Clap Grant e dintorni, 3-4 settembre 2022

alfpaip

Well-known member
ogni anno un gruppetto di amici crodaioli scalmanati organizza, per i primi di settembre, un weekend escursio-alpinistico in qualche zona non troppo inflazionata delle dolomiti e dintorni... purtroppo, non sempre riesco a trovare la scusa buona per tirar loro pacco... no, ovviamente scherzo (so che leggete HIHIHI )... in realtà non sempre riesco a convincere la mia signora a concedermi ben due giorni consecutivi di libertà :skifrusta:, ma quest'anno la lochescion era troppo sfiziosa per lasciarsela scappare... perciò ecco qua un piccolo resoconto di due giorni di montagna e baldoria in quell'angolo delle alpi carniche ove sorge il rifugio de gasperi...

ritrovo con due compari verso le sei al casello di treviso nord, tappa a longarone per tirar su "la guida", altra tappa a domegge per cappuccino+brioche e alle 8:15 circa siamo in val pesarina, al parcheggio di pian di casa... una parte della comitiva ci sta già aspettando al rifugio essendo salita già la sera prima, perciò ci avviamo a passo oltremodo spedito lungo il sentiero 201... anche perché le previsioni meteo prevedono pioggia nel pomeriggio...


2022-09-03 Creton - 2.jpeg



un'oretta scarsa di cammino immersi in un'afa equatoriale e raggiungiamo il bel rifugio de gasperi...

2022-09-03 Creton - 3.jpeg



giusto il tempo di alleggerire gli zaini, un po' di convenevoli e siamo di nuovo in marcia tutti assieme, questa volta lungo il segnavia 232... obiettivi di giornata il creton di clap grande, massima elevazione del sottogruppo dei clap, e la vicina torre sappada... due cime raggiunte da altrettante vie normali con difficoltà al limite tra escursionismo ed alpinismo...

2022-09-03 Creton - 6.jpeg



giunti a ridosso delle pareti meridionali del creton incontriamo un bivio... a destra il segnavia 232 prosegue verso la forca dell'alpino, noi invece pieghiamo a sinistra per imboccare il canalone che scende dalla forca di clap grande...

2022-09-03 Creton - 10.jpeg



in parte su sentiero (piuttosto franoso), in parte superando divertenti gradoni e blocchi incastrati, raggiungiamo l'attacco della via normale al creton di clap grande... per la torre sappada, invece, occorre salire ancora fino alla forcella...

2022-09-03 Creton - 63.jpeg



breve pausa ristoro e, indossato il caschetto, ci avviamo lungo il canale soprastante, facile ma dalla roccia non proprio solidissima...

2022-09-03 Creton - 15.jpeg



la via, oltre ad essere segnata da ometti e bolli rossi, è anche parzialmente attrezzata con alcuni golfari utili per fare sicura ai meno smaliziati nei punti più ostici... dopo un primo tratto per canalini e brevi traversi, raggiungiamo la base di un lungo camino al cui interno si trovano i passaggi più impegnativi della salita...

2022-09-03 Creton - 18.jpeg



nel punto più stretto del camino, infatti, occorre passare sotto un grande masso incastrato, rimontarlo...

2022-09-03 Creton - 25.jpeg



e, risalita una breve paretina, superare un piccolo salto, eventualmente con l'ausilio di un cordone penzolante...

2022-09-03 Creton - 24.jpeg



nella foto seguente potete osservare il vostro cronista intento ad affrontare l'aggettante strapiombo HIHIHI

2022-09-03 Creton - 37.jpeg



oltre, proseguiamo per rocce più facili fino a raggiungere l'intaglio fra il creton di clap grande a destra e una cima secondaria a sinistra... qui la vista si apre su sappada e la sua conga verdeggiante...

2022-09-03 Creton - 43.jpeg



sotto i nostri piedi il bel bivacco damiana del gobbo, incastonato in posizione incantevole alla testata del cadin di dentro...

2022-09-03 Creton - 44.jpeg



ancora un ultimo tratto di salita tra cengette e gradoni ci separa dalla cima del creton... quando ci arriviamo, purtroppo, le nubi hanno già oscurato quasi tutto il panorama... restano sgombri solo uno spicchio del dirimpettaio creton di culzei e poco altro... peccato... :mad:

2022-09-03 Creton - 46.jpeg



in vetta restiamo solo il tempo di un paio di foto di gruppo, dato che c'è ancora una cima da salire e il tempo a disposizione non è molto... via dunque lungo la crestina sommitale e giù per il canale/camino...

2022-09-03 Creton - 50.jpeg
2022-09-03 Creton - 53.jpeg



chi calandosi in doppia chi disarrampicando, oltrepassiamo il tratto più complicato e torniamo abbastanza velocemente al punto di partenza...

2022-09-03 Creton - 58.jpeg



tocca ora alla torre sappada, risaliamo i pochi ma faticosi metri che ci separano dalla forca di clap grande e ci infiliamo nello stretto e bagnato canale-fessura entro cui si dipana la prima parte della salita... anche qui è presente qualche ancoraggio per fare sicura, oltre ad alcune cambre (non sempre saldissime, invero) che facilitano il superamento dei punti più complicati... alcuni dei quali sono particolarmente stretti, per cui astenersi zaini - o panze :TTTT - eccessivamente voluminosi...

2022-09-03 Creton - 66.jpeg



qualcuno con elegante progressione in spaccata, qualcun altro con una più verace tecnica ad incastro, ma tutti superiamo l'angusto budello oltre il quale si presenta una paretina grigia verticale, addomesticata in parte da alcuni gradini metallici... in parte perché i gradini sono piuttosto distanziati tra loro e alcuni ballano al punto da non invogliare particolarmente a caricarci tutto il peso sopra...

2022-09-03 Creton - 69.jpeg



dopo un tratto più facile, è la volta di una seconda paretina-colatoio, meno difficile della precedente ma forse il punto più divertente di tutta la salita...

2022-09-03 Creton - 75.jpeg



la paretina ci conduce direttamente sull'anticima della torre sappada, più bassa di un metro o poco più rispetto alla vetta vera e propria, ma separata da quest'ultima da una spaccatura larga all'incirca mezzo metro... fino a qualche tempo fa, un masso incastrato nella spaccatura fungeva da ponte e consentiva di oltrepassare agevolmente l'ostacolo... ora il masso è crollato, per cui c'è bisogno di un po' di ingegno in più... ad ogni modo, sulla piatta sommità della torre è presente uno spit per assicurare chi non se la sente di affrontare il passaggio slegato, la cui difficoltà è più psicologica che tecnica...

2022-09-03 Creton - 77.jpeg



anche qui zero panorami, solo nuvole per cui cominciamo subito a scendere...

2022-09-03 Creton - 80.jpeg



per scendere la paretina verticale qualcuno preferisce farsi assicurare, gli altri sfidano l'istabilità delle cambre... HIHIHI ma tutti mattiamo nuovamente piede sulle ghiaie basali... siamo da poco sul sentiero del rientro quando arriva, un po' in anticipo sul previsto, l'attesa pioggerellina... che si trasforma ben presto in diluvio universale... varcata la soglia del rifugio, di asciutto non mi erano rimaste nemmeno le mutande... :ghiacciato:

per riscaldarci siamo stati costretti a dar fondo alle scorte di birra del rifugio e, tra una partita a scacchi ed una a scopone scientifico, non abbiamo trascurato di ripristinare la riserva energetica in vista del giorno seguente... un sincero plauso alla gestione per l'ottima cucina...

2022-09-03 Creton - 82.jpeg


continua...
 

giorgiosnow

Sciatore da tastiera
bello!
eravate praticamente a casa mia, sono zone poco conosciute e come hai scritto, poco inflazionate, ma che meritano sicuramente per bellezza e ambinte selvaggio
 

madflyhalf

Skifoso assolato che fa l'aperitivo
Leggendo il titolo pensavo a una trasferta a esplorare qualche misteriosa cuspide di britannico gritstone


Il clima vi ha piccolodolomitato l'ambiente :D
 

julianross

Well-known member
Mi fa impressione leggere un dolomitico che racconta di escursioni nelle montagne delle zone nostre 😜😂
 

Cocojambo

Ski & Beer
Quando ho letto il titolo non capivo chi aveva iniziato la discussione 😂
Cmq messo in lista il clap grande, per la torre ho troppa panza 🥴
 
Ultima modifica:

julianross

Well-known member
Te l'avevo detto già salendo sui Brentoni che il Clap Grande bisogna farlo... Io ci sono stato l'ultima e unica volta nel 1994, se non erro...

Poi altre vie interessanti in quelle zone sono la Terza Media e le due VN del Monte Siera
 

alfpaip

Well-known member
bello!
eravate praticamente a casa mia, sono zone poco conosciute e come hai scritto, poco inflazionate, ma che meritano sicuramente per bellezza e ambinte selvaggio

sì, assolutamente... ambiente spettacolare... proprio per questo non volevo assolutamente perdermi la gita... non ci ero mai stato ma avevo intuito che si trattava di un gran bel posto...


Leggendo il titolo pensavo a una trasferta a esplorare qualche misteriosa cuspide di britannico gritstone


Il clima vi ha piccolodolomitato l'ambiente :D

ahahah, davvero... quelal volta che sono stato con lo stesso gruppo sul vajo scuro il clima era identico...

niente viaggi esotici, purtroppo...

Mi fa impressione leggere un dolomitico che racconta di escursioni nelle montagne delle zone nostre 😜😂

eh, vabbé... alla fine, se non geograficamente, di sicuro "spiritualmente" queste sono comunque dolomiti... HIHIHI
 

Cocojambo

Ski & Beer
Te l'avevo detto già salendo sui Brentoni che il Clap Grande bisogna farlo... Io ci sono stato l'ultima e unica volta nel 1994, se non erro...

Poi altre vie interessanti in quelle zone sono la Terza Media e le due VN del Monte Siera
Volevo andare con un cai questo we sulla patera al siera, ma il meteo è un po' birichino.
Sul brentoni mi avevi bloccato la ricezione cime da fare con cima mezzo o prisojnik 🤭
Magari questo autunno un alto sul clap lo facciamo
 

alfpaip

Well-known member
la sera per cena siamo stati raggiunti da altri due compari che, purtroppo, anche al sabato devono sorreggere il pilastro su cui si fonda(va?) la nostra repubblica... il programma per la domenica prevede un giro ad anello attorno al creton di culzei che comprende il sentiero del codarul ed il sentiero corbellini... uno degli ultimi arrivati, però, ci teneva molto a salire il clap grande, perciò in tre ci offriamo di partire prima del previsto il giorno successivo e accompagnarlo su, per poi ricongiungerci con il resto del gruppo...

sveglia presterrimo e poco dopo le sei siamo già pronti per metterci in marcia... promette di essere una bella giornata...

2022-09-04 Corbellini - 2.jpeg


2022-09-04 Corbellini - 5.jpeg



tralascio le foto della salita, che nulla aggiungono rispetto a quelle del giorno precedente e passo direttamente all'arrivo in cima da cui possiamo finalmente godere dell'incredibile panorama a 360° che essa offre...

verso il vicino creton di culzei e tutta una serie di montagne che per mia ignoranza non riconosco...

2022-09-04 Corbellini - 31.jpeg



verso l'oltrepiave ed il cadore... si riconoscono civetta, pelmo, antelao, tofane...

2022-09-04 Corbellini - 33.jpeg



verso le dolomiti di sesto...

2022-09-04 Corbellini - 36.jpeg



uno spettacolo unico! mettiamoci anche un paio di pano, va...

2022-09-04 Corbellini - 37.jpeg

2022-09-04 Corbellini - 38.jpeg



dopo una ventina di minuti di imbambolamento totale ci decidiamo a scendere... rientrati sul sentiero ci dirigiamo dunque verso la forca dell'alpino...

2022-09-04 Corbellini - 45.jpeg



il vecchio sentiero che risale il canale è stato ufficialmente chiuso e dismesso a causa di numerosi crolli... al suo posto è stata approntata una nuova ferrata, chiamata GAS, che si inerpica con percorso scimmiesco sulla parete di sinistra... noi però non siamo in vena di tarzanare e quindi, novelli san tommaso, decidiamo di andare a vedere se il canale è veramente inagibile o si passa ancora...

2022-09-04 Corbellini - 46.jpeg


morale della favola, per passare si passa e anche senza troppi patemi, però ci sono un paio di condomini pericolanti sotto i quali è meglio non indugiare troppo... perciò, se avete il kit, optate per la ferrata... giunti in forcella sentiamo voci provenire dall'alto, sono due amici che hanno scelto di fare un salto in cima al creton di culzei... la tentazione viene anche a noi ma rischieremmo di fare tardi e non raggiungere più il grosso del gruppo... giù dunque sul versante opposto della forca... anche qui il sentiero è un po' da interpretare...

2022-09-04 Corbellini - 51b.jpg



messo finalmente piede sul comodo prato, posso rivolgere uno sguardo al canale appena sceso e alla cima del creton...

2022-09-04 Corbellini - 55.jpeg



come detto, incastonato tra il creton ed il col lanar, con superba vista in prima fila sul gruppo del popera, c'è il bivacco damiana del gobbo... noi però non vi facciamo tappa e tiriamo dritti vesro la vicina forcella dei cadini...

2022-09-04 Corbellini - 56.jpeg
2022-09-04 Corbellini - 57.jpeg
2022-09-04 Corbellini - 59.jpeg



in forcella ci riaffacciamo sulla conca di sappada, con bella vista su, tra gli altri, il gruppo del peralba-chiadenis...

2022-09-04 Corbellini - 60.jpeg



non riesco a fare a meno, tutatvia, di voltarmi a rimirare la forca dell'alpino e le due cime protagoniste del giorno precedente... tra l'altro, da qui si distingue nettamente la spaccatura sotto la cima della torre sappada...

2022-09-04 Corbellini - 61.jpeg
2022-09-04 Corbellini - 63.jpeg



si fa tardi, gambe in spalla... seguiamo ancora il segnavia 232 che, attraversando il cadin di fuori, ci porta al successivo "checkpoint" di giornata... l'incredibile passo dell'arco...

2022-09-04 Corbellini - 64.jpeg



nomen omen... che meraviglia!

2022-09-04 Corbellini - 69.jpeg
2022-09-04 Corbellini - 72.jpeg




dal passo parte un lungo percorso di cresta, parzialmente attrezzato, che va poi a ricongiungersi con la ferrata dei 50 e la via orientale di salita al creton di culzei... mi riprometto assolutamente di tornare a farlo... per questa volta, invece, noi proseguiamo prima in discesa lungo il sentiero 317 e poi in modesta salita lungo il 316 per raggiungere il poco marcato passo siera, ai piedi dell'omonimo monte... poco sopra il passo sorge anche una casera di cui si può immaginare il nome...

2022-09-04 Corbellini - 78.jpeg



tuttavia, noi non raggiungiamo il passo e vero e proprio ma teniamo la destra per imboccare il sentiero del codarul...

2022-09-04 Corbellini - 81.jpeg



a un certo punto, ma sinceramente non ho capito bene dove, il sentiero del codarul cede il posto al sentiero corbellini, magnifico percorso parzialmente attrezzato e scavato nella roccia, ideato negli anni '30... un continuo susseguirsi di dorsali e canali incassati nella montagna, alcuni rocciosi, altri solcati da ghiaioni instabili...

2022-09-04 Corbellini - 83.jpeg

2022-09-04 Corbellini - 89.jpeg



alcuni tratti sono piuttosto vertiginosi, altri decisamente precari ed è consigliato non scivolare... :roll:

2022-09-04 Corbellini - 91.jpeg
2022-09-04 Corbellini - 95.jpeg



curiosità, i vari tratti attrezzati hanno una numerazione progressiva... tutto veramente bello e suggestivo ma, mentre scrivo, mi viene da ripensare alla considerazione di julianross nel suo report delle bocchette... alla fine, dopo aver perso il conto di quanti canali abbiamo attraversato e di quante conseguenti perdite di quota e successive risalite ci siamo sciroppati, alla fine ne avevamo tutti le balle piene e non vedevamo l'ora di mettere le zampe sotto i tavoli del rifugio... HIHIHIper fortuna, all'ennesima svolta del sentiero abbiamo scorto, tra gli alberi, le sagome del degasperi e della vicina chiesetta... sollievo pe rle mie gambe disintegrate anche se, tra noi e loro, c'era ancora un altro maledetto canale e un'ultima risalita... :ARR

2022-09-04 Corbellini - 101.jpeg



vabbé, al di là di queste ultime considerazioni semiserie, si è trattato di un giro di grande soddisfazione e un weekend di quelli da ricordare... sarò sempre grato a questo gruppetto di fortissimi amici che mi stimolano continuamente ad ampliare un po' gli orizzonti e visitare posti "alternativi" ma che non hanno nulla da invidiare, anzi, a mete più blasonate...
 

Cocojambo

Ski & Beer
giù dunque sul versante opposto della forca... anche qui il sentiero è un po' da interpretare...
uno dei peggiori sentieri che ho mai percorso:skifrusta:
per fortuna, all'ennesima svolta del sentiero abbiamo scorto, tra gli alberi, le sagome del degasperi e della vicina chiesetta... sollievo pe rle mie gambe disintegrate anche se, tra noi e loro, c'era ancora un altro maledetto canale e un'ultima risalita... :ARR
ihih credo che freghi tutti sta cosa di vederlo senza notare il canale:MUCCA:aaahhh:
 

alfpaip

Well-known member
uno dei peggiori sentieri che ho mai percorso:skifrusta:

più che per il (non) sentiero in sè, che alla fine ne ho fatti di più infami, è pericolosetto per quel salto a metà che fa da vera e propria rampa di lancio per eventuali sassi smossi dall'alto...
 

julianross

Well-known member
La prossima volta che vuoi tornare in quella zona partiamo da Sappada, passo dell'arco, ferrata Simone per poi prendere la Ferrata dei 50... La Simone manca ancora anche a me...
 

julianross

Well-known member
Comunque i primi 3 monti che vedi nella foto dietro al Creton di Culzei sono da sx a dx, Siera, Piccolo Siera e Creta Forata
 

luca63

Well-known member
Molto bello e come detto altre volte queste zone meno conosciute sono per me sempre molto interessanti
Bravi
 

Cocojambo

Ski & Beer
Per i meno smaliziati è sufficiente spezzone da 30m per salire e scendere dal clap grande?
 
Top