classico "basin" col badile che insulta e minaccia gli sciatori maldestri (quasi tutti del centro sud in queste staizoni) costringendoli a salire in 4 senza ulteriormente ridurrre la portata dell'uimpianto gia critica

    Sul lato campiglio l'anello debole è la fortini e il collegamento col ponte del groste, che mi sembra una soluzione inadeguata una stazione di livello internazionale..
    il ponte che forse sarebbe stato meglio pianeggiante (almeno raccettando lo percorri rapidametne in ambo i sensi) è agevole nel passaggio al groste ma diventa un incubo nel giro opposto dove gia la portata di una cabinovia si scontra con la seggiovia qudriposto di fortini che non solo serve un ottimo settore di piste (molto belle e variegate ) ma è il collegamento con il versante di marilleva oltre che con pradalago (se no scendi primia verso la cabinovia)..
    il piccolo e lento tapis rulant sembra grottesco rispetto alla massa di utenti e il transito in salita sul ponte (pensate con bambini al seguito) è una perdita di tempo e di energie un po in stile appenniico...
    sicuramente andrebbe rivisto il tutto e soprattutto la fortini dovrebbe essere una 6/8 posti visto l'afflusso elevato (anche in stagione piu basa ci trovavo fila).

    Per quanto riguarda le piste il transito obbligato su alcuni tratti, malghette e genziane varie su tutti le rende molto rovinate gia dopo poche ore, con mucchi, e tratti duri ma il problema è inevitabile con tali numeri di sciatori e anche considerato il livello medio molto molto basso degli stessi, per cui grattate e derapate accorciano la vita della pista inesorabilmente...forse creare un paio di varianti skiweg azzure per saltare i due tratti piu ripidi (che sono oggettivametne gli unici a creare difficolta) potrebbe migliorare.
    personalmente anche con i bambini piccoli non ho mai avuto grandi problemi se non tempi un po piu lunghi di percorrenza per superare le gobbe (che i bambini affrontano quasi per gioco) ed evitare i punti piu duri, il fatto di sapere sciare anche su terrenni non agevoli (alla francese) è sicurmaente un fattore di crescita sciistica, che però in un contesto di utenti prevalentemente con scarsa padronanza degli sci diventa un po problematico.
    Di contro anche in giorni cosi affollati ho trovato una amazzonia (che per esposizione e pendenze non è cosi banale da mantenere) in ottima forma, come tutte le piste del versante fortini-pradalago in generale; meravigliose il mattino le piste nere a marilleva e folgarida e anche le rosse blu, veramente belle e divertenti, molto didattiche...

    con alcune migliorie nei colllegamenti critici il comprensorio diventerebbe uno dei top assoluti, non che gia oggi non lo sia, e la capacita di fare marketing e turimo del trentino si dimostra a livelli eccellenti anche per offerta di range piu economici come quelli in vallata.

  19. Lo skifoso turbodream ha 2 Skife:


  20. #1795

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da turbodream Vedi messaggio
    ho avuto la fortuna di fare 4 giorni "tansitori" tra natale e capodanno, dal 26 al 29 in valdisole partendo da daolasa. Tempo fortunatissimo sempre sole e innevamento abbondante, i primi due giorni con temp molto miti, gli altri adeguati al periodo ma sempre molto belli.
    Il comprensorio, che conosco da anni, offre una varietà di piste "completa" nei diversi versanti, le 2 nere di marilleva e quella di folgarida sono varie e godibilissime, mai trovate affollate e permettono di sicare "in controtendenza" all affolamento in alto, anche la discesa a folgarida con blu e rossa è divertente e paesaggisticamente piacevole.
    il versante di campiglio fortini-pradalago offre panorami e sciabilita ottimi, con minore affollamento degli altri versanti a mio avviso (groste e spinale), il paesaggio della perla delle dolomiti di brenta è sicuramente superiore (uno dei piu belli in trentino a mio avviso)
    L'offerta e la varieta sciisitca sono un punto di forza, come la qualita dei maestri che a mio avviso ha l'approccio migliore per formare i bambini (a vantaggio dei genitori), perche anche i piu piccoli, non principianti, vengono abituati a fare piste rosse nere, fuoripista, gobbe cosi non si trovano in difficolta quando con i genitori dovranno affrontare piste magari molto rovinate da mucchi e gobbe nei punti piu esposti al passaggio..

    Avendola testata in giornate di "pieno" (tranne sabato 28 con affollamento minimo per cambio settimana) ho potuto vedere i vantaggi e svantaggi del sistema di colellegamento tra le 3 vallate. Gli impianti di arroccammento che in val disole ricevono ormai una massa notevole (tutta la vallata da cles a mezzana olltre alle stazioni "di quota") smaltiscono velocemente anche i giorni piu affollati essendo tutte cabinovie. Alcuni settori sono penalizzati da "cul de sac" dove le seggiovie qudriposto seppure belle sono insufficienti a garantire il deflusso nei punti "chiave" di passaggio.

    Nella zona marilleva folgarida il passaggo tra le due stazioni si unisce all'afflusso della cabinovia daolasa (con pista mastellina bella, ma sconsigliata il pomeriggio) che confulisce sul cul de sac che porta alla bassetta e vigo.
    La prima è stata rinnovata con una snella 6 posti quest'anno non crea file per il passaggio verso folgarida, mentre la seconda rappresenta un "tappo" notevole sia nel flusso locale verso marilleva che nel "giro" in direzione campiglio. Sicurmente la quadriposto non è sufficiente e ci vorrebbe almeno una esaposto, anche perche non esistono "sfoghi" con piste che scendono in quel tratto per cui sei obbligato a prendere uno dei due impianti.
    Un altro punto drammatico è la malghe haut - spolverino, perchè di fatto su una quadriposto si cumulano gli afflussi di ben 2 cabinovie (folgarida e belvedere) e tutte le scuole, l'alternativa della biposto e della malconcia brenzi (che ho visto spesso ferma con file drammatiche) non è valida al momento, sicuramente sarebbe necessario un impianto piu potente o modernizzare le "alternative".
    per entrambe le quadriposto c'è il problema di tornelli, inserimento in fila e posti vuoti sulle seggivie, ovvero anche in momenti di punta vedi partire sedie con una o due persone , sarebbe opportuno il classico "basin" col badile che insulta e minaccia gli sciatori maldestri (quasi tutti del centro sud in queste staizoni) costringendoli a salire in 4 senza ulteriormente ridurrre la portata dell'uimpianto gia critica

    Sul lato campiglio l'anello debole è la fortini e il collegamento col ponte del groste, che mi sembra una soluzione inadeguata una stazione di livello internazionale..
    il ponte che forse sarebbe stato meglio pianeggiante (almeno raccettando lo percorri rapidametne in ambo i sensi) è agevole nel passaggio al groste ma diventa un incubo nel giro opposto dove gia la portata di una cabinovia si scontra con la seggiovia qudriposto di fortini che non solo serve un ottimo settore di piste (molto belle e variegate ) ma è il collegamento con il versante di marilleva oltre che con pradalago (se no scendi primia verso la cabinovia)..
    il piccolo e lento tapis rulant sembra grottesco rispetto alla massa di utenti e il transito in salita sul ponte (pensate con bambini al seguito) è una perdita di tempo e di energie un po in stile appenniico...
    sicuramente andrebbe rivisto il tutto e soprattutto la fortini dovrebbe essere una 6/8 posti visto l'afflusso elevato (anche in stagione piu basa ci trovavo fila).

    Per quanto riguarda le piste il transito obbligato su alcuni tratti, malghette e genziane varie su tutti le rende molto rovinate gia dopo poche ore, con mucchi, e tratti duri ma il problema è inevitabile con tali numeri di sciatori e anche considerato il livello medio molto molto basso degli stessi, per cui grattate e derapate accorciano la vita della pista inesorabilmente...forse creare un paio di varianti skiweg azzure per saltare i due tratti piu ripidi (che sono oggettivametne gli unici a creare difficolta) potrebbe migliorare.
    personalmente anche con i bambini piccoli non ho mai avuto grandi problemi se non tempi un po piu lunghi di percorrenza per superare le gobbe (che i bambini affrontano quasi per gioco) ed evitare i punti piu duri, il fatto di sapere sciare anche su terrenni non agevoli (alla francese) è sicurmaente un fattore di crescita sciistica, che però in un contesto di utenti prevalentemente con scarsa padronanza degli sci diventa un po problematico.
    Di contro anche in giorni cosi affollati ho trovato una amazzonia (che per esposizione e pendenze non è cosi banale da mantenere) in ottima forma, come tutte le piste del versante fortini-pradalago in generale; meravigliose il mattino le piste nere a marilleva e folgarida e anche le rosse blu, veramente belle e divertenti, molto didattiche...

    con alcune migliorie nei colllegamenti critici il comprensorio diventerebbe uno dei top assoluti, non che gia oggi non lo sia, e la capacita di fare marketing e turimo del trentino si dimostra a livelli eccellenti anche per offerta di range piu economici come quelli in vallata.
    È il top e basta. Si sta ammodernando anche troppo dato che mantiene ancora uno stile poco commerciale.
    Oltrettutto vorrei aggiungere a quello che hai detto , che avevo notato una notevole carenza di barriere archittetoniche e scalinate per gli impianti contro alla facilitá di collegamenti senza dover racchettare (tranne il ponte).
    Se devo dire una seggiovia proprio bruttina per dove si trova , cambierei la miramonti con una biposto imbottita.
    Su la mte vigo non capisco perche abbiano fatto una quadriposto dato che l hanno rinnovata da pochi anni e le code ci sono ancora.
    Hai fatto lo skiweg dello spolverino? Ho sentito che lo rinnovavano

  21. #1796

    Predefinito

    Se non sbaglio è previsto già il cambio della Fortini con una cabinovia la cui partenza sarà oltre il ponte sul lato cabinovia Grostè. Sarà un 12 posti stile Pradalago.
    La seggiovia miramonti è bella così. E' storica ci hanno posato le terga fior di campioni. Magari per induzione o irraggiamento passa qualcosa anche allo sciatore merendero.

  22. Lo skifoso PaoloL ha 7 Skife:


  23. #1797
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Völkl code Uvo 2014, Salomon Xdr88 TI 2018; scarponi Head Raptor 140 RS

    Predefinito

    Il "problema" delle seggiovie "Vigo" e "Spolverino" (entrambe cld4), ma aggiungerei pure "Malghette" seppur le motivazioni non sono proprio le stesse, è che quando le aggiornarono la società non navigava in acque floride e non han potuto investire sulle 6 posti. Forse per la Spolverino han voluto tenere i pali in comunione con la biposto. Per la fortini t'han già risposto.

    Son stato a sciare lì il 13, il 26 e l'1; tutte e 3 le volte affollamento più che accettabile. Ovvio che il 13 era meglio, ma non c'era anima viva nel vero senso della parola :

  24. #1798

    Predefinito

    Mi sono un pò incasinato con il quote.

    Cmq volevo chiedere gentilmente a chi è stato da poco o è ancora in zona quale siano le condizioni delle piste soprattutto in basso. In altri comprensori ho letto di piste un pò dure, forse la pioggia poco prima di Natale ha lasciato il segno in basso oltre ovviamente all'effetto dei tanti passaggi durante le vacanze. Sono anche passati circa 20 giorni dall'ultima nevicata.

    grazie

  25. #1799

    Predefinito

    noi siamo stati a Marilleva 900 per capodanno ed abbiamo sciato fino al 4 nel comprensorio Folgarida Marilleva (quindi no Campiglio)

    Neve ce n'è ancora tantissima sia in pista che fuori e tiene anche molto bene.
    Chiaramente le piste più trafficate sono quelle che risentono maggiormente della temperatura non troppo calda e della molta gente: parte bassa della Panciana e Malghette da metà giornata sono cumuli enormi e ghiaccio scoperto; ma è sempre così.

    Nera marilleva dura e liscia, sembra un biliardo! con lame a posto una ficata!

    In definitiva, situazione del comprensorio godibilissima.
    Buon divertimento!

  26. Skife per scrweb:


  27. #1800
    Bivalente: sci+snowabard Skifoso
    Attrezzatura
    tavola K2 turbodream, sci e scarponi Nordica "da migliorare..".

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da scrweb Vedi messaggio
    noi s
    Chiaramente le piste più trafficate sono quelle che risentono maggiormente della temperatura non troppo calda e della molta gente: parte bassa della Panciana e Malghette da metà giornata sono cumuli enormi e ghiaccio scoperto; ma è sempre così.

    Nera marilleva dura e liscia, sembra un biliardo! con lame a posto una ficata!
    In definitiva, situazione del comprensorio godibilissima.
    Buon divertimento!
    orami con l'affollamento non ci saranno piu problemi, le uniche piste che nel comprensorio sono sempre "critiche" sono quelle per il transito verso campiglio da e per Marilleva/folgarida: la malgette sin dal mattino e al ritorno la genziana.Sono le piu "difficili" da affontare (pi di qualisasi nera per molti sciatori di livello anche medio) per l'alternarsi di cumuli e lastre dure. Considerato che ci si passa anche con bambini e gente non esperta la situazine diventa facilmente critica sui due tratti ripidi, un pò l'esposizione con il mollare/rigelare e sopratutto il numero mostruoso di passaggi che subiscono ( a cui contribuisce un livello tecnico medio piu basso che altrove, visto che sono stazioni molto frequentate da noi "terroni dello sci") rendono quasi inevitabile che cio accada. Forse l'unica soluzione sarebbe creare una variante azzurra che superi i due "muretti", perchè alla fine sono solo quelli che crano problemi e uno skiweg, seppur oneroso in termini di disboscamento potrebbe funzionare bene.
    Nel tardo pomeriggio non è consigliato ai meno esperti e bambini di fare la Mastellina fina al secondo troncone della cabinovia, perchè molto in ombra e bassa il fondo diventa duro e con mucchi di neve sparata, sciabile comunque per chi è un po piu alleanto. La stessa pista al mattino invece è motlo bella e tecnica, lunga e abbastanza impegnativa.
    Un mio suggerimento, sopratutto per chi ha i bambini a lezione, è di sfruttare le ore centrali del mattino, quando ci sono le lezioni colletive e la gente non sale piu, per scendere fino a folgarida con 0 code e godersi la nera, e anche le blu e rossa che sono ottimo allenamento, paesaggio e varieta di percorso. Analogament su lato marilleva Orti e nera marielleva sono piste superlative, forse le migliori del comprensorio e quasi sempre ottime da sciare.
    Passando a campiglio, anche nei weekend piu affollati le piste del versante fortini pradalago sono meno caotiche, e c'è un offerta di piste blu e rosse divertenti varie e non troppo piatte, che non si rovianon come quelle del "Passaggio di versante", mentre con la giusta luce e temperatura l'amozzonia è sempre spettacoalre e soprauttto gli scorci su paese e vallata sono impagabili.
    Ovviamente reggono sempre le piste sul versante groste, ma attenzione e non fare tutta la blu fino a campo carlomagno perche in basso diventa una vera e prorpia pista di fondo e i bambini e principainti non saranno mai contenti della lunga racchettata.

    Devo dire che provato in condizioni di massima stagione o quasi si è confermato eccellente comprensorio, a mio avviso il migliore comprensorio "autonomo" al sella ronda, e comunque tra i piu completi e vari in assoluto.

Pagina 120 di 125 PrimoPrimo ... 2070110111112113114115116117118119120121122123124125 UltimoUltimo
-

Discussioni simili

  1. 28/1/07 - 4/2: Madonna di Campiglio - Folgarida - Marilleva
    Da riccardogregori26 nel forum Report e fotoreportage
    Risposte: 57
    Ultimo messaggio: 18-11-2007, 10:47 AM
  2. Madonna Campiglio- Folgarida-Marilleva : così non và bene !!
    Da lupo alberto nel forum Forum Dolomiti - Località dolomitiche - Dolomiti Superski
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 21-02-2007, 03:56 PM
  3. Folgarida Marilleva
    Da williamwallacealex nel forum Località italiane
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 11-12-2006, 06:46 AM
  4. comprensorio simile folgarida-marilleva-campiglio
    Da matpg nel forum Dove vado a sciare? Confronti tra le località, opinioni comparate tra comprensori e info hotel
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 19-11-2006, 09:21 PM
  5. 19/01/06 Scoperta di Folgarida-Marilleva
    Da Uomo-sci nel forum Report e fotoreportage
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 22-01-2006, 10:06 AM

Tags per questo thread

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •