St.Moritz / Corviglia martedì 11 Gennaio 2022

vendul

Well-known member
Quando avevo comprato casa in Svizzera il cambio era 1,5 e correva l'anno 2008/9... adesso è 1,04 quindi una buona parte dei rincari è dovuta anche al cambio
 

Edo

???
Prova a cambiare un po' il tuo approccio allo sci, rendilo meno itinerante e più rilassante, invece di arrabbiarti adattati anche tu un po' ad andare verso una modalità di turismo meno disincentivata e combattuta.
Per quanto riguarda San Moritz il messaggio era un po' ironico o provocatorio perché comunque nelle località di lusso ritengo normale che possano praticare i prezzi che vogliono, ma mi pare che i prezzi siano in costante aumento proporzionalmente anche per chi fa soggiorni più lunghi.
Per avere lo skipass scontato bisogna scegliere comunque delle strutture troppo care: anni fa (nel 2013 mi pare) ero stato con altre persone all'hotel Schloss di Pontresina che sicuramente o non è la struttura che sceglierei e che potrei permettermi spesso.

Inoltre a differenza di Zermatt, in Engadina a fronte di un prezzo così alto dello skipass sono lontanissimi dai mega investimenti in impianti nuovi. Perché?

Per quanto riguarda il suggerimento al momento lo trovo molto difficile da mettere in pratica. A parte che ancora ho la curiosità di scoprire località nelle quali non sono mai stato, ma poi vado sempre da solo a sciare e se non faccio così, tolta qualche giornata in qualche località grande e che già conosco dove scio per percorrere km "fini a loro stessi", mi annoio.
 

zobo

Well-known member
Bellissimo. Anche perchè effettivamente non c'erano molti report sul comprensorio 👏👏👏👏
 

boiazza

Member
La seggiovia biposto che taglia le case è la Souvretta-Randolins?
PS: che bel report! grazie
 

Flyminibus

Active member
Non capisco una cosa però: quindici anni fa che gli skipass avevano un prezzo normale, ed offrivano addirittura gli skipass scontati agli italiani (a 32 euro per Corvatsch e 43 per Corviglia), la località non era considerata una località sufficientemente esclusiva?
IN parte vi è stato un effetto cambio. Io mi permettevo la settimana di pasqua corvatsch stando in appartamento a Silvaplana. Il cambio era intorno a 1.52-53. Ora il cambio è 1.04 fisso, in più i salari svizzeri sono continuati a crescere i nostri no.
Sulle contromarche hanno resistito fino 5 anni fa con il ritiro al Mastai a Chiavenna. Possibile che qualcuno le smerciasse e le hanno tolte.
 

pierr

Well-known member
La seggiovia biposto che taglia le case è la Souvretta-Randolins?
PS: che bel report! grazie

Esatto è la Suvretta-Randolins
 

Flyminibus

Active member
Credo che se la società impianti ragionasse solo nel suo interesse, cercherebbe in tutti i modi di far pagare a ogni sciatore il prezzo che è disposto a pagare. Pochi CHF in più da un italiano di giornata che deve decidere tra 10 località non sono da buttar via. Ci sarebbe qualche coda, ma gli impiantisti sarebbero contenti.

A un certo punto però secondo me ci sono stati (come è giusto che sia) degli accordi tra impiantisti e albergatori, in cui i secondi sovvenzionano i primi. Agli albergatori le code e la massificazione della località fanno solo male. Ora chi va in albergo (caro) spende poco di skipass (270 euro 6 giorni). Evidentemente c'è un forte sovvenzionamento da parte degli albergatori verso gli impiantisti, come sarebbe giusto ci fosse in ogni località. La società impianti non naviga nell'oro ma chiude i bilanci poco sopra il pareggio e riesce a fare qualche investimento ogni anno.

Tra l'altro pochi giorni fa Vendul mi ha spiegato che se si fa un soggiorno in hotel ma si volesse sciare solo un giorno non si può comprare lo skipass scontato da 45 chf accessibile ai clienti degli hotel. Lo si deve comprare per tutti i giorni del soggiorno.

Credo inoltre ci sia anche un do ut des da parte del comune o dei comuni della valle. Gli sciatori giornalieri portano vantaggi solo agli impiantisti e poco al resto della valle (spendono poco e portano traffico). Per cui anche i comuni penso sovvenzionino gli impiantisti in cambio della cessazione delle politiche di prezzo attrattive degli sciatori in giornata. E in cambio di uno sconto ai residenti dei comuni (che votano, anche se non è il mio caso) sullo stagionale già fortemente scontato. Il prezzo del mio stagionale per residenti (600 chf per l'intero anno, con gli impianti a turno sempre aperti 365 giorni e quasi 7 mesi di sci) non ha eguali rispetto a nessuno stagionale sulle alpi per sciatori non residenti, forse solo in Vallese avevano fatto una tariffa non residenti ancora più interessante.

Edo te ne devi fare una ragione, lo sci in giornata sta diventando malvisto in tutte le medie e grandi località alpine che cercano di attrarre un turismo settimanale di persone che sono in vacanza e quindi mentalmente più disponibili a spendere e che non tollerano code e traffico, con tutti i soldi che spendono. Prova a cambiare un po' il tuo approccio allo sci, rendilo meno itinerante e più rilassante, invece di arrabbiarti adattati anche tu un po' ad andare verso una modalità di turismo meno disincentivata e combattuta.
Lo stagionale veramente basso , ma non residenti per i Grigioni quanto viene?
Di base a me piaceva zingarare, ora con famiglia diverso, e l'acquisto giornaliero singolo mi permetteva di cambiare spesso.
 

pierr

Well-known member
Domani se qualcuno si presenta sul piazzale del Corvatsch alle 9, si sta organizzando un gruppo da 5 o meglio da 10, skipass sui 36-42 euro, nel caso mandatemi un MP
 

pierr

Well-known member
Lo stagionale veramente basso , ma non residenti per i Grigioni quanto viene?
Di base a me piaceva zingarare, ora con famiglia diverso, e l'acquisto giornaliero singolo mi permetteva di cambiare spesso.
Lo stagionale non residenti costa 1100 chf e vale un anno, estate inclusa quindi. I bambini aggiunti pagano pochissimo, credo sui 250 chf
 

pierr

Well-known member
Qualche foto é venuta praticamente bruciata dal sole. Diró una cosa banale, scontata e stucchevole ma di cui sono molto convinto, e credo che prima di me lo abbiano pensato tanti altri tra cui il grande pittore trentino Segantini: la luce dell'Engadina non esiste da nessun'altra parte delle Alpi.

Cosa rende speciale l'Engadina?

La neve? No
I laghi? No
Lo charme? No
Le possibilità sportive? No
I villaggi pittoreschi? No

La luce! Per apprezzare nel profondo l'Engadina concentratevi sulla luce
 

marcolski

Well-known member
la montagna sta viva se ha ricambio di turisti almeno durante la settimana,con i giornalieri sta in piedi l sciovia...roccabella...nelle prealpi...se nevica......ma stazioni grande e grosse hanno bisogno da anni omrai di un tourn over di gente.
aspettare edo che arriva perche lo skipass costa come 15 anni prima...è deleterio e antieconomico per la società.
ma questo in ogni campo.
complimenti bel report!!!!!
 

Edo

???
aspettare edo che arriva perche lo skipass costa come 15 anni prima...è deleterio e antieconomico per la società.
Cosa c'entra però? Non credo che prima vivessero di giornalieri italiani scontati, o che non fossero sufficientemente esclusivi.
Poi per me il problema dell'aumento dei prezzi non riguarda sicuramente le località di lusso che sono libere di praticare il prezzo che più gli pare ma avranno sempre i clienti, ma quelli di tutte le altre che in Europa, per numero e sviluppo di località, dovrebbero garantire un'attività per tutti e non per pochi eletti (non è una specie di pensiero socialista, è proprio che lo sci è stato sviluppato negli ultimi decenni per essere un'attività di massa. E se un'attività che fa numeri di massa poi viene a costare come una di elite, la cosa non sono sicuro che possa funzionare a lungo).

E comunque se il problema era l'affollamento di italiani giornalieri, avrebbero potuto togliere la possibilità di avere lo skipass scontato nei periodi di alta stagione ma lasciarlo quando c'è meno gente.
 

Flyminibus

Active member
Diciamo che noi italiani viviamo in un paese povero rispetto la clientela media che va da loro. E vale anche per dolomitisuperski
 

ste1258

Well-known member
La luce! Per apprezzare nel profondo l'Engadina concentratevi sulla luce
"Che montagne, che laghi, che luce!" (cit.)
A meno che entrando in Engadina si venga trasportati a un'altra latitudine, il sole engadino è lo stesso di Bormio, di Adelboden, di Tarvisio. A renderla più luminosa sarà sicuramente la minor umidità dell'aria e anche l'ampiezza della valle che fa sì che le ore di sole giornaliere siano molte di più rispetto ad altre località montane.
 

vendul

Well-known member
"Che montagne, che laghi, che luce!" (cit.)
A meno che entrando in Engadina si venga trasportati a un'altra latitudine, il sole engadino è lo stesso di Bormio, di Adelboden, di Tarvisio. A renderla più luminosa sarà sicuramente la minor umidità dell'aria e anche l'ampiezza della valle che fa sì che le ore di sole giornaliere siano molte di più rispetto ad altre località montane.
E' una normalissima luce di media montagna, quello che la rende diversa da molte è che è una valle e questo effetto è dovuto al fatto che la valle si sviluppa nordest-Sudovest senza avere un passo vero e proprio ma con un Maloja che è praticamente la fine di un altopiano più che un passo... tutta la zona di Bettmeralp e tante altre località per esempio non hanno nulla da invidiare alla luce engadinese... solo che il Buon vecchio Segantini aveva visto Arco, la Brianza, Savognin e poco più.
 
Top