FISI e DPCM poche idee ma ben confuse

Sperem

Mare,montagna, campo da tennis
Non salvi il settore, ma magari ci paghi quel singolo allenatore che non deve tracciare per 5 ragazzi, ma per 30 persone che usano tutte lo stesso tracciato. Poi continuo a non essere d'accordo nel chiamarli furbi...

Quell’allenatore al 90% percepisce il compenso come collaboratore sportivo, quindi non ci paga le tasse, e se collaboratore sportivo vuol dire che ha una fonte di reddito principale e maggiore di quanto percepito oppure è uno studente a cui potrebbe cambiare qualcosa e che ha diritto in questo momento ad un ristoro che può arrivare a 1800€.
Io mi continuo a domandare se sapete veramente di cosa state parlando.
 
Furbi ne ho visti gran pochi, che sia giusto o meno tutti i presenti in pista erano comunque legalmente leggittimati ad esserlo...anche perché sinceramente pur essendoci ottime condizioni per lavorare sugli atleti, un turista o poco più non credo trovi sto gran divertimento a star 5 ore filate sulla stessa pista senza neppure potersi bere un caffè o fare 5 min di pausa in un posto tiepido (e in questi giorni tra neve e freddo non era così semplice).
Il compenso agli allenatori come diceva sperem è in questo momento un problema secondario, questione diversa l’apertura dell’impianto...per poter far girare una giostra almeno dei numeri di fondo servono.
in qualsiasi caso per esserci competizione serve sia chi vince sia chi perde.
l’unica cosa che davvero ho notato è che soprattutto in certe categorie sembra più importante esserci che fare allenamento...moralmente discutibile ma comunque nei limiti di quanto concesso.
 

Rebel77

New member
Non salvi il settore, ma magari ci paghi quel singolo allenatore che non deve tracciare per 5 ragazzi, ma per 30 persone che usano tutte lo stesso tracciato. Poi continuo a non essere d'accordo nel chiamarli furbi...

Questo è fondamentalmente un discorso errato.

Se, e sottolineo se, si devono far allenare atleti di interesse nazionale può benissimo pagare la FISI o il Gruppo Sportivo di appartenenza come già avviene.

Per tutti gli altri si parla di semplice hobby agonistico.
 

WellnessGourmet

Well-known member
Forse un minimo di serietà ?
Non possiamo poi pretendere che tutto vada a posto se poi siamo i primi a fare furbi , cosa dici ?

Ah ok, quindi se io NON vado ad allenarmi all'aperto, distanziato, in tutta sicurezza, torna tutto a posto. Certo, andrà sicuramente così.

- - - Updated - - -

Per tutti gli altri si parla di semplice hobby agonistico.

Si tratta di VIVERE, di LIBERTÀ, di DIRITTI FONDAMENTALI CALPESTATI, di SALUTE FISICA E MENTALE, non del passatempo di qualche riccastro viziato.

- - - Updated - - -

si, ognuno vede quello che vuole e che riesce a vedere. Io conosco due persone che al Cimone si sono allenati e di sicuro non hanno fatto gare negli ultimi 2 anni...

O ero io e il mio amico, oppure puoi dire di conoscerne quattro.

- - - Updated - - -

Domanda :

Se a febbraio magari si può riprendere a sciare tutti , quanti di questi atleti improvvisamente folgorati dalla voglia di agonismo nel dicembre 2020 passeranno i weekend a fare le gare del campionato regionale ??
E quanti invece torneranno semplici turisti andando a sciare dove cavolo gli pare ( giustamente ) ??

Potrei dirti la stessa cosa per quanto riguarda lo scialpinismo. Quanti dei neo scialpinisti hanno iniziato solo perché quello si può fare? E SE SI FANNO MALE? NON È MEGLIO STARE A CASA?

Quanti dei neo fondisti (mi dicono che l'attrezzatura da fondo NON SI TROVA PIÙ!) hanno iniziato solo perché non si può sciare? E SE SI FANNO MALE? NON È MEGLIO STARE A CASA?

Quanti hanno iniziato ad allenarsi a casa con attrezzatura di fortuna? E SE SI FANNO MALE? NON È MEGLIO STARE SUL DIVANO?

E così via...

State approcciando il discorso in modo surreale.

È OVVIO CHE TUTTI I NEO AGONISTI SFRUTTANO L'OCCASIONE PERCHÉ QUESTO È L'UNICO MODO DI SCIARE.

È più chiaro così? Se vogliamo fare un discorso che abbia un minimo di senso dovremmo partire da qui.

E io dico che nel rispetto delle regole FANNO BENISSIMO A FARLO.

Anzi io sono il primo a consigliare di farlo, NEL RISPETTO DELLE REGOLE E NEL RISPETTO DEI REQUISITI TECNICI PER POTER INIZIARE A FARE AGONISMO.
 

Sperem

Mare,montagna, campo da tennis
Si tratta di VIVERE, di LIBERTÀ, di DIRITTI FONDAMENTALI CALPESTATI, di SALUTE FISICA E MENTALE, non del passatempo di qualche riccastro viziato..

Pensa io andavo in piscina una volta a settimana e due volte in palestra , che devo dire? Che debbo fare? Se si parla di Atleti Nazionali sarei propenso anche che lo Stato paghi le spese di gestione di una località a turno pur di farli allenare. Ma i Master sono persone che possono tranquillamente fare a meno di allenarsi in pista anche per una stagione, non cambierà nulla. Che colgano l’occasione per allenarsi seriamente a casa, che troppo spesso si vedono scene imbarazzanti all’arrivo.
 

Rebel77

New member
Ah ok, quindi se io NON vado ad allenarmi all'aperto, distanziato, in tutta sicurezza, torna tutto a posto. Certo, andrà sicuramente così.

- - - Updated - - -



Si tratta di VIVERE, di LIBERTÀ, di DIRITTI FONDAMENTALI CALPESTATI, di SALUTE FISICA E MENTALE, non del passatempo di qualche riccastro viziato.

- - - Updated - - -



O ero io e il mio amico, oppure puoi dire di conoscerne quattro.

- - - Updated - - -



Potrei dirti la stessa cosa per quanto riguarda lo scialpinismo. Quanti dei neo scialpinisti hanno iniziato solo perché quello si può fare? E SE SI FANNO MALE? NON È MEGLIO STARE A CASA?

Quanti dei neo fondisti (mi dicono che l'attrezzatura da fondo NON SI TROVA PIÙ!) hanno iniziato solo perché non si può sciare? E SE SI FANNO MALE? NON È MEGLIO STARE A CASA?

Quanti hanno iniziato ad allenarsi a casa con attrezzatura di fortuna? E SE SI FANNO MALE? NON È MEGLIO STARE SUL DIVANO?

E così via...

State approcciando il discorso in modo surreale.

È OVVIO CHE TUTTI I NEO AGONISTI SFRUTTANO L'OCCASIONE PERCHÉ QUESTO È L'UNICO MODO DI SCIARE.

È più chiaro così? Se vogliamo fare un discorso che abbia un minimo di senso dovremmo partire da qui.

E io dico che nel rispetto delle regole FANNO BENISSIMO A FARLO.

Anzi io sono il primo a consigliare di farlo, NEL RISPETTO DELLE REGOLE E NEL RISPETTO DEI REQUISITI TECNICI PER POTER INIZIARE A FARE AGONISMO.

Non ha nulla a che vedere con i diritti di libertà.

Se citano “atleti di interesse nazionale” pretendo di vedere punti FIS e posizioni in classifica dello scorso anno.

E per chiarire, perché forse non si è capito, non è un problema di chi o di quanti stanno sulle piste. Avessero detto “potranno allenarsi tutti gli agonisti tesserati” non starei qua a discutere.

“ Tutti gli agonisti tesserati” e “atleti di interesse nazionale” hanno due significati profondamente diversi.
 

WellnessGourmet

Well-known member
Pensa io andavo in piscina una volta a settimana e due volte in palestra , che devo dire? Che debbo fare? Se si parla di Atleti Nazionali sarei propenso anche che lo Stato paghi le spese di gestione di una località a turno pur di farli allenare. Ma i Master sono persone che possono tranquillamente fare a meno di allenarsi in pista anche per una stagione, non cambierà nulla. Che colgano l’occasione per allenarsi seriamente a casa, che troppo spesso si vedono scene imbarazzanti all’arrivo.

Fermo restando che la tua opinione è legittima, ti dico cosa faccio io.

Quando qualcuno mi spiega lo "schifo" dei tennisti tesserati che possono giocare, io dico che non vedo nessuno schifo, vedo solo gente che non si rassegna e nel rispetto delle regole cerca di continuare a vivere.

Anche io non posso andare in palestra (pensa, io non posso nemmeno LAVORARE e ancora non ho visto un euro di ristoro, questa stagione), ma non per questo punto il dito contro chi può ancora coltivare la propria passione. Come maestro potrei incazzarmi con gli allenatori perché loro possono lavorare e io no, ma non credo sarebbe una mossa intelligente. La guerra tra poveri non credo che giovi ai poveri, magari sbaglio... Poi vedete voi.

- - - Updated - - -

“ Tutti gli agonisti tesserati” e “atleti di interesse nazionale” hanno due significati profondamente diversi.

Questo è dadaismo allo stato puro.

“Tutti gli agonisti tesserati” = “atleti di interesse nazionale” ed è scritto NERO SU BIANCO.
 

Flyer76

Active member
“ Tutti gli agonisti tesserati” e “atleti di interesse nazionale” hanno due significati profondamente diversi.

Invece proprio la FISI ha precisato che gli agonisti tesserati sono atleti di interesse nazionale.
 

AlexanderSupertramp

Well-known member
“ Tutti gli agonisti tesserati” e “atleti di interesse nazionale” hanno due significati profondamente diversi.

Atleti di interesse nazionale , molto semplicemente , non vuol dire nulla.

Mi sembra ci si sia incartati un bel po' sull'argomento.

P.S. Ringrazia iDDio di poter fare scialpinismo , in VDA saresti un fuorilegge .....
 

Rebel77

New member
Invece proprio la FISI ha precisato che gli agonisti tesserati sono atleti di interesse nazionale.

E questa appunto è una cazzata fenomenale.
Con buona pace di tutti gli aspiranti Tomba ultra 50 enni.

Per trovare gli atleti di interesse nazionale si fa presto: sono appartenenti ai vari Gruppi Sportivi di Esercito, Carabinieri, Finanza, Polizia, Forestale; si allenano REALMENTE, gareggiano con i colori nazionali e sopratutto partecipano a Coppa Europa / CdM.

Fossi uno di loro mi incazzerei leggermente ad essere paragonato alla mandria che attualmente si definisce “atleta di interesse”.
 

Rebel77

New member
P.S. Ringrazia iDDio di poter fare scialpinismo , in VDA saresti un fuorilegge .....

A tal proposito, vi lascio che vado a pellare [emoji16]
 

Slalom64

scivolatore pistarolo
Ma io l'ho detto fin dall' inizio che la FISI ha mancato in comunicazione e l' abbiamo ribadito in molti e se volete ve lo ripeto cosa dovevano dire :

Possono partecipare agli allenamenti tutti gli agonisti in regola con il tesseramento ed in possesso delle certificazioni mediche di idoneità richieste .

Era chiaro per tutti , non dava argomenti per creare polemiche e la storia finiva lì.
Invece hanno continuato con la solita forma italica di non saper esporre un semplice concetto in maniera chiara e comprensibile a tutti .
 

alfpaip

Well-known member
E per chiarire, perché forse non si è capito, non è un problema di chi o di quanti stanno sulle piste. Avessero detto “potranno allenarsi tutti gli agonisti tesserati” non starei qua a discutere.

“ Tutti gli agonisti tesserati” e “atleti di interesse nazionale” hanno due significati profondamente diversi.

certo che, se si continua ad attaccarsi solo alle definizioni anzichè alla sostanza, non se ne esce...

la definizione "competizioni di interesse nazionale" e, di conseguenza, i relativi atleti non è farina del sacco della fisi bensì del governo (dpcm del 18 ottobre) e vale per tutti gli sport, non solo per lo sci...

il dpcm demanda a coni e federazioni l'identificazione di tali competizioni... la fisi ha identificato le gare e, secondo me, lo ha fatto con criterio: essenzialmente circuiti fis (children, juniores e master) + le gare di coppa italia master e poco altro... il nodo della questione sta nel fatto che lo sci non è come altri sport in cui serve un punteggio o dei tempi minimi per partecipare a determinate gare... io master, se mi va, domani chiedo la licenza internazionale (che per altro fino a un anno fa era gratuita) e, se il club acconsente, partecipo alla fis master cup che è in sostanza la coppa del mondo dei diversamente giovani (di spirito)... anche se ho 70 anni e 200 punti fisi... quindi, per la fisi gli atleti che possono partecipare a quelle competizioni e, di conseguenza, allenarsi per prepararle sono sostanzialmente tutte le categorie...

inizialmente la scelta della fisi era stata più restrittiva, tagliando fuori gli U12 (o U14, non ricordo bene) e gli over 45... in un secondo momento le interpretazioni dei decreti hanno consentito di allargare le maglie e, opportunisticamente, non si sono lasciati sfuggire l'occasione di garantirsi più tesseramenti... sarà stata una mossa discutibile, d'accordo, ma io non ci vedo tutto questo scandalo...

si è aperta l'opportunità per qualcuno di imbucarsi? lì la "colpa" è degli sci club compiacenti... io, se fossi un allenatore o un presidente, non avrei messo la mia firma sulla convocazione di un presunto atleta improvvisato... altri evidentemente si sono fatti meno problemi...
 

fedi_m

Glühwein Ski Team
si è aperta l'opportunità per qualcuno di imbucarsi? lì la "colpa" è degli sci club compiacenti... io, se fossi un allenatore o un presidente, non avrei messo la mia firma sulla convocazione di un presunto atleta improvvisato... altri evidentemente si sono fatti meno problemi...

E per me questi sono i furbetti che critico e di cui diceva il presidente del club nell'articolo che avevo riportato. Qua da noi ce ne sono troppi. E non li giustifico minimamente.
 

ste89

Well-known member
Ok la sera del 10 guardiamo le classifiche delle gare e vediamo quanta gente , specialmente cat master , torna a casa con almeno 15 secondi di distacco a manche .
Ho sempre detto e lo ripete giustamente anche SPEREM che dovevano essere chiari ed avere un criterio logico per definire chi può e chi non può .
Aprendo a " tutti " hanno solo creato tensioni e polemiche facilmente prevedibili , non ci voleva poi tanto a capire cosa sarebbe successo.....

togliamo la licenza anche anche a quelli che prendono 6 secondi in discesa libera in coppa del mondo ???HIHIHIHIHIHI
 
Top