Analisi video remota: la usate?

basta postare un video qua sul forum e avrai decine di persone pronte a correggerti da remoto e tutto gratis:ROFLMAO::ROFLMAO::ROFLMAO:
Questo messaggio in realtà, per quanto probabilmente per metà ironico, mi risponde piuttosto bene su quasi ogni aspetto su cui stavo ragionando, quindi ti ringrazio per il contributo :)
 
Questo messaggio in realtà, per quanto probabilmente per metà ironico, mi risponde piuttosto bene su quasi ogni aspetto su cui stavo ragionando, quindi ti ringrazio per il contributo :)
sicuramente è per metà ironico:) ma a parte qualche buontempone,
spesso si trovano degli spunti interessanti, ricorda che sul forum scrivono anche alcuni maestri
e qualcuno è pure bravo (uno ne sono sicuro)
 
Ciao a tutti, oggi sono qui a chiedervi se vi sia mai capitato di utilizzare qualche servizio di analisi video “remoto”, ossia fatto da maestri/allenatori che non erano fisicamente in pista con voi quando il video è stato girato.
Il funzionamento “classico” dell’analisi video con l’allenatore che filma e poi analizza in seggiovia o al bar mi è chiaro e non vorrei feedback su questo.
Mi interesserebbe invece sapere se vi sia capitato di inviare il video a qualche maestro/allenatore per ricevere feedback in merito. Non sono moltissimi a proporre questo servizio, da quanto ne so, ma qualcuno lo offre anche in Italia.
Se l’avete fatto, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate. Se non l’avete mai fatto, mi piacerebbe sapere se per semplice disinteresse, se non ne avete mai avuto l’occasione, se non lo ritenete utile a priori, o qualsiasi altro motivo.
Che ne pensate? Lo fareste?
Non l'ho mai fatto e non credo sia molto utile, è come voler farsi curare dal Prof Google o dalla Dott.ssa Wikipedia.
Se fosse così facile insegnare e imparare lo sci quanto leggere un manuale potremmo mandare a spasso tutti i maestri e gli allenatori.
Diverso è il discorso se viene impostato così: ho un allenatore o un maestro che mi sta seguendo, mi conosce, sa già (perchè valutato sul campo, assieme a me) quali sono i punti da migliorare e da correggere e, quella volta che sono andato a sciare per mio conto, ho fatto qualche filmato che gli rigiro per avere un consiglio.
In questo caso le indicazioni saranno ben diverse.
C'è un gruppo su facebook che funziona così, nel senso che è un maestro che esamina il filmato e ti da consigli, in genere del tipo "dovresto migliorare questo, rivolgiti ad un maestro e ce la farai".....
 
Da quando ho ripreso a sciare praticamente il mio obiettivo è stato quello di fare esercizi e migliorare.
Il problema che ho riscontrato è che è un continuo stop e go e tra una discesa e l'altra devi concatenare una serie di movimenti che finché non li fai tuoi li perdi o riprendi fra una discesa e l'altra.
Questo è tanto vero quanto più ad essere interessati sono movimenti e aspetti....fini....
A quel punto ci vuole una indicazione sul posto....ed è difficile anche così....figuriamoci passando dalla poltrona alla pista cosa possiamo cambiare.
È già tanto se rifacciamo quello fatto nel video specialmente se è passata una settimana o più.
 
Non l'ho mai fatto e non credo sia molto utile, è come voler farsi curare dal Prof Google o dalla Dott.ssa Wikipedia.
Se fosse così facile insegnare e imparare lo sci quanto leggere un manuale potremmo mandare a spasso tutti i maestri e gli allenatori.
Diverso è il discorso se viene impostato così: ho un allenatore o un maestro che mi sta seguendo, mi conosce, sa già (perchè valutato sul campo, assieme a me) quali sono i punti da migliorare e da correggere e, quella volta che sono andato a sciare per mio conto, ho fatto qualche filmato che gli rigiro per avere un consiglio.
In questo caso le indicazioni saranno ben diverse.
C'è un gruppo su facebook che funziona così, nel senso che è un maestro che esamina il filmato e ti da consigli, in genere del tipo "dovresto migliorare questo, rivolgiti ad un maestro e ce la farai".....
Se non sbaglio lo Skibum (che scrive - poco, ormai - anche qui) fa un'analisi del genere.
Probabilmente propedeutica alle sue lezioni per inquadrare il livello.

Sì ricordavo bene: https://skibum.it/analisi-video-e-lezioni-di-sci-online/
 

.

Non l'ho mai fatto e non credo sia molto utile, è come voler farsi curare dal Prof Google o dalla Dott.ssa Wikipedia.
Se fosse così facile insegnare e imparare lo sci quanto leggere un manuale potremmo mandare a spasso tutti i maestri e gli allenatori.
In realtà il mio messaggio specificava che si dovesse trattare di maestri e allenatori, quindi non mi sembra che questa parte del messaggio sia calzante.
Per il resto, nulla da obiettare sul punto di vista, per il quale ti ringrazio.
 
Per me ci sarà un grandissimo salto in avanti, quanto ad impatto, quando si riuscirà a fare riprese della sciata e rivederle direttamente sul campo, dopo la singola run e subito prima della successiva. Con analisi video di istruttore in real time
 
Per me ci sarà un grandissimo salto in avanti, quanto ad impatto, quando si riuscirà a fare riprese della sciata e rivederle direttamente sul campo, dopo la singola run e subito prima della successiva. Con analisi video di istruttore in real time
Belingheri mette gli allievi in collegamento audio quando scendi senti i suoi consigli in diretta.
Non ho ancora deciso se aiuta o distrae....probabilmente è un mix delle due cose...
 
A domanda che difetti vedi...
Non parlo mai di difetti ma di cosa migliorare.
Da una foto difficile dare una lettura in quanto non si sa cosa c'è stato prima e dopo.
Detto questo siccome ho sciato con te questa è una buonissima posizione avrei poco da dirti se non che le punte sono leggermente divergenti questo significa che stai spingendo con la gamba esterna(questa non l'ho capito come appunto)
Sicuramente queste le cose buone
Posizione spalle e braccia
Posizione tibia
Direzione Busto
Questa🤣🤣
 
Belingheri mette gli allievi in collegamento audio quando scendi senti i suoi consigli in diretta.
Non ho ancora deciso se aiuta o distrae....probabilmente è un mix delle due cose...
Si, anche la Jam ha questo sistema. Utilissimo, ma resta il fatto che quello che ti dicono a voce poi dei interpretarlo tu. E in alcuni casi, come con Valerio, hai spiegazioni molto chiare e una varietà di linguaggio che difficilmente non coglie nel segno, altre volte hai solo la ripetizione di un singolo concetto, magari neppure chiarissimo. E in questo secondo caso non è che sia molto efficace.
Se si parte dal presupposto che già ci sia una buona consapevolezza tecnica di base da parte dell'allievo, con il video non ci possono essere fraintendimenti. Vedi quello stai facendo e la spiegazione va sempre a cogliere nel segno. Per me sarebbe un passo avanti notevolissimo
 
  • Like
Reactions: pat
Per me ci sarà un grandissimo salto in avanti, quanto ad impatto, quando si riuscirà a fare riprese della sciata e rivederle direttamente sul campo, dopo la singola run e subito prima della successiva. Con analisi video di istruttore in real time
In realtà questo lo vedo fare abbastanza spesso, ad esempio con i gruppi di selezionandi e con i maestri che preparano il master. Non lo vedo fare con i clienti turisti, ma qui finiamo di nuovo nell'argomento "quanti turisti ci sono che sono davvero al livello da giovare dell'analisi video, e continuano a prendere lezioni?"
Belingheri mette gli allievi in collegamento audio quando scendi senti i suoi consigli in diretta.
Non ho ancora deciso se aiuta o distrae....probabilmente è un mix delle due cose...
Aiuta a patto che gli input siano tempestivi e focalizzati (che non significa solo che devono essere corretti). Deve esserci a monte la spiegazione di ciò che si andrà a ricercare, e gli input devono essere semplicissimi e riguardare solo ciò su cui ci si è accordati. Quindi gli input potrebbero essere anche un semplice "di più" o "di meno", senza altre specifiche. Se diventano spiegazioni in diretta è impossibile stargli dietro.
Si, anche la Jam ha questo sistema. Utilissimo, ma resta il fatto che quello che ti dicono a voce poi dei interpretarlo tu. E in alcuni casi, come con Valerio, hai spiegazioni molto chiare e una varietà di linguaggio che difficilmente non coglie nel segno, altre volte hai solo la ripetizione di un singolo concetto, magari neppure chiarissimo. E in questo secondo caso non è che sia molto efficace.
Io pian piano mi sono fatto l'idea che il mio approccio "prima capisco e poi metto in pratica" non sempre funziona. Mi sono reso conto di aver capito realmente un tot di cose solo dopo averle fatte quasi per caso, nonostante la mia certezza di averle capite teoricamente. È un momento esaltante in cui viene spontaneo dire "Ecco cos'è il XXX!!". Tanto per fare un esempio, il più eclatante "ha-ha moment" (come dicono quelli fighi che parlano l'inglese) che ricordo è stato il concetto che Valerio ha chiamato "da muro a muro"; ho visto il video più volte negli anni, anche con una certa sicumera nel pensare "beh, ovvio, sono curve". La prima volta che mi sono attivamente spinto via dalla massima pendenza ho finalmente capito cosa fosse, prima era un concetto che mi sembrava molto chiaro, che ero convinto di applicare, ma che non trovava reale applicazione.
Tutto questo per dire che sì, hai perfettamente ragione nel dire che le parole, per quanto corrette, devono poi trovare la giusta applicazione, e non è per niente scontato che accada.
 
In realtà questo lo vedo fare abbastanza spesso, ad esempio con i gruppi di selezionandi e con i maestri che preparano il master. Non lo vedo fare con i clienti turisti, ma qui finiamo di nuovo nell'argomento "quanti turisti ci sono che sono davvero al livello da giovare dell'analisi video, e continuano a prendere lezioni?"

Aiuta a patto che gli input siano tempestivi e focalizzati (che non significa solo che devono essere corretti). Deve esserci a monte la spiegazione di ciò che si andrà a ricercare, e gli input devono essere semplicissimi e riguardare solo ciò su cui ci si è accordati. Quindi gli input potrebbero essere anche un semplice "di più" o "di meno", senza altre specifiche. Se diventano spiegazioni in diretta è impossibile stargli dietro.

Io pian piano mi sono fatto l'idea che il mio approccio "prima capisco e poi metto in pratica" non sempre funziona. Mi sono reso conto di aver capito realmente un tot di cose solo dopo averle fatte quasi per caso, nonostante la mia certezza di averle capite teoricamente. È un momento esaltante in cui viene spontaneo dire "Ecco cos'è il XXX!!". Tanto per fare un esempio, il più eclatante "ha-ha moment" (come dicono quelli fighi che parlano l'inglese) che ricordo è stato il concetto che Valerio ha chiamato "da muro a muro"; ho visto il video più volte negli anni, anche con una certa sicumera nel pensare "beh, ovvio, sono curve". La prima volta che mi sono attivamente spinto via dalla massima pendenza ho finalmente capito cosa fosse, prima era un concetto che mi sembrava molto chiaro, che ero convinto di applicare, ma che non trovava reale applicazione.
Tutto questo per dire che sì, hai perfettamente ragione nel dire che le parole, per quanto corrette, devono poi trovare la giusta applicazione, e non è per niente scontato che accada.
Mi chiedono di riproporre una discussione di tanti anni fa'...
 
Per me ci sarà un grandissimo salto in avanti, quanto ad impatto, quando si riuscirà a fare riprese della sciata e rivederle direttamente sul campo, dopo la singola run e subito prima della successiva. Con analisi video di istruttore in real time
Non in modo sistemico, ma questo succede già… io quando faccio lezione con maestri che conosco a volte mi faccio riprendere, e poi in seggiovia si riguarda il video insieme e mi vengono mostrati gli errori e dati i suggerimenti necessari per correggerli.
 
Top