Un inverno all'insegna del Green Pass...??

julianross

Well-known member
Il problema dell'obbligo vaccinale è, cosa fai con chi non lo rispetta? Lo multi? Di quanto? Lo arresti? Lo metti in galera?.
Per la soluzione sarebbe Green Pass rafforzato anche per qualsiasi lavoro, tamponi non validi, Chiuso in casa senza stipendio chi non vuole vaccinarsi. Quanto resisterebbero? Alcuni di più ma la maggior parte si convertirebbe ai vaccini anche spinti dalle mogli.. Se poi uno vuol fare i martire sono caxxi suoi non miei.
Lo multi, come faranno in Austria e Grecia.
Ogni mese, cessione del quinto o decurtazione della pensione. Più facile di quanto si creda.
 

Alberto 2

Well-known member
Lo multi, come faranno in Austria e Grecia.
Ogni mese, cessione del quinto o decurtazione della pensione. Più facile di quanto si creda.
Troppo poco, e poi sarebbero pericolosi sul luogo di lavoro i non vaccinati. Pugno duro ci vuole
 

julianross

Well-known member
Attualmente uno che vuole andare a lavorare lo fa con i tamponi e spende circa 130-150 euro al mese.
Io farei almeno il triplo di multa mensile, poi voglio vedere se uno a cui tolgono 500 euro su 1500 non si vaccina.
 

pierr

Well-known member
Io trovo sconvolgente questo astio che si è creato, anzi che lo Stato ha voluto creare, tra vaccinati e non vaccinati.

Lo dico da convinto vaccinato in attesa di terza dose.

In barba al diritto, alla costituzione, alla possibilità di costosi metodi alternativi che penalizzano nel portafoglio i non vaccinati (i tamponi) lo Stato impone di decidere tra farsi un vaccino o morire di fame, anche a chi il covid l'ha avuto e quindi è protetto esattamente come un vaccinato.

Oggi per un interesse superiore facilmente accettabile si abbatte lo stato di diritto. Un domani sarà meno facile da combattere una limitazione dei diritti individuali per una qualunque emergenza vera o presunta che sia. I dittatori calpestano molto spesso i diritti delle persone adducendo qualsivoglia motivazione di interesse nazionale.
 

gigiotto98

Well-known member
mettere in pericolo la salute pubblica non e’ un diritto. Per ogni no vax che finisce in ospedale qualcuno che sta aspettamdo un’operazione deve aspettare di più. E due terzi dei letti in ospedale presi da Covid oggi sono occupati da no vax. Che debbono pigliare tante di quelle schofezze ogni giorno con una lista di effetti collaterali da poterci scrivere un’enciclopedia.
 

pierr

Well-known member
La teoria ha la sua validità, al che mi chiedo cosa potrebbe escludere la decisione di un governo di sterminare direttamente i no vax.


Poi però guardo ai dati in Europa. Questa è la terza grande ondata che mette in tensione i sistemi sanitari, quella finora meno grave:

Screenshot_20211224_065541.jpg


E questo è uno zoom su questa ondata, dove si vede che il picco è stato superato da diversi paesi:

Screenshot_20211224_065603_com.android.chrome.jpg


Tra l'altro ora ci si può permettere di ricoverare persone a rischio e non solo persone già gravi, e applicare terapie ospedaliere come gli anticorpi monoclonali, ben più diffuse che in passato.

E ti assicuro (ma lo vedrai anche tu in Canada) che fuori dall'Italia la gente si è bevuta molto meno il cervello a furia di essere tempestato da informazione continua, dibattiti, regole e regolette su questa malattia 24 ore al giorno tutti i giorni.
La verità semplice è che la sanità italiana fa mediamente schifo e con tutto sto fracasso si vuole evitare la presa d'atto di questo da parte della popolazione.

Il covid è un grave problema sanitario e la cosa andrebbe lasciata sul piano sanitario. Solo che su quel piano a essere giudicati non siamo noi cittadini ma loro che hanno il potere. E non sia mai che questo possa accadere.

Trovo vergognoso, e mi fa paura più del Covid, che si spinga la popolazione a dividersi da una parte e dall'altra in una guerra civile, e io a questa guerra mi rifiuto di partecipare.
 
Ultima modifica:

saluti75

Well-known member
Volevo solo puntualizzare che evidentemente in Svizzera arrivano informazioni fuorvianti sulla situazione italiana o sul panico della popolazione.
A parte qualche rarissimo caso (ma di gente che cmq non si rinchiude in casa), nella mia cerchia di amici cene e pranzi in casa o risto sono all'ordine del giorno, aperitivi estivi infiniti, vacanze fra famiglie, ......al lavoro solo dopo che c'è stato un positivo ieri han cominciato tutti a mettersi la mascherina (perché da oggi chiudiamo 2 settimane e rode il culo a tutti giocarsi le ferie), quando sembravi il matto se fuori stanza, la mettevi.... Sembra che in Italia giriamo con le tute spaziali, tanto è il terrore
 

pierr

Well-known member
Guarda che lo so, ogni tanto vedo con i miei occhi, anche nei giorni scorsi e futuri. Ma vedo anche che c'è a chi la paura del covid ha preso il cervello, con conseguenti comportamenti, paure e sentimenti verso gli altri eccessivi. Questo in Svizzera non c'è nella maniera più assoluta
 

gigiotto98

Well-known member
In Canada sono anche ben più restrittivi dell’Italia. Per esempio l’ultima e’ che per Natale le riunioni familiari saranno ridotte da 10 a 6 componenti al massimo. Oppure non si può lasciare il paese se non per motivi urgenti e non procrastinabili. Avere il doppio passaporto in questo caso aiuta, perché possono proibire ad un canadese di lasciare il paese, ma non ad uno straniero. Alla fine in Italia se hai il super green pass tutto procede normalmente. In canada per parecchie cose sono ancora in lockdown per tutti.
e la salute in italia non fa affatto schifo come tu ritieni, anzi. Tra italia e Canada scelgo venti volte l’Italia.
 

pierr

Well-known member
io trovo vergognoso impedire agli adulti di lavorare se non vaccinati, che non bastino i continui tamponi o l'aver fatto la malattia, mentre si evita di obbligare gli anziani a vaccinarsi.

Il lavoro delle persone è una cosa seria.




1640334560908.png
 

julianross

Well-known member
E io sono d'accordo con te, con l'obbligo vaccinale agli over 60 ci saremmo evitati mille rotture di scatole e la situazione attuale negli ospedali sarebbe migliore
 

Cocojambo

Ski & Beer
Il lavoro delle persone è una cosa seria.
qualcuno si è scordato su cosa è fondata la nostra Repubblica.
 

Alberto 2

Well-known member
qualcuno si è scordato su cosa è fondata la nostra Repubblica.
Anche la salute propria e degli altri è una cosa seria.
Se per un'ideologia del caxxo uno rinuncia al lavoro pur di non vaccinarsi per me quella persona è da TSO, dovrebbero essere gli stessi famigliari a convincerlo o a caciarlo di casa
 

pierr

Well-known member
Nel mondo dei no-vax si sentono una marea di corbellerie.

Nel mondo dei liberali difensori del diritto, che motivano le loro battaglie senza tirare in ballo le corbellerie no vax, qualche ragione io la trovo.
 

sdlkfhnl

Well-known member
Qualcuno ha capito qualcosa riguardo la nuova scadenza dei green pass?
Io ho completato il ciclo a metà luglio (quindi 5 mesi e mezzo fa)
Prima ho incontrato un amico poliziotto, mi ha consigliato di scaricare nuovamente il GP... ma c'è scritto sempre "Certificazione valida 270 giorni (9 mesi) dalla data dell'ultima somministrazione, salvo modifiche normative"

Tra sapere e non sapere ho prenotato la terza dose per il 12 gennaio, entro i sei mesi dalla seconda, però vorrei capirci qualcosa
 
Top