Non vi sembra un esercizio strano ?

Gianpa79

Mister Interno
Mi rifiuto di ascoltare consigli fatti da un tizio che si becca 10 secondi ad un Eurotest .

Definito imbarazzante vederlo sciare in campo libero da un mio amico che era li .

Sul più bello è andato da lui a chiedere consigli sulla tecnica ....

sto tizio è storto come un ramo d'ulivo .... basta guardare come scia .... casca tutto sull'interno di spalle e di peso ....

Non c'è di peggio che iniziare una curva sull'interno ....

Che strazio ....
 

GioRad

Well-known member
Invece che attaccare di continuo GioRad, a torto o ragione, perché,visto che tu hai compreso bene l'utilità di quel esercizio non racconti a cosa serve, a chi è rivolto e perché? Per un principiante lo vedo deletereo e per uno esperto mi sembra inutile, magari ha un'applicazione utile per alcuni livelli medi o magari a livello agonistico che io però non conosco. Servizio utile sarebbe quello di spiegare😉
È una buffonata...come rovinarsi una giornata di sci...e magari finire alla neuro-deliri.
 

Sloggul

Active member
Io ormai scio così da standard .. rimango con l'esterno carico e sotto di me, lo scavalco con tutta la parte sopra tenendolo sempre carico, quando sento che sono belli inclinato dentro la curva passo all'altro piede , nuovi esterno , che ovviamente sarà già piuttosto indirizzato verso la massima ...e fai bella figura
Che ci vuoi fare... hai voglia a spiegare una WR...
Tra un po' si rischia di essere additati come no vax e filo russi...
 

giò

Well-known member
Fantastico! Un nuovo ministro dell'interno!:ROFLMAO:
:ROFLMAO::ROFLMAO:
Però vorrei sapere con quale sci da sl sta scendendo, riesce a farci anche raggi da gs!😀
😀😀
Se poi vogliamo dirla tutta, l'inizio curva sull'interno si faceva negli anni '70, con gli sci diritti e di legno e per forza di cose doveva farsi così, sennò non giravi. Farlo oggi, con gli sci di oggi e le piste di oggi significa subire il terreno e l'attrezzo, non governare l'attrezzo e adattarsi al terreno.
Poi, per carità, in situazioni particolari quello di iniziare la curva sull'interno è una abilità che conviene sempre avere, ma parliamo di situazioni particolari e non la regola, come ad es. può essere dover fare la curva in un punto specifico e solo lì e dover recuparare un ritardo, come può essere in tracciato oppure in campo libero quando magari devi evitare una collisione o un intreccio di traiettoria, ma sono, appunto, casi sporadici.
 

Tornado68

Well-known member
Sinceramente non capisco cosa ci vediate di strano, a parte forse il fatto che le tecniche che usano sono un po' datate, e oggi riconosciute come obsolete.

A inizi 2000, quando il carving ha iniziato a diffondersi ed era piuttosto spostato sull'estremizzazione del gesto, erano tecniche che insegnavano anche i maestri di sci, più che altro per scardinare la sciata classica, la cosa di fare la curva sullo sci interno era vista come la normalità, e le stesse "gare di carving" imponevano spesso di fare le curve quasi tutto sull'interno per poter star dentro alle porte.
poi lo sci sciancrato è stato sdoganato, è diventato l'attrezzo degli atleti, e logicamente la tecnica si è evoluta verso la performance tra i pali, e si è subito capito che era insensato insistere sull'interno.

Sono così vecchio io, o non ve li ricordate quelli con i fun carving asimmetrici che si sdraiavano per terra o facevano le curve con l'esterno alzato come si vede in questo video?
Io si, anche perchè ero uno di quelli... ho fatto anche qualche garetta con "le boe"
C'era addirittura, fino a una decina di anni fa, la FIS Carving Cup


Quindi che oggi questi esercizi abbiano senso boh, non lo so, a mio avviso avevano senso quando si doveva scardinare la curva classica, che nella sua perfezione implicava l'alzare l'interno, e far capire a chi si approcciava ai nuovi attrezzi che doveva modificare radicalmente la dinamica dei carichi.
Era il mio mondo,e fatico a togliere i difetti che mi sono portato dietro......ma come mi divertivo con schietti corti e senza racchette a sdraiarmi per terra..... (a volte anche troppoHIHIHI) Effettivamente il tipo del video postato se non avesse i bastoni in mano sarebbe un funcarver fatto e finito. Il problema infatti non è l'esercizio in se ma è anacronistico oggi.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: Teo

madflyhalf

Skifoso assolato che fa l'aperitivo
Possibile che io abbia visto un video Jam Session nemmeno troppo vecchio in cui ci sono esercizi di curve sollevando l’esterno?
 

Teo

maestro di skilift
Possibile che io abbia visto un video Jam Session nemmeno troppo vecchio in cui ci sono esercizi di curve sollevando l’esterno?
senza dubbio, anche loro in quegli anni hanno cavalcato l’onda del funcarving, d’altronde la Jam ha sempre dato spazio alle “innovazioni“ anche se poi molte sono durate poco… i nava io li ho usati proprio con loro!😂
 

madflyhalf

Skifoso assolato che fa l'aperitivo
No no io parlo di robe di massimo 5 anni fa
 

sario

Member
 

sario

Member
Minuto 2.50
 

giò

Well-known member
Sario, non confondere le carte, al minuto 2.50 fanno le curve su uno sci solo, cioè lo stesso esercizio che 50 anni fa ci facevano fare con gli sci di legno di due metri.
Lo scopo era , appunto, quello di farci aumentare l'equilibrio e la gestione degli imprevisti. E credimi, le piste non erano liscie come oggi.
Piuttosto è interessante notare come ad un certo punto si rimettono a fare la virata elementare, lo usano come esercizio per sottolineare sempre l'uso dello sci esterno.
 
  • Like
Reactions: Teo

sario

Member
Allora questo.
Comunque lo si veda è un esercizio utile
 

Tornado68

Well-known member
Allora questo.
Comunque lo si veda è un esercizio utile
Ogni esercizio che aumenta equilibrio e confidenza con la neve lo è. Anche scivolare con gli scarponi o snow Blade per migliorare centralità ed equilibrio. La domanda era a chi è utile. Non certo al principiante o al Liv medio per migliorare, forse a livelli avanzati per perfezionarsi o agli agonisti ? Con quel tipo di esercizio deformi lo sci dopo la max pendenza mentre la prima parte di curva la fai sfruttando unicamente la sciancratura degli sci . Quindi esercizio utile ? Forse ad alto livello ma da evitare, a mio avviso, nei livelli intermedi.
 
Ultima modifica:

gheo72

Active member
La domanda era a chi è utile. Non certo al principiante o al Liv medio per migliorare, forse a livelli avanzati per perfezionarsi o agli agonisti ?

Guarda, qui si va perfino un passo oltre (e oggettivamente è meno pratico dell'"inside out turn" perchè ci vuole l'assistenza di un maestro o di un amico volenteroso :)), però l'allieva non è nè un'avanzata nè tantomeno un agonista:

 

Tornado68

Well-known member
Guarda, qui si va perfino un passo oltre (e oggettivamente è meno pratico dell'"inside out turn" perchè ci vuole l'assistenza di un maestro o di un amico volenteroso :)), però l'allieva non è nè un'avanzata nè tantomeno un agonista:

Sono a mio avviso due cose differenti se ben analizzate . Qui ti insegnano a caricare l'esterno e a gestire l'interno in fase di curva come se fosse un esterno quando l'esterno non lo puoi usare, migliorando l'equilibrio.
Con i due sci ai piedi, nell'esercizio del 3D la curva viene sempre iniziata sull'interno caricando l'esterno all'appoggio dopo la massima pendenza, non migliorando l'equilibrio ( infatti si cade e si appoggia l'esterno ). Nessuno mette in dubbio l'utilità ma, mentre questo esercizio, con sci unico serve anche ad uno sciatore di medio livello per capire la dinamica del carving l'esercizio con due sci alzando l'esterno, a mio avviso, deve avere un' altro scopo che non credo sia utile in fase di apprendimento base . Comunque è solo una mia opinione, magari sbagliata.
 
Top