Consigli sulla prima sciata dell'anno a Cervinia

Oooo questi erano gli insulti che cercavo, grazie della goliardica spiegazione!! Sono consapevole che la mia tecnica lasci il tempo che trovi ma purtroppo sono nato a Rimini non a Bolzano quindi sono sciatore da weekend.. Mi ci vuole un po'.. Se non altro ora ho un idea su cosa lavorare.
Comunque è sempre difficile trovare un maestro che sia in grado di correggerti bene.. L ultima esperienza fatta l anno scorso con una mattinata di maestro abbiamo lavorato solamente sul movimento di cambio curva (alzarsi ed abbassarsi e carico a valle) ma nulla sull impostazione del corpo in curva.. Bhoo
Fare un analisi su un forum non è velocissimo e devi metterci la testa, quindi scusami se non ti ho risposto subito .
Quello che voglio farti capire è che devi un attimo fermarti , tornare indietro a curve a spazzaneve , ma non perchè tu non abbia le capacità di scivolamento e padronanza degli sci , anzi , ma per riuscire a capire i movimenti giusti da fare e quindi da portare sulla sciata condotta.
E si fa a basse velocità , per due motivi :
1 hai il tempo di capire e sentire i movimenti giusti e come si comporta lo sci
2 Non ci sono forze centrifughe che aiutano lo sci a deformarsi passivamente
Quello che ti stava insegnando il maestro infatti era proprio il discorso che ti stavo facendo , cioè come muoversi durante l'arco di curva, cioè quello che devi fare per portare lo sci attivamente a deformarsi .
Il maestro ha fatto benissimo , ha inizia to a correggerti dai piedi , evidenziando appunto quello che ho notato anche io , cioè la passività della tua sciata .
Insegnandoti a muovere il bacino , avanti , indietro e verso la massima pendenza .
Purtroppo è un movimento che si impara nella virata a spazzaneve , ma che ormai viene saltato a piè pari , per portare il prima possibile a far sciare l'allievo in conduzione , grazie agli sci sciancrati in poche lezioni .
Questo aumenta il grado di soddisfazione del cliente , ma bloccherà completamente la curva di apprendimento , inchiodando lo sciatore in quel limbo L4/5 , da cui non riuscirà più ad uscirne , che per un turista da settimana bianca all'anno può andar bene.
Ma , come ti sei accorto , se vuoi cominciare a migliorare sul serio , è controproducente .
Per il discorso parte alta , è normale che in una mattinata il maestro ha dovuto scegliere il macro errore da correggere , per riuscire ad indirizzarti verso la strada giusta , creando le fondamenta per poi costruire la tua sciata .
Considera che 4 ore di lezione sono un nonnulla, ti consiglio se vuoi arrivare a buoni risultati di intraprendere un percorso costante durante l'inverno , allora si che i risultati si vedranno.
Considera che almeno 10 mattine devi dedicarli se vuoi vedere dei risultati soddisfacenti, ma non solo, perchè il problema maggiore non è fare il movimento giusto insieme al maestro, ma ripeterlo automaticamente in sua assenza , acquisendolo e facendolo diventare tuo nella sciata di tutti i giorni.
Quindi passo passo , una volta capito e acquisito i movimenti della parte bassa , si inizieranno a correggere quelli della parte alta che funge da "peso equilibratore", altrimenti cosa equilibri se sotto è tutto sbagliato?
Ti consiglio di leggere la mia discussione "la curva secondo Gianpa" che a grandi linee ti spiega cosa c'è da fare quando ti torvi sugli sci e vuoi eseguire una curva .
L'avvento dello sci carving è stata un arma a doppio taglio, semplificando di molto la sciata sulle lamine , ma eliminando un pezzo della curva di apprendimento di un buon sciatore .
Ti auguro un inverno ricco di soddisfazioni !
 
Oooo questi erano gli insulti che cercavo, grazie della goliardica spiegazione!! Sono consapevole che la mia tecnica lasci il tempo che trovi ma purtroppo sono nato a Rimini non a Bolzano quindi sono sciatore da weekend.. Mi ci vuole un po'.. Se non altro ora ho un idea su cosa lavorare.
Comunque è sempre difficile trovare un maestro che sia in grado di correggerti bene.. L ultima esperienza fatta l anno scorso con una mattinata di maestro abbiamo lavorato solamente sul movimento di cambio curva (alzarsi ed abbassarsi e carico a valle) ma nulla sull impostazione del corpo in curva.. Bhoo
Imho potresti alternare un po' di lezioni con dei video con riprese frontali (no gopro o simili). In modo da avere prima indicazione su cosa devi fare e poi riscontro se lo stai facendo o meno. Eventualmente anche fare un confronto video tra esecuzione del gesto tecnico richiesto tra come lo fai tu e come lo fa il/un maestro.
 
Aggiungo ...
imparare a muoversi .
Presente quando guardi le gare di sci e il commentatore dice ( l'ex atleta non l'altro che non capisce una mazza di sci ), non si muove ?
Ecco quello che dobbiamo imparare a fare ..... mai stare fermi , le molle vanno continuamente caricate e fatte scaricare .
Mi accorgo spesso in GS quando ti stai muovendo , come le cose funzionano, sono semplici .
La prima cosa che ti accorgi quando ti stai muovendo sugli sci è come le porte sembrano distanziarsi l'una dall'altra, dove hai più tempo, non ti arrivano in faccia a 100km/h.
Tutto diventa graduale e ritmico .... sembra che non stai facendo niente , ma invece stai facendo tanto , e nella maniera corretta !
Alcuni di voi diranno .... ok ma che vuol dire muoversi ?
Quante volte ci è stato detto dal maestro o allenatore di turno , ,a non si capiva nella realtà cosa volesse dire ??
Semplice , aprire angolo ginocchia , nella fase di svincolo per poi andare a richiuderlo nella fase di presa ....
apro e chiudo , apro e chiudo , e una volta aperto , non sto li ad aspettare ...
Ho aperto e volevo fare la curva più in la ?
Male , hai sbagliato i tempismi, la prossima volta mi apro aspettando la fine del movimento esattamente dove voglio far iniziare la curva .
Questo è fondamentale , niente passività durante il concatenarsi di curve , niente momenti morti, ho sbagliato i tempismi , bene curvo perchè altrimenti non funzionerà niente .
Stessa cosa con l'esecuzione della curva e presa di spigolo , voglio far la curva e invertire in quel punto? Bene la chiusura caviglia deve durare tutto il tempo e lo spazio in cui voglio curvare .
Perchè il GS è cos' complesso e propedeutico ?
Per un motivo , ci insegna a dosare o accelerare in base a punti definiti il chiudersi e l'aprirsi degli angoli a nostro piacere .
Cosa vuol dire tutto ciò?
SCIARE
Cioè essere capaci di controllare il nostro arco di curva e la nostra velocità , su qualsiasi sci in cui ci troviamo .ù
Ovviamente prima di cimentarsi tra i pali bisogna aver acquisito un minimo di dimestichezza in campo libero con questo movimento,
Perchè fuori dai pali abbiamo tutto il tempo che vogliamo per capire quel che stiamo facendo .
Una volta automatizzato andiamo a portarlo in tracciato , dove ci insegnerà a renderlo ritmico , veloce , mirato.
 
Abbiamo già detto che la prima cosa a cui devi pensare è buttarti in avanti come se non ci fosse un domani? Se non sei uno sciatore esperto, quella che a te sembra centralità è un brutale arretramento. I maestri servono per correggerti, ma buttare avanti il sedere per entrare in curva puoi farlo da solo. Se i primi tempi hai una brutta sensazione di "oddio cado" lo stai facendo giusto.
 
Top