Life Ursus (reintroduzione orsi in Trentino): cosa ne pensate?

Ieri leggevo un articolo che un allevatore dopo l'ultima predazione si è ritrovato senza risarcimento per tetto superato 🙄
Ma questo del tetto vale per tanto risarcimenti, es. Se una regione stanzia 100 soldi annuali per riparare i danni alle auto di chi investe aninali selvatici, se ti capita ed i 100 sono esauriti... Ciaone
Il de mininimis è’ un altro tetto sugli “aiuti di stato” a soggetto privati. per esempio se un allevatire ha già preso 15.000 euro di contributi per cambiare qualcosa, e poi i lupi negi 2 anni successivi gli fanno 10.000 euro all k’anno di danni, avrà superato il tetto. Ed alla seconda occasione non riceverà’ alcun compenso per i capi predati.
Ritengo la cosa assurda, perché gli animali selvatici sono considerato patrimonio indisponibile dello stato, ma quando questi animali selvatici fanno danni il padrone non si prende alcuna responsabilità sui danni da loro fatti. I soldi che dovesse dare non sono un risarcimento del danno, ma un aiuto di stato.
se invece il mio cane dovesse fare danni, io ne sarei pienamente responsabile per i danni provocato verso il danneggiato.
 
ma non è che quei contributi che hanno preso sono riservati per avere un sistema che protegga il bestiame dagli attacchi di animali selvatici?

lasciamo stare la differenza di responsabilità tra stato e privato, che sale l'urto...
 
Ieri sera mi ha attraversato la strada un lupo! 😀 io ero in auto
Il cazzone correva e quindi non si è lasciato ammirare, tanto meno fotografare.. :mad:
Invece quando passano per il centro camminano tranquilli..
 
Io, ieri sera, era a cena in zona eur/torrino, fuori dal ristorante…un bel cinghialotto, ho pensato fosse il piatto del giorno…
 

.

Allegati

  • 3b57604e-f76d-4d89-b579-7db41023aa70.jpeg
    3b57604e-f76d-4d89-b579-7db41023aa70.jpeg
    102.9 KB · Visualizzazioni: 80
Per quelli forti

Ps:non conosco la bontà del sito
 
Per quelli forti

Ps:non conosco la bontà del sito
Il 6% degli americani intervistati per questo sondaggio pensano che potrebbero battere un grizzly, l'8% un leone 😂 😂 😂 😂 😂 😂

https://www.newsweek.com/surprising-americans-beat-wild-animals-fight-experts-1691793
 
Il lupo lo ha adocchiato 100m prima, lo aveva annusato 200 prima, probabilmente gli aveva pure guzzato la moglie 10’ dopo che era uscito di casa.

Attenti al lupo!
 
L'orso marsicano è più piccolo di quello trentino, arriva a pesare sui 150-200 kg e ad essere intorno ai 150 cm di lunghezza.
Considerando che siamo al risveglio e che le tracce sembrano di un adulto e uno o due piccoli, le orme più grandi arrivavano fino alla terra, quindi avevano bucato circa 30-40 cm di neve, un lupo, anche se di grosse dimensioni, non buca più di un uomo, quindi.....
 
Belluno. Lupi ad Alleghe, l'appello del sindaco De Toni al prefetto dopo gli avvistamenti vicino alle case: «Ne va anche del turismo»

- Avvistamenti del lupo in paese, il sindaco Danilo De Toni scrive al Prefetto di Belluno. La presenza di questi animali, ad Alleghe, è ormai consolidata, tanto che alcuni esemplari sono stati avvistati a ridosso dei centri abitati.

Una convivenza forzata che sta sollevando motivi di preoccupazione e ha spinto il primo cittadino a rivolgersi direttamente a Mariano Savastano, alla guida di Palazzo dei Rettori.

L'APPELLO
È di queste ore l'invio di una comunicazione, da parte di De Toni a Savastano, in cui viene illustrata la situazione. «Ho voluto segnalare alla Prefettura quello che è a tutti gli effetti un problema - afferma il sindaco - in quanto la percezione della sicurezza di fronte alla presenza ormai stabile del lupo rappresenta un tema di ordine pubblico». Entrando poi nel dettaglio, egli spiega come «proprio ieri (mercoledì per chi legge) ho ricevuto una segnalazione da due residenti di Caprile che si sono imbattute nel predatore mentre passeggiavano lungo la sponda destra del torrente Cordevole. Per questo ho voluto mettere al corrente il Prefetto, perché la situazione comincia a diventare pesante e la preoccupazione dei miei concittadini aumenta di giorno in giorno, associata alla paura di avventurarsi in passeggiate fuori del centro abitato». Il timore manifestato dall'amministrazione del Comune di Alleghe è rivolto alla sicurezza dei residenti ma anche, pensando ai prossimi mesi estivi quando ripartirà la stagione turistica, di villeggianti pronti a trasferirsi lungo il lago per le vacanze. «Se si diffonde tra gli ospiti la paura di imbattersi nel lupo - evidenzia De Biasio - potrebbero esserci delle ricadute negative in termini di afflusso turistico, situazione che auspichiamo non accada, e che per questo richiede azioni immediate. So che in altre zone della provincia sono state attivate procedure di dissuasione per allontanare i lupi. Credo che, pur nel rispetto di una specie che oggi è definita come altamente protetta, servano misure efficaci e concrete per escludere il pericolo che la presenza di lupi nei centri abitati può portare, e anche per garantire la tutela di cittadini e ospiti».
L’INCONTRO
Un altro appello registrato sempre ad Alleghe, due giorni fa, è quello di Rosi Andolfatto che attraverso i canali social si rivolge ai compaesani: «Scusate ma non so come poter avvisare... Attenti con i cani ad andare tra Caprile e Santa Maria delle Grazie. Poco fa mi sono trovata davanti il lupo ed ero col cane legato. Mi ha seguito sempre a distanza ma per un tratto piuttosto lungo. Ho urlato più che potevo ma non ha avuto paura. Non scappa... state attenti». La donna era in compagnia del suo cagnolino di piccola taglia che potrebbe aver attirato l'attenzione del lupo. Fortunatamente era legato al guinzaglio e la sua padrona è riuscita a tenerlo vicino a sé evitando incontri ravvicinati potenzialmente letali. Ma la cittadina, comprensibilmente, si è spaventata anche per sé stessa.
LA PAURA
Il lupo, quindi, fa paura anche in Agordino. Non solo agli allevatori ai quali la scorsa estate hanno sbranato decine tra mucche, pecore e capre, ma anche alla gente che abita in queste valli. E fa paura, ancora, per il futuro del turismo e dell'economia in generale. «Se le cose non cambieranno rispetto allo scorso anno quando il lupo ha razziato liberamente tra Alto Agordino e Cadore - sottolinea Simon Declara, il pastore che da 15 anni porta al passo Giau il bestiame di numerosi allevatori della Val Badia e che tra luglio e settembre 2023 ha registrato l'uccisione di vari capi - non tornerò a far pascolare i nostri animali. C’è poco da girarci attorno: in qualche modo il lupo va fermato. Il mio è un bellissimo lavoro ma quando si deve assistere impotenti alla morte dei nostri animali vien voglia di mollare tutto».
Ultimo aggiornamento: 30 Marzo, 10:54



Intanto, in una frazione del comune in cui vivo...

7969608_02100457_lupo_cartello_divieto_feltre_attacchi.jpg


Avvistamenti e branchi che ululano su colli e montagne appena a ridosso, luoghi normalmente usati come "parchetto" da una vita. Manca un equilibrio
 
nel sobborgo chiamato Sopramonte ( 3000 abitanti) del capoluogo Trentino, in comune di Trento ( 120.000 abitanti ) , un orso ha sbranato l’asino mascotte del sobborgo, che era chiuso nel suo recinto in mezzo all’abitato.
 
Top