Sci da fresca con sistema di ritrovamento integrato!

Gigiogigi

Deep white freebanfer
mi ero perso la tua risposta, bello quel ricercatore, chissà il costo però...conviene comprar gli sci nuovi
quello del find me è una cosa vecchia, ho un paio di fettucce, che alla fin fine non ho mai usato




il recco va bene perchè non c'è bisogna di energia elettrica, e se proprio non si vuole mettere un trasmettitiore nello sci, il ricercatore facilmente interagisce anche con le lamine dello sci

Prendila con le pinze ma a memoria il Recco ha bisogno di condizioni particolari per funzionare, che con uno sci piantato nella neve non ci sono.
 

Jms-1

Well-known member
il ricercatore facilmente interagisce anche con le lamine dello sci

Mica vero sai, o almeno la mia esperienza è stata piuttosto fallimentare. Area di ricerca non enorme, diciamo larga 30m x 80m di lunghezza. Se non si cerca una piastrina apposita diventa pressochè impossibile settare il trasmettitore in modo da rilevare le lamine(o l'attacco) sotto anche solo 50 cm di neve senza beccare una vagonata di falsi segnali( i ganci delgi scarponi, i propri ski, l'orologio, ecc).

La piastrina riflette in un modo che basta un'irraggiamento molto debole da parte del trasmettitore per generare un ritorno sufficente....abbiamo fatto delle prove e lo ski lo sentiva solamente settando non a palla ma quasi...a quel punto però il trasmettitore emette fasci significativi anche nelle altre tre direzioni(oltre l'avanti, ovvero la principale, anche dietro e dx/sx), captando quindi una vagonata di falsi segnali..
 

Cocojambo

Ski & Beer
non avevo ancora ricevuto informazioni che ci fossero questi problemi di regolazione/dispersione segnale per il ricercatore manuale...


vale lo stesso per i mega recco montati sull'elicottero? Perchè a memoria mi han sempre detto che potevano rilevare senza troppi patemi anche le lamine degli sci


cmq, mettendo la semplice piastrina nello sci, non dovrei aver problemi? Se no il recco mi perde tutta la sua efficacia..
 

johnnycere

Member
Probabilmente è una boiata.. Utilizzare un localizzatore per cani? Ho sentito che si mettono nelle valigie in aereo, negli strumenti da lavoro per chi teme i furti, al collo dei bimbi in spiaggia?
 

nanaccio

Well-known member
Probabilmente è una boiata.. Utilizzare un localizzatore per cani? Ho sentito che si mettono nelle valigie in aereo, negli strumenti da lavoro per chi teme i furti, al collo dei bimbi in spiaggia?
Ho guardato un po di modelli,non mi fido del bluetooth,ma a parte il.costo sono anche molto ingombranti....
Il mio era uno scherzo ma con un fondo di critica/stimolo.....se io fossi una azienda di assi da fresca....vorrei immettere nel.mercato il primo modello con sistema integrato!
Luca,ririno qui nel forum,ha un sistema che reputo il migliore....ma ha il limite che il "ricercatore" ha solo due coppie di "canali" quindi si possono cercare solo 4 sci due amici lo possono comprare insieme e dividere la spesa!
 

rebelott

Well-known member
Mica vero sai, o almeno la mia esperienza è stata piuttosto fallimentare. Area di ricerca non enorme, diciamo larga 30m x 80m di lunghezza. Se non si cerca una piastrina apposita diventa pressochè impossibile settare il trasmettitore in modo da rilevare le lamine(o l'attacco) sotto anche solo 50 cm di neve senza beccare una vagonata di falsi segnali( i ganci delgi scarponi, i propri ski, l'orologio, ecc).

La piastrina riflette in un modo che basta un'irraggiamento molto debole da parte del trasmettitore per generare un ritorno sufficente....abbiamo fatto delle prove e lo ski lo sentiva solamente settando non a palla ma quasi...a quel punto però il trasmettitore emette fasci significativi anche nelle altre tre direzioni(oltre l'avanti, ovvero la principale, anche dietro e dx/sx), captando quindi una vagonata di falsi segnali..

Confermo che cercare uno sci, anche ben infarcito di metallo, con un apparecchio Recco è un'impresa disperata, soprattutto per via delle interferenze.

Io ci ho provato con un "patrouilleur" un paio di anni fa. Non so se sia possibile modificare il settaggio dell'apparecchio (né se l'avesse effettivamente fatto per la ricerca dello sci), ma se abbassi la soglia ti trovi un sacco di rumore, se la tieni alta non vedi segnali deboli. E non se ne esce.

Tra l'altro, per una localizzazione precisa è sempre bene indossare due antenne.

In ogni modo, lo sci l'ho ritrovato il giorno seguente, dopo aver dissodato qualche decina di metri quadri:

https://www.skiforum.it/forum/showthread.php?t=85861&p=1967193&viewfull=1#post1967193
 

giorgiosnow

Sciatore da tastiera
dai siete seri? trasmettitori artva e placchette recco vanno usati solo sulle persone (e sui cani), vi immaginate la ricerca di uno o più sepoliti se questi hanno messo trasmettitori e placchette su sci, bastoncini guanti e berretto?!
se avete paura di perdere gli sci usate le fettucce alla vecchia e via andare, altrimenti non usate niente così avete la scusa per comprare gli sci nuovi, ecco.
 
M

Matteo Harlock

Guest
Giorgio, spero che sui cani tu sottointenda si debba mettere l'ARTVA dedicato della PIEPS che lavora su un'altra frequenza.

Perché non posso nemmeno lontanamente immaginare che qualcuno pensi di mettere un ARTVA su un cane con il rischio di complicare e allungare eventuali tempi di soccorso.

Se qua su skiforum la pensate cosí ditemelo subito che cambio aria...
 

nanaccio

Well-known member
Giorgio, spero che sui cani tu sottointenda si debba mettere l'ARTVA dedicato della PIEPS che lavora su un'altra frequenza.

Perché non posso nemmeno lontanamente immaginare che qualcuno pensi di mettere un ARTVA su un cane con il rischio di complicare e allungare eventuali tempi di soccorso.

Se qua su skiforum la pensate cosí ditemelo subito che cambio aria...
No no penso parlasse di apparecchiature dedicate ai cani esempio da caccia che tendono a perdersi tipo i segugi......le ho guardate anche io ma sono costose ed ingombranti!
E credo si basino su GPS...ma non so bene
 

johnnycere

Member
dai siete seri? trasmettitori artva e placchette recco vanno usati solo sulle persone (e sui cani), vi immaginate la ricerca di uno o più sepoliti se questi hanno messo trasmettitori e placchette su sci, bastoncini guanti e berretto?!
se avete paura di perdere gli sci usate le fettucce alla vecchia e via andare, altrimenti non usate niente così avete la scusa per comprare gli sci nuovi, ecco.

Mi prendo la mia parte di colpa, effettivamente non pensavo alla situazione peggiore.. Pensavo quando sono all'Abetone e cado in mezzo metro di neve: poca per le valanghe ma abbastanza per perdere uno sci. Chiedo venia
 

Teo

maestro di skilift
Io comunque mi auguro di vederlo prima o poi, ma nell'ottica di un'integrazione completa dello sci con la tecnologia.
Dopo l'app di Carv, mi aspetterei di vedere un chip che trasmetta pressione, deformazione, carichi dei pesi, oltre che numero di cambi di spigolo e altri dati statistici, ci sono già le racchette da tennis che fanno cose del genere, e per l'appunto solette degli scarponi come nel caso di Carv, avere uno sci che trasmette le statistiche aiuterebbe anche ad avere un sistema di localizzazione e perchè no, di antifurto, tipo un bip che attivi o disattivi dal telefono
 

nanaccio

Well-known member
resqski-detail_1099079889.jpg
Questo unica opzione seria al momento
 

giorgiosnow

Sciatore da tastiera
Giorgio, spero che sui cani tu sottointenda si debba mettere l'ARTVA dedicato della PIEPS che lavora su un'altra frequenza.

Perché non posso nemmeno lontanamente immaginare che qualcuno pensi di mettere un ARTVA su un cane con il rischio di complicare e allungare eventuali tempi di soccorso.

Se qua su skiforum la pensate cosí ditemelo subito che cambio aria...

se hai letto il messaggio per intero dovresti aver capito cosa intendo, in caso contrario, si mi riferivo al pieps.
 

Cocojambo

Ski & Beer
Confermo che cercare uno sci, anche ben infarcito di metallo, con un apparecchio Recco è un'impresa disperata, soprattutto per via delle interferenze.

Io ci ho provato con un "patrouilleur" un paio di anni fa. Non so se sia possibile modificare il settaggio dell'apparecchio (né se l'avesse effettivamente fatto per la ricerca dello sci), ma se abbassi la soglia ti trovi un sacco di rumore, se la tieni alta non vedi segnali deboli. E non se ne esce.

Tra l'altro, per una localizzazione precisa è sempre bene indossare due antenne.

In ogni modo, lo sci l'ho ritrovato il giorno seguente, dopo aver dissodato qualche decina di metri quadri:

https://www.skiforum.it/forum/showthread.php?t=85861&p=1967193&viewfull=1#post1967193
Grazie per il racconto, per due antenne intendi due piastrine? O proprio un ricercatore con due antenne?
 

rebelott

Well-known member
Sì, intendo due piastrine (riflettori), che contengono le antenne.

https://it.wikipedia.org/wiki/RECCO
 
Top