DENTRO IL BUCO, FUORI DAL BUCO. Bus de Tofana 7 agosto 2018

Blitz_81

Ravanatore seriale
2018: un' estate cosí balorda non l' avevo mai vista.
Normalmente arrivo alle ferie di agosto con diecimila metri sulle gambe, quest' anno invece sono ancora a zero.
Per tutto giugno e tutto luglio ogni volta che guardavo le previsioni per il weekend la conclusione era sempre la stessa: meglio andare a Jesolo e far serata al Muretto, visto che ho vari amici che ci lavorano.
Cosí il mio allenamento estivo è stato a base di serate e mojiti: Muretto 12 - montagna ZERO :DRUNK
Alla fine se vado per monti è per scaricare ansia e stress che accumulo col lavoro, non per aggiungerne altri, e le previsioni costantemente sul rischio temporali, unite a news tipo Moena che sembrava Venezia, Sorapiss che tira giú un costone, bomba d' acqua che tira giú una frana su un sentiero che volevo fare, ecc. non andavano certo nella direzione giusta.

Arrivano cosí le agognate ferie, salgo a Cortina ed inizio a guardare le previsioni, vorrei iniziare con un giretto tranquillo in giornata e poi fare una duegiorni.

Potrebbe essere decente lunedí, bene, cosí poi faccio riposo martedí e poi la duegiorni mercoledí e giovedí.
Suona la sveglia, mi alzo, meglio di no, già nuvolo :MM
martedí invece potrebbe andare: danno bello fino alle 16 e poi temporali dalle 18.

Proviamoci!

Come prima uscita della stagione scelgo una robetta facile facile, Bus de Tofana salendo dal Giussani e scendendo verso Ra Vales: una passeggiata di salute HIHIHI

Sveglia presto, carico la macchina e via verso il Rifugio Dibona!
La giornata sembra incoraggiante, ma per strada ho come la sensazione che qualcosa non vada... :???
Arrivo in parcheggio, apro il bagagliaio...

Nooo non ci credo, ho lasciato giú gli scarponi
porchierasie.gif


Cominciamo bene...

Facciamo buon viso a cattivo gioco, ho le scarpe da trail che già l' anno scorso mi avevano salvato la giornata su per i ghiaioni di Sforcela del Bachét, speriamo me la salvino anche oggi...

Bon, bevo un cappuccino e cerco di rimettere in ordine le idee mentre mi godo la Tofana di Rozes che svettando sopra i boschi mi da il buongiorno :skiamo:

P1050923.jpg


poi tiro su lo zaino e mi avvio lungo il sentiero 403 per il Rifugio Giussani

P1050925.jpg


P1050927.jpg


Non ho scelto questo giro a caso: se da una parte ho una sghiaionata mefitica, dall' altra ho un avvicinamento soft che regala uno spettacolo di panorami, e molti punti intermedi dove poter modificare o abbandonare il giro.
In base alle condizioni meteo, del terreno e delle gambe, senza dover tornare sui miei passi posso rimodulare il giro in tre punti: al Rifugio Giussani, al Bus de Tofana stesso, e al Rifugio Ra Vales.

Come dicevo l' avvicinamento inizia molto tranquillo, e subito mi compare l' Averau come un quadretto incorniciato :skiamo:

P1050928.jpg


Poi esco dal rado bosco, alzo lo sguardo, ed è delirio di onnipotenza :arf: :arf: :arf: :ad: :ad: :ad:

219230-bdt-p1050929.jpg


Puoi averlo visto migliaia e migliaia di volte, ma il Vallon de Tofana quando ti compare davanti è sempre come la prima volta, sempre un' esaltazione mistica.

219231-bdt-p1050931.jpg


Uscire dalla vegetazione vuol dire anche ampliare i panorami, ed ecco spuntare Croda da Lago e Lastoi de Formin :skiamo:

P1050933.jpg


e poi di nuovo l' Averau, questa volta accompagnato da Nuvolau e Cinque Torri

P1050932.jpg


Le gambe in questi mesi si sono impigrite, l' allenamento-zero si fa sentire, ed i quadricipiti iniziano già a brontolare, ma l' ambiente in cui sto salendo mi tira su come fosse una calamita: pian piano, con calma, senza accelerare, ma continuo ad andare in su.

La Rozes adesso non ha piú il "filtro" del bosco alla base, si manifesta in tutta la sua possenza :ad: :ad: :ad:

219232-bdt-p1050940.jpg


La mulattiera intanto continua a salire piacevolmente :MUCCA
mentre il Vallone diventa sempre piú... boh non saprei neanch' io come definirlo, è qualcosa di sovrannaturale...

guarda che geometrie, guarda che forme :arf: :arf: :arf:

P1050948.jpg


Raggiungo il bivio col sentiero 404 per Forcella Col dei Bos

P1050956.jpg


Lo ignoro e proseguo verso il Giussani

P1050958.jpg


ma dopo pochi metri con la coda dell' occhio avverto qualcosa che si muove piú in alto: è un branco di camosci :skiamo:

P1050967.jpg


P1050973.jpg


Sullo sfondo nel frattempo hanno iniziato a manifestarsi due colossi, due immensità tra i simboli delle Dolomiti:

Pelmo :ad: :ad:

219233-bdt-p1050977.jpg


e Civetta :ad: :ad:

219234-bdt-p1050978.jpg


Adesso l' ambiente si fa lunare, un' unica brulla distesa di ghiaie: questo è il mio elemento, il mio mondo :arf:

P1050979.jpg


P1050980.jpg


Il Vallon de Tofana è qualcosa di pazzesco :arf: :ad:

P1050990.jpg


P1050995.jpg


Le gambe fanno sempre piú male, l' assenza di allenamento si fa sentire pesantemente :helpme: ma ormai sono in vista dei due vecchi rifugi Tofana e Cantore

P1050993.jpg


che preannunciano l' arrivo al Rifugio Giussani :ad:

P1060004.jpg


Qua finalmente posso riposare qualche minuto, e mi godo strudel e caffè per ricaricare le energie.

Bene, sono pronto a rimettermi in marcia, non prima però di aver sostato qualche minuto davanti alla lapide che ricorda gli epici combattimenti di Fontananegra, che videro protagonisti due leggendari Capitani: da parte italiana Carlo Rossi (divenuto 25 anni dopo comandante del Corpo d' Armata Alpino), da parte austro-ungarica Emanuel Barborka, caduto combattendo tra queste pietraie.

P1060006.jpg


Torno brevemente sui miei passi, poi prendo una traccia che costeggia la base della Tofana di Mezzo: è il sentiero d' uscita dalla ferrata Punta Anna per chi non vuole proseguire fino in cima alla Tofana di Mezzo

P1060010.jpg


P1060017.jpg


mentre la Tofana di Rozes mette... un cappellino

P1060019.jpg


Arrivo al cippo dedicato al generale Antonio Cantore, nel punto in cui venne ucciso.

P1060020.jpg


Spesso idolatrato per il suo piglio deciso ed animatore, aveva dubbie idee sulla guerra di montagna.
Il genovese era infatti seguace della strategia secondo cui la guerra in montagna si vince dal fondovalle, e proprio seguendo questa idea (e guai a contraddirlo) prese l' improvvida decisione di ritirare le pattuglie che, salendo la Gràa de Traenanzes, si erano appostate sulle forcelle tra Furcia Rossa e Vallon Bianco.
Decisione che fece tirare piú di un sospiro di sollievo ai generali austro-ungarici, che già nei loro incubi vedevano i nostri Alpini scendere da quelle forcelle in Val di Fanes e dilagare in Val Badia.

Via, di nuovo in marcia.

P1060022.jpg


Mi addentro nei meandri di questa montagna, l' ambiente è qualcosa di stratosferico :arf: :ad:

P1060029.jpg


La traccia prosegue aggirando quasi in piano i contrafforti della Tofana di Mezzo, permettendo di non strapazzare le gambe e tenerle pronte per dopo

P1060034.jpg


ed arriva a tagliare un canalone: sarà lui?

P1060036.jpg


SI!
Ecco il Bus fare capolino tra una selva di torrioni: è là che devo andare!

219235-bdt-p1060045.jpg


Ci sarebbe una traccia subito qua in versante destro, ma preferisco proseguire e prendere quella dell' altro lato

P1060049.jpg


Prima di iniziare la salita, do uno sguardo in direzione Val Travenanzes: Lagazuoi e Fanes si fanno belli oltre la posizione di Tre Dita

P1060053.jpg


Cominciamo!

P1060063.jpg


La traccia c' è, ma solo nella parte iniziale, poi si perde in un ghiaino à la "un passo avanti e tre metri indietro"...
Il dislivello non è tantissimo, son circa 200 metri da qua ai 2900 metri del Bus, ma conta doppio, anzi quasi triplo, e le gambe senza allenamento si fanno sentire, manca poco che mi mandino i sindacalisti a protestare HIHIHI

P1060069.jpg


Faticosamente prendo quota, beh niente male la vista :YIGO

P1060059.jpg


Sto sudando come un matto, inoltre si sta alzando un vento per niente simpatico, ma persevero, e chi l' ha dura la vince, ed infatti eccolo in vista!

P1060073.jpg


Mentre faccio gli ultimi metri vedo dei ferratisti che, ignari, ci camminano sopra senza neanche sapere dove siano HIHIHI

ECCOMI! Ho completato la prima salita della stagione! ALLEGRIA! :PPINK:YY:YYY

P1060078.jpg


Mi fumo la :sig: della soddisfazione, poi mi affaccio tutto gasato per fare una supermegafoto e... bea me*da :MM

P1060079.jpg


Il cielo si sta chiudendo sempre di piú e non mi stupirei se facesse pure temporale, alla faccia delle previsioni che davano bello fino alle 5
bestemme.gif


Per iniziare la discesa devo prima fare qualche metro lungo la ferrata Aglio, non che sia entusiasta di toccare ferri con sto tempo... li tocco quel minimo indispensabile e mi tolgo subito di torno, volando a prendere la traccia che scende alla stazione a monte della seggiovia

P1060080.jpg


Via, lontano dai ferri posso respirare un attimo e guardarmi indietro: terrà? farà pioggia? mistero...

P1060082.jpg


Arrivo alla stazione della seggiovia, che si sta preparando ad affrontare il suo ultimo inverno: dal 2019 infatti Bus de Tofana e Pian Ra Vales dovrebbero essere sostituite da un unico impianto con intermedia, volesse il cielo! :ad:

Bene, da qua secondo logica potrei scendere lungo la pista direttamente alla funivia, oppure da metà deviare a destra per collegarmi direttamente al Sentiero Olivieri.
È risaputo però che io comincio dove finisce la logica, cosí vado tutto a sinistra HIHIHI

P1060087.jpg


Chi? dove? :pAZ

Eh l' anno scorso avevo visto una bella "rampa" sassosa che sembrava collegare direttamente il Bivio Formenton con la zona del Bus, cosí decido di provarla, giustamente con le gambe freschiiiiiizzime e superallenate, why not? :pERF

P1060090.jpg


Sostanzialmente sta rampa è un ghiaione da ciclopi, e percorrerla si traduce in una gara di salto del masso come una capra (stando attento a non incastrarmi)

P1060092.jpg


P1060099.jpg


Salta un masso, saltane un altro, arrivo finalmente a collegarmi col sentiero 407

P1060112.jpg


Ora posso concedermi un lautissimo pasto: un pompelmo e una barretta :sbonk:

Bene, pranzato e riposato posso rimettermi in marcia verso la stazione di Ra Vales

P1060113.jpg


E sul piú bello sento dei tuoni e vedo cadere qualche goccia... rapido controllo meteo: temporali fino alle 18, poi splendido. ma come???
porchierasie.gif


Ok, come disse Carlo Alberto a Pastrengo, "Pour aujourd'hui il y en a assez": ho strapazzato le gambe a sufficienza per essere la prima uscita, e col temporale in arrivo meglio non toccare ferri.

Cosí arrivo alla stazione, bevo una cosa e salgo in cabina, avvisando casa di venirmi a prendere per poi andare a recuperare la macchina.

Quasi stento a crederci: anche se mozzato all' ultimo "waypoint", sono finalmente riuscito a completare il primo giro della stagione: ALLELUJA! ALLELUJA! :ad: :ad:
 

madflyhalf

Skifoso assolato che fa l'aperitivo
NUNTIO VOBIS GAUDIUM MAGNUM!
Habemus Blitz MMXVIII!


Blitz domandone tecnico: la strada per il Dibona è ancora aggratis? Anche il parcheggio?
 

Blitz_81

Ravanatore seriale
:rotlf: :rotlf: :rotlf:

Strada e parcheggio ancora gratis
 

Cocojambo

Ski & Beer
oh finalmente!
bravo blitz!!:PPINK:PPINK:PPINK
 

alfpaip

Well-known member
Buona domanda, interessa anche a me che vorrei portare la famigliola al giussani...

Una volta si poteva passare entro una certa ora, poi c’era la navetta... solo non ricordo qual è l’orario limite...
 

Blitz_81

Ravanatore seriale
mai visto limiti né navette per il Dibona...
 

Childerique

un VagaMondo
Credo che ci siano solo dei limiti di orario per l'accesso dei 'privati', come per l'altopiano di Pratopiazza (dove pero' le navette ci sono)...
 

alfpaip

Well-known member
mai visto limiti né navette per il Dibona...

Anni fa il limite c’era... se ora lo hanno tolto, meglio dato che muoversi presto con i marmocchi è utopia [emoji16]

Effettivamente è un sacco di tempo che non ci vado in agosto...
 

4 Dolomiti

Well-known member
Blitz sei un folle.. farsi il ghiaione dopo il Giussani in salita è follia allo stato brado! HIHIHI
 

luca63

Well-known member
Accidenti che inizio,ti credo che le gambe reclamavano,le hai strapazzate bene bene
 

343cameri

Member
Bel report, come sempre!
Interessante la deviazione per la rampa dalla zona del Bus al sentiero sotto il Formenton.
 

Blitz_81

Ravanatore seriale
Blitz sei un folle.. farsi il ghiaione dopo il Giussani in salita è follia allo stato brado! HIHIHI
Accidenti che inizio,ti credo che le gambe reclamavano,le hai strapazzate bene bene
ed è solo l' inizio, aspettate a vedere cosa ho fatto poi :pERF

Interessante la deviazione per la rampa dalla zona del Bus al sentiero sotto il Formenton.
Sisi, ma non ci torno manco se mi pagano HIHIHI
 

botto

I &#x2665 Pelmo
Da 15 anni salgo al Dibona almeno una volta in agosto e mai visto limitazioni all'accesso né cartelli.
Forse ancora prima?
 

Fabio

Member
Staff Forum
:CC Quindi ti sei fatto il Bus de Tofana in estate e in salita :MONKEY ne hai di scimmia da calmare :DDD
Sull'estate con pioggia a comando... :XX teribbbile! Speriamo in un settembre da cielo azzurro 24/7.
 

Blitz_81

Ravanatore seriale
Scimmia da calmare?

Ho un gorilla che manco quello di De Andrè!!!! :rotlf:
 
Top