February Social Pellatio

Pagina 6 di 8 PrimoPrimo 12345678 UltimoUltimo
  1. cocojambo
    cocojambo
    grandi max e viola!

    amedeo, segnalazione gia inviata
  2. stefano pasca
    stefano pasca
    perche devo cambiar pala adv?
  3. Mac751
    Mac751
    Un piccolo chiarimento perchè credo di essermi spiegato male e potrei essere stato frainteso. Mi scuso se nella fattispecie Giorgio e Stefano possano aver colto eventuali critiche che non era assolutamente mia intenzione fare, anche perchè se c'è qualcuno che si sente più responsabile della vicenda sono io perchè ho proposto il luogo.

    Tutte le percezioni del "post valanga", soprattutto dei primissimi momenti, ho scritto e ribadisco con più forza (forse nell'impulso di scrittura - chiedo scusa ma ho cercato di rivivere tutto ed è stato anche abbastanza faticoso e probante - non l'ho evidenziato abbastanza) che sono state solo delle percezioni. Forse uno-due secondi mi sono sembrati 10, è anzi più che probabile.

    Mettendo insieme qualche altro pensiero - a questo serve ricostruire ognuno le sue sensazioni - posso probabilmente dire che Giorgio e Stefano, che ho detto di aver visto fermi, avevano lo sguardo fisso a valle (questo lo ricordo distintamente) e sicuramente non essendo stati travolti erano più lucidi e stavano seguendo il percorso dei travolti più in basso, dove probabilmente la valanga si stava ancora muovendo, mentre io (e forse anche Andrea che però era alle mie spalle e quindi non lo vedevo) mi stavo riassestando dopo il travolgimento.

    Ripensandoci credo di aver voluto con tutte le forze fare qualcosa subito ma probabilmente per qualche secondo non ho capito nulla e mi sono mosso confusamente.
  4. cocojambo
    cocojambo
    stefano hai pala in plastica?

    un attimo di pausa c'è stata, per fare la conta e ricerca vista-udito, questo credo sia stato il momento di cui parli (da sotto l'ho percepita cosi mentre vi contavo)
  5. stefano pasca
    stefano pasca
    Si è vero la mia pala è in plastica però Amedeo se ricordi dopo in po che spalavo con la mia ho preso la tua per provare ma te l'ho tornata poco dopo e ho ripreso a spalare con la mia in quanto la tua è si in alluminio (penso) ma il manico è troppo corto ( di quelli fissi ad in innesto se rixordo bene) ...devo trovarne una in alu ma co manico lungo...
  6. giorgiosnow
    giorgiosnow
    La mia (Voilè) ha il manico estensibile, si compone di tre pezzi e il manico si può usare corto o più lungo. Secondo me va molto bene, l'unica pecca è che è più ingombrante rispetto ad altre da tenere nello zaino infatti il manico preferisco tenerlo esterno.

    http://www.ebay.it/itm/Pala-per-socc...-/231166927413
    qui su ebay il prezzo mi sembra eccessivo, l'ho presa da sportler 4 anni fa con il set APS ma se non ricordo male la singola pala (senza set) costava meno di 60euro
  7. giorgiosnow
    giorgiosnow
    Pare che il vento sia una costante di questa stagione, dopo la nevicata di ieri (seppur lieve) oggi vento sostenuto qui a tolmezzo
  8. Mac751
    Mac751
    Lieve ma dove eravamo sabato ha fatto più di 50 cm
  9. A.D.V.
    A.D.V.
    Francamente quel particolare non lo ricordo stefano,scusami (eran momenti concitati).
    comunque si non volevo aprire una discussione figuriamoci
  10. cocojambo
    cocojambo
    pale ne hai parecchie, sono abbastanza standard come caratteristiche a seconda del prezzo 30-50-60-....130...
    quella di george va benone, la mia per esempio non ha fori sulla lama, e non posso appenderla fuori allo zaino e un po mi rompe.
    il manico guarderei uno ad L cosi che stia comoda se riposta nello zaino, io ho manico a T e rompe un po'
    tranne la rottura dello stoccaggio però come dimensioni e forma lama va bene

    se no un bel badile spalaneve
  11. Il Pordenonese
    Il Pordenonese
    Ciao a tutti, michela a casa, dimessa dopo 2 giorni, 30 giorni di letto poi lastra di controllo, e altri 30 giorni di carrozzina. La parte di bacino fratturata e' il cottile, niente di che ma l'unico modo di ripararlo e' il riposo e lo scarico totale, niente busti ne gesso...solo letto...vabbe' oggi le ho installato teamviewer sul pc e lavora da casa, almeno non si annoia...in compenso io sto diventando una desperate housewife quando torno da lavoro, fra un po' mi trombero' l'idraulico...

    Butto giu qualche riga sul fatto, Cosi come mi viene.

    statisticamente le valanghe con rischio 1 sono meno del 2%... Comprese quelle su cascate, e ghiacciai. L'aineva ne ha censite solo 5 in 25 anni circa. Che dire, abbiamo avuto proprio un gran cu.lo!! Se consideriamo che rimane travolto senza possibilita di muoversi il 15% dei presenti allo staccarsi della valanga e nel ns caso erano impossibilitati a muoversi dopo l'evento 3 persone su 9 (33%) nemmeno in questo caso possiamo dire di aver avuto molta fortuna. Detto cio penso personalmente di esser caduto una delle cosiddette trappole euristiche. L'errore e' stato sottovalutare il fatto che il vento nel canale non cessava ma anzi, con tutta probabilita il canale faceva da imbuto per il flusso del vento, e che lo stesso aveva fatto per tutta la notte precedente.

    Nel gruppo sapevo esser presenti almeno 3 persone con un esperienza scialpinistica pari se non maggiore della mia, e almeno un paio con almeno una buona preparazione teorica. Ho pensato a posteriori: sarei salito se fossi stato da solo con mia moglie? Penso proprio di no, troppo vento, in un vallone con evidenti tracce di slavine ricorrenti. Perche' sono salito lo stesso? Forse perche pensavo che, se nessuna delle persone esperte quanto me dice nulla pensano come me che sia sicuro, poi c'e' rischio uno, se non fai un canale a nord con rischio 1 quando ca.zzo lo fai, in estate? E poi c'e' una neve ottima, qua vien fuori la sciata dell'anno...e non ho sentito nessun rumore sospetto e non ho notato crepe particolari. e penso che forse anche gli altri pensavano la stessa cosa, altre volte m'e' capitato in situazioni diverse che quando il primo avanza un dubbio, poi vien fuori che anche altri pensavano la stessa cosa, ma fino a che nessuno parla sembra tutto ok.

    mia ricostruzione dell'evento: sento viola che urla qualcosa come "valangaaa!" o forse "staccaaa" non ricordo, mi giro verso di lei che e' 5mt dietro me, vedo che parte giu, dopo una frazione mi trovo, non so come, girato verso valle (boh! Ero con gli sci verso monte!!) appoggiato con la schiena alla valanga che scende, lo zaino mi tiene a galla, non ho paura, provo tanto tanto stupore, sembra tutto un rallenty, tengo gli sci alti perche non affondino, vedo il salto e penso che se vado giu sono morto, con le mani mi spingo verso sx fino a che riesco a uscire dal flusso e sono fermo. In tutto pochi secondi e penso una decina di metri. Ora e' tutto fermo, metto l'arva in ricezione e vedo le mie gambe che tremano...pensiero netto e lucido: tutti quelli che non vedo e sono sotto il salto sono sepolti, ne sono sicuro. La priorita' e' vedere michela, tolgo le pelli in 3 secondi netti (mi pare che federico, che mantiene una calma e una lucidita quasi irreale, si sia stupito di vedermi senza le pelli dopo un attimo, no so nemmeno io come le ho tolte) e commetto il primo errore, avrei dovuto tenerle su come mi ha fatto notare mi pare max dopo, mi sarebbe stato piu facile risalire in caso di necessita e per spostarmi sulla valanga. Ma li ero sicuro che tutti fossero oltre il salto e non credevo si potesse riuscire a scendere senza pelli, mi immaginavo i groppi da valanga molti piu duri, dimenticavo che quelli saliti e scesi in passato erano di valanghe cadute giorni prima, e non 1 minuto prima. Guardo l'arva che punta verso l'alto, click clak sul selettore ed escludo il primo, di nuovo verso l'alto, click clak e ora l'arva mi punta verso valle prima dx poi a sx, e penso che ho un arva del ca.zzo, ed effettivamente ste esclusioni manuali sono quanto di peggio, sopratutto in caso di gruppo numeroso. (Il mammut del mio compare e' decisamente un'altra cosa, in questi casi non c'e' paragone, urge cambio). Marco da sopra grida qualcosa come "forza forza" arva in ricezione, guardo ancora l'arva per sicurezza, poi arrivo al risalto e vedo max, mi pare di ricordare che mi dica che michela sta bene, pero mi chiedo, come fa saperlo se e' incastrato sotto un masso?? Poi vedo michela in fondo 100mt forse sotto in piedi, e ho un calo di tensione, vado quasi in trance x il sollievo, poi vedo viola ancora piu in giu ma non la riconosco (non puo essere lei, era dietro di me...). Non avevo nemmeno capito che era bloccata (miopia di mer.da...). Chiedo 2 volte dov'e' amedeo, o ero rin*******ito oppure da sopra nonn lo vedvo perche era coperto dal masso e da max. Max mi dice che e' li e sta bene. Comincio a contare, 1,2,3...***** 8!! Riconto1,2,3 d nuovo 8! Manca 1 (ero io l'1 che mancava, tanto per dire cosa fa la tensione al cervello) poi sento federico o stefano o marco che dicono son tutti fuori, tranquilli, federico chiede se deve chiamare i soccorsi, marco dice no, son tutti fuori, anche io penso che non abbia senso. Scendo da max dove giorgio ha gia cominciato a spalare, tiro fuori la pala, stefano scava su amedeo, io dietro a max che continua a ripetere andate da viola, e marco scende. Giorgo mi spala palate di neve addosso e nello zaino aperto, penso che sarebbe una scena comica se non fossimo in una situazione drammatica, quasi mi viene da ridere e sento come una sensazione di irrealta'. Mi sposto dietro, spalo un po di neve sotto lo zaino di max, si abbassa, e provo a togliergli lo zaino e a momenti gli stacco una spalla, dimenticandomi che ha la cintura chiusa...guardo max e amedeo e penso "ma ca.zzo sti qua hanno capito che sono in una valanga? Sono lucidi e freddi come se quella cosa gli fosse capitata milioni di volte. ***** ragazzi avete delle palle cubiche, credetemi! Max addirittura ha tempo di accorgersi, mi pare, che sono senza guanti e mi dice di rimetterli (manco me ne ero accorto, devo essermeli tolri per montare la pala) infatto ho le dita congelate. Liberati loro e scesi verso viola e marco riabbraccio michela che mi dice " mi sono ricordata di quando mi hai detto che in caso di valanga bisogna cercare di stare fuori e galleggiare, ha funzionato" penso tra me e me "mi.nchia io che pensavo che mi mandasse a afanc.ulo e mi dicesse vai a ca.gare tu , skiforum e il tuo scialpinismo di mer.da" le dico: scendi, via via, e mi dice che non ha lo sci. Forse me l'aveva detto anche prima quando da sopra le urlavo di scendere, boh! Qualcuno dice, andiamo a cercare losci e penso (scusate!) ma e'' rin*******ito? Leviamoci da qua piu in fretta possibile, altro che sci. Poi scendiamo. Grazie mille a max x le tracce a michela e a tutti gli altri per il supporto, per avermi portato lo zaino e il resto.

    considerazioni sparse:
    1. Il mio arva va bene per gite a due, in gruppi numerosi e' limitatissimo.
    2. se fossero stati sepolti tutti e 4 io credo che nei fatidici 15 minuti ne avremmo dissepolti al massimo 2, ma questo e' solo un mio parere. Che mi fa ripensare a quello che e' successo con un misto di sollievo e paura.
    3. Mi ripromettevo sempre di mettere come da indicazioni un laccio sulla pala per portarla a tracolla, mi sono accorto che e' fondamentale per avere le mani libere, per scendere sulla valanga, etc...La mia pala funziona molto bene.
    4. Il fatto che ci fosse mia moglie mi ha tolto lucidita, quando l'ho vista sana e salva ho perso di colpo tutta l'adrenalina e il cervello ha cominciato a rallentare.
    5. Ricordarsi i nomi delle forcelle, cime, mete della gita, se avesi dovuto chiamare io l'eli, non mi sarei ricordato forcella ratece
    6. La cosa piu difficile e' darsi una scala di priorita, a momenti avevo il cervello in pausa pensando, sto qui a scavare, siamo gia indue, vado da michela, no sta bene, sto qui, scendo da viola, no, c'e marco, allora sto qui, no vado giu....insomma, le idee chiare sulla situazione rendono tutto piu fluido, in questo caso mancava la conoscenza reciproca e nessuno quindi ha preso in mano la situazione completamente imponendosi, anche eprche tutti e 3 i semi sepolti erano
    Piu o meno nella stessa situazione come scala di gravita.

    buttato giu di getto, scusate gli errori di ortografia, sono stanco...

    Saluti
  12. giorgiosnow
    giorgiosnow
    Scusami ma propio non mi sono accorto che ti stavo tirando la neve addosso, cercavo solo di fare il più velocemente possibile.
    Un saluto a Michela e speriamo che questi giorni di riposo forzato possano passare in fretta.
  13. Il Pordenonese
    Il Pordenonese
    Giorgio ma scherzi?! Figurati! Sei stato bravissimo, altroche'!

    Saluti
  14. amen
    amen
    Bella ricostruzione "lucida" nella tua trance

    Andrea dove hai trovato le statistiche?

    stasera finisco pure la mia...

    siamo stati fortunati.
  15. Mac751
    Mac751
    Grazie Andrea, ottima ricostruzione!! Ad ogni aggiunta emergono elementi utili che se combinati possono farci crescere molto, tutti.

    Sull'organizzazione post-valanga (per nulla facile e scontata, ma determinante in situazione di maggiore gravità) c'è da lavorare, ma è difficile allenarsi e quindi forse nostro malgrado abbiamo fatto il miglior allenamento possibile con una situazione reale grave ma fortunatamente non gravissima, che ci potrà essere d'aiuto - analizzandola criticamente come stiamo facendo - qualora in futuro servisse.

    Io sono più ottimista per quanto riguarda l'eventuale ricerca e disseppellimento (soprattutto se 1-2), certo se fossero stati in 4 completamente sepolti (quindi con i 5 sopra al salto fuori) la situazione si sarebbe fatta critica. Sono più ottimista unicamente perchè penso che la fase di ricerca sarebbe stata abbastanza rapida trovandosi in un canale non troppo ampio. Teoricamente scendendo in lieve derapata si sarebbero dovuti via via trovare gli eventuali segnali e le persone dietro al ricercatore avrebbero potuto procedere a ricerca fine/sondaggio immediato, con qualcuno subito pronto a scavare non appena identificate le posizioni corrette. Oltretutto vista la quantità di neve staccata non sarebbe stato probabile un seppellimento a grande profondità, facilitando la fase di scavo. Tutta teoria, sia ben chiaro.

    La sensazione di sollievo una volta contati tutti l'ho avvertita decisamente anch'io e ha consentito di non ragionare più su impellenti priorità. Personalmente - come dicevo - arrivato da Max e Amedeo e vista Viola in fondo, in accordo con Max che sembrava quello in posizione peggiore ma era piuttosto lucido e all'apparenza sano, sono andato giù dalla più lontana visto che poco dietro eravate in arrivo in 4 sui 2 bloccati sotto il masso. Effettivamente si poteva comunicare meglio per coordinarsi, visto che non era questione di secondi. Questo può servire di lezione: identificare subito qualche compito chiave e comunicare il più possibile.

    Sui soccorsi ho pensato subito al luogo incastonato tra le pareti, al vento a tratti forte e alla nebbia. Scomodare i soccorsi che sarebbero arrivati da sotto a piedi probabilmente in oltre 1h sembrava illogico, una volta appurato che nessuno era in pericolo particolare. Ad aver saputo che l'infortunio di Michela era un pò più consistente di quanto sembrasse inizialmente si poteva valutare che uno scendesse a chiamare una motoslitta per la lunga parte bassa, ma grazie alla sua tenacia non è servito.

    In bocca al lupo ancora Michela (per il recupero) e Andrea (per la gestione delle vicende familiari)!
Mostra risultati da 76 a 90 di 110
Pagina 6 di 8 PrimoPrimo 12345678 UltimoUltimo
Bookmarks