Consigli pista/alpinismo

Terios2

Well-known member
Proprio ieri ho ritirato i miei amati Atomic Backland 102 (ora sarebbero i Ben 100) cui ho fatto sostituire l’attacco fisso con lo Shift: lo userò con il Maestrale RS e saprò dire😜

Curiosità: ho voluto anche il rampant. Ovviamente vuoi mica che ci sia una sorta di norma UNI per il montaggio di sti cancheri maledetti??!! Vabbè, Salomon fa due taglie: 100 e 120! Fortuna il 100 funziona bene senza interferenze anche sullo sci 102…..
 

forwardmount

Well-known member
@PIT_
non ho più l’xt, ho il cochise che pesa e cammina uguale.

Per tutto intendo tutto: freeride con impianti, dislivelli lunghi, robe con ramponi. 2 sci diversi con cui li usavo, un bent120 vecchio con Sacro beast 16, bent100 con prima agios beast14 e poi attacchino mtn della salomon/atomic.

Però ho un approccio molto soggettivo allo skialp. E sono circa 5 anni che uso un ibrido (db lupo vecchio, freetour, ora cochise) per farci tutto.

Quindi per quanto abbia sempre “difeso” il mio approccio coi denti (specialmente qualche anno fa quando le mode e i trend viravano altrove) non te lo consiglierei. E mi metto nei panni di un negoziante che sicuramente non vuole ritrovarsi un cliente che torna indietro incazzato perché lo scarpone che ha preso lo “condanna” a fare più fatica (perché è oggettivo) della stragrande maggioranza di soci/amici con i soliti maestrale ecc.

Qualche anno fa per quella che era la scelta negli scarponi ti avrei detto di prendere un ibrido e di insistere. Oggigiorno francamente secondo me non vale la pena, con uno 0g fai tutto e se poi davvero hai la sensibilità per sentire che andrebbe migliorato in certi ambiti nella discesa puoi sempre retrofittare,cambiare qualcosa...o passare ad un ibrido.

Rimane tutto soggettivo, io personalmente non credo abbandonerò mai l’ibrido. Ma mi metto nei panni degli altri

Sugli altri dubbi ti rimando al post lungo magistralmente scritto da matyt. Si tratta di scelte abbastanza difficili ma non certo irreversibili, lui e gli altri ti stanno fornendo delle indicazioni di gran valore per fare queste scelte con raziocinio.
 
Ultima modifica:

matyt

Non sono il figlio di Mazinga
Proprio ieri ho ritirato i miei amati Atomic Backland 102 (ora sarebbero i Ben 100) cui ho fatto sostituire l’attacco fisso con lo Shift: lo userò con il Maestrale RS e saprò dire😜

Curiosità: ho voluto anche il rampant. Ovviamente vuoi mica che ci sia una sorta di norma UNI per il montaggio di sti cancheri maledetti??!! Vabbè, Salomon fa due taglie: 100 e 120! Fortuna il 100 funziona bene senza interferenze anche sullo sci 102…..
No! Anzi occhio: per gli shift hai bisogno dei loro rampant specifici, che la piastrina di teflon davanti è troppo alta.
 

Terios2

Well-known member
No! Anzi occhio: per gli shift hai bisogno dei loro rampant specifici, che la piastrina di teflon davanti è troppo alta.
Si, certo, non entrano proprio in sede. Appunto, presi i Salomon specifici per lo Shift. Però hai ragione: non sarebbero riusciti per motivi tecnico-progettuali ad utilizzare un sistema univoco che potesse funzionare sia per i rampant Dyna che per quelli ATK. Non avevo pensato all'ingombro della piastrina anteriore
In ogni caso poco male, tanto dovevo comunque prenderli perche il Dyna che uso sui Camox non ci sarebbe stato come dimensioni. Mi era venuta in mente sta cosa in negozio perchè Salomon passa da 100 a 120 senza vie di mezzo e avevo paura che quello più stretto non potesse essere usato sullo sci 102 (e 120 su 102 sarebbe stato improponibile)
 

Cocojambo

Ski & Beer
sono assurdi con sti rampant, anche se gli attacchini hanno la sede simile, riescono a usare diametri differenti o sistemi di fissaggio diversi
bisogna imparare a montare gli sci propri con un unica marca di attacco
 

matyt

Non sono il figlio di Mazinga
Perdonate il doppio posto, ma mi è scappata la risposta a terios, e non la voglio modificare.

Innanzitutto ringrazio @forwardmount , davvero troppo gentile... :)

In realtà non trovo siano scelte tanto difficili: lo sono se non si hanno le idee chiare, o rischiano di scoppiarti in mano se non sei consapevole.
Ora, @PIT_ , il setup per fare 1500 metri in scioltezza e le giornate in pista a sbinariare sul millerighe non esiste, di conseguenza devi scendere a compromessi.
Solo che il compromesso migliore viene fuori dalla definizione corretta del caso d'uso.

Se vuoi uno sci che sia performante anche in pista, ma che comunque non ti spezzi le gambe in salita, esiste! Certo, non puoi farci 1500 metri di dislivello in scioltezza, ma fino ai 1000 metri se hai una buona gamba e uno scarpone comodo ti puoi spingere.
In quel caso la soluzione è appunto Shift, e sci sulle stesse larghezze, ma di buona struttura.

Quello che non ha senso è montare, per dire, un camox FB con uno shift... sarebbe solo peso aggiunto, per non avere nessun tipo di vantaggio sciistico (l'attacco pesante non è un collo di bottiglia per portare un Camox).

Per rispondere alla tua domanda sull'XT... Può avere senso, così come non averlo.
Dirlo nel vuoto spinto non è possibile
 

forwardmount

Well-known member
Parlo anche a chi legge che magari è moderatore.

Sembra che ci aspetti un altro anno di afflussi ingenti nel settore e quindi in questa sezione (purtroppo o per fortuna chisenefrega tant’è...pura osservazione, non ho alcuna opinione al riguardo).

Le domande son sempre quelle (nulla contro chi le pone, sono legittime: anche questa è una semplice osservazione).

Trovo che gran parte delle risposte lunghe ed esaustive che vengono puntualmente fornite da matyt, Wolfberg, cocojambo,Jms e tantissimi altri (son quasi tutti cari amici che conosco quindi mi sforzo di riportare il nick invece del loro nome) andrebbero messe in evidenza in un topic a sè.
 

matyt

Non sono il figlio di Mazinga
Potremmo pensare ad un breve decalogo, effettivamente... il concetto dell'avere un set bilanciato in termini di pesi dei vari elementi, e il trade off tra perfomance in salita e perfomance in discesa vanno un po' spiegati.

Comunque, ho appena riguardato la domanda di @PIT_ e (a riprova del fatto che scrivo troppo... :p) non gli ho troppo risposto.

Gli sci che ha senso montare con uno shift sono roba sopra gli 85 e sopra ai 1700, 1800 grammi.
A seconda della tipologia specifica di sci, e della tipologia di sciatore, sono portabili anche con scarponi touring, più o meno strutturati
Come già suggerito, in presenza di uno sci che si comporti discretamente anche in pista nulla ti vieta di utilizzare lo scarpone da pista per le giornate inbounds, e uno scarpone molto leggero e che cammini molto bene per i giorni di gita.

Ora, però, ribadisco, non necessariamente un setup pesante con shift è quello migliore.
 

Cocojambo

Ski & Beer
forse anni fa avevo aperto un topic per consiglio all'acquisto...ma forse è solo una visione immaginaria della vecchia mente
 

valexx

Member
Buongiorno a tutti! Mi sono iscritto ora al forum ma è tanto che leggo le varie discussioni sull'argomento e spero di non chiedere cose gia chieste, anche se molto simili ad argomenti gia trattati.
Volevo prendere un set (scarponi sci attacchi) che mi permettesse di divertirmi in pista (premetto che in pista non ho particolari esigenze di performare in determinate discipline specifiche) ma nello stesso tempo mi dia la possibilità di fare salite e sciare fuori dalle piste battute. E fin qui direte che è un argomento largamente trattato e che devo andare tutti le varie discussioni gia aperte a riguardo ma tutte le varie discussioni leggere mi hanno lasciato dei dubbi:
Un attacco tipo shift su che tipologia di sci potrei montarlo? Premettendo che il peso dello sci in salita per me non sarebbe un problema.
Per quanto riguarda lo scarpone: mi è stato sconsigliato un lange xt 130 a favore di una tecnica zero g tour che comunque si comporta bene in discesa ed è più leggero e "camminabile" in salita in quanto mi hanno detto che con l'xt non si fa piu di qualche presa di metri di dislivello.
Grazie ancora a tutti, se qualcuno usa questo materiale farei tesoro dell'esperienza. Siate clementi con le risposte?

Senza scomodare lo shift, secondo me, potresti anche pensare ad uno sci non troppo leggero, non troppo largo, ma che se la cava bene ovunque (pur non galleggiando molto ma non si può tutto ahimè) per esempio il K2 Mindbender 90, in pista credo dica la sua, fuori decisamente dice la sua, certo galleggia pochino e devi gestirlo di conseguenza ma la cosa se ne hai può anche essere ben divertente, sicuramente sul ripido duro è tanta roba.
A questo punto con una scarpa come XT oppure uno Zero G magari con scarpetta modificato ed un normalissimo attacco tipo Raider 12, o 14 se vuoi proprio tirare abbestia potre avere il famoso set che permette buoni dislivelli con un pò di gamba e pure di piacevoli giornate in pista, certo non a mo' di pali! Oltretutto se decidi poi di fare qualche gita ad alto ingaggio diventa un set TOP come efficacia.
Questo se accetti i pro ed i contro di un 90 al centro, che come scialpinismo classico è una misura perfetta, ma non lo è se invece ami aprire la curva fuori pista...
Spero di non averti confuso...

Come detto dagli altri il set polivalente esiste ma è sempre un compromesso sta a noi decidere dove mettere il compromesso, io adoro l'ingaggio, l'ambiente, salire a lungo e velocemente (non immaginatevi chissà che eh!), in discesa non sono uno da curvoni, sciata abbastanza classica, mollo solo sul bello, il ripido lo faccio molto controllato, in pista vado poche volte... Il mio set compromesso (io sono 173 e peso 66) attualmente sarebbe un ORB 173, un crest o release 10 o anche il classico tlt speed ed una scarpa tipo F1 evo, o radical pro, o maestrale classico, o meglio ancora il dalbello free 130... Insomma, scarpe agili e leggere ma decenti, attacchi leggeri ma decenti, sci ben sciabili ma più alpinistici che "Funny" passami il termine, ma mi conosco e so quello che cerco, devi capirlo anche tu perché appunto, il perfetto sempre non esiste, magari tra qualche anno giri con l'equivalente di un NAVIS con shift ed un Lupo... Magari scopri di amare i 2000 metri e le corse in salita e ti vedremo con degli F1 LT, degli zero G 85 e degli ATK trofeo... :Sì
 
Ultima modifica:

Cocojambo

Ski & Beer
Spero di non averti confuso...
HIHIHI è piu o meno quello che gli è già stato detto

cmq io a volte giro con navis e lupo:PAAU, ma con un po' di allenamento i 1000-1100 li fai tranquillo, di piu non ho interesse quindi non saprei dirti com'è. Però ho imparato prima a salire con sci più umani
 

jeanabbetto

Well-known member
ricorda che lo shift è un'assegno circolare, quindi sono soldi ben spesi, lo puoi rivendere bene credimi
 

bepi

Active member
Navis+shift salomon+Maestrale RS o anche Cochise GW dyn (120 o 130 flex) se vuoi sciare forte in discesa.....
 

PIT_

New member
Domanda sacrilegio
Come mai? Addirittura sacrilegio?
 

Nydomas

New member
Premettendo che qualche mese fa avevo aperto una discussione molto simile alla tua posso dirti che dopo molte ricerche mi sono orientato verso il seguente acquisto:
- Sci Atomick Backlamd 80 pt
- Attacco Atk c-raider

Lo sci sulla carta è uno sci piuttosto stretto ma con una struttura e una rigidità superiore a quelli di medesima categoria. Questa rigidità gli garantisce una stabilità maggiore in discesa senza comunque andare troppo a scapito del peso. Gli attacchi invece sono una bomba, super solidi, possibilità di regolazione dei valori di sgancio al tallone e con una distribuzione del peso sullo sci davvero niente male.

Dopo diverse uscite sia in scialpinismo che sugli impianti posso dirmi completamemte soddisfatto.
 
Top