Collegamento Passo Lanciano-Majelletta

Cambiasso

Active member
1)collegare il sotto con il sopra; 2) skipass unico.

il 17 novembre 2016 i giornali locali scrivevano:
--------------------------------------
[h=1]Passolanciano-Majelletta, 20 milioni per rilanciare la stazione sciistica: lavori entro un anno[/h]Tra le opere di cui la Provincia di Pescara è soggetto attuatore, nella categoria Turismo e cultura, 20,2 milioni di euro sono stati destinati per interventi sulle infrastrutture funzionali alla valorizzazione turistica delle stazioni invernali di Passolanciano e Mammarosa, interessando i Comuni: Pretoro, Lettomanoppello, Serramonacesca, Roccamorice e Rapino


“Una svolta epocale – ha dichiarato il presidente Antonio Di Marco – per il rilancio di un’area non sufficientemente sfruttata, che per la prima volta sarà considerata nel suo insieme e senza steccati determinati dai confini con diversi Comunali o dalle società di gestione degli impianti di risalita”.


“La fase di progettazione dovrebbe concludersi entro settembre 2017”, riferisce una nota di Palazzo dei Marmi, “Subito dopo ci saranno tre mesi di tempo per le necessarie autorizzazioni, in modo da iniziare i lavori nel dicembre 2017”.
--------------------------------------

beh.. non si parla di niente. Come sempre da 30 anni a questa parte.
 
M

MAXINMARE

Guest
“La fase di progettazione dovrebbe concludersi entro settembre 2017”, riferisce una nota di Palazzo dei Marmi, “Subito dopo ci saranno tre mesi di tempo per le necessarie autorizzazioni, in modo da iniziare i lavori nel dicembre 2017”.
--------------------------------------

beh.. non si parla di niente. Come sempre da 30 anni a questa parte.

Il solo fatto che si asseriva che i lavori sarebbero cominciati a dicembre 2017 (cioè d'inverno, con la neve e durante la stagione) :shock: era già sufficente a comprendere la presa per i fondelli :TTTT
 
Ultima modifica:

Cambiasso

Active member
Avete separato il post da quello sulla "situazione meteo in Abruzzo"? Avete fatto benissimo! :D
Anzi, colgo l'occasione per approfondire un po' la situazione di questo fantomatico collegamento Passolanciano - Majelletta, di cui si parla da almeno 30 anni.


Per chi non conosce il posto:
Il comprensorio si sviluppa all'estremità settentrionale del crinale principale della Majella,
lo scenario che offre è un panorama che spazia dalle cime più alte (Monte Amaro 2.793 metri) fino al mare Adriatico (a 30km in linea d'aria),
da piste larghe e spaziose fino a sentieri nei boschetti. Altra caratteristica principale è l'ottimo innevamento naturale che permette spesso di sciare anche dopo il periodo Pasqua senza nessun intervento artificiale.


E' presente una seggiovia e otto skilift che servono 16 piste di vari livelli e due anelli per lo sci di fondo (mai visti di persona però)


Il comprensorio è diviso in 2 stazioni: Passo Lanciano (da 1300 a 1650 m) con piste che si snodano in una folta faggeta e la Majelletta(da 1650 a 1995 m.) con un attrezzato snow park e ampi campi di neve per carving, fondo, sci-alpinismo.


Il problema è che, nonostante siano distanti a soli 500 metri l'uno dall'altro, non sono uniti!! :shock:
Inoltre, ad oggi, anche lo skipass non è unico. :evil:


MAPPA PISTE - SITUAZIONE ATTUALE.
La stazione di PassoLanciano, skimap pulita:
passolanc_skimap.jpg


Skimap con piste:

passolanc_piste.jpg




potete trovare la mappa interattiva qui:
https://winterseason.it/stazioni-in...tem/mappa-impianti-e-piste-passolanciano.html
(abilitate il flash)


La stazione di Mammarosa/Majelletta:
majelletta151.jpg






I comprensori visti nell'insieme:
xlarge.jpg

Abruzzo-Majelletta2BPassoLanciano.jpg




Link ad alcuni reportage presenti nel forum:


Majelletta We - Abruzzo - 28.03.2017
http://www.skiforum.it/forum/showthread.php?t=87473

MAJELLETTA (Abruzzo) - 27 dicembre 2015
http://www.skiforum.it/forum/showthread.php?t=82975


PASSO LANCIANO (Abruzzo) - 29 Novembre 2015
http://www.skiforum.it/forum/showthread.php?t=82615


Majelletta - 15.10.2009
http://www.skiforum.it/forum/showthread.php?t=33351&highlight=majelletta

- - - Updated - - -

Un po' di storia - Il travaglio


Partendo solo dagli ultimi 6 anni:


aprile 18, 2011
Chieti, firmato accordo per rilancio comprensorio montano Passo Lanciano-Majelletta


“La giornata di oggi è storica perchè tutte le forze si sono messe insieme senza guardare alle casacche che si indossano durante il periodo di campagna elettorale.Abbiamo una stazione sciistica che potrebbe diventare un riferimento per il centro-sud"
Emilio Nasuti, presidente della Commissione Bilancio alla Regione Abruzzo


L’accordo di programma è sottoscritto tra le Province di Chieti e Pescara e tra i Comuni di Rapino, Pretoro, Roccamorice, Serramonacesca e Lettomanoppello di concerto con la Regione Abruzzo e l’Ente Parco Nazionale della Majella.


Passolanciano-Majelletta: finalmente un’unica seggiovia
Una seggiovia quadriposto lunga 1200 metri e con una capacita’ di trasporto di 2400 persone ognil’ora che collegherà i due bacini sciistici di Passolanciano e Majelletta.
Si è giunti, forse, alla svolta attesa da anni, che potrebbe rilanciare definitivamente il comprensorio sciistico prossimo all’unificazione. L’opera servira’ a collegare funzionalmente le due sub stazioni, eliminando a turisti e sportivi l’inconveniente di dover acquistare più sky pass e concedendo l’utilizzo continuativo dell’intero bacino di piste.
(dirottati 5 milioni e mezzo di euro dei Fas)




27/10/2012
Passo Lanciano, bloccato il progetto della funivia
I fondi per creare il collegamento con Fonte ******* sono disponibili ma il terreno sul quale sorgerà l’impianto è stato già affittato a un privato.

La soluzione delle problematiche della Maielletta, legate alla costruzione di un impianto di collegamento tra le due sub-stazioni di Passo Lanciano e Fonte Tettoni, si complica ulteriormente. Il finanziamento Fas di 2 milioni e 400 mila euro, che la Regione voleva mettere a disposizione delle province di Chieti e Pescara per la creazione di un progetto di finanza, prevedeva l'utilizzo del terreno di Colle Remacinelle, di proprietà del Comune di Roccamorice e Pretoro. La parte pescarese però è stato già data da Roccamorice in affitto trentennale alla Panorama Funivie, che aveva progettato di costruire privatamente l'impianto. Ora, visto che la società si è vista negare dal Parco l'autorizzazione, sarà ben difficile che lasci sviluppare, su un terreno che ha in affidamento, un progetto concorrente al proprio. Il Parco, già con comunicazione del 24 maggio 2010 aveva negato l'autorizzazione alla costruzione dei due impianti progettati dalla Panorama ricadenti nei comuni di Roccamorice e Pretoro in quanto «si configurano, per tipologia, dimensione e destinazione, come interventi di trasformazione edilizia e urbanistica del territorio» e «gli interventi all'interno dell'area devono essere necessariamente ricompresi in un progetto unitario, riguardante la totalità degli interventi previsti all'interno del bacino sciistico». Quindi non viene visto di buon occhio un intervento singolo e slegato, da parte di un privato, come confermato da una nota del gennaio 2012. Contro questo diniego nella primavera scorsa la Panorama funivie ha opposto ricorso al Tar. C'è stata un'udienza ad aprile, e proprio ieri si è discussa l'udienza cautelare il cui risultato verrà diffusao nei prossimi giorni . La Panorama funivie però detiene comunque la concessione di un terreno di cui la Regione vorrebbe disporre. E la cosa si complica ulteriormente perchè sull'affidamento diretto da parte del Comune di Roccamorice grava una controversia giurisdizionale davanti al consiglio di Stato promossa dalla Marcantonio funivie, contestando tra l'altro il fatto che un affidamento del solo terreno di Roccamorice, disgiunto da quello di Pretoro, non potrebbe essere utile a costruire un collegamento veramente funzionale, che ha bisogno di entrambi i terreni. «E' vero, abbiamo scoperto questa situazione che complica ulteriormente le cose » dice il consigliere regionale Emilio Nasuti che sta seguendo la vicenda da anni «personalmente penso che sia assurdo che possa accadere che un privato ostacoli l'utilizzo di fondi pubblici, comunque » assicura l’assessore «i nostri tecnici stanno studiando la situazione e particolarmente l'affido da parte di Roccamorice». La domanda che sorge spontanea a questo punto è, a prescindere dalla concessione della Panorama, come può la Regione pensare ad un bando pubblico su terreni dei quali non ha avuto la disponibilità chiara dei comuni interessati? Ed è credibile che questa disponibilità i Comuni la possano offrire gratuitamente? Altra verità è che la mancata realizzazione del progetto rimanderà ancora una volta il piano di rilancio del turismo invernale in fondo al cassetto, con ripercussioni economiche per tutto il comprensorio.


altra news del periodo al link: http://****/ski/passolanciano/news/maielletta-la-nuova-funivia-si-allontana




11 febbraio 2013
Ampliamento del comprensorio sciistico Passo Lanciano-Mamma Rosa


Presentato questa mattina presso la sede della Regione Abruzzo in piazza Unione a Pescara lo storico progetto di ampliamento del comprensorio sciistico Passo Lanciano-Mamma Rosa.


Dal punto di vista tecnico sono previste la realizzazione di due nuovi tratti di ski-lift e di nuove piste per collegare gli impianti esistenti. Il primo ski-lift va dallo stazzo di Roccamorice a Colle Remacinelli (lunghezza dell'impianto di 1.290 metri); il secondo da Colle Remacinelli allo stazzo di Pretoro (770 metri). Ci sarà anche la possibilità, per i privati, di ampliare gli impianti attualmente esistenti. Nell'immagine in allegato il tratteggiato verde indica i nuovi impianti, il viola le nuove piste da sci.


passo_vecchioprog_skilif.jpg




ottobre 03, 2014
Passolanciano-Majelletta: la lunga odissea del comprensorio sciistico mai nato


“E’ importante che per lo sviluppo del comprensorio sciistico Passolanciano- Maielletta si arrivi subito alla definizione di un piano di lavoro che recuperi il tempo perso e permetta al territorio di beneficiare di un investimento finanziario importante che potrebbe rappresentare una significativa prospettiva di sviluppo economico dell’area. Se non si supereranno in fretta una serie di criticità emerse si rischia seriamente di perdere l’importante finanziamento ottenuto”.


È l’ennesimo grido di allarme lanciato dall’assessore provinciale al Turismo Aurelio Cilli in merito alle lungaggini relative al progetto di sviluppo dell’area sciistica abruzzese. Cilli ricorda tutto l’iter che ha portato ad accumulare ritardi, che potrebbero ostacolare un rilancio necessario del territorio.


Inspiegabilmente, nel mese di giugno e precisamente due giorni prima della scadenza, il bando è stato revocato. A partire da quel momento la prima cittadina del Comune di Pretoro ha improvvisamente cominciato a tirarsi indietro, adducendo impedimenti formali e non presentandosi ai diversi incontri in cui è stata invitata a spiegare le ragioni di tale improvviso arresto.
----------------------------------------------------------


Gli ultimi progetti li trovate nel prossimo post.


Intanto in data 7 giugno 2017 nuovo "problemino"


Una seggiovia nella "casa dell'orso". E l'Ente parco non lo sapeva?


"eventuali tentativi di devastazione proposti nel Masterplan regionale ai danni della Majella (Passo Lanciano e Majelletta) non ci troveranno impreparati" dice l'associazione Salviamo l’Orso Onlus. :shock:

- - - Updated - - -

ULTIMI PROGETTI
(di cui io sono a conoscenza)

vi riporto 1:
(click per ingrandire)

126310-collegamento.jpg

e 2:
(in questo caso Passolanciano è raffigurato in alto)
126285-collegamentoplmajelletta.jpg

si riparla di seggiovie.
(a nuovi aggiornamenti...)

---------
12/09/2017

“Si preparano nuovi obbrobri per la Majelletta, in pieno Parco nazionale della Majella (Zona B) – scrive preoccupato Appennino ecosistema – In attesa di conoscerne i dettagli, molto interessante è la cartografia esibita ieri dalla quale si capisce che sarà riproposto il vecchio progetto della seggiovia di Colle Remacinelle/Stazzo di Roccamorice che fu impedito dal Direttore del parco Nicola Cimini 10 anni fa…. …ne vedremo delle belle e ci sarà da combattere, innanzitutto durante la procedura di Via (Valutazione d’impatto ambientale) e quella per la Valutazione di incidenza (Vinca). Prepariamoci”.

:mann:

 
Ultima modifica:

Cambiasso

Active member
Guardavo su Earth quella zona ed effettivamente uscendo "lateralmente" si va verso uno dei due attuali resort, però:
1) non manca di pendenza?
2) non crea delle piste con dislivelli ridicoli? e quindi non è meglio farne uno solo più lungo invece di due?

Fantaski, che bello.

(mentre quello "da solo" che sfrutta il pratone sulla cresta di Passo Lanciano mi sembra carino...)


Per il punto 1 verrà posizionato su quel "colle" che ti mostro in figura:
collegamento_PM_1.jpg

linea gialla = impianti esistenti
linea verde = impianti nuovi

collegamento_PM_2.jpg


sul punto 2 non saprei risponderti.. sarebbe bella una seggiovia (ovovia) da base Passolanciano fino addirittura alla cima della Majelletta :D
 

Fonzie

Utente malamente
Ok da queste ultime immagini ha più senso... prima avevo intravisto più impianti che mi parevano senza senso alcuno.

Se va in porto è davvero una gran cosa: non sono mai stato un assiduo frequentatore causa distanza e assurdità della situazione doppio impianto... così mi farebbero cambiare idea.

Anche alla luce della qualità della neve orientale che garantisce un posto così vicino al mare (parlo per esperienza 30ennale qui dietro casa (Monte Piselli) e altro (Prati/Rocca)): col nevone poi!!! Mach 3 e ginocchia NELLA polvere. :PPINK:PPINK:PPINK:PPINK:PPINK:PPINK:PPINK:PPINK
 

nonnosciatore

Well-known member
Ok da queste ultime immagini ha più senso... prima avevo intravisto più impianti che mi parevano senza senso alcuno.

Se va in porto è davvero una gran cosa: non sono mai stato un assiduo frequentatore causa distanza e assurdità della situazione doppio impianto... così mi farebbero cambiare idea.

Anche alla luce della qualità della neve orientale che garantisce un posto così vicino al mare (parlo per esperienza 30ennale qui dietro casa (Monte Piselli) e altro (Prati/Rocca)): col nevone poi!!! Mach 3 e ginocchia NELLA polvere. :PPINK:PPINK:PPINK:PPINK:PPINK:PPINK:PPINK:PPINK

Da Ascoli sono meno di 150 km ed è certamente più vicina degli altri resort abruzzesi. A meno di 150 km, con la realizzazione del collegamentoe di uno skipass unico avrete un comprensorio con un dislivello da 2000 a 1350, con tutta neve non artificiale, con piste nei boschi e non. Noi stiamo a 200 km però appena riorganizzata penso che ci anfremo spesso. Praticamente è lì che ho imparato a sciare, ma poi abbandonata a favore di Roccaraso, stessa distanza, ma per colpa loro.
 

Cambiasso

Active member
“La fase di progettazione dovrebbe concludersi entro settembre 2017”, riferisce una nota di Palazzo dei Marmi, “Subito dopo ci saranno tre mesi di tempo per le necessarie autorizzazioni, in modo da iniziare i lavori nel dicembre 2017”.

Ovviamente tutto a tarallucci e vino.
Non si sa nulla e in rete non c'è niente.

Se qualcuna sa, scriva :D
 

Cambiasso

Active member
Forse buone notizie :
225d424ca2d64d21d7841d385d3f61ea.jpg
 

skiwalker

Member
Finalmente si parla seriamente del collegamento.
In Abruzzo le cose più comprensibili sono
questo collegamento e l'innevamento artificiale
di CI.
 

Cambiasso

Active member
qui il verbale dell'ARAP del 12 Aprile 2018, con tanto di cronoprogramma
http://www.arapabruzzo.it/pubblicaz...tro=200&Anno=2018&Progressivo=79&IdAllegato=1

fanno paura i tempi di realizzazione:
218509-cronoprogramma.jpg


:shock:
 

avril

Well-known member
per quando avranno finito i lavori avranno inventato gli snowboard volanti che viaggiano 30cm sopra le piste HIHIHI
 

Alex00

Member
qui il verbale dell'ARAP del 12 Aprile 2018, con tanto di cronoprogramma
http://www.arapabruzzo.it/pubblicaz...tro=200&Anno=2018&Progressivo=79&IdAllegato=1

fanno paura i tempi di realizzazione:
218509-cronoprogramma.jpg


:shock:

Mi sembra un tantino lungo il cronoprogrammaHIHIHIHIHIHIHIHIHI. 19 mesi per la costruzione e 6 di collaudo neanche per il 3s a Zermatt:TTTT:TTTTHIHIHIHIHIHIHIHIHI
 
M

MAXINMARE

Guest
Che gran buffonata...a me paiono solo chiacchiere. Cominciassero a fare l'unica cosa sensata, a costo zero, unificando gli skipass di PL e MM ... Poi comincerò a frequentare il comprensorio ed a credere al collegamento....
 

Cambiasso

Active member
unificare lo skipass senza collegamenti tra le due stazioni?
Come minimo devono attrezzarsi con uno skibus incluso.

- - - Updated - - -

c'è un video del 1 settembre che ne parla:
 
M

MAXINMARE

Guest
Se io devo arrivarci da lontano, un conto é sapere che posso sciare la mattina sopra e il pomeriggio sotto pagando una volta sola, sia pure spostandomi in macchina. Altro conto é che per sciare a PL e MM devo fare due file al botteghino e pagare complessivamente più che a Roccaraso. Cominciamo dalle cose semplici...
 
Top