Consiglio sci nuovi

michelor

New member
Buongiorno a tutti sono un nuovo utente!
Vi scrivo per approfittare della vostra esperienza in materia per scegliere i miei nuovi sci da skialp.
Premesso che ho una buona tecnica in pista ma sono quasi completamente a digiuno di ciò che riguarda il fuoripista, peso circa 80 kg e sono alto 1 e 82, vorrei affiancare le due materie usando uno sci solo.
Ho provato a informarmi su internet ma difficilmente quando viene valutato uno sci da freeride si valuta la risposta in pista e viceversa.
Gli unici che ho trovato rispecchiare queste caratteristiche sono gli ski trab Stelvio 76 e i Black diamond helio 76.
Pareri a riguardo?
Ringrazio tutti per le risposte
 

4 Dolomiti

Well-known member
forse sono io a non aver capito il tuo messaggio, ma con questi sci che devi farci?

scialpinismo (compreso la salita e discese non necessariamente vicino alle piste) oppure freeride (inteso risalita con l'impianto e discese per forza di cose nei pressi degli impianti)??
 

michelor

New member
No sicuramente mi sono spiegato male!
Diciamo che nel 50 per cento dei casi userò gli sci come sci classici in pista mentre per il restante risalita con pelli e discesa in prossimità o su impianti dato che purtroppo mi ritrovo spesso da solo in questo secondo frangente.
Perciò puntavo ad uno sci abbastanza leggero ma che mi permettesse di tirare le curve anche in pista, per quanto possibile.
 

matyt

Non sono il figlio di Mazinga
Ciao @michelor.
Allora, un primissimo consiglio potrebbe essere quello del leggere le ultime discussioni di consiglio materiali già aperte, visto che il tuo caso d'uso si ripete in modo abbastanza sistematico.
In generale, quello che chiedi (uno sci singolo pista/fuori) è possibile, purchè tu sia disposto ad accettare alcuni compromessi.

Mi spiego meglio: ancora non esiste uno sci che ti permette di fare 1500 metri di dislivello positivo, e allo stesso tempo di poter essere usato senza alcun ritegno e cautela per tirare dei bei curvoni condotti magari pure su pista dura.

Ora, devi capire (anche in base a quello che fai di solito, e a quello che vorresti fare con il tuo nuovo sci) da quale parte del compromesso decidi di porti.

Se le scappate in fuoripista sono sporadiche e brevi, puoi permetterti uno sci anche decisamente pesante. in caso di un uso 50-50 prenderai qualcosa di leggermente più leggero.
In entrambi i casi montati Shift.

Se invece l'uso "in pista" è residuale (magari hai già uno sci da pista tuttofare...) puoi permetterti sci più leggeri ma comunque di corpo, e un montaggio con attacchino tech.

Stesso discorso per quanto riguarda lo scarpone: a seconda della distribuzione dei tempi dentro fuori (e dell'eventuale presenza di uno scarpone da pista che già utilizzi...) puoi valutare se prendere uno scarpone più corposo e tendente al freeride, o qualcosa di più leggero da touring


Per quanto riguarda i due sci che proponi, sono sci da skialp puro, non adatti al doppio uso (e nemmeno pensati per farlo...)
 

matyt

Non sono il figlio di Mazinga
No sicuramente mi sono spiegato male!
Diciamo che nel 50 per cento dei casi userò gli sci come sci classici in pista mentre per il restante risalita con pelli e discesa in prossimità o su impianti dato che purtroppo mi ritrovo spesso da solo in questo secondo frangente.
Perciò puntavo ad uno sci abbastanza leggero ma che mi permettesse di tirare le curve anche in pista, per quanto possibile.
Vedo ora la risposta: allora confermo quanto detto prima: sci di medio peso, attorno ai 90-95, massimo 100 sotto il piede, montato shift.

Per quanto riguarda il modello, hai l'imbarazzo della scelta: da proposte di marchi classici come Salomon (stance) o Atomic (maverik) a roba più fricchettona (Black Crows Orb, Camox o Justis), Faction Dictator 2.0)... Nordica Navigator... Volendo il Mindbender 90c che vien via a poco...

Resta la questione scarpone
 

michelor

New member
Ok ti ringrazio!
Mi ero fatto fuorviare dal fatto che lo Stelvio in particolare fosse pubblicizzato come uno sci da usare in prossimità degli impianti.
Lo scarpone uso un HEAD 4 ganci con Flex 120, tutt'altro che comodo per la risalita.
Quindi attacchino bocciato per un uso 50 e 50?
 

matyt

Non sono il figlio di Mazinga
Per quanto riguarda l'attacchino, se l'intenzione è usare lo sci come un vero sci da pista (quindi a spingere per bene...) io te lo sconsiglio in modo abbastanza vigoroso.
Gli attacchini non son nati per fare quella cosa li: corri il rischio di romper tutto.

Shift, e passa la paura.

Per quanto riguarda lo scarpone da pista, chiedevo non tanto per l'utilizzo in salita (effettivamente nonsense....) quando per quello in discesa: se ti ci trovi nulla ti vieterebbe di utilizzare lo scarpone da pista sul tuo sci con Shift per le giornate con gli impianti, e quindi prendere uno scarpone un po' più leggero per le giornate di scialpinismo puro (leggi quindi maestrale o Tecnica ZeroG.)
 

michelor

New member
Era la mia idea ma visti i costi in questione avrei intenzione di dilazionare le spese in un paio d'anni visto che per quanto scarponi quasi da discesa pura hanno la possibilità di muovere la caviglia e quindi consentono di pellare (anche se con discreta fatica).
Ti ringrazio per tutti i tuoi spunti!
 

valexx

Member
No sicuramente mi sono spiegato male!
Diciamo che nel 50 per cento dei casi userò gli sci come sci classici in pista mentre per il restante risalita con pelli e discesa in prossimità o su impianti dato che purtroppo mi ritrovo spesso da solo in questo secondo frangente.
Perciò puntavo ad uno sci abbastanza leggero ma che mi permettesse di tirare le curve anche in pista, per quanto possibile.
Viste le premesse secondo me, Mindbender 90, Maestrale XT, Shift...
Oh, le salite saranno faticose, ma risalire vicino agli impianti è in genere più semplice che in montagna aperta. Però è un set che in discesa nel mix pista/fuori può dare soddisfazioni e sicuramente anche a livello di gita vera ha il suo perché, ovviamente se vai oltre i 900/1000 metri (fatti comunque con calma), devi averne assai sennò è dura da fare. Però se l'uso prevalente e con/vicino agli impianti non avrei dubbi. Ovviamente è 90, il galleggiamento oltre i 20cm sarà sempre scarso, però è uno sci vero, efficace, che permette di sciare bene anche in pista e comunque chi ha detto che poco galleggiamento=poco divertimento? :cool:
 

valexx

Member
Era la mia idea ma visti i costi in questione avrei intenzione di dilazionare le spese in un paio d'anni visto che per quanto scarponi quasi da discesa pura hanno la possibilità di muovere la caviglia e quindi consentono di pellare (anche se con discreta fatica).
Ti ringrazio per tutti i tuoi spunti!
Ci sta anche così se le risalite sono brevi per iniziare...
 

Cocojambo

Ski & Beer
Anche per me, Shift e passa la paura, gli attacchini fullpin non sono studiati per le sollecitazioni continue di chi scia con impianti.
Anche per lo sci to hanno già consigliato, prendi una cosa bella robusta 90-108

Gli scarponi che hai, si possono usare con attacchi a pin?
 

michelor

New member
Si accettano anche i pin!
Quello che da ignorante non capisco è come mai suggeriate tutti sci oltre i 90mm quando gli sci da pista tendono a misure inferiori?
 

Cocojambo

Ski & Beer
perchè sono riusciti a costruire delle armi che con un po' di tecnica ti fanno divertire in pista, ma se devi uscirne, vai giu divertendoti uguale
tipo i mindbinder o i rustler 9 o 10

se accettano pin, vai di shift
 

rbodini

Well-known member
Secondo me per l'uso che ne vuoi fare non andrei troppo sopra i 90 mm sotto piede. Oltre rischi di compromettere troppo la sciata in pista. Te lo dice uno che per anni ha usato gli hardside (98 mm al centro) per fare tutto e mi ci sono sempre divertito. Però da quando ho preso uno sci da pista per sciare in pista non tornerei mai indietro. Per quanto possano tenere bene anche in pista gli sci da freeride non ti daranno mai le stesse sensazioni.

Quindi se vuoi lo sci unico per questioni economiche ok, se no pensaci bene perchè con sci dedicati ti diverti senz'altro di più.
 

valexx

Member
Secondo me per l'uso che ne vuoi fare non andrei troppo sopra i 90 mm sotto piede. Oltre rischi di compromettere troppo la sciata in pista. Te lo dice uno che per anni ha usato gli hardside (98 mm al centro) per fare tutto e mi ci sono sempre divertito. Però da quando ho preso uno sci da pista per sciare in pista non tornerei mai indietro. Per quanto possano tenere bene anche in pista gli sci da freeride non ti daranno mai le stesse sensazioni.

Quindi se vuoi lo sci unico per questioni economiche ok, se no pensaci bene perchè con sci dedicati ti diverti senz'altro di più.

Concordo, però se si cerca l'attrezzo unico il 90 è un pò la misura aurea che veri limiti importanti non li ha, non è uno sci da pista ma le transizioni non sono affatto male e non è stancante, non galleggia perché la portanza non è sufficiente ma è una larghezza che ben difende sul variabile e poi comunque 90 a meno che ci sia il metrone ed allora praticamente vai solo dritto, pur non galleggiando fa divertire imho.

Certamente se uno può avere lo sci da pista e poi un 110/115 per quando nevica buon per lui, meglio :)

E' un pò come nello scialpinismo puro, un 80 leggero in primavera non fa schifo, in inverno un 100 è davvero godibile anche in gite lungarelle se leggero...
Ma un bel 88/90 ti risolve praticamente tutto in salita ed in discesa, con i suoi compromessi ovviamente. :cool:
 
Ultima modifica:
Top