Mostra risultati da 1 a 12 di 12

Discussione: Come si regola l'altezza della sella?

  1. #1

    Predefinito Come si regola l'altezza della sella?

    Probabilmente è una domanda bizzarra...
    Come Si regola l'altezza della sella?
    Bisogna Che la gamba sia quasi completamente distesa quando il pedale è nel punto più basso?
    E come inclinazione "laterale", cioè quella Che regola la altezza della punta della sella... Cambia qualcosa soprattutto neo problemi di dolore al sedere?
    Grazie.

  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  3. #2

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    E come inclinazione "laterale", cioè quella Che regola la altezza della punta della sella... Cambia qualcosa soprattutto neo problemi di dolore al sedere?
    Grazie.
    Fabio, il sedere va appoggiato sulla sella, non infilatooooooooooooooo FINE OT scusate


  4. #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    Probabilmente è una domanda bizzarra...
    Come Si regola l'altezza della sella?
    Bisogna Che la gamba sia quasi completamente distesa quando il pedale è nel punto più basso?
    E come inclinazione "laterale", cioè quella Che regola la altezza della punta della sella... Cambia qualcosa soprattutto neo problemi di dolore al sedere?
    Grazie.
    Più che bizzarra, direi annosa. :)

    E' una questione non da poco quella della scelta/regolazione della sella.

    Provo a darti alcune indicazioni di massima, per quel che mi è dato finora aver appreso.

    1) REGOLAZIONI: esistono di fatto 3 principali regolazioni, ovvero altezza, inclinazione, e messa in asse rispetto al reggisella.
    - Altezza: indicativamente, a pedivella nel punto morto inferiore (ore 18:00), e con TALLONE del piede appoggiato sopra, la gamba deve risultare abbastanza distesa (non del tutto, diciamo flessa quel tanto che basta per sentirsi comodi). Prova del nove ideale: ti metti sui rulli, appoggi i talloni, e pedali all'INDIETRO. se riesci senza rotazioni anomale del busto, o aggiustamenti vari, ci siamo.

    CONTROINDICAZIONI/WARNING: se viene male al tendine di achille, spesso è perchè la sella è TROPPO ALTA. Se invece si ha male alle ginocchia o alla zona lombare, può essere dovuto ad una sella TROPPO BASSA.

    - Inclinazione: di norma si cerca la messa "in bolla", ovvero la sella è dritta rispetto al terreno, parallela. Ci può stare un leggero aggiustamento verso il basso della punta ma si parla di pochissimi gradi.

    CONTROINDICAZIONI/WARNING: una sella troppo inclinata in avanti, ci farà scivolare in avanti, e quindi contribuirà ad infiammare le cosce e peraltro ci costringerà a continui aggiustamenti.

    - Messa in asse: la cosa imho più complessa, in quanto determina come lavoriamo rispetto alle pedivelle/movimento centrale. Un metodo che ho visto usare è quello di mettere la pedivella a ore 03:00, e guardare dove cade il ginocchio rispetto alla punta del piede. Se troppo in avanti, la sella deve essere arretrata, se al contrario è troppo indietro (es. cade quasi sopra la caviglia), la sella va avanzata.

    CONTROINDICAZIONI/WARNING: anche qui sviluppo di patologie a ginocchia/schiena/tendini, in generale comunque ci accorgiamo se è troppo avanzata perchè spesso, quando spingiamo, tenderemo ad arretrare col sedere. Se per il 90% del tempo viaggiamo in "punta di sella" dietro, con buona probabilità la sella va arretrata un filo.

    2) SCELTA DELLA SELLA: senza entrare nel merito della miriade di opzioni possibili su forme, materiali e fogge, imho le cose da guardare sono fondamentalmente 3 anche qui:

    A) Larghezza della sella: la cosa cruciale e più difficile da determinare, perchè ognuno di noi ha una distanza differente tra le ossa ischiatiche, e questa peraltro non è necessariamente correlata con la dimensione del nostro deretano.. :) In generale 130 mm è una larghezza abbastanza standard, fino ad un 145 etc.. al di sotto invece le selle cominciano ad essere strettine... L'ideale è provare a misurare la distanza tra le ossa ischiatiche, in sostanza l'approccio tipico è quello del "trial and error" (costoso, ahimè, ma se uno gira con amici, può sempre provare quella degli altri.. .

    CONTROINDICAZIONI/WARNING: Una sella troppo stretta solleciterà molto la zona ischiatica, di fatto creando fastidi ed escoriazioni/infiammazioni (si è troppo "appesi" sulla sella). Troppo larga e darà fastidio alle cosce, che non saranno libere di muoversi come dovrebbero (e quindi rotazione anomala del bacino, sfregamenti, etc.).

    B) Durezza: sembra un paradosso, ma non necessariamente morbido=comodo.. soprattutto su lunghe tratte. Il problema di fondo è il tipo di utilizzo in termini di distanze e sollecitazioni. Per dire in città posso anche usare una sella morbida e "vintage", bella comoda e paciosa. Ma oltre (per dire) i 20km quella stessa sella diventerebbe un inferno. In generale quindi, anche qui, tocca provare, e provare rispetto ai percorsi che uno compie ed il tempo che ci sta su. In città io ad es. uso una Corsaire vecchia come me, che è morbida il giusto e sul pavè non mi fa impazzire almeno. Sulla bici da pista invece sto ancora cercando la sella giusta, ma mediamente mi muovo su cose più "essenziali" e rigide, per forza di cose.

    CONTROINDICAZIONI/WARNING: Come scritto, va cercata una sella con la consistenza giusta rispetto all'utilizzo. Per giri brevi (max 20km) si può optare per selle comode, oltre si deve andare necessariamente su cose più tecniche/rigide, pena l'indolenzimento delle parti intime (non piacevole ).

    C) "buco" si/no: ci sono selle "piene" e selle scanalate se non addirittura "bucate". Le forate sono studiate per dare sollievo alla zona dei genitali ed alla zona uretra/prostata (nei maschietti, ma esistono anche versioni per donne, of course). Anche qui non c'è una vera regola e tocca provarle: io ad es. ora sto provandone una forata, anche se stamane dopo 10km un pò di "pizzicorino" l'ho sentito.. ora vediamo al rientro dall'uff come va, se non mi convince la casso e torno a quelle "piene".

    CONTROINDICAZIONI/WARNING: nessuna in particolare, ogni forma e soluzione comporta vantaggi/svantaggi, e tocca provare provare provare e riprovare.

    Spero di esserti stato un minimo utile!
    QUI se vuoi approfondire.

  5. #4

    Predefinito

    Parlo per la mtb, di strada non so.

    Regolazione inclinazione: va fatta con la livella, trova due punti della sella alla stessa altezza e vedi che siano a bolla.

    Regolazione altezza: sul web troverai 15.000 formule...son tutte cagate secondo me, siamo fatti ognuno a modo nostro, e occorre andare per tentativi. In generale il movimento di pedale più efficace lo ottieni con la gamba al punto morto inferiore NON completamente distesa. Fa più tentativi e vedi come pedali meglio....se la sella è troppo bassa te ne accorgi da te, ti vien fuori una tendinite, magari....

    Regolazione avanti/indietro: a me, amante delle salite, la sella piace in avanti al massimo consentito, la tengo indietro a inizio stagione quando devo far girare le gambe più che cercare la potenza.


    Poi c'è tutto il discorso se usi sgancio rapido o no, ovviamente...

  6. #5
    fotoskier Skifoso
    Attrezzatura
    Volkl Kuro - K2 Pon2oon - Line OPUS - Line SN 100 - Rossignol GS fis r23 - Rossignol HERO SL fis - Head SSS

    Predefinito

    Quoto Helix per tutto...
    sull'inclinazione ci sono diverse filosofie di pensiero, personalmente credo che molto dipenda anche dal gusto personale e dal tipo di sella che si va a montare...
    Io in quest'ultimo periodo adotto questo metodo, ovvero punto la sella sull'attacco manubrio, in pratica allineo la sella tramite una linea immaginaria (o una piccola stasa) con l'attacco manubrio, così che anche in base all'altezza del manubrio possa avere una posizione corretta, è un consiglio che mi hanno dato alcuni pro, ma non funziona per tutti...
    Quindi secondo me, regolate l'altezza con il metodo del tallone, e poi fate delle prove, bastano pochi gradi in più o in meno per trovare il feeling giusto.

  7. #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da apo Vedi messaggio
    Parlo per la mtb, di strada non so.

    Regolazione inclinazione: va fatta con la livella, trova due punti della sella alla stessa altezza e vedi che siano a bolla.

    Regolazione altezza: sul web troverai 15.000 formule...son tutte cagate secondo me, siamo fatti ognuno a modo nostro, e occorre andare per tentativi. In generale il movimento di pedale più efficace lo ottieni con la gamba al punto morto inferiore NON completamente distesa. Fa più tentativi e vedi come pedali meglio....se la sella è troppo bassa te ne accorgi da te, ti vien fuori una tendinite, magari....

    Regolazione avanti/indietro: a me, amante delle salite, la sella piace in avanti al massimo consentito, la tengo indietro a inizio stagione quando devo far girare le gambe più che cercare la potenza.


    Poi c'è tutto il discorso se usi sgancio rapido o no, ovviamente...
    Azzo l'hai chiamata per caso?....

    Da ieri ho dolore al tendine inguinale sinistro,
    in pratica sono fermo con la bici da un paio di giorni ma ho fastidio lo stesso,
    probabilmente ho girato nell'ultimo mese e dopo il cambio bici con la sella troppo bassa.

    Risultato,riprenderò la bici dopo le ferie a fine agosto ormai,
    devo prendere antinfiammatorio e spray e sono in malattia un paio di giorni.


  8. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  9. #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Bibe Vedi messaggio
    Azzo l'hai chiamata per caso?....

    Da ieri ho dolore al tendine inguinale sinistro,
    in pratica sono fermo con la bici da un paio di giorni ma ho fastidio lo stesso,
    probabilmente ho girato nell'ultimo mese e dopo il cambio bici con la sella troppo bassa.

    Risultato,riprenderò la bici dopo le ferie a fine agosto ormai,
    devo prendere antinfiammatorio e spray e sono in malattia un paio di giorni.

    Urka, mi spiace.... però per quanto ne so io - ne ho sofferto un periodo - in caso di sella bassa è soprattutto il tendine della rotula a risentirne....fatti dare un'occhiata, se puoi.

  10. #8

  11. #9

    Predefinito

    tutti questi all'ineamente al millimetro vanno benissimo su strada o su una xc ma su di una bici da freeride o da downhill? li cambia di molto la cosa!!!!

  12. #10
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Head ispeed+Head cyclic +Line influence+K2 Aftershock+scarponi head raptor RS140

    Predefinito

    Parlo per le bici da strada:
    Altezza sella: altezza cavallo x 0,885= altezza della sella misurata dalla sella al movimento centrale
    persapere altezza cavallo: appoggiato al muro con i piedi nudi e divaricati 10cm si misura la distanza da terra all'osso pubico (perineo dove si appoggerebbe la sella)
    Inclinazione sella: deve essere in bolla o al limite 2-3 mm punta inclinata in basso
    Arretramento sella: posiziona la pedivella in modo orizzontale al terreno metti il piede nel pedale in quella posizione il ginoggio deve essere perpendicolare all'asse del pedale. Questo rimanendo che la posizione della tacchetta della scarpa sia corretta; e cioè il suo asse orizzontale deve essere nel munto esatto del metatarso.
    Spero di essere stato chiaro altrimenti affidati ad un biomeccanico.

  13. #11

    Predefinito

    Ho litigato con le selle di tutt'e due le bici (strada e mtb). Il problema e' che mi veniva un formicolio e successivo addormentamento delle.....hum.....parti basse.....sensazione orribile che mi costringeva e posizioni da "maniaco" sulla sella
    Leggendo qua e la ho scoperto che la soluzione poteva essere semplicemente uno spostamento in avanti o indietro della sella. Cosi ho fatto e.....il problema non e' sparito proprio del tutto, ma la situazione e' moooolto migliorata!!

    Ora che sto usando un po' le bici, mi sono accorto che su quella da strada il manubrio e' un po' troppo basso.....l'avevo gia' fatto alzare e temo non si possa piu' di cosi'......dopo i 40 km o quando faccio salite/discese mi viene male al collo!!

    Che fatica trovare le giuste regolazioni.....

  14. #12

    Predefinito

    Salve.

    Io attualmente uso una mtb per spostarmi in paese.
    Se non metto il piede a terra rischio di cadere agli
    incroci quando devo fermarmi.
    Quindi la metto ad un altezza tale da poter appoggiare
    il piede a terra senza rischiare di cadere.
    Quando invece vado a fare mtb in montagna la alzo in modo
    da pedalare meglio.
    Non seguo delle regole precise, però prima studio tutte le possibili
    scelte che ci consigliano gli esperti poi decido.




Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •