Auto elettriche: dite la vostra

Macco

New member
Come spesso succede il problema non sta nello "strumento", ma nell'uso che ne viene fatto però purtroppo su quello si fa fatica ad incidere con qualsiasi regolazione/legislazione
 

ste89

Well-known member
bah, io invece vedo un futuro più roseo della tecnologia ibrida piuttosto che full electric.
tanto che la scorsa settimana il ministro dei trasporti tedesco si è opposto alla proposta della commissione europea di fermare la produzione nel 2035 dei motori termici (benzina e diesel), a quanto pare appoggiato da altri ministri del sud europa.
quelle case che dal 2025 vogliono fermare la produzione del termico (fiat, volvo ,ford) potrebbero quindi cambiare piani se non vogliono essere tagliati fuori dal mercato..
 

Macco

New member
Mah, personalmente se si vuol mantenere il motore termico non vedo il senso di abbinargli anche sulla stessa vettura il motore elettrico e relativa batteria che ne aggravano i consumi andando quindi ad emettere più CO2 (mentre l'obiettivo dovrebbe essere ridurla), tanto le percorrenze in elettrico di una ibrida plug in sono già nettamente inferiori a quelle di una full electric e i percorsi sui quali si sfrutta il motore elettrico di un ibrido sono tranquillamente idonei ad una qualsiasi auto elettrica, mentre per le percorrenze extraurbane e autostradali avere a bordo anche motore elettrico e batteria è una zavorra in più che non viene sfruttata su quei percorsi.
L'unico senso di abbinare le due motorizzazioni è quello di mettere la foglia di fico del motore elettrico sui termici per allungarne la "vita" dal punto di vista della produzione.
 

Teo

maestro di skilift
Io rimango speranzosamente disilluso in un futuro di power unit, motore termico di piccola cilindrata turbo abbinato ad un elettrico che ne aumenti l'efficienza...
Ho sempre sperato che le F1 facessero da apripista, poi con l'avvento di lemans (si calcola che l'ultima Porsche che la vinse abbia consumato il 30% in meno rispetto alle ultime audi a gasolio che la vinsero girando in quasi 2 secondi in meno sul giro) credevo diventasse quello il futuro.
Un motore termico ha una resa del 30% mentre una power unit non spinta arriva al 60%, quindi rende il doppio a parità di consumo (o consuma la metà a parità di prestazione).

Capisco lo scoglio dei costi, ma come tutte le cose è questione di evoluzione... Una power unit ibrida alimentata a biodiesel credo possa davvero rappresentare il futuro della mobilità sostenibile, riducendo di molto i disagi dettati dall'elettrico puro, e i limiti prestazionali dell'ibrido preistorico stile prius.

Che poi le elettriche abbiano un senso nell'uso cittadino è palese, e abitassi a milano o torino probabilmente avrei un'elettrica già da un po', ma per tutto il resto affidarsi al solo elettrico mi sembra un grande potenziale boomerang.
 
Ultima modifica:

Leonard

Skifosamente Skifoso
Alla fine, il motore termico inquina (e consuma) soprattutto nelle ripartenze/riprese.

Il fatto che ci sia un motore elettrico che lavori "nelle fasi più critiche", per me è una soluzione valida.
 

Vecchiosaggio87

Well-known member
L'auto elettrica non ha alcun senso se la si carica con la rete elettrica nazionale, cioè a gas e carbone.
Investire in un impianto fotovoltaico è propedeutico all'investimento nell'auto se si ha in mente l'aspetto green.
E anche una volta avviato il fotovoltaico, non è detto che lo si riesca ad utilizzare. Se si gira in macchina di giorno e la si vuole caricare di notte il fotovoltaico è assolutamente inutile.
Per come la vedo io le auto elettriche dovrebbero essere vendute senza batteria. Dovrebbero poter ospitare dei moduli batteria standardizzati a livello internazionale sostituibili in pochi secondi vuoto per pieno, pagando per l'energia più una cauzione legata al tempo e/o ai cicli di utilizzo.
Così facendo si elimina il problema dei tempi di ricarica e si possono tenere due batterie per un auto, una in utilizzo e una in ricarica fotovoltaica. Gli stessi moduli batteria potrebbero essere utilizzati anche per accumulo domestico.
Il problema cruciale che frena l'aumento delle rinnovabili è la discontinuità, che può essere sanata solo tramite accumulo adeguato, che ad oggi costa ancora troppo.
 

cleon

Well-known member
Io rimango speranzosamente disilluso in un futuro di power unit, motore termico di piccola cilindrata turbo abbinato ad un elettrico che ne aumenti l'efficienza...
Ho sempre sperato che le F1 facessero da apripista, poi con l'avvento di lemans (si calcola che l'ultima Porsche che la vinse abbia consumato il 30% in meno rispetto alle ultime audi a gasolio che la vinsero girando in quasi 2 secondi in meno sul giro) credevo diventasse quello il futuro.
Un motore termico ha una resa del 30% mentre una power unit non spinta arriva al 60%, quindi rende il doppio a parità di consumo (o consuma la metà a parità di prestazione).

Capisco lo scoglio dei costi, ma come tutte le cose è questione di evoluzione... Una power unit ibrida alimentata a biodiesel credo possa davvero rappresentare il futuro della mobilità sostenibile, riducendo di molto i disagi dettati dall'elettrico puro, e i limiti prestazionali dell'ibrido preistorico stile prius.

Che poi le elettriche abbiano un senso nell'uso cittadino è palese, e abitassi a milano o torino probabilmente avrei un'elettrica già da un po', ma per tutto il resto affidarsi al solo elettrico mi sembra un grande potenziale boomerang.
Ok tutto, ma il biodiesel no.
Fondamentale tutti i biocarburanti richiedono più energia per essere prodotti che non quella che generano.
 
Top