Nuova cabinovia San Domenico-Alpe Ciamporino, continua il rinnovo

Albert 85

Well-known member
In effetti in tutti questi anni di attesa per fare la cabinovia se invece avessero sostituito la seggiovia iniziale a 2 posti che crea un imbuto assurdo soprattutto nel weekend con una 6 posti veloce come quella delle piste bondolero non sarebbe stato meglio? Chiedo solo per curiosità poi magari per vari motivi non era e non è fattibile.
 

Edo

???
Che era inutile e hanno fatto benissimo a bloccare dato l'ambiente stupendo che avrebbe
So già cosa pensi perché lo ricordo sul thread che riguardava la seggiovia Valaccia (anzi, affermo che su questo argomento e sulla neve primaverile per il momento non hai cambiato idea), ma io mi confermo in totale disaccordo ed il fatto che non l'abbiano costruita, a prescindere dalle "porcate" tecniche è una cosa che mi fa venire il vomito e che trovo coerente in un paese pieno di merda. Era una seggiovia: abusiva forse nei permessi ma non nella struttura (non so come altro definirlo). Si poteva chiedere una specie di sanatoria o non so cosa e la si lasciava costruire. A questo punto per coerenza e visto l'indefesso rispetto della legge, gradirei che lo stesso trattamento fosse riservato a tutti i manufatti o gli immobili abusivi presenti sul suolo: ordine di demolizione da domani e ruspe da lunedì prossimo. Invece in questo caso è come sempre in Italia: una sentenza che fa tanto clamore, e poi per le altre novantanove situazioni simili non succede niente.

Per quanto riguarda l'impianto in se invece per me sarebbe stato bellissimo. Innanzitutto ho letto che sarebbe stata la seggiovia più lunga di Livigno e dovrebbe aperto un nuovo versante, cosa che ci vedrei benissimo (perché Livigno sotto questo aspetto è comunque anni luce distante dall'Austria e dalla Francia, dove aprire impianti su nuovi tracciati è cosa normale). Adesso ogni volta che vado lì mando un accidenti al fatto dell'occasione persa e soprattutto della questione grottesca.

Ancora meno capisco, e mi sembra solo una questione di ideali (benché specifico che per onestà non l'ho mai praticato trekking in quel luogo) che cosa abbia di tanto speciale quella valle e che cosa mai possa deturpare una seggiovia in un luogo come Livigno dove ce ne sono già altre quindici. Sarebbe come dire che una nuova strada deturpa una cittadina. Forse nell'ottica di chi ci abita davanti e prima aveva un campo di grano può anche essere vero, ma globalmente non capisco cosa possa deturpare.
 

Edo

???
ma penso che l'unica soluzione ormai sia quella di un assegno sostanzioso al proprietario della casa.
In questo caso io vorrei spostare per un momento San Domenico in Cina così che la casa gliela si possa demolire senza tanti complimenti. Altro che assegno sostanzioso a questo individuo indefinibile.
 

missouri

Well-known member
So già cosa pensi perché lo ricordo sul thread che riguardava la seggiovia Valaccia (anzi, affermo che su questo argomento e sulla neve primaverile per il momento non hai cambiato idea), ma io mi confermo in totale disaccordo ed il fatto che non l'abbiano costruita, a prescindere dalle "porcate" tecniche è una cosa che mi fa venire il vomito e che trovo coerente in un paese pieno di merda. Era una seggiovia: abusiva forse nei permessi ma non nella struttura (non so come altro definirlo). Si poteva chiedere una specie di sanatoria o non so cosa e la si lasciava costruire. A questo punto per coerenza e visto l'indefesso rispetto della legge, gradirei che lo stesso trattamento fosse riservato a tutti i manufatti o gli immobili abusivi presenti sul suolo: ordine di demolizione da domani e ruspe da lunedì prossimo. Invece in questo caso è come sempre in Italia: una sentenza che fa tanto clamore, e poi per le altre novantanove situazioni simili non succede niente.

Per quanto riguarda l'impianto in se invece per me sarebbe stato bellissimo. Innanzitutto ho letto che sarebbe stata la seggiovia più lunga di Livigno e dovrebbe aperto un nuovo versante, cosa che ci vedrei benissimo (perché Livigno sotto questo aspetto è comunque anni luce distante dall'Austria e dalla Francia, dove aprire impianti su nuovi tracciati è cosa normale). Adesso ogni volta che vado lì mando un accidenti al fatto dell'occasione persa e soprattutto della questione grottesca.

Ancora meno capisco, e mi sembra solo una questione di ideali (benché specifico che per onestà non l'ho mai praticato trekking in quel luogo) che cosa abbia di tanto speciale quella valle e che cosa mai possa deturpare una seggiovia in un luogo come Livigno dove ce ne sono già altre quindici. Sarebbe come dire che una nuova strada deturpa una cittadina. Forse nell'ottica di chi ci abita davanti e prima aveva un campo di grano può anche essere vero, ma globalmente non capisco cosa possa deturpare.
Era un colpo di mano che hanno fatto benissimo a prendere a calci in culo. Bastava rinnovare la lunga seggiovia che sale al monte sponda invece di fare robe inutili spacciandole come un rinnovamento di linea esistente..condannati pure a smantellare e ripulire il tutto..benissimo
 
Ultima modifica:

missouri

Well-known member
In questo caso io vorrei spostare per un momento San Domenico in Cina così che la casa gliela si possa demolire senza tanti complimenti. Altro che assegno sostanzioso a questo individuo indefinibile.
Sarebbe bello sentirti poi parlare cosi se un domani decidessero di far passare il cavalcavia di una ferrovia o di unaautostrada sul davanzale di casa tua..parlo del principio generale non di san domenico..e magari ti proponessero pure in indenizzo non congro al valore immobiliare perduto od alla possibilita di cambiare casa..
 

missouri

Well-known member
So già cosa pensi perché lo ricordo sul thread che riguardava la seggiovia Valaccia (anzi, affermo che su questo argomento e sulla neve primaverile per il momento non hai cambiato idea), ma io mi confermo in totale disaccordo ed il fatto che non l'abbiano costruita, a prescindere dalle "porcate" tecniche è una cosa che mi fa venire il vomito e che trovo coerente in un paese pieno di merda. Era una seggiovia: abusiva forse nei permessi ma non nella struttura (non so come altro definirlo). Si poteva chiedere una specie di sanatoria o non so cosa e la si lasciava costruire. A questo punto per coerenza e visto l'indefesso rispetto della legge, gradirei che lo stesso trattamento fosse riservato a tutti i manufatti o gli immobili abusivi presenti sul suolo: ordine di demolizione da domani e ruspe da lunedì prossimo. Invece in questo caso è come sempre in Italia: una sentenza che fa tanto clamore, e poi per le altre novantanove situazioni simili non succede niente.

Per quanto riguarda l'impianto in se invece per me sarebbe stato bellissimo. Innanzitutto ho letto che sarebbe stata la seggiovia più lunga di Livigno e dovrebbe aperto un nuovo versante, cosa che ci vedrei benissimo (perché Livigno sotto questo aspetto è comunque anni luce distante dall'Austria e dalla Francia, dove aprire impianti su nuovi tracciati è cosa normale). Adesso ogni volta che vado lì mando un accidenti al fatto dell'occasione persa e soprattutto della questione grottesca.

Ancora meno capisco, e mi sembra solo una questione di ideali (benché specifico che per onestà non l'ho mai praticato trekking in quel luogo) che cosa abbia di tanto speciale quella valle e che cosa mai possa deturpare una seggiovia in un luogo come Livigno dove ce ne sono già altre quindici. Sarebbe come dire che una nuova strada deturpa una cittadina. Forse nell'ottica di chi ci abita davanti e prima aveva un campo di grano può anche essere vero, ma globalmente non capisco cosa possa deturpare.
Appunto..se non conosci perchè parli?la concentrazione degli impianti di livigno è su due versanti montani prvi di interesse naturalistico..le sue valli laterali invece sono altra cosa..ci sono andato per 20 anni a livigno..dato che non serve a fare collegamenti essenziali tra versanti io invece non comprendo a che caxxo sarebbe servita quella seggiovia dato che ulteriori sviluppi per aprire nuovi versanti non erano proponibili..ma li hai mai visti quei versanti di cui parli? Cosa vuoi costruirci se non delle chiacchiere..sono insviluppabili..quella seggiovia in valle di pregio era inutile e fine a se stessa.
 
Ultima modifica:

alessio90

Well-known member
il problema è che hanno voluto fare la furbata,
facendo passare un impianto nuovo su tracciato completamente diverso come riposizionamento, cosa che così non è.
sarebbe uscita fuori sicuramente una bella pista.

ma la vallaccia va lasciata così com'è,
per fare fuoripista, ski alp è qualcosa di magnifico, ti senti veramente in pace col mondo.

e per dirla tutta a livigno zona mottolino qualche impianto potrebbero anche razionalizzarlo...
 

davide f 3

Prealpino
me lo auguro,
ma penso che l'unica soluzione ormai sia quella di un assegno sostanzioso al proprietario della casa.
a momenti sono 10 anni che sono in ballo e se non ricordo male la prima seggiovia andrà in revisione speciale prossimamente.
Dovrebbe andare in revisione generale nel 2023 per i 40 anni di vita.
 

Motta

Member
In effetti in tutti questi anni di attesa per fare la cabinovia se invece avessero sostituito la seggiovia iniziale a 2 posti che crea un imbuto assurdo soprattutto nel weekend con una 6 posti veloce come quella delle piste bondolero non sarebbe stato meglio? Chiedo solo per curiosità poi magari per vari motivi non era e non è fattibile.
E' già stato scritto in precedenza, non si può fisicamente, ci sono dei condomini vicini e non c'è spazio per una 6 posti.
 

Motta

Member
Siate positivi (non nel senso del covid 😉), vedrete che la situazione della casa si risolverà.
 

Edo

???
Sarebbe bello sentirti poi parlare cosi se un domani decidessero di far passare il cavalcavia di una ferrovia o di unaautostrada sul davanzale di casa tua
Cosa c'entra? Se si ragionasse così, ogni opera dovrebbe essere bloccata sul nascere.
A qualche chilometro da casa mia (anche se magari non si farà mai) dovrebbero costruire la famosa tangenziale est di Torino. Non so se effettivamente sia un'opera imprescindibile ma da parte mia hanno il supporto.
Nonostante che in questo paese del menga alla fine se guardassi solamente la mia necessità non me ne farei niente perché temo che finirei per non prenderla quando chiederanno quattro euro di pedaggio per fare venti chilometri. In un paese normale firmerei domani mattina per l'inizio dei lavori, poiché su un percorso che faccio spesso al posto di mezz'ora di automobile impiegherei dieci minuti.

Se ti riferisci invece al fatto della cabinovia di San Domenico, per me potrebbero piazzare un palo della telecabina anche nel mio giardino a Sauze, se gli ingegneri avessero deciso che da lì passa il tracciato migliore. Anzi, un accidenti lo mando anche ogni volta che salgo su e che non vedo la fantasmagorica (per lo standard valsusino, ma si sarebbe trattato in ogni caso di un impianto di tutto rispetto) telecabina che avrebbe dovuto essere stata costruita per le olimpiadi: Oulx- Jouvenceaux-Sportinia: un'occasione probabilmente sprecata per sempre a causa di qualche testa di m**c***. E Grazie alla quale adesso il parcheggio per gli sciatori giornalieri a Sauze è un bel problema, con probabilmente un maggiore traffico di macchine che passa proprio davanti alla mia finestra.

Davanti a casa mia effettivamente una volta c'era un bellissimo campo di mais: nel 2010 poi ci hanno costruito due condomini ed un parcheggio, togliendomi tra l'altro la vista sul Monviso da una parte e sul Monte Rosa (ma si vedeva anche il Cervino nelle giornate più terse). Dovevo incazzarmi? No, perché lo ritengo normale per un centro abitato della cintura torinese; se cercassi isolamento e vista panoramica sarei andato ad abitare da un'altra parte. Molto più male mi fa ha fatto quando hanno cementificato mezzo Piemonte per costruire brutte ed inutili (dal momento che mediamente sono utilizzate ancora adesso dopo vent'anni solo al 50%) zone industriali in metà dei comuni del Piemonte.
Mi ricorda la faccenda di quelli che abitano vicino a Malpensa e che si lamentano degli aerei; anche se l'aeroporto è stato costruito prima che la maggior parte delle abitazioni venissero edificate.
 

Edo

???
Era un colpo di mano che hanno fatto benissimo a prendere a calci in culo. Bastava rinnovare la lunga seggiovia che sale al monte sponda invece di fare robe inutili spacciandole come un rinnovamento di linea esistente..condannati pure a smantellare e ripulire il tutto..benissimo
Non c'entra niente. Io ho scritto: l'impianto mi sarebbe piaciuto molto, a prescindere da tutti gli illeciti commessi. Rinnovare la seggiovia del Monte Sponda non avrebbe aperto alcun nuovo itinerario.

Queste guerre tra fazioni che operano nella stessa località poi le trovo per definirle in modo gentile, infantili. Se io fossi il gestore di un versante di Livigno, sarei ben felice se il mio concorrente migliora l'offerta perché aumenta in modo globale la qualità e l'immagine del comprensorio sciistico. Tra l'altro non credo che esista qualcuno che va a Livigno per sciare solo in uno dei due versanti (che io sappia non c'è nemmeno lo skipass diviso). Poi per quanto mi riguarda, piuttosto che dare ragione ad un ambientalista, io tifo anche per una funivia che arriva in cima al cervino. Pur avendo molto a cuore il problema ambientale.
Si parla inoltre di Livigno; una tra le poche località a non doversi ancora preoccupare troppo del cambiamento climatico. Quando non si potrà più sciare lì, sarà venuto il momento nel quale lo sci sulle Alpi sarà morto.
 

Edo

???
ma la vallaccia va lasciata così com'è,
per fare fuoripista, ski alp è qualcosa di magnifico, ti senti veramente in pace col mondo
Per fare sci alpinismo senza vedere impianti ritengo (anche se non lo pratico, lo specifico) che ci sia il 95% o più delle Alpi non antropizzate da impianti di risalita.

Per quanto riguarda il fuoripista, la questione non la capisco molto. Se è una zona di pregio naturalistico incommensurabile dove sono di casa rarissime specie animali, mi piacerebbe che istituissero una zona di divieto di accesso (come esistono nelle skiarea americane, ma non so se sia per questo motivo o per altro) per chiunque. Per quanto mi riguarda ritengo troppo comodo affermare: io non la voglio perché a me piace praticare lì fuoripista a portata di impianti.
 

Edo

???
sono insviluppabili..quella seggiovia in valle di pregio era inutile e fine a se stessa.
Cosa significa insviluppabili e fine a se stessa? Ci sarebbe stata una nuova pista (o forse anche di più, questo punto non lo ricordo) in un nuovo versante. Per quanto mi riguarda, tutto fa brodo per la mia percezione di una skiarea, anche le zone più periferiche (che tra l'altro sono importantissime nell'ottica dello sci turistico e per fare disperdere meglio gli sciatori).
Forse per te una pista blu sarebbe stata insignificante?
Secondo questo ragionamento, nemmeno la seggiovia Federia avrebbe dovuto essere costruita. Invece secondo me ha una bellissima pista; peccato che sia piuttosto breve. La seggiovia Vallaccia da quanto ho letto sarebbe stata lunga quasi il doppio.
Mi piacerebbe vedere se Livigno venisse spostata in Austria, se anche loro riterrebbero insviluppabili degli impianti su tracciati nuovi.
 

Motta

Member
Premettendo che sono completamente d'accordo con Edo, dico anche che la discussione sulla Vallaccia, qui è OT 😉
 
  • Like
Reactions: Edo
Top