Attraversamento Arabba: dite la vostra (seriamente)

Sei favorevole alla costruzione della cabinovia per attraversare Arabba?

  • Si

    Voti: 92 62.2%
  • No

    Voti: 56 37.8%

  • Votatori totali
    148

francis1

Well-known member
In medio caso ablativo= nel mezzo , in media non ha senso, errore blu, in quanto media neutro plurale caso nominativo o accusativo o vocativo. Forse è meglio controllare prima
La traduzione è "in mezzo sta il giusto" se vuoi puoi scrivere "in medio rebus stat virtus" con rebus genitivo plurale quindi nel mezzo delle cose.Se proprio volevi allora dovevi scrivere in media re, ma se consideri medio come ablativo di un aggettivo sostantivato, allora è corretto "in medio stat virtus",non troverai mai la citazione come scritta da te.

Si hai ragione....ho aggiunto una s di troppo....in media re........
Non per fartelo pesare, ma al mondo c'è chi, quando si sbaglia, è pronto ad ammetterlo........al contrario di altri...........
 

grandeorso

In pausa
Io andavo moto bene invece in latino.......per varie situazioni che non sto a spiegare, ho una storia scolastica un pò strana.....c'è chi ha 2 lauree; io ho 2 diplomi.......ho sia un diploma di liceo scientifico che uno da geometra.........

In media "abbrevierebbe" in media res (letteralmente nelle cose di mezzo); res è un sostantivo femminile..........per questo va usato media e non medio.........
:HIP

C'è anche una "corrente" del in medio stat virtus.....ma quello più formalmente corretto è in media......
Fine della lezione di latino........:CICCIO:CICCIO

Errore gravissimo essendo con la preposizione "in" che ha senso di stato in non di moto a, bisogna usare l'ablativo e allora se volevi potevi scrivere"in media re" ablativo.Res è nominativo o accusativo plurale, se volevi la'ablativo "re" oppure " rebus", ma allora concorda con Media re opure mediis rebus. Vedi tu
 

grandeorso

In pausa
Il problema è che io non ho fatto nessun sbaglio , ho solo un'opinione diversa dalla tua, Se per te avere un'opinione diversa dalla tua è uno sbaglio, allora ..........
 

bisfra65

Well-known member
Per dovere di cronaca bisfra le frane non telefonano prima di staccarsi, ma siamo nel 21esimo secolo.....diverse zone a rischio vengono monitorate e ci si può aspettare una frana con tempistiche abbastanza "precise"; ovvio che non ti sanno dire l'ora e nemmeno il giorno della frana.....ma se si staccherà qualcosa di solito lo sanno prevedere....

Alcune sì :D, danno segnali ben visibili e premonitori.

Altre arrivano come un calcio in faccia ... e non ci puoi fare niente.

Diciamo che non c'è la frana "standard", dipende da troppe variabili (che sarebbe alquanto tedioso elencare qui visto che non siamo su geotecnicoforum HIHIHI).
 

francis1

Well-known member
Certo....ovviamente stavo parlando delle zone monitorate, perché si sa che sono a rischio.....
Ovviamente ci sono zone non monitorate da nessuno, che "un bel giorno", senza dare avvisaglie, franano....e ci sono anche zone che, pur non essendo monitorate, danno segni ben visibili di una futura frana.....

Pienamente d'accordo; non c'è una frana "standard".....
 

francis1

Well-known member
Il problema è che io non ho fatto nessun sbaglio , ho solo un'opinione diversa dalla tua, Se per te avere un'opinione diversa dalla tua è uno sbaglio, allora ..........

Tu continui a mischiare pere e mele.......

Le tue opinioni diventeranno "valide" SOLO quando sarai in grado di dire:
io la penso così e credo di aver ragione perchè:
a)........
b)........
c)........
d)........
e)........

Le nostre opinioni (mie e di altri utenti tecnici del settore) sono state date motivando perchè a), b), c), d), e) secondo noi non sono state fatte nel modo ottimale (leggi bene.....ottimale.......nessuno ha mai detto, come invece tu sostieni avremmo detto, che domani mattina crollerà tutto) e come le stesse vengono solitamente fatte per consegnare l'opera, come si dice in gergo, costruita "a regola d'arte"........

Fino a che tu non sarai in grado di spiegarci in modo tecnico e preciso come mai secondo te va tutto perfettamente bene, mi spiace ma la tua opinione "tecnica" conta meno di niente......fino ad ora sei riuscito a motivare la tua idea solo dicendo "i progettisti sapranno quel che fanno e voi siete solo 4 gufi incompetenti".........quando la recente storia del nostro paese (ultimi 60 anni) è costellata di amministrazioni comunali, progettisti e imprese che hanno costruito ad minchiam..........
Se noti, tutti gli interventi utili dati in questo topic arrivano da gente che parla, con varie sfaccettature, competenze e conoscenze, sempre con cognizione di causa.........solo tu non sei riuscito a dare un contributo utile e supportato da qualcosa a questa discussione e hai parlato sempre e solo per dare aria alla bocca.......anzi più volte ti sei dichiarato egoista e menefreghista delle tematiche legate all'ambiente......ma pretendi di aver ragione al 100%.......
 
Ultima modifica:

grandeorso

In pausa
basta...............................................!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
(per evitare incomprensioni intendo basta come voce del verbo bastare)
 

bisfra65

Well-known member
Trova le differenze ....

Arabba Fly magrone.jpg

CMatese fond2CLF.jpg

+21 fondazionidiseggiovie
 

grandeorso

In pausa
La profondità dello scavo per il plinto (si chiama così?) non la posso vedere, ma in quella di Campitello si vede ancora l'armatura del calcestruzzo, in quella di Arabba forse già coperto. Lo scavo è più grande ma qui mi sembra che le necessita siano minori.
Una domanda: una foto proviene da funivie.org, mi sembra forum specializzato, ma non ho visto nessuna critica alla costruzione in quel forum.
Comunque dai ci sarà Arabbafly , ma la neve?
 

Matsci

montanaro subacqueo

Ce le spieghi.....?????:wink::wink:....Io a parte la neve, a parte il fango...non vedo nulla....:wink:
 

francis1

Well-known member
Uno dei 2 poggia su solida roccia e l'altro no.......però voglio dire, non è che tutte le costruzioni del mondo poggiano su un fondo del genere.......e non è che vengono giù solo soffiando.......
Di cose che fanno storcere il naso ne ho viste anche io nelle foto postate........però ragazzi non è che su terreni così sia impossibile costruire eh........
Nel mio studio abbiamo appena progettato la fondazione di un'alesatrice gigante che, a pieno regime, ha su pesi nell'ordine delle 50 ton e, per necessità lavorative del cliente, deve avere cedimenti massimi nell'ordine del decimo di mm.....e poggia su un terreno del cacchio ed ha una falda d'acqua a meno di 2 m di profondità dal "piano di pavimento".....ovviamente abbiamo infisso circa 150 micropali.....cosa che non sappiamo se è stata fatta ad Arabba.....oltretutto qualcuno di noi conosce la sigma del terreno in quel punto?
Non sto dicendo che sia tutto perfetto eh.....però oggettivamente ignoriamo dati fondamentali per poter fare decentemente un confronto come questo....

P.S.
Ma ha nevicato ad Arabba?
 
Ultima modifica:

giofreddi85

Well-known member
Uno dei 2 poggia su solida roccia e l'altro no.......però voglio dire, non è che tutte le costruzioni del mondo poggiano su un fondo del genere.......e non è che vengono giù solo soffiando.......
Di cose che fanno storcere il naso ne ho viste anche io nelle foto postate........però ragazzi non è che su terreni così sia impossibile costruire eh........
Nel mio studio abbiamo appena progettato la fondazione di un'alesatrice gigante che, a pieno regime, ha su pesi nell'ordine delle 50 ton e, per necessità lavorative del cliente, deve avere cedimenti massimi nell'ordine del decimo di mm.....e poggia su un terreno del cacchio ed ha una falda d'acqua a meno di 2 m di profondità dal "piano di pavimento".....ovviamente abbiamo infisso qualche centinaio di micropali.....cosa che non sappiamo se è stata fatta ad Arabba.....oltretutto qualcuno di noi conosce la sigma del terreno in quel punto?
Non sto dicendo che sia tutto perfetto eh.....però oggettivamente ignoriamo dati fondamentali per poter fare decentemente un confronto come questo....

P.S.
Ma ha nevicato ad Arabba?

Ha nevicato un mese fa... Adesso ci saranno 15 gradi..
 

francis1

Well-known member
Ha nevicato un mese fa... Adesso ci saranno 15 gradi..

Ah ok è una foto di un mese fa.......
 

francis1

Well-known member
P.S.
Non so il plinto di Campitello di quale impianto sia e quale sia il dislivello che copre quell'impianto......teniamo ben presente che quello di Arabba copre un dislivello totale di 31 metri......le forze in gioco tra un impianto che fa 400/500/600 m di dislivello e uno che sostanzialmente è "pianeggiante" sono ben diverse.......

Sono stato uno dei primi a sollevare dubbi tecnici su diversi aspetti di questo impianto.....però onestamente postare 2 foto così, senza contestualizzare le cose e avere 4 dati in croce, non ha davvero il minimo senso........
 

bisfra65

Well-known member
P.S.
Non so il plinto di Campitello di quale impianto sia e quale sia il dislivello che copre quell'impianto......teniamo ben presente che quello di Arabba copre un dislivello totale di 31 metri......le forze in gioco tra un impianto che fa 400/500/600 m di dislivello e uno che sostanzialmente è "pianeggiante" sono ben diverse.......

Sono stato uno dei primi a sollevare dubbi tecnici su diversi aspetti di questo impianto.....però onestamente postare 2 foto così, senza contestualizzare le cose e avere 4 dati in croce, non ha davvero il minimo senso........

EDIT: ho modificato qualcosa dato che prima vevo scritto dal telefono.

La foto di Campitello è di una seggiovia biposto in costruzione. Dislivello, dalla skimap, un po' più di 270 m.

I carichi sono sicuramente diversi ed a Campitello hanno la fortuna di avere un substrato di solida roccia a ..... portata di benna.

La vera perplessità, seriamente parlando, che mi suscitano le immagini di Arabba è che in nessuna foto ho visto una sonda e sui magroni non si notano barre di ripresa di eventuali pali. La domanda (seria) che mi faccio è: ma questo terreno (perché di roccia non ce n'è neanche l'ombra) garantirà tutta questa portanza?

L'unica risposta (seria) che sono riuscito a darmi è che essendo abituato a progettare e pensare in zona sismica, sottovaluto la portanza di alcuni terreni in zona non sismica. Sui quali dalle mie parti non costruirei neanche la cuccia del cane ....
 
Ultima modifica:
Top