I periodi migliori per sciare per voi quali sono?

marcolski

Well-known member
buonasera è tanto che volevo aprire questa discussione,proprio sui migliori periodi per sciare.
Ovviamente per me parlo per sci da pista ho negli anni elaborato alcuni momenti...per godere appieno della giornata di sci.
LA MIA giornata di sci è relax diveertimento panorami 4 chiacchere con gli amici...e bei pranzi...a parlare di gnocca.

inizio..

i 2 momenti per me più appaganti sono l'inizio stagione fino ai primi di dicembre,poca gente e la ripresa sono ormonalmete impagabili....poi un po andiamo a calare causa gente sulle piste e giorate più corte...ma il biglietto va sempre timbrato ci mancherebbe!!!!!!!
allievi queste cose magari sciando con amici...che magari possono solo durante le feste.

altro momento top per me a cervinia-zermatt è marzo...con giornate più lunghe ma non calde e neve meravigliosa....
aprile poi..vero che piano piano si va verso la fine ma il solo godere di ore di luce in più fa si che la sciata semra non finire più...anche perchè...la stagione volge al temine...ovviamente ad aprile con una qualità della neve inferiore.

gennaio e febbraio dipende dalle annate ho fatto sciate epiche a fine gennaio a zermatt con poca gente per dire...ma a volte fa molto freddo e con vento...quindi noi rientra nella casistica del top dei top.



vediamo gli altri cosa dicono...
 

Gian Maria

Active member
Confermo novembre e aprile a Cervinia impagabili. Neve di solito Top e poca gente. Le più belle sciare...vai via veramente stanco e appagato cosa che normalmente in altri periodi tra file e caos in pista non succede quasi mai...eccetto il 1 gennaio o dopo il 6 gennaio...comunque basta svelare trucchi andare tutti a febbraio...:D
 

pat

Well-known member
Io ho sciato in tutti i mesi, tranne che a settembre.

Ogni mese ha avuto la sua giornata perfetta, dato che posso scegliere il momento giusto con poco preavviso al lavoro, quindi generalmente dopo una bella nevicata e con sole e in date infrasettimanali.

L'ultima sciata epica è stata quella di fine maggio a Cervinia, post lockdown.
Altrettanto epica avrebbe potuto essere quella in Val Di Lei a inizio giugno, se non mi avessero ciulato il giorno prima con un clamoroso dietrofront.
Ho fatto un 10 giugno (compleanno) al Presena anni fa con 50-70cm di neve caduta da poco...
Ottime sciate a Cervinia e allo Stelvio a luglio e ad agosto, sempre "mirato" con sole e freddo, dopo belle nevicate.
Ricordo con particolare piacere un Ponte dei Morti al Plateu con la famiglia... ma anche una sciata ai primi di novembre ad Artesina con un metro e mezzo di neve alla Turra e qualche pista aperta fino a 1450m.
Ricordo sciate epiche al Corvatsch, a Livigno, al Presena o a Cervinia a metà aprile, ma anche un primo maggio a Colere e uno con doppietta San Simone + Foppolo con 20cm di fresca...
Ricordo neve artificiale ma che sembrava incredibilmente naturale al Kronplatz a dicembre, in un inizio stagione avaro di precipitazioni...
... ho fatto pochi anni fa una sciata da favola con neve perfetta tra Ponte di Legno, Presena e zona "Alpino" del Tonale appena dopo l'Epifania, senza nessuno in giro... ma anche un paio di sciate in week end lunghi a Carnevale nella piccola Antagnod che mi son sembrate paradisiache.
Bho... non saprei scegliere...
Forse direi Novembre, Aprile e Luglio... perchè negli altri mesi è troppo facile trovare le condizioni perfette.
 

Fonzie

Utente malamente
Da Appenninico.

Per pista.

Sarà che sono legato a Dicembre perchè c'è il mio Compleanno, sarà perchè a 40 anni ancora nutro infantile attrazione per il Natale, sarà perchè nelle annate buone si comincia, ma personalmente resta il mio periodo preferito soprattutto per la luce: una strana luce mai forte che richiama un tramonto di tante ore, con ombre sfocate ed una sensazione di "calore" che permea l'aria gelida. Un periodo in cui stancarsi e sentire freddo, vuol dire gradire ancor di più il ristoro del ritorno a casa la sera (nel buio totale), o il caminetto di un rifugio... dopo l'ultimissima discesa sulla neve rosa delle 16.

Subito dietro Marzo e la neve fradicia e distrutta del pomeriggio, ma non ancora colla, con tutti fermi "perchè è brutta" e tu che godi in solitaria magari in orario di chiusura, zompettando come un coniglio tra una gialla gobba e l'altra.


Per fuoripista/skialp.

Dicembre ancora per la stessa luce di cui sopra, magari ancor più filtrata dal tetto di un bosco di faggi, dove può essere crespuscolo anche alle 11 di mattina e tutto sembra fermo e rallentato. La pace. Oppure nello stesso mese qualche bella bufera di neve mentre si sale con le pelli, rompendo lo strato di 15 cm per fare la traccia con davanti solo il bianco, il vento ed i tronchi congelati che scricchiolano.

Aprile inoltrato, quando (in alto) si trova quel bel firnacchione che ti fa sentire Ted Ligety, tirando delle curve da supermotard che non pensavi essere capace di tirare, quei momenti in cui DAVVERO scii senza alcuna fatica ed un mega sorriso sul volto. Quando sai che dovresti scendere "conservativo perchè bisogna essere cauti là fuori", ma il sole ti illumina in pieno il giusto pendio che ti comunica sicurezza e ti si chiude la vena fino a far implorare pietà alle gambe.
 

julianross

Well-known member
Da inizio stagione al 24 dicembre ovunque ci sia neve

Dal 6 gennaio a fine gennaio ovunque

Da inizio marzo a fine stagione in comprensori alti e esposti bene
 

karplus

Member
Da fine gennaio a fine febbraio per me è il periodo migliore, é vero che fa molto freddo e c'è più rischio maltempo, ma tutti i comprensori hanno sicuramente uno strato di neve degno di questo nome. Nelle prime due settimane di marzo c'è un bel sole e le giornate sono lunghe, ma le piste di fondovalle nel pomeriggio sono a gobbe e non fanno per me. Fine marzo inizio aprile nei comprensori "bassi" sotto i 2500mt la neve non tiene e per me non ne vale la pena.

La sciata estiva di fine giugno al plateau rosa é rigenerante, in città c'è già la canicola ma sul ghiacciaio il panorama é ancora invernale, con tanto sole però.
 

Slalom64

Well-known member
Da fine novembre fino a prima di Natale , anche se artificiale , piste come biliardi e poca gente .....se poi infrasettimanale praticamente deserto una goduria assoluta.
Un episodio su tutti qualche anno fa 3 dicembre a Kronplatz e pomeriggio trasferimento a Corvara per una due giorni con condizioni da sogno.
Qualche anno prima un fine novembre al Col Gallina : fino alle 10.00 avevo la pista completamente VUOTA , eravamo solo io e l' addetto alla seggiovia !!!!!
Non fa testo se era un lunedì ed ero in ferie , è stato il miglior inizio di una nuova stagione :D
Quando riuscivo a fare la settimana bianca , oramai troppi anni fa , andavo sempre periodo tra tra il 7 e il 25 gennaio ma con il tempo sempre più gente sceglieva questo periodo ....una volta snobbato dalla massa anche perché solitamente freddo , ma parliamo di oltre 20 anni fa 😓
 

Childerique

un VagaMondo
Evidentemente dipende anche dalla presenza della neve e dalle temperature.

Generalizzando, e facendo riferimento alle condizioni medie, per me i periodi migliori sono due.

A gennaio, di solito tra Veneto ed Alto Adige: la neve e' bella ed abbondante, le giornate cominciano ad essere piu' lunghe (ma non eccessivamente, cosi' da potersi godere l'enrosadira sulle Dolomiti), sulle piste non si trova tanta gente (ed i pullman con i turisti per l'incoming dai Paesi dell'est scaricano piu' avanti) e le tariffe non di alta stagione danno quel sapore dolce che noi genovesi sappiamo ben riconoscere ed apprezzare.

E poi?
E poi a marzo ed a volte anche inizio aprile per le chiusure della stagione nel trittico di Valtournenche/Cervina/Zermatt, con le giornate belle lunghe, e spedizioni infrasettimanali ed 'in giornata' per cercare di evitare la ressa ed i cinghiali sulle piste: almeno un paio di puntate, salendo da Valtournenche (dove a volte la neve e' gia' primaverile) e quando le previsioni del tempo propongono quelle giornate sugli sci che si possono trovare solo al cospetto della Gran Becca.
 

nonnosciatore

Active member
Da pensionati o lavoratori? A prescindere dalla risposta. Un anno siamo andati a Tignes val d'isere a metà marzo, tornando la domenica delle palme, forse il miglior periodo scelta in 35 anni di sci. Combinazione, caso, fato? Non lo so. Per il resto, no Immacolata, no Natale, no Capodanno/epifania, no carnevale, no febbraio (salvo andare all'estero , a febbraio). Ma so pensionato (a dire il vero anche prima)
 

pierr

Well-known member
Dopo tre inverni a sciare tutti i weekend in Engadina posso dire che non c'è un periodo sempre speciale o sempre brutto, va a fortuna con meteo e innevamento. Da evitare solo capodanno nel comprensorio più gettonato perchè al sole (Corviglia), ma basta spostarsi negli altri 3 comprensori.
 
da amante dello sci fuori pista direi le ultime due settimane di gennaio e le prime due di febbraio (basse temperature, buone precipitazioni sgrat sgrat e fuori dal picco stagionale) e poi il mese di aprile, neve trasformata con firn divertente e belle giornate
 

furio

New member
senza dubbio marzo per la settimana bianca, inizio stagione per i weekend.

rilancio con un'altra domanda: quali sono i periodi in cui, in Italia, veniamo invasi da impediti e pericolosi est europei?
in francia hanno le vacanze nazionali divise in 3 fasce e moltissimi si riversano sulle piste, in svizzera qualcosa di simile, in austria non saprei, da noi sappiamo come viene considerato il turismo invernale, ma i vari balcanici, slavi et similia, con quale calendario si riversano sulle piste nostrane?

l'unica caduta fatta nell'ultimo lustro, a parte quella in cui mi sono fatto il crociato, me l'ha causata uno di questi idioti senza controllo, e mi ero ripromesso di provare ad evitarli il più possibile...
 
Top